Skin ADV
Mercoledì 24 Maggio 2017
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


Papaveri sopra Crone

Papaveri sopra Crone

di Simonetta Lombardi





03 Maggio 2017, 11.38
Vobarno Valsabbia Garda Valtenesi
Poliambulatorio Santa Maria

Il tuo è un bimbo di «poche parole?»: chiedi un consiglio

di Marialuisa Ruggeri
Una buona valutazione logopedica può avvenire già ad un’età precoce e spesso permette di prevenire la formazione di un vero e proprio "disturbo del linguiaggio". Rivolgiti agli esperti

Ogni bambino ha i suoi tempi nell’affrontare le diverse tappe di crescita: c’è chi impara prima a camminare, chi prima a parlare e c’è chi, all’età di due anni, ancora non dice una parolina.
Ogni genitore aspetta con trepidazione le prime parole del proprio bambino; a volte queste tendono a tardare o ad essere poche, rispetto a quelle prodotte dai suoi coetanei. 

Al di là della variabilità esistente per ogni bambino,
il linguaggio è un percorso con delle tappe: tra i 6-9 mesi la comunicazione è fatta da gesti, sillabe ripetute, come pa pa pa; a 9-12 mesi compaiono le prime sequenze di sillabe, più simili alle parole e compare il gesto dell’indicare.
Il linguaggio nei mesi successivi si arricchisce sempre più di parole fino che si assiste ad una vera e propria “esplosione” del vocabolario intorno ai 16-20 mesi, che si accompagna con le prime piccole frasi. 

È frequente osservare nel mio lavoro
genitori che hanno una certa titubanza nel rivolgersi alla Logopedista, rimandando la valutazione del linguaggio del loro bambino perché giudicato troppo piccolo o “non pronto”.
Succede a volte che genitori preoccupati quando rivolgono il loro dubbio all’esterno della famiglia, si sentano rispondere di non preoccuparsi, che è troppo presto e che ogni bimbo ha i propri tempi.

Ma quale è la maturità che si sta attendendo per richiedere una prima valutazione?
Una buona valutazione logopedica può avvenire già ad un’età precoce e terrà necessariamente conto non solo del grado di sviluppo comunicativo-linguistico del bambino, ma anche di altri importanti aspetti maturativi per l’età.
Ciò consente di individuare i cosiddetti “parlatori tardivi”, ovvero quei bimbi che se, non adeguatamente stimolati e supportati, potrebbero sviluppare un vero e proprio Disturbo di Linguaggio, di cui soffre il 3% della popolazione.

La tempestività dell’intervento è essenziale per evitare di dover affrontare situazioni più complesse in futuro; garantisce inoltre risultati migliori in tempi di trattamento più brevi, evitando che aumenti sempre di più il divario con i coetanei e che si instauri una sofferenza nel bambino che non può esprimersi come vorrebbe.
Una sofferenza che potrebbe portare ad una chiusura in se stessi e a una rinuncia a comunicare, o che potrebbe diventare rabbia e quindi generare comportamenti oppositivi e provocatori.

A tutto ciò si aggiunge che un bambino con Disturbo di Linguaggio non seguito avrà il 30-40% in più di probabilità di sviluppare, quando andrà a scuola, un disturbo dell’apprendimento, come la Dislessia.

Nel frattempo, cosa può fare un genitore per favorire al meglio lo sviluppo del linguaggio del proprio bambino?
Essi devono diventare dei “facilitatori” del linguaggio: prediligere un ritmo lento, conversare faccia a faccia, portandosi al suo livello e guardandosi negli occhi, rispettare i turni comunicativi.

Ridurre inoltre la lunghezza generale delle frasi
sono degli importanti aiuti che possiamo fornire ad un bambino il cui linguaggio stenta a partire.
Anche l’utilizzo del linguaggio del corpo risulta molto importante: accompagnare le parole con i gesti e le espressioni facciali arricchiranno il linguaggio con tante informazioni supplementari molto preziose per il bambino.

A cura dott.ssa Marialuisa Ruggeri logopedista poliambulatorio santa Maria 
Poliambulatorio Santa Maria

Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
05/02/2017 17:00:00
Psicogeriatria per la Valsabbia Un servizio rivolto all’adulto che invecchia: prevenzione, promozione e cura dell’invecchiamento patologico. Per il mede di febbraio, al Santa Maria, screeneng gratuiti

29/11/2016 15:33:00
Corsi di accompagnamento alla nascita Da gennaio 2017 le donne in gravidanza potranno partecipare ai CAN (Corsi ci accompagnamento alla nascita) anche al Poliambulatorio Santa Maria. Ecco perchè è importante fare questo percorso

24/01/2017 15:45:00
Dopo le grandi abbuffate… facciamo un controllo Il periodo natalizio da sempre rappresenta una vera e propria sfida alla nostra “linea” e più in generale al nostro desiderio di mantenere un buono stato di salute

24/10/2016 08:58:00
Benessere in acqua Già al tempo dei Romani si utilizzava l’acqua non solo per l’igiene personale ma anche per il benessere psico-fisico. Le TERME nacquero proprio per questo scopo, erano centri di relax e cura del corpo ma anche di socializzazione. 

18/02/2017 07:46:00
Tempo di pedalare E finalmente è arrivato febbraio, le giornate cominciano ad allungarsi lasciandoci un’oretta di luce anche dopo l’orario di lavoro, le temperature sono meno rigide, le strade sono sgombre da pericolosi lastroni di ghiaccio e i sentieri hanno solo tracce di neve…



Altre da Valsabbia
24/05/2017

Scuola di pane e di vita

Sabato 27 maggio, al Ricomilla di Roè, una cena a base di spiedo per sostenere la realizzazione di un nuovo edificio scolastico in Guinea Bissau

21/05/2017

Cassa Rurale, un anno di svolta

Approvato il bilancio 2016 che registra un utile di 1 milione 114 mila euro, migliori indici di solidità patrimoniale e l’adesione alla nuova capogruppo Cassa Centrale Banca

20/05/2017

2016, anno della svolta in Valle Sabbia

I dati diffusi nei giorni scorsi dall’Ufficio Turismo della Provincia di Brescia, confermano l’inversione di tendenza delle presenze turistiche nella zona della Valle Sabbia e del lago d’Idro

20/05/2017

85 mila euro di generosità

Tale la cifra raccolta dai gruppi della “Monte Suello” e destinata all’Ana nazionale per quattro progetti di ricostruzione a favore dei terremotati del centro Italia

19/05/2017

Barbiani alla prova del nove

Mancano ormai pochi giorni: il prossimo 28 maggio, infatti, il Trofeo Motoestate è pronto a scendere in pista sul circuito della Franciacorta. Fra i migliori anche il "nostro" Nicolò Barbiani, pilota bresciano di origini vobarnesi

19/05/2017

Assemblea generale

L'appuntamento con l'Assemblea generale della Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella è per questo sabato, 20 maggio alle ore 20 al Palacongressi di Andalo e al Polivalente di Darzo, collegati fra loro in teleconferenza

18/05/2017

Ancora senza paga, nonostante le promesse

Giovedì scorso, 11 maggio, gli operai della Leali Steel si erano astenuti per otto ore dal lavoro: saltato il salario dello scorso novembre, sapevano già che non avrebbero preso nemmeno le spettanze per aprile


16/05/2017

Rinnovo pdr: difficoltà in Fondital

Tensioni alla Fondital dove il 18 maggio i lavoratori si riuniranno in assemblea per discutere le ultime novità in merito al rinnovo del premio di risultato

15/05/2017

Esperienza di lavoro all'estero, con Interlabor

La Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella da il via alla 4^ Edizione del progetto Interlabor. che offre 18 opportunità di stage all'estero per giovani fra i 20 e i 32 anni. Adesioni entro luglio. (1)

Eventi

<<Maggio 2017>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia