Skin ADV
Martedì 02 Settembre 2014
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
 

 
L'autore di questi post risponde personalmente di quanto esprime nello spazio che vallesabbianews.it gli ha messo a disposizione.
 
In nessun caso le sue opinioni sono da considerare espressione della linea editoriale del giornale.
 
Ogni post è commentabile da chi sia regolarmente registrato. Ai lettori si chiede di intervenire entrando nel merito delle questioni affrontate.
 
La redazione di vallesabbianews.it si riserva il diritto di modificare o di rendere invisibili i commenti giudicati non idonei o parti di essi.



 

Presegno 4

Presegno 4

di Roberto Balduzzi



01.09.2014 Anfo

02.09.2014 Salò Valtenesi

31.08.2014 Vestone

31.08.2014 Gavardo

31.08.2014 Bagolino

31.08.2014 Villanuova s/C

31.08.2014 Bione

02.09.2014 Valsabbia

02.09.2014 Salò Valtenesi

01.09.2014 Gavardo Villanuova s/C





07 Ottobre 2011, 07.00

Punti di vista

Rischia più uno scienziato che un ladro

di Aldo Vaglia
La vicenda di Andrea Rossi ci racconta delle difficoltà a fare scienza in Italia e delle assurde leggi che irresponsabilmente distruggono ricchezza.
 
Il Parlamento, una parte della politica e della stampa sono più pronti a giustificare che a condannare, la solidarietà e il garantismo si manifestano non appena qualche appartenente allo stesso gruppo viene inquisito.
Mafiosi, blasfemi, simoniaci, corruttori, sfruttatori, evasori trovano sempre qualcuno che ne prende le difese.
L’unico reato senza attenuanti è la genialità.
 
Non è una novità; la chiesa è sempre stata nemica della scienza e in un paese dove l’oscurantismo è di casa è molto difficile uscire dagli schemi.
Non dipende da destra o sinistra, con qualche piccola differenza la paura delle novità attanaglia tutti e il ritorno alle vecchie certezze è largamente condiviso e praticato.
Contro l’intelligenza e l’originalità le alleanze sono granitiche, chi non sceglie per tempo l’esilio rischia la galera, o la soppressione a volte anche fisica.
 
Contro Andrea Rossi si è scatenata una santa alleanza fatta da Verdi, Camorristi, Stampa e Politica che hanno armato una Magistratura molto lenta in svariate occasioni, ma efficientissima quando c’è da difendere gli interessi dei potenti.
 
Chi è Andrea Rossi?
Un Genio per americani, svizzeri, greci, una Vanna Marchi per gli italiani.
 
I suoi primi brevetti gli sono costati 17 anni di traversie giudiziarie e 4 anni di carcere.
La possibilità di ricavare petrolio da residui di lavorazioni plastiche e oggetti preziosi da pellicole fotografiche e componenti elettroniche hanno spinto l’inventore a diventare imprenditore di se stesso e fondare due società; una per la produzione di un combustibile con pari qualità di una benzina, tanto da far correre un’alfa romeo in gare di formula tre con risultati discreti, utilizzando solamente il prodotto derivato dai rifiuti e l’altra, con l’apporto di capitali svizzeri, di diventare una delle principali produttrici di gioielli del comparto orafo italiano.
 
Per garantirsi l’approvvigionamento della materia prima la Petroldragon stipula accordi con le maggiori aziende italiane che hanno scarti di lavorazione di natura organica (plastiche, gomme, solventi, alimentari), l’olio prodotto e raffinato alla Omar ha un costo inferiore del 30% rispetto allo stesso, di origine fossile con pari caratteristiche.
Una legge retroattiva fa passare le sostanze prima considerate “materie seconde” quali “rifiuti tossici”, di conseguenza l’azienda che è deficitaria delle autorizzazioni diventa immediatamente “fuorilegge”.
 
Stesso trattamento viene riservato ai prodotti della Omar che da “Oli combustibili” diventano immediatamente “rifiuti”.
Le conseguenze sono: la perdita del lavoro per 150 dipendenti e la bancarotta di una società del valore di 50 miliardi.
Il costo dello smaltimento, passato nelle mani della camorra, dalle 400 lire pagate alla Petroldragon lievita alle 1500 lire.
La destinazione: discariche abusive della Campania.
Delle accuse di inquinatore, riciclatore di denaro sporco, fabbricatore di falsi preziosi, non rimarranno in piedi che quella di bancarotta che andrà a pareggiare i quattro anni di carcerazione preventiva subiti dall’inventore.
 
Cosa fa oggi Andrea Rossi?
Privo di denaro emigra negli Stati Uniti, viene subito assunto dalla Bio Developmet Corporation immette nella società i suoi brevetti è nominato Chief Scientist, collabora col Doe (Departiment of Energy).
Nel 2000 mentre sta realizzando un importante impianto per la produzione di carbone dagli scarti di legno fa un viaggio in Italia dove viene immediatamente arrestato per un vecchio mandato di cattura per la bancarotta della Omar.
 
Dopo parecchie peripezie nel 2009 ritorna definitivamente negli Stati Uniti dove dirige lo sviluppo di una nuova fonte di energia per la quale è stato definito dal governo lo “Status di Priorità”.
Nel 1987 due anni prima del contestatissimo esperimento di Fleischman e Pons, Andrea Rossi e il prof. Focardi mettevano a punto presso l’università di Bologna un congegno in grado di trasformare Nickel in Rame; la reazione impropriamente detta “fusione fredda” doveva più correttamente chiamarsi “reazione nucleare debole”, cioè a bassa energia o LERN.
Il livello atomico delle trasformazioni escludono si possa trattare di una semplice reazione chimica.
 
Nickel e idrogeno più un catalizzatore di cui l’inventore non vuole rivelare la composizione sono i prodotti in gioco nella reazione; molto abbondanti sulla terra.
Si potrebbe verificare, per la prima volta nella storia, che l’energia diminuisca di prezzo.
Una evenienza poco simpatica per gli attuali detentori delle fonti tradizionali, che oggi spaventano di meno perché con “internet” l’informazione  è diventata più libera.
Una centrale di 1MW di potenza si sta costruendo in Grecia, l’esperimento forse riguarda la fonte di energia sviluppata in America.
A noi rimane una certezza: qualsiasi ricaduta economica di questi brevetti non avvantaggerà il nostro paese.
 
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG





Commenti:

ID13017 - 07/10/2011 08:33:00 (Giacomino) Semplicemente
sconcertante.


ID13018 - 07/10/2011 08:42:26 (sonia.c) la presa di coscienza...
è questo che non vogliono! che capiamo,che sappiamo ! che patetici!!! la diffidenza, invece di venire usata come sano meccanismo di valutazione e di equilibrio ,lanciata verso il nuovo, considerato nemico ,diventa un boomerang......è nelle piccole cose che si vede l'inganno! soprattutto sulla salute!si! ci tengono in un cassetto la cura del cancro ,della sclerosi ec ecc. ci sommergono di medicine che NON curano..per assicurare il circolo vizioso del consumo e profitto! piccolo esempio: dopo 20 anni di cure palliative per un problema intimo ", l'ho risolto in! 10 giorni con un sistema naturale straniero....cumpri???


ID13021 - 07/10/2011 09:38:33 (sonia.c) è comunque pertinente...
c'è gente che lotta perchè vengano messe al bando sostanze tossiche che uccidono le api....ATTENZIONE! Einstein ha detto che senza le api il genere umano ha circa 4 anni di vita.......sapete? alle volte penso che l'essere umano se la merita l'estinzione!!!!!!!


ID13025 - 07/10/2011 11:34:16 (lapo76) Basta che sto truffatore
Sono stufo di leggere articoli su siti o riviste di serie Z. La storia riportata qui non è vertiera. fatti e date sbagliate: una, quella più ecclatante: Rossi dice di aver lavorato dal 2008 (mi pare) al reattorino e chiama Focardi in quel periodo e non nel 1987! Nel 1987 non faceva nulla con il nickel e l'idrogeno e non aveva pensato ancora a nessuna truffa in merto. Questo poi non è ingegnere!Tutte le notizie riportate in questo articoletto sono di Andrea Rossi e non di altre fonti, per cui non sono credibili.In ultima se tanto è un genio negli altri stati perché viene sempre qua a far vedere che le sue invenzioni funzionano e stranamente il modus operandi è più da mago Silvan che da scienziato. Putroppo quando si dice che gli italiani si meritano la classe politica che hanno, è giusto dire che se ci cascano sempre con gli stessi truffatori di sempre (scusate il giro di parole), questi truffatori fanno bene a tornare in sto


ID13026 - 07/10/2011 11:35:47 (lapo76) Basta con sto truffatore
..paese delle banane!


ID13027 - 07/10/2011 11:36:32 (Dru) e chi lo dice.
Intanto Rossi ha fatto esperimenti a Bologna di questa "fusione fredda o debole" che dir si voglia e con il prof. Focardi, ma non conta il luogo, già lo dissi in una delle mie, altrimenti la Cina dovrebbe rammendarci le pezze al culo e invece siamo noi a farlo. Per il resto , ricordo un bell'intervento di Ricard53 , mi sembra fosse lui , su questo argomento non più tardi di 3 mesi fa e gli chiesi di tenermi informato sugli esperimenti di questi due nuovi visionari. Aspettiamo con le mani congiunte che siano confermati i loro risultati sperimentali anche da altre esimie personalità della scienza, ma non facciamone una questione politica , è solo una questione di scienza.


ID13028 - 07/10/2011 11:55:49 (sonia.c)
anche la scienza ha una sua politica e i suoi temp iche, spesso non coincidono con i bisogni dell'umanità!Augusto Odone ,padre del famoso lorenzo affetto da malattia rara scrive:la cooperazione tra ricercatori è meglio dela competizione,e spesso porta risultati più veloci! i ricercatori devono rinunciare alla paura di essere copiati,imitati ecc.troppi scienziati hanno come scopi la gloria più che la salute dei malati!... aggiungo io :se poi aggiungiamo la politica abberrante del profitto che se ne frega altamente dei danni ,abbiamo una più giusta percezione dei problemi


ID13029 - 07/10/2011 13:13:57 (Bioparco) È questione di metodo... scientifico
Dietro la scusa dei brevetti Rossi non ha ancora dato evidenza della sua "scoperta" e tra le tante opinioni a suo favore mette ancora in bella mostra quella di alcuni scienziati scandinavi di spicco (di cui non rammento il nome) che hanno presenziato ad una prova del suo Ecat, ma il rapporto di questi specialisti è chiaro nell'affermare che non potendo fare misurazioni più specifiche non possono affermare alcunchè. Insomma il metodo scientifico non è più di moda, lo si vede un po' ovunque.Inoltre la centrale in Grecia ha già subito rallentamenti per questioni economiche tra le parti... Consiglio di leggere il seguente articolo:http://attivissimo.blogspot.com/2011/06/e-cat-dieci-mesi-per-capire.htmle anche il paragrafo riguardante all'E-cat in questo link http://attivissimo.blogspot.com/2011/08/le-cose-che-non-colsi-20110813.html


ID13030 - 07/10/2011 13:19:12 (lapo76) balle balle e complottisti
Chi chiama al complottismo è perché fa un mestiere che è lontano mille miglia dal un laboratio o un centro di ricerca. Rossi è un truffatore e si comporta da tale tutto lì, si fa i propri interessi e noi leggiamo su 22passid'amoreedintorni ci rendiamo conto? ahahahaahah tutto quello che sappiamo lo dice rossi non dichiarazioni ufficiali di enti governativi. Figurarsi che se la NASA reputasse sta cosa non una bufala, l'esperimento lo farebbero su di un capannoncino qui a Bologna?....Ma dai! siate seri e meno netturbini che parlano al giornalaio quando scambiano due parole tra una spazzata e l'altra per favore!


ID13031 - 07/10/2011 13:30:35 (lapo76) truffa truffa
Ricordo che Rossi aveva dichiarato che non chiedeva soldi a nessuno finché non dimostrava con l'impianto da 1 MW in Grecia non sarebbe funzionato per la prima azienda cliente. Bene poi l'accordo salta con tale Defkalion per il primo anticipo! Anticipo? Ma non aveva detto che non avrebbe chiesto soldi a nessuno? Ma allora se voleva un anticipo i soldi gli ha chiesti!!!!!! Truffa! Classica truffa all'italiana e non solo!Contratto con Unibo: mai partito perché mai iniziato a pagare. E perché Rossi lo avrebbe fatto se non aveva i soldi? D'altronde se fai qualcosa i soldi ce li hai e d'altra parte hai detto finché l'impianto da 1 MW in Grecia non funziona a dovere tu i soldi non li chiedi a nessuno. Invece il contratto lo fa (per lo stesso motivo ha contatto Focardi che nulla sa come funziona in verità dentro il reattore) per fare scena su 4 blog da serie Z e attrarre farlocchi investitori!!!


ID13032 - 07/10/2011 13:37:50 (Dru) a Bioparco e Lapo76
Non capisco Aldo che parla di questioni in divenire come se fossero prove evidenti , e per giunta in salsa di complotto politico, ma di meno la violenza con cui voi vi scagliate contro ipotesi ancora da conprovare, questo si è tipico dell'ambiente politico quotidiano che stiamo vivendo , diviso tra innocentisti che giurerebbero sul proprio figlio che le cose che si dicono sono esagerate e colpevolisti pronti a fare il mestiere del bombarolo.Io consiglierei a tutti la calma dovuta.


ID13035 - 07/10/2011 14:01:09 (Aldo Vaglia) Per lapo76
La storia del califfo e l'elefante non finiva con i ciechi continuava con i sapientoni di serie A. Noi di serie Z ci accontentiamo del generale e non essendo scienziati, ma commentatori esprimiamo delle idee. Da quanto letto, non solo da parte dell'interessato, siamo convinti che il fallimento della Omar-Petroldragon sia dovuto alla legge sui rifiuti e siamo anche convinti che con lo stesso criterio se non usati correttamente anche benzina e petrolio possono essere assimilabili a rifiuti. Comunque lei Italiano vero in buona compagnia. Le verit le hanno gia' subite Galileo e Giordano Bruno , tra Vanna Marchi e la genialita' forse ci sara' una via di mezzo io mi pongo dei dubbi lei tenga le sue certezze.


ID13036 - 07/10/2011 14:22:58 (lapo76) Ok ok ok Per Aldo
Ok ok ok su di un altro blog avevo previsto che in Grecia tutto si sarebbe disciolto e così è stato. Per il discorso A, B, ....Z io parlo perché lavoro in un ambiente d scienza di tipo A dove le riviste sono quelle di tipo A e non i blog con nomi altasonanti. Per il discorso Petroldragon prima di andare a dire stupidaggini prese dal blog di Rossi va a parlare coi brianzoli che si son trovati a) i terreni inquinati b) cisterne piene di tutte le sostanze che usava Rossi o meglio di quelle che non usava perché non ha mai prodotto 1 litro di prodotto finito.In merito alla violenza mi girano perché ho conosciuto un tizio che ha truffato un sacco di gente addirittura Massimo Cacciari comportandosi allo stesso modo e mi da fastidio che gli italiani siano i soliti creduloni: ho amor di patria, ma mi rendo conto che siamo un paese alla fine purtroppo. Con questo chiudo e poi sentitevi stupidotti chi fa il complottista quando tutto verrà a galla.


ID13037 - 07/10/2011 15:12:05 (Dru) A Lapo76
fammi capire meglio , non riesco a comprendere quello che dici. Cosa centra il tipo che avrebbe truffato Cacciari con questa storia ? e quando dici che l'Italia è un paese alla fine purtroppo intendi che in fin dei conti siamo un paese o che siamo un paese al suo capolinea ? Insomma prima di fare scienza sforzati di fare chiarezza di linguaggio.


ID13038 - 07/10/2011 17:02:58 (Ricard53) Adesso si capisce perché siamo nelle sabbie mobili.
Non conosco "lapo76" ma le sue parole mi fanno venire in mente che con il suo metro di misura non sarebbero esistiti Bill Gates e la Microsoft o il compianto CEO di Apple e tutte le sue grandi invenzioni. Loro avevano iniziato in un garage che è qualcosa in meno del capannoncino di Rossi eppure hanno fatto quello che hanno fatto. Noi dobbiamo accontentarci degli scienziati di seria "A" come "lapo76" (chissà perchè mi richiama Lapo Elkann), di cui probabilmente non sentiremo mai parlare. Mi rendo conto che pretendo troppo, noi abbiamo i "lapo", gli americani hanno, o meglio hanno avuto, Steve Jobs ma non solo lui. Noi abbiamo gli scenziati di serie "A" loro gli affamati e folli dell'Alfa e Omega. Un saluto a tutti.


ID13039 - 07/10/2011 17:09:17 (Ricard53) Errore.
Naturalmente scienziati, mi scuso.


ID13040 - 07/10/2011 17:16:50 (Diego) Metodo scientifico sperimentale
Non conosco nel dettaglio la vicenda dell'Ing. Rossi e non posso dare giudizi in merito. Ricordo solo il concetto che sta alla base del metodo scientifico sperimentale, che di per se e' estremamente democratico: una cosa non e' vera per l'autorita' di chi la dice, ma e' vera perche' dimostrabile. Questo e' il fondamento del metodo scientifico, e questo ha permesso il vero progresso.


ID13041 - 07/10/2011 17:23:44 (Bioparco) Non entro nel merito...
... della politica e del nostro bel paese, ma finora non ci sono risultati e quelli sono gli unici che contano. Che Rossi sia cos ben visto all'esterno non ne ho evidenza, ma dei 4 anni in carcere si. per caso una vittima del sistema? Non ci vedo niente di male nel diffidare. Se poi il generatore funzionasse, ben venga. Attendo i fatti, quelli contano.


ID13042 - 07/10/2011 17:24:53 (Ricard53) Il vero progresso?
Nella storia il vero progresso l'ha fatto chi si è gettato oltre gli ostacoli. Il dimostrabile è dell'uomo odierno, non nego che sia un metodo affidabile, nego che spieghi tutto. Altrimenti dimmi: da dove arriva l'intelligenza della tua mente? Da un insieme di neuroni o cellule unitosi per caso? Mi spiace non poter continuare questo dibattito perchè me ne devo andare, spero che qualcuno raccolga la mia provocazione.


ID13043 - 07/10/2011 17:32:34 (Diego) Ricard53
Quello che dici vero, spesso i visionari hanno creato il vero progresso, ma senza violare le leggi della fisica o della chimica. Hai fatto il paragone di Steve Jobs... era sicuramente un visionario, ma 4 anni dopo aver fondato la sua societa', era gia' milionario... segno che quello che ha inventato era comunque qualcosa di molto concreto, apprezzabile dal mercato e monetizzabile. Ti pare possibile che uno "inventi" un metodo per risolvere i problemi energetici del pianeta e nessuno ci investa due lire?


ID13044 - 07/10/2011 17:42:39 (Ricard53) Sulla soluzione dei problemi energetici pesano grandi interessi.
Nessuno impediva a Jobs e Gates di fare quello che facevano perchè spesso non si sapeva neanche da che parte andassero. L'energia è in mano a monopoli che hanno tutto l'interesse di ritardare i tempi del cambiamento (abbiamo ancora automobili con motori a combustione interna dopo più di cent'anni dalla loro messa in strada), in altri campi si sono fatti enormi balzi in avanti. Qualche dubbio non ti viene? Riguardo ai quattro anni di galera del Rossi non entro nel merito, ma il metro di misura non può essere quello, la storia è piena di persone condannate ingiustamente solo perchè non erano confacenti al sistema.


ID13045 - 07/10/2011 17:51:06 (Diego) Non posso giudicare il caso di Rossi
perch non lo conosco sufficientemente bene. Sicuramente nel campo energetico ci sono forti interessi (il petrolio ed il gas naturale), ma chi ha inventato le prime centrali nucleari in qualche modo ha potuto opporsi a questi monopoli. Questo perche' il bilancio energetico di una centrale nucleare e' notevolmente in positivo (poi possiamo discutere dell'impatto ambientale e dei costi di smaltimento etc. etc.).Per le automobili, una considerazione: ogni volta che tu trasformi una forma di energia in un'altra, ne perdi una parte (per il rendimento). Il motore termico e' semplicemente il modo piu' semplice per produrre tanta energia in poco volume, perdendone il meno possibile. L'auto elettrica sfrutta energia prodotta ne piu' ne meno da carburanti fossili (o almeno cosi' e' in questo momento in Italia) o dal nucleare. Ed in piu' ne perdi una parte per strada, per via del rendimento. L'unico vantaggio che ha e' che permette di concentrare la fonte inquinante in un unico punto


ID13046 - 07/10/2011 17:52:53 (Diego) ...continua
, la centrale termoelettrica o nucleare. Magari (spero) in un prossimo futuro si troveranno soluzioni alternative al motore termico, che abbiano anche costi limitati e buona efficienza.


ID13047 - 07/10/2011 18:01:44 (Ricard53) Non è solo questione di auto elettrica.
Il fatto è che non si è mai veramente voluto seguire strade diverse, lo stesso nucleare di fissione è alla frutta e verrà progressivamente abbandonato. Bisogna seguire strade nuove, spesso ho accennato alla forza nucleare debole, andrebbe magari meglio esplorata questa possibilità, questo nuovo mondo. Per esempio sulla meccanica quantistica abbiamo di fronte un mondo in gran parte sconosciuto. Come penso tu sappia, probabilmente l'esperimento eseguito tra il Cern e il Gran Sasso cambierà la fisica. Dobbiamo avere il coraggio di intravedere nuovi scenari.


ID13048 - 07/10/2011 18:13:46 (Diego) Chi vivra' vedra'...
..., questo e' tutto quello che posso risponderti. Poi ti dico: per esperienza, quando una cosa sta in piedi economicamente e produce buoni utili, e' difficile che non venga fatta. Lo sviluppo della tecnica ha seguito sempre questo principio: massimizzazione dei vantaggi, con il minor investimento possibile. Ed a mio parere e' anche piu' che comprensibile


ID13058 - 07/10/2011 23:28:24 (fdrk) calunniatori
un vannamarchi l'abbiamo messo a capo del governo....


ID13060 - 08/10/2011 02:58:00 (tonga7) w lapo76
Una legge retroattiva fa passare le sostanze prima considerate “materie seconde” quali “rifiuti tossici”, di conseguenza l’azienda che è deficitaria delle autorizzazioni diventa immediatamente “fuorilegge”.....(Aldo Vaglia)Domanda: L'azienda che non rispetta la legge sui rifiuti tossici è quella del genio?


ID13071 - 08/10/2011 16:40:39 (Dru) Ad Aldo
Mi sento di condividere a pieno quanto hai scritto alla luce di quanto sento e leggo dopo , nei commenti, l'unica cosa che insisto a chiarire , di quanto penso , è che il genio è una caratteristica del singolo e la scienza si basa su questo principio. Il singolo vince su ogni artificio , anche quello della società , anche quello della politica , io sostengo il primato della politica sulla morale, ma ancora , con maggiore forza , la scienza (genio del singolo) sulla politica, è per questo motivo che ti esorto a non vedere un nesso tra quanto avviene in scienza e quanto accade nell'artificio della politica , grande artificio , ma sempre un artificio.


ID13073 - 08/10/2011 17:48:11 (Aldo Vaglia) Per Dru
Non ho alcun dubbio che in Italia nonostante la politica e i laboratori di serie A frequentati da "gossipari" nascano dei geni. L'unico dispiacere e' che i mediocri e i raccomandati rimangono e le eccellenze emigrano. Sui neutrini siamo da sempre i primi. A Bruno Pontecorvo non hanno dato il nobel perche' e' emigrato dalla parte sbagliata. Antonio Ereditato e' in Svizzera a dimostrare che i neutrini viaggiano piu' veloci della luce. Questi sono scienziati italiani che pochi conoscono. Mentre tutti conoscono i nostri politici titolati che invadono le televisioni e sono ministri della ricerca e pensano che ci sia un tunnel che va da Ginevra al Gran Sasso. Io non ho niente contro i titoli di studio mi innervosiscono quelli che li sbandierano come fonti di sapere. Steve Jobs non era laureato come forse non lo e' Andrea Rossi, ma questo non ostacola la genialita'.


ID13077 - 08/10/2011 20:36:18 (Dru) Condivido
Condivido e in particolar modo quello che dici sui "titoli" , ma sai bene che senza argomenti non si campa e i titoli fanno comodo oltre che ridere.



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
08/11/2012 07:39:00
Disoccupati, esodati, senza lavoro È il lavoro che manca o l'incapacità di fare profitto delle imprese che le spinge a cercare chi lavora gratis? ...con un occhio all'America

14/09/2013 06:53:00
La questione settentrionale Il vero problema che affligge l'Italia non è la questione meridionale, che tutte le forze politiche dall'Unità ad oggi risolvono con una montagna di denaro clientelare, ma è: come si produce la ricchezza

16/12/2013 07:32:00
Omicidio volontario Mirko Franzoni rischia grosso. Secondo i carabinieri che stanno indagando sulla vicenda, sapeva che il ladro sarebbe passato di lì e l'ha atteso, armato col fucile per la caccia al cinghiale

09/12/2011 07:52:00
Serviranno davvero i nostri sacrifici? In Italia il 10% di ricchi detiene il 50% della ricchezza. L’altro 90% della popolazione il resto.

04/10/2012 08:00:00
Provinciale e provincialismo Coltivare il culto delle celebrità, pensare che tutto ciò che viene da fuori è bello, stigmatizzare come poveracci quelli che fanno cultura locale, è provincialismo



Altre da Punti di vista
19/08/2014

Biologico ed Ecologico, due truffe lessicali

Su serie questioni di risparmi e di produzione di energie alternative, che non dovrebbero vedere fronti contrapposti, si innescano  polemiche strumentali sull’uso disinvolto di due parole: biologico ed ecologico (10)

05/08/2014

Egoisti ed Egocentrici

Entrambi i termini dovrebbero avere connotazioni negative, tanto da essere il più delle volte assimilati,  ma Claudio Magris sul “Corriere della Sera” salva gli egoisti e condanna gli egocentrici (20)

30/07/2014

Il meglio è nemico del bene!

Fare bene le cose senza pretendere l’ottimo e la perfezione è la morale di questo aforisma di Voltaire. Perché e’ impossibile vivere nel migliore dei mondi, si può solo “coltivare il nostro giardino” (9)

16/07/2014

Come sono diventato comunista

«… Il 22 Giugno 1974, al settantottesimo minuto di una partita di calcio, sono diventato comunista…il risultato non contava, la questione di principio era battere quegli altri per dimostrare una volta per tutte chi fosse il più forte…» (46)

08/06/2014

I cinesi e il lago d'Idro

Spianare le montagne è  stata nei secoli l’aspirazione dell’uomo. Poeti e bambini sono di parere diverso: “sempre caro mi fu quest’ermo colle…” è l’incipit del poeta; favole e ricordi più belli dei bambini, hanno sempre a protagonisti boschi e montagne (7)

30/05/2014

Il Lago è Salvo?

Si è votato in tutta la valle e la maggior parte delle amministrazioni uscenti è stata riconfermata. Il cappello sulla vittoria di Nabaffa a Idro, l’hanno voluto mettere quelli che si autodefiniscono: “I salvatori del lago”. Chissà se questo porterà fortuna al Sindaco? (62)

16/05/2014

Facebook a mia insaputa

Mi trovo coinvolto , a mia insaputa (non come Scajola che qualcosa ci ha guadagnato), in un equivoco che dire stravagante, è una definizione benevola (28)

23/04/2014

Il Lago e le due verità

Non aggiungerò un’altra verità a quelle che già ci sono, il mio rimane un”punto di vista”. (24)

30/03/2014

Europa Sì! Europa No!

Ciò che si può nascondere in Italia diventa evidente quando si esce dai confini nazionali.
Quali compagni di strada si  troveranno i populismi nel parlamento europeo è facile da prevedere ed immaginare. (96)

22/03/2014

Rifiuti ed energia

Se cerchiamo su questo giornale la voce rifiuti ed energia troviamo centinaia di articoli che trattano l’argomento, ne troveremmo milioni in tutte le lingue se la ricerca la facessimo in google

Eventi

<<Settembre 2014>>
LMMGSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia