Skin ADV
Domenica 22 Ottobre 2017
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Agnosine, il paese la sua gente

Agnosine e il suo municipio

Il nuovo municipio di Agnosine è stato inaugurato nel 2006. Lo stabile, 340 metri quadri di nuovi uffici sistemati assieme ad un vasto complesso abitativo che ospita negozi ed appartamenti

La Reguitti

E’ stata l’azienda che per pi√Ļ di 50 anni, fino alla fine degli anni ’70 del secolo scorso, pi√Ļ di altre ha tracciato la storia italiana del mobile multiuso (2)

Dedicata ai santi Ippolito e Cassiano

E' la chiesa parrocchiale di Agnosine, tempio dalle antiche origini, già citata in un documento del 1037.
L’edificio attuale risale al 1771



Il Santuario della Madonna di Calchere

Col suo campanile domina la valle.
L’attuale costruzione risale al 1674 ed √® stata eretta su una struttura precedente







03 Ottobre 2011, 11.51
Agnosine
Cacciatore di frodo

Forestale aggredito e ferito

di red.
L'episodio è accaduto sabato ad Agnosine, protagonisti un bracconiere già noto per precedenti specifici e un gente del Noa, impegnato coi colleghi nei controlli antibracconaggio.

 

L’avvio dei controlli delle squadre speciali del Nucleo Antibracconaggio del Corpo Forestale dello Stato, impegnati nell’Operazione Pettirosso, ha avuto un esordio drammatico. Un agente √® rimasto gravemente ferito nel corso di un intervento occorso sabato scorso, primo ottobre.

√ą successo ad Agnosine deve gli agenti, dopo dieci ore di appostamento all’addiaccio in localit√† Cimitero, hanno scovato il bracconiere. All’alt della Forestale, l’uomo si √® dato alla fuga. Ne √® seguito un inseguimento serrato con una prima colluttazione e poi un secondo corpo a corpo, dove il bracconiere ha spinto con forza un agente, ex atleta del Corpo Forestale dello Stato, provocandogli una frattura composta “trochide omerale destra” della spalla. A questo punto sono giunti i rinforzi dei colleghi della Forestale che hanno bloccato il cacciatore di frodo. Un uomo gi√† noto per numerosi precedenti specifici, tanto che al bracconiere, era stata ritirata la licenza di caccia.

Il Forestale ferito √® stato portato al Pronte soccorso di Gavardo. Per lui 35 giorni di prognosi. L’intervento in questione ha portato al sequestro di cinque reti per uccellagione della lunghezza di circa 200 metri, circa 300 trappole in ferro per l’avifauna, sei pettirossi in grado di riprendere il volo e prontamente liberati, due tordi e cinque lucherini.

Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG





Commenti:

ID12875 - 03/10/2011 12:14:32 (Ernesto)
dieci ore di appostamento non le hanno fatte nemmeno per prendere toto^ rijna!!!???giusto combattere il bracconaggio,...ma non fate azioni da marines o teste cuoio !!!!(PER 6 SBEZECC, e 5 LuGHERI^.................


ID12876 - 03/10/2011 12:35:05 (baluardo) mah....
ha ragione Ernesto, c e troppa disparit per come vengono trattate le cose oggigiorno, quando ci sono di mezzo sti poveri animali, partono titoloni di tg, indagini e appostamenti da imboscata, inseguimenti da battaglione, processi e condanne esemplari,ma per chi?.... quando poi vediamo tante di quelle situazioni impunite di omicidi, stupri, rapine e tutto questo ai danni di esseri umani, esseri umani, ripeto esseri umani, e quello che f strano che chi applica le leggi e spiega tutte quelle forze in campo come in questo caso , anche lui un essere umano, mah....


ID12881 - 03/10/2011 13:58:03 (sonia.c)
italiani "allergici "alle regole e leggi.......si comincia dal piccolo e chi non rispetta la natura non ha molto rispetto neanche per l'umano.......


ID12886 - 03/10/2011 14:29:07 (Giachetti)
ma le guardie forestali non hanno in dotazione una pistola?! ai miei tempi quando si ignorava l'alt di un pubblico ufficiale non ci pensavamo due volte a usarla!!!


ID12887 - 03/10/2011 14:58:27 (Matteo) Chissà
Dall'alto della sua immane potenza, la Madonna del buon (?) bracconiere starà proteggendo il nostro uccellatore pluridenunciato. Peccato, la gara di spiedi del prossimo anno ha perso 6 pettirossi e 5 lucherini...


ID12888 - 03/10/2011 15:20:34 (danyart) povera italia!!!!!
Partendo dal presupposto che:gli uccellini e il buon spiedo piacciono a tutti,:Ammetto tutto!!! Anche che ci scappi l'uccellino proibito ,l'anziano che lo fa per "passione"ecc.ecc.ma quando e' troppo,e' troppo,le leggi e' vero vanno rispettate ,il bracconiere ,non piace neppure a me, 4 uccellini nel padellino ci stanno,ma questi recidivi,lo fanno per poi rivenderli,e questo mi fa incavolare, ma la cosa che non mi va e che non capisco:SCENE DA FILM e sprechi di denaro,(le forestali e i suoi operatori costano,con il rischio di farsi pure del male seriamente)per una decina di uccelli,non si poteva evitare,tutto ste casino?tanto sapevano chi era,cosa faceva ecc. andavano a casa sua,o lo prendevano in modo diverso,non c'era bisogno del "Corpo a corpo" vi pare??? saluti e auguri alla guardia di pronta guarigione.


ID12891 - 03/10/2011 15:31:14 (poppea) che vergogna !!!
tutti d'accordo che le leggi vanno rispettate .... e la natura pure ... animali ... terre ... ecc.......ma .... se provate a cercare articoli che parlano di cacciatori ti viene solo da ridere ... se uccidi una persona perch√® sei ubriaco o altro dopo 1 giorno sei fuori ..... se uccidi un uccellino sei un delinquente e multe e cause legali e chi pi√Ļ ne ha ne metta.....e poi visto tanto gli ambientalisti non √® che magari bisogna chiedersi se tutti i PESTICIDI che vengono usati in pianura per far crescere frutti piante ecc belle e grosse non siano quelli che uccidono e sterminano le specie di uccelli????ciao e buona giornata a tutti


ID12893 - 03/10/2011 16:05:13 (stefano) STEFANO
l'assurdo è che le 10 ore di appostamento le paghiamo noi e tutto per 4 uccellini. Andiamo proprio bene


ID12894 - 03/10/2011 16:12:48 (Baldo degli ubaldi) tutore dell'ordine ??
Pagati per far rispettare le regole , non sono capaci di farsi rispettare. RIDICOLI


ID12896 - 03/10/2011 16:28:21 (stefano) STEFANO
in pi√Ļ la pulizia dei sentieri la fanno fare ai volontari antincendio.


ID12897 - 03/10/2011 17:08:50 (giovane) ma
Per arrestare una persona bisogna coglierla in flagranza di reato altrimenti ci vuole un ordine del giudice per poterlo andare a prelevare a casa propria. E' pur vero che sono "pochi" gli uccelli presi ma la rete e le gabbie non si contano? La cosa strana che si giudica l'operato di un corpo forestale quando questi fanno il loro dovere e applicano la legge. Ci si dovrebbe lamentare di chi non fa il proprio dovere e non applica le leggi.


ID12900 - 03/10/2011 18:09:57 (mark) bravi!
ben vengano 10 ore di appostamento pagate da noi per beccare questi animali.il fatto che ci siano stupratori e assassini non un motivo valido per girarsi dall'altra parte.certo se fosse stato un rumeno allora si sarebbero alzate alte le voci della legalit e del rispetto della natura... e qualcuno avrebbe invocato le ronde fai da te.. roba che neanche in colombia...comunque ancora bravi, bravissimi a quelli del Nucleo Antibracconaggio


ID12901 - 03/10/2011 19:03:46 (delirio) 10 ORE DI APPOSTAMENTO
Anche 15 se servono, ognuno faccia il suo lavoro come pensa sia giusto, l'importante sono i risultati.Prima rispetto per la persona poi gli animali.


ID12902 - 03/10/2011 19:11:40 (vallesabbia) ...
è impensabile che i bracconieri vengano lasciati liberi di fare quello che vogliono devastando la natura per prorpio tornaconto o spesso anche solo per il piacere di catturare/uccidere...che poi la stessa severità e la stessa determinazione non viene usata per i reati contro la persona questo è una triste ma vera constatazione..


ID12904 - 03/10/2011 19:39:04 (albill) andiamo bene.....si vede siamo in vallesabbia...
certo che la metà dei commenti è proprio sconsolante....serve un altra generazione di tempo e tanta tanta educazione ambientale...non si puo criticare un corpo di polizia nelle sue azioni specifiche...la caccia agli stupratori e a toto riina è competenza specifica di altri....un plauso al loro operato.....e non dimenticatevi che questa mentalità "dei ...ma si x 4 uccellini.." è la stessa che hanno dalle parti della stretto di Messina (entrambe le sponde)....meditate gente!!ps: visto il tema, oggi alle 20,30 vi invito a sentire la presentazione della riserva della Degagna al teatro comunale di Vobarno.


ID12905 - 03/10/2011 20:29:01 (Giacomino) Non nutro simpatia
per i bracconieri ma una piccola riflessione mi viene spontanea; non sar√† che la corda costi pi√Ļ della campana? Gli agenti della polizia venatoria provinciale non riescono a svolgere con efficacia il loro servizio? Un simile spiegamento di forza determinata se fosse stata impiegata in Aspromonte avrebbe stroncato in una settimana la piaga dei sequestri di persona. Siamo sicuri che i comportamenti illeciti sono repressi con uguale determinazione su tutto il territorio nazionale? O noi bresciani siamo considerati speciali?. Buona sera a tutti.


ID12906 - 03/10/2011 21:53:19 (dairob) Io farei l'appostamento in macelleria..
Il Bracconiere e' la causa del buco nell'ozono,produce le polveri sottili che respiriamo tutti i giorni,affonda le navi cariche di sostanze inquinanti...ecc ecc e mai una volta che l'abbiamo colto sul fatto!!! Penso che i NOA non siano abbastanza qui serve ben altro...


ID12908 - 03/10/2011 22:42:16 (Ernesto) allora quelle
famose frasi:padroni a casa nostra.....la padania ai padani...??????????????


ID12910 - 04/10/2011 10:15:39 (sonia.c)
qui tutti hanno sottovalutato la gravità di venire a "colluttazione" con un rappresentante della legge! se era un extracomunitari ci sarebbe stato il linciaggio ......è??? agli italiani manca, la cultura, il rispetto e la vergogna! sono "messaggi subliminali" che ci manda questa società di corotti con la faccia di tolla! i tarantini che appena usciti di galera ,se ne vanno spavaldi a passeggiare sul corso! le esternazioni ,i tanti" siamo sereni" deti da politici mafiosi....la cultura di un popolo si vede dal piccolo e la forma è anche sostanza......


ID12911 - 04/10/2011 11:42:04 (Bono)
Purtroppo per i bresciani, per i valsabbini la caccia questione di pancia... qualcosa che ti insegna il nonno, il pap... qui per bisogna capire che non stiamo parlando di CACCIA ma bens di bracconaggio, e la cosa non pu e non deve essere confusa! Gli stessi cacciatori dovrebbero dissociarsi da questi comportamenti e isolare queste persone per far si che l'attivit venatoria possa continuare anche nei prossimi anni... Solo cos anche l'opinione pubblica potr capire che la parola cacciatore non sinonimo di bracconiere!


ID12912 - 04/10/2011 12:02:46 (Denis66) ehm!!!!!!!!!!!!!
Nei tempi passati si usava TESARE un pezzo di bosco per posare gli archetti...tutto regolare ai tempi.Poi sono arrivati gli ambientalisti e i verdi a voler salvare il mondoMa non ho mai visto nessuno di loro a pulire le sponde del fiume o pulire parchi,pero' quando c'era da MANGIARE alle cene li vedevi tuttiSe vorrebbero debellare il braconaggio sarebbe abbastanza che proibiscano la vendita' delle reti,ma questo non lo faranno mai perche' il tutto porta denaro,chi fabbrica chi le compra(bracconiere) e in fine le guardie che sono profumatamente pagate.20anni fa' quante erano????Non hanno mai detto quando anni fa' in FOBBIA ambientalisti e verdi hanno distrutto piante da pastura situate nel privato.Tutto giusto ben fatto al tempo le rastrellate che si sono prese...E SMETTETELA DI METTERLA SEMPRE SULLA POLITICA


ID12916 - 04/10/2011 14:56:45 (ottone)
si ma una volta mettevano archetti e trappole varie perch√® non ne avevano da mangiare mica per niente. ora non ha pi√Ļ senso fare del bracconaggio con tutto quello che abbiamo.


ID12917 - 04/10/2011 16:07:07 (cricri) eppure...
.... cos bello vedere pettirossi indifesi che si dimenano negli archetti fino alla morte, spezzandosi le zampe e morendo tra mille agonie e spasmi....(ps: da piccolo mi divertivo tantissimo fare "sparare" gli archetti di nascosto con un bel colpo di bastone... se posso lo faccio anche adesso che sono grande .... questo s che divertimento puro alla faccia della madonna del bracconiere!)


ID12918 - 04/10/2011 18:47:10 (baluardo) chissa....
come era ai tempi della pietra quando gli umani cacciavano i dinosauri, o altri animali simili, mi sarebbe piaciuto vedere se i NOA si sarebbero preoccupati della eventuale estinzione della specie, li si sarebbe bello fare delle imboscate al bracconiere.....battuta......


ID12920 - 04/10/2011 21:36:14 (Denis66) cricri..
Probabilmente anche da piccolo non ti hanno mai beccato...adesso stai attento se vieni visto dalle guardie passi per il BRACCONIERE di turno.............:(


ID12921 - 04/10/2011 21:49:42 (dairob) Catture..proibite
E se nell'archetto ci trovassimo uno struzzo che si dimena tra mille agonie e spasmi?...


ID13083 - 09/10/2011 05:59:00 (E.P.) si per...
mi chiedo semplicemnte perchè la direzione di Vallesabbia news ovvero il direttore, visto che è uno quasi di paese con Agnosine, si possa permettere di pubblicare un articolo cosi finto e irreale... si avete letto bene!!! La realtà dei fatti è stata ben altra, io lo so per certo, e anche il signor Ubaldo oppure Red lo sanno per certo.... questo non giustifica o difende chi fa uso di reti o qualsiasi altro metodo per cacciare a tutti i costi... il bracconaggio va fermato e multato, ma arrivare a dichiarare che "Un agente è rimasto gravemente ferito" quando di grave non successo nulla, e addirittura dire che "Ne è seguito un inseguimento serrato con una prima colluttazione e poi un secondo corpo a corpo, dove il bracconiere ha spinto con forza un agente, ex atleta del Corpo Forestale dello Stato, provocandogli una frattura composta trochide omerale destra della spalla" ...quando invece di collutazione a corpo a corpo non successo nulla, se non che l'agente in questione è scivolato...


ID13084 - 09/10/2011 06:07:00 (E.P.) segue...
è scivolato da solo, insomma vorrei semplicemnte dire che una testata giornalistica come vallesabbia news, che vanta per fortuna, ma sopratutto per merito suo, quel migliaio o due di visitatori al giorno, non deve per forza sforzarsi su racconti falsi e particolarmente discriminatori ...anche se ripeto!! il bracconiere và braccato e mulato... ps: NON SONO UN CACCIATORE!!!


ID13085 - 09/10/2011 08:11:40 (ubaldo) Quello che so per certo
Sulla vicenda del bracconiere beccato al cimitero di Agnosine, Vallesabbianews ha pubblicato n√© pi√Ļ n√© meno ci√≤ che hanno pubblicato gli altri giornali. Si trattava infatti di notizie contenute in una nota stampa diramata dal Corpo Forestale. Se avessimo avuto tempo e modo di farceli raccontare direttamente dai protagonisti saremmo sicuramente stati pi√Ļ precisi. Quindi ti assicuro, caro E.P., che non c'√® stato da parte nostra nessun intento discriminatorio o volont√† di diffondere false notizie. Anzi: a differenza degli altri giornali, qui √® possibile per chi conosce realmente i fatti dire la sua, subito o anche diversi giorni dopo, come nel tuo caso. Se questa non √® buona informazione, mi pare comunque un valido tentativo di farla. PS: Grazie per i complimenti, ti annuncio che i lettori giornalieri sono in media quasi cinquemila :)).



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
03/10/2015 08:00:00
Bracconiere nella rete della Forestale Dopo una serie di appostamenti degli agenti della Forestale è stato individuato un anziano bracconiere di Pieve di Bono che aveva posizionato reti per la cattura di uccelli

05/04/2015 07:00:00
Famiglia di bracconieri recidivi Un’operazione del Nucleo operativo antibracconaggio della Forestale ha portato alla denuncia di sei uccellatori fra cui un irriducibile di Agnosine beccato con le mani nelle reti per l’ottava volta, con

01/11/2012 08:32:00
Conclusa l¬í¬ęOperazione Pettirosso¬Ľ L'attivit√† antibracconaggio del Noa del Corpo forestale dello Stato nelle tre valli bresciane ha portato alla denuncia di 110 persone e a numerosi sequestri di strumenti di cattura illegali.

28/01/2015 07:00:00
Cacciatori nella rete della Forestale Due cacciatori di Serle sono finiti nel mirino delle Guardia Forestale per uso di richiami di allevamento di dubbia provenienza e uccellagione

15/10/2010 08:43:00
Richiami vivi e trappole: due bliz in Valsabbia Il Nucleo operativo antibracconaggio della Forestale √® stato protagonista l’altro ieri di due bliz a Ro√® Volciano e a Villanuova.



Altre da Agnosine
16/10/2017

¬ęFedi in gioco¬Ľ, un viaggio nelle religioni

Vi proponiamo l’interessante riflessione introduttiva di Nicola Bianco Speroni alla rassegna cinematografica sul dialogo interreligioso presentata ad Agnosine nelle scorse settimane

16/10/2017

Frontale sopra Casale, grave un lumezzanese di 39 anni

Per cause in corso di accertamento da parte della Stradale, l’uomo avrebbe invaso l’opposta corsa di marcia, scontrandosi contro un’altra auto (1)

08/10/2017

Nuove divise per i volontari dell'ambulanza

Si tratta della ventina di volontari del gruppo Agnosine-Bione, che da qualche giorno hanno rinnovato il Consiglio direttivo e si sono modernizzati nel vestiario. Per loro scrive Angelo Lossi, da poco divenuto volontario in seno all'associazione


07/10/2017

Fuori dalle regole, denunciati dalle guardie

Quattro, tutti lumezzanesi, i cacciatori multati in questi giorni sulle montagne di Bione e di Agnosine dai carabinieri forestali della stazione di Vobarno (1)

01/10/2017

Gli splendidi 58 di Nadia

Tanti auguri a Nadia, di Agnosine, che proprio oggi, domenica 1 ottobre, compie 58 anni


29/09/2017

Gli 11 di Luca

Tanti auguri a Luca Albertini, di Agnosine, che proprio oggi, venerdì 29 settembre, compie i suoi primi 11 anni


28/09/2017

¬ęIl Paese dal passato imprevedibile¬Ľ

In occasione del 100¬į anniversario della Rivoluzione Russa, la prossima settimana ad Agnosine si terr√† una mostra espositiva sui sistemi politici della Russia del XX secolo

26/09/2017

Al Cavallino quelli dell'82

Da Agnosine e da Bione, tutti insieme alla trattoria Cavallino, per trascorrere da 35 enni una serata in allegra compagnia


25/09/2017

¬ęFedi in gioco¬Ľ, il cinema delle religioni

Si terr√† nelle serate del 28 settembre, 5 e 10 ottobre ad Agnosine la mini rassegna cinematografica “Fedi in gioco”, che prevede la proiezione di tre film e un cortometraggio sul tema del dialogo interreligioso

25/09/2017

Pellegrini dalla Conca d'Oro a San Felice

Ha avuto come meta il santuario della Madonna del Carmine a San Felice del Benaco il pellegrinaggio a piedi delle sette parrocchie dell’erigenda Unit√† pastorale della Conca d’Oro


 

Eventi

<<Ottobre 2017>>
LMMGVSD
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Ro√® Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Sal√≤
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia