Skin ADV
Venerdì 06 Dicembre 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    



 




MAGAZINE


LANDSCAPE






14 Agosto 2019, 06.26

Equilibrio

Quel cibo che toglie il respiro

di red.
Le allergie respiratorie sembrerebbero tutte ben correlate con la crescente quantità di pollini circolanti nell'atmosfera. Non è proprio così: anche l'asma, infatti, può dipendere da quello che si mangia

Una ricerca pubblicata nel Febbraio 2019 su Clinical and Translational Allergy specifica che esiste anche un sottogruppo di asmatici, privi di allergie respiratorie o alimentari, che presentano una particolare sensibilità alla ingestione di latte vaccino o di prodotti lattiero caseari (Tsolakis N et al, Clin Transl Allergy. 2019 Feb 22;9:12. doi: 10.1186/s13601-019-0250-2. eCollection 2019).

Significa che i ricercatori svedesi dell'Università di Uppsala hanno precisato che alcuni asmatici, sicuramente non allergici (cioè senza IgE specifiche), presentano un profilo di tipo infiammatorio più intenso degli allergici e dei controlli sani, e evidenziano sintomi generali dovuti alla ingestione di latte e latticini.

Anche se, per meglio precisare, questi dati serviranno altre ricerche, questo studio vuol dire che alcuni giovani (il gruppo osservato andava dai 10 ai 35 anni), con una particolare sensibilità al latte e ai prodotti lattiero caseari, pur non essendo "classicamente" allergici né ai pollini né agli antigeni alimentari, possono manifestare fenomeni asmatici evidenti, correlate a specifiche variazioni sul piano infiammatorio, visto che alcune citochine come la Proteina C Reattiva (PCR) sono significativamente aumentate.

Siamo quindi di fronte a persone che non sono allergiche, ma che devono trattare la loro condizione asmatica come se lo fossero.
Il problema posto dagli autori è se e quanto questa presenza di sintomi "da latte" (ma potrebbe essere anche qualsiasi altra sostanza alimentare) possa condizionare questa particolare condizione.

Sicuramente si aprono delle future ipotesi di ricerca, ma chi ci segue da tempo sa che almeno dal 2006 discutiamo questo aspetto per il quale l'organismo si comporta come "un vaso pieno" e qualsiasi polline o acaro agisce come "una goccia che fa traboccare il vaso".

Gli studi di Brandt hanno chiarito anche su modelli animali che la parte alimentare può creare la base infiammatoria su cui poi si manifesta un quadro asmatico dovuto a stimoli aspecifici (temperatura, pollini, muffe o acari cui non si è allergici, sforzo fisico e così via).

Inoltre sappiamo, dal 2017, che l'eccesso di zuccheri e di fruttosio può essere la vera causa di induzione di sintomi allergici, anche in assenza di specifiche IgE.

In qualsiasi condizione allergica respiratoria, nei protocolli terapeutici del nostro centro valutiamo sempre anche la possibile esistenza di una infiammazione correlata al cibo o di un fenomeno dovuto alla glicazione.

Talvolta si tratta dell'unica condizione evidenziabile, ma anche quando esiste una allergia specifica (mediata dalle IgE ai pollini ad esempio); la possibilità di ridurre i livelli  di infiammazione dovuta al cibo può contribuire al controllo dei sintomi e alla guarigione.

fonte: eurosalus.com








Invia a un amico Visualizza per la stampa








Vedi anche
22/08/2019 07:34:00
Osteopatia, rimedio per molti mali Dalla dimenorrea al reflusso gastro-esofageo, dall'asma alla sinusite. Cose che cura l’osteopatia che non sapevi

17/06/2019 07:30:00
La condropatia rotulea La condropatia rotulea è una condizione patologica che interessa l'articolazione del ginocchio ed indica una sofferenza del tessuto cartilagineo attorno all'osso

11/07/2019 07:59:00
Terapia con onde d'urto Le onde d'urto si dividono in onde d'urto focalizzate ed onde d'urto radiali o balistiche. Queste due ultime sono quelle impiegate in ambito fisioterapico

31/07/2019 16:00:00
Neurochirurgia e fisioterapia per guarire il mal di schiena Una delle cause più diffuse del mal di schiena è l'artrosi. Ce ne parla il Dottor Matteo Giannini, neurochirurgo che riceve presso il Centro Medico Fisioterapico Equilibrio

06/06/2019 06:54:00
Infiltrazioni articolari Cortisone e acido ialuronico? Parliamone: vediamo quanto possono essere efficaci e quali siano invece le controindicazioni



Altre da Centro Medico Equilibrio
15/10/2019

Le ginocchia a X

Il ginocchio valgo, conosciuto più comunemente come “ginocchia a X”  è una deformità anatomica degli arti inferiori

10/10/2019

La capsulite adesiva

Spalla congelata, frozen shoulder, capsulite adesiva, sono tutti sinonimi che indicano una condizione dolorosa che interessa la spalla che si manifesta con rigidità articolare e limitazione nei movimenti

06/10/2019

Il neuroma di Morton

Il neuroma di Morton deve il suo nome al Dottor Thomas G. Morton, medico di Philadelphia, che nel 1876 scopri l'origine di questa sindrome molto dolorosa che colpisce il piede

01/10/2019

Torcicollo o cervicalgia

Il torcicollo è una situazione fastidiosa e dolorosa determinata da una deviazione laterale e rotatoria del capo con conseguente limitata mobilità o addirittura blocco del collo

25/09/2019

Ozonoterapia: cos'è e a cosa serve

E' una terapia che sfrutta l'ozono e l'ossigeno (ozono medicale) ed è in grado di contrastare una vasta gamma di patologie : dall'ernia del disco all'acne, passando per flebiti, fibromialgia, infezioni, emorroidi, artrosi, cellulite, ulcere, ustioni, osteoporosi

19/09/2019

Per gli amanti del ciclismo sportivo ed agonistico

Il Centro Medico Fisioterapico Equilibrio dispone di un nuovo servizio teso a migliorare le prestazioni ciclistiche, ossia la prova di messa in sella tramite test biomeccanico

05/09/2019

Quando bisogna andare dal fisioterapista?

Una domanda che spesso mi sento rivolgere dai miei assistiti è “Ma per quanto tempo bisogna fare fisioterapia?”

29/08/2019

Come prendersi cura delle ginocchia

C’è il gomito del tennista ma anche il ginocchio del corridore. Gli anglosassoni lo chiamano “runner’s knee”, una tra le condizioni dolorose più frequenti in chi pratica abitualmente jogging

29/08/2019

Cos'è l'artrosi cervicale

L’artrosi cervicale o spondilosi cervicale è il fenomeno artrosico che interessa la porzione cervicale della colonna vertebrale: essa causa tipicamente dolore e rigidità del collo, sebbene molte persone appaiono asintomatiche anche a lungo

22/08/2019

Osteopatia, rimedio per molti mali

Dalla dimenorrea al reflusso gastro-esofageo, dall'asma alla sinusite. Cose che cura l’osteopatia che non sapevi

Eventi

<<Dicembre 2019>>
LMMGVSD
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia