Skin ADV
Giovedì 21 Marzo 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    










20.03.2019 Villanuova s/C

19.03.2019 Vobarno

20.03.2019 Sabbio Chiese

19.03.2019 Vobarno

19.03.2019 Vestone

21.03.2019 Gavardo

19.03.2019 Gavardo

20.03.2019 Storo

19.03.2019 Preseglie

19.03.2019 Pertica Bassa Casto Pertica Alta







05 Settembre 2009, 07.03
Vestone
Biografie valsabbine

Lucio Fiorentini (1829-1902)

di Giancarlo Marchesi
Iniziamo con oggi una raccolta di storie valsabbine, con personaggi noti e meno noti, che raccoglieremo in un'apposita rubrica. Una rassegna che nel tempo potrà costituire materiale interessante di approfondimento culturale e storico.

Lucio Fiorentini * Nacque a Vestone il 25 ottobre 1829 da Giambattista. Di famiglia borghese, compì gli studi inferiori a Brescia, avendo come compagno d’infanzia Tito Speri, animatore, nel 1849, dell’insurrezione e della successiva difesa della città dagli austriaci.
A quell’epoca il Fiorentini aveva già militato nel battaglione studentesco che l’anno prima si era spinto fin nel Trentino per poi ripiegare su Mantova; a differenza dello Speri si era però subito disilluso sull’efficacia della guerra dei volontari e all’indomani dell’armistizio di Salasco [5 agosto 1848] si era rifugiato a Torino, dove era entrato in contatto con gli ambienti moderati, aderendo alla linea carlalbertista e ricevendo perciò, alla vigilia della ripresa della guerra [1849], l’incarico di portare a Brescia documenti militari e fondi per finanziare l’insurrezione [Dieci giornate di Brescia, marzo 1849].
 
Esule di nuovo in Piemonte, il Fiorentini concluse gli studi universitari, iniziati a Pavia, laureandosi in legge. Nel 1859, liberata la Lombardia, rientrò in patria e, abbandonata l’attività di pubblicista, con i proventi della quale si era fin allora mantenuto, il 30 dicembre 1859 entrò nell’amministrazione statale come consigliere di governo a Brescia.
Ebbe così avvio la sua lunga carriera di funzionario, che per più di un ventennio lo vide impegnato nelle sottoprefetture di varie zone d’Italia e che toccò il suo vertice con la promozione a prefetto di 3a classe e con destinazione a Sassari (18 febbraio 1882).
Prima di questa nomina era stato sottoprefetto ad Ariano Irpino (1861) e a Pozzuoli (1865), consigliere delegato a Lecce (1867), ancora sottoprefetto a Terni (1868) e a Imola (1870), di nuovo consigliere delegato a Treviso (1872), Siracusa (1873), Verona (1875), Aosta (1876), Novara (1877), Roma (1878) e infine Sassari (1880).
 
Mettendo a frutto gli studi fatti, si era accreditato anche come uomo di cultura dando alle stampe alcuni lavori divulgativi.
Nati come veicolo per diffondere nel popolo, soprattutto in quello degli elettori, i fondamenti di una cultura civica di base, la Guida alla politica pel popolo italiano (Milano 1860; 2 ed., Napoli 1867) e Lo statuto spiegato al popolo… (Milano 1861; poi altre otto edizioni, l’ultima delle quali a Bergamo nel 1887), si presentavano, anche per la struttura espositiva che era quella del catechismo, come veri e propri manuali per l’insegnamento, tant’è che il secondo fu adottato nelle scuole.
 
Un terzo lavoro, Gli ultimi venti anni. Storia… (Napoli 1866), contenendo una ricostruzione del periodo cruciale dell’unificazione tra il 1846 e il 1866, costituiva, rispetto alle opere precedenti, il supporto storico necessario ad illustrare il percorso lungo il quale le istituzioni nazionali si erano venute formando.
Quando finalmente, nel 1882, fu nominato prefetto, le sue peregrinazioni non cessarono: dopo la sede di Sassari vennero i cinque mesi trascorsi a Belluno, gli oltre sei anni alla prefettura di Bergamo (1885-1891) e il semestre finale a Cosenza.
Il primo maggio 1892 il Fiorentini  chiedeva il collocamento a riposo per motivi di salute: a ricordo della esperienza prefettizia restava l’ampia Monografia della provincia di Bergamo (Bergamo 1888).
 
Una volta in pensione, il Fiorentini poté portare avanti senza impacci la vocazione di studioso dei movimenti politici.
Si diede allora ad un tipo di pubblicistica volto ad illustrare caratteri e cause del malessere esploso nel paese al tempo dell’ultimo governo Crispi e, nel fare ciò, rivelo un’insospettata vena polemica: se però come prefetto aveva evidenziato il pericolo clericale, come studioso prese di mira il socialismo attaccandone le fondamenta teoriche.
Il 21 novembre 1901, su proposta del ministro dell’Interno Giolitti, il Fiorentini era nominato senatore.
Meno di un anno dopo, il 9 novembre 1902, morì a Bologna.

 

Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
21/02/2017 15:27:00
Con Sgarbi alla scoperta dell'arte bresciana nel Rinascimento Lo scrittore e critico d’arte sarà ospite venerdì sera a Vestone per una serata dedicata ai tesori noti e meno noti che adornano chiese e palazzi del bresciano. VIDEO

01/07/2011 10:00:00
Ristampa per «Curiosità e leggende valsabbine» Ripubblicato in forma anastatica il prezioso volume di Ugo Vaglia del 1947, prima raccolta delle tradizioni valsabbine del dopoguerra.

19/08/2008 00:00:00
Il 33,1% di differenziata nel comune più popoloso Si attesta al 33,1% la percentuale di raccolta differenziata sul totale dei rifiuti prodotti dai dei cittadini del comune di Gavardo. È quanto emerge dai dati resi noti da Aprica spa, società del gruppo “a2a”, che si occupa della raccolta rifiuti.

18/06/2011 08:00:00
Le leggende valsabbine in un libro Presentata la raccolta di storie della Valle Sabbia frutto del lavoro di ricerca degli alunni della scuola media «Fabio Glisenti» di Vestone.

22/10/2008 00:00:00
Tre prove speciali sulle strade valsabbine Tre delle cinque prove speciali del 1° Rally Storico Città di Brescia, in programma per questo fine settimana, si terranno sulle strade valsabbine, già protagoniste del Rally 1000 Miglia: a Treviso Bresciano, Livemmo e Barghe.



Altre da Vestone
19/03/2019

60 mila auguri, Antonella!

La mitica “Teresa dé Vistù”, al secolo Antonella Pialorsi, ha acceso 60 candeline. Lo so, l’età di una donna non si dovrebbe mai dire, ma ho il suo permesso. (2)

19/03/2019

Per Gianpietro sono 36

Tantissimi auguri a Gianpietro di Nozza che proprio oggi, martedì 19 marzo, compie 36 anni 

18/03/2019

Open Day Sae

“Open Day Sae”. L’hanno chiamata così la due giorni che ha portato alla ribalta nazionale il virtuoso modello “ambientale” valsabbino. VIDEO (1)


 

15/03/2019

Il giardino dei cellulari

Il giardino dei cellulari è quello rinvenuto da un nostro lettore, Riccardo, a poche centinaia di metri dal Centro di raccolta di Vestone (1)

13/03/2019

«Quello che le donne non dicono»

Per la serie “Soggetto donna” in Auditorium a Vestone questo venerdì sera, uno show con Viviana Laffranchi ed Alessandro Arrighini



12/03/2019

Valsabbina, il 30 marzo l'assemblea dei soci

Tra i punti all’ordine del giorno, l’approvazione del bilancio di esercizio chiuso al 31 dicembre 2018 e il rinnovo di alcune cariche in scadenza


11/03/2019

Valsir, Oli e Marvon, borse di studio e riconoscimenti

Lo scorso sabato sono stati premiati, presso lo spazio Valsir Expo, i collaboratori con 20 e 30 anni di servizio. Ai figli dei dipendenti la consegna delle borse di studio “Niboli Silvestro” 

08/03/2019

Vita e i pensieri di un maestro nella Lombardia dell'Ottocento

Questo sabato nell’auditorium di Vestone, saranno presentati i due volumi che raccolgono i diari del maestro elementare Pietro Zani che insegnò in Valle Sabbia nel corso dell’Ottocento: una preziosa testimonianza della vita dell’epoca

05/03/2019

Motoclub Tre Laghi due, un buon inizio

Nella prima prova del campionato regionale minienduro FMI, i giovani piloti, alcuni al debutto, del motoclub valsabbino hanno portato a casa dei buoni risultati

04/03/2019

I 75 di Emo

Tanti auguri a Emo Carminati, di Vestone, che ieri, 3 marzo, ha compiuto 75 anni

Eventi

<<Marzo 2019>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia