Skin ADV
Mercoledì 21 Novembre 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

MAGAZINE


LANDSCAPE




19.11.2018 Vestone Capovalle Valsabbia

20.11.2018 Casto Valsabbia

19.11.2018 Valsabbia Provincia

19.11.2018 Idro

19.11.2018 Vobarno

20.11.2018 Mura Valsabbia

19.11.2018 Casto Serle

19.11.2018 Villanuova s/C Provincia

19.11.2018 Provaglio VS

19.11.2018 Gavardo



24 Marzo 2013, 10.00

Tempi

Dipendere da internet

di genitoricrescono.com
IAD, internet addiction desorder, una forma di dipendenza che colpisce giovani, meno giovani e giovanissimi.
 
La IAD (Internet Addiction Desorder), ovvero la dipendenza da internet è una delle nuove forme di dipendenza.
Non ne sono colpiti solo i giovani, ma anche gli adulti e la disponibilità di smartphone che si collegano ovunque non ha fatto altro che moltiplicarne gli effetti.
 
Tempo fa poteva essere definito affetto da IAD il nerd sempre chiuso in casa davanti al monitor.
Oggi l’internet addicted è tra noi e ci vive, lavora e comunica accanto e di solito fa tutto questo con un cellulare in mano.
E’ quindi possibile che un genitore non riesca a riconoscere l’eccessiva dipendenza dal web del figlio, perché ne è colpito in prima persona, non solo perché conosce poco il mezzo. Paradossalmente è il genitore più “tecnologicizzato” a riconoscere meno quando l’attività sul web del figlio inizia a prendere connotazioni preoccupanti.

Certo, l’allarmismo non aiuta mai a identificare i problemi.
Non tutti i ragazzi o gli adulti che trascorrono diverse ore al giorno in rete possono considerarsi dipendenti. Le attività da svolgere il rete sono molte: studio, lavoro, chiacchiere con gli amici, ricerca, informazione, approfondimento, apprendimento di tecniche. E così è piuttosto diffuso che ci si passi tanto tempo.

La dipendenza però è quello stato mentale e fisico che ti impedisce di fare altro.
La dipendenza ti limita, ti frena, ti lega, ti imprigiona, ti ossessiona. Diventa il tuo unico pensiero e si sostituisce ad altri pensieri e attività.
L’allarme deve scattare quando un ragazzo smette di uscire per vedere gli amici, smette di aver voglia di praticare uno sport, appare costantemente stanco.
No, non quando vi sembra sempre irritabile… quella è semplice adolescenza!

Non è facile neanche per gli adulti gestire il proprio rapporto con la rete.
C’è un significativo aumento delle crisi di coppia e delle conseguenti separazioni dovute alla dipendenza di uno o di entrambi dal web. Famiglie in cui il web si sostituisce al rapporto con i figli e con il partner.
Non è un male del web, non è la rete a essere cattiva: le dipendenze patologiche cambiano forma, passano dalle sostanze ai comportamenti, ma continuano a colmare gli spazi vuoti con gesti troppo semplici per la complessità della sofferenza e il disagio che riempiono.

E per i ragazzini? Tutto più complicato, più intenso.
Nell’incontro plenario tenutosi a Trieste su questo argomento, nell’ambito di Navigaresicuri, è stato citato un libro molto interessante “Il profumo dei limoni” di Jonah Lynch.
“Tatto, olfatto, gusto. Tre dei cinque sensi non possono essere trasmessi attraverso la tecnologia. Tre quinti della realtà, il sessanta per cento.”
 
La tecnologia è bella e libera, ma priva di alcuni sensi.
Serve maturità per capirlo, serve averli già sperimentati nella vita per sentirne la mancanza. Sul web perdiamo tre sensi: il che non è un problema per chi ha una vita sociale, ma per un ragazzo che vive la sua vita sociale solo filtrata dal web e lì forma anche la sua educazione sentimentale può essere un grande problema.
 
Fonte: genitoricrescono.com
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
11/01/2008 00:00:00
Al web l’ultimo round Internet supera la televisione? Sembra che il sorpasso sia quantomeno incominciato. Per la prima volta i giovani tra i 16 e i 24 anni di età accedono a Internet più spesso di quanto guardino la televisione.

02/05/2011 15:58:00
Giovani e internet, dall'uso all'abuso Martedì al Liceo Fermi di Salò un incontro-dibattito sulle dipendenze da internet e i rischi della rete.

30/03/2011 08:00:00
Giovani e l’uso consapevole di Internet Una serata per conoscere la rete Internet, i rischi e le opportunità con esperti della Polizia Postale venerdì 1 aprile alle 20.30 a Vobarno.

27/10/2009 16:50:00
Le giovani donne, navigatrici accanite Aumentano gli utenti Internet nel nostro paese. Nella fascia 18-34 anni le donne vanno in Rete più spesso degli uomini

12/11/2009 12:36:00
Quando il pc diventa una droga Troppe ore davanti al computer possono causare problemi di salute e in particolare Internet e i videogiochi possono provocare dipendenza



Altre da Salute
18/11/2018

Doppio traguardo alla maratona di New York

Una sfida nella sfida quella vissuta da Alex Zaninelli che, dopo aver superato un difficile periodo di malattia, ha partecipato alla mitica maratona della Grande Mela
(2)

13/11/2018

Elettrofisiologia e nuova Tac

Oltre 2 milioni di euro destinati da Regione Lombardia all’Ospedale di Gavardo nel piano di investimenti della sanità lombarda (3)

13/11/2018

Benessere Bimbo

Prende il via questo mercoledì 14 novembre presso le biblioteche un ciclo di incontri organizzati dal Sistema bibliotecario Nord Est bresciano in collaborazione con l'ASST del Garda sul benessere e la salute del bambino

07/11/2018

Lavori per la nuova Psichiatria

Aperto il cantiere per il nuovo reparto di Psichiatria al presidio ospedaliero di Gavardo dell'Asst del Garda

25/10/2018

«GiovedInforma», scuola di assistenza famigliare

La vecchiaia, l’assistenza domiciliare, i disturbi della demenza, difficoltà di linguaggio, fra gli argomenti del ciclo di incontro promossi dalla Fondazione La Memoria di Gavardo insieme ad altri enti (1)

11/10/2018

Massardi: «Interventi per pacemaker tornino a Gavardo»

È la richiesta del consigliere regionale Massardi all’assessorato al Welfare di Regione Lombardia per ripristinare l’installazione del pacemaker nel nosocomio gavardese, interrotta nei mesi scorsi (3)

09/10/2018

Alitosi: ne soffre 1 italiano su 4

Il 25% degli italiani soffre di alitosi e in 6 casi su 10 il disturbo è causato da un problema a denti e gengive

09/10/2018

Morire avvelenati: non si può

Nel territorio bresciano si lotta tra la vita e la morte, ma pochi sembrano rendersi conto della gravità dell'epidemia di polmonite che ha colpito centinaia di residenti nell'ultimo mese (7)

08/10/2018

Un nuovo Gruppo di cammino

L’iniziativa dell’Ats Brescia prende il via questo martedì anche a Vallio Terme con la collaborazione del Comune

07/10/2018

Incontro con la naturopata

Francesca Scalmana sarà presente domani – lunedì 8 ottobre – in Biblioteca a Sabbio Chiese per un incontro aperto a tutti sulla naturopatia 

Eventi

<<Novembre 2018>>
LMMGVSD
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia