21 Febbraio 2018, 10.00
Vobarno Valsabbia
Sport&Inclusione

Quando il «voi» diventa «noi»

di Sandra Vincenzi

Si è conclusa la stagione sciistica con la Polisportiva Vobarno, unica Polisportiva Valsabbina che include sciatori disabili, in un’esperienza ricca di soddisfazioni e portatrice di novità

È arrivata, anche quest’anno, la nostra ultima – delle 4 domeniche dal 28 gennaio al 18 febbraio - sulle piste di Andalo, con la Polisportiva Vobarno e che dire…….

E’ stato bello, perché Andalo offre delle belle piste, ben innevate e panorami mozzafiato di cui bearsi. E bello perché abbiamo trovato maestri bravissimi della Scuola Italiana Sci Dolomiti del Brenta.

Bello, perché in questa avventura ci hanno sostenuto la Valsir – con €2.000 –, la Comunità Montana della ValleSabbia – con €800 – per il secondo anno consecutivo, e quest'anno si è aggiunta anche Arca Valgas - con € 400 - aiutandoci a ridurre i costi per le famiglie.

Bello perché, come dice Marta - 12 anni - “siamo stati tutti insieme!”: abbiamo sciato sulle stesse piste, anche se con maestri diversi; siamo stati insieme sul pullman; abbiamo fatto insieme la gara. Come accade da cinque anni ormai, un gruppo di sciatori Sportmid diventano atleti della Polisportiva Vobarno, e dunque un gruppo di “Noi” diventa parte di “Voi”. Ma quest’anno c’è stato di più, perché con la Poli il bello deve sempre ancora venire. E’ stata una forte emozione quella di vedere saettare per le piste di Andalo, gruppi di ragazzi, coi loro maestri, che sulle pettorine sventolavano il nome della Polisportiva Vobarno, insieme al nome di Sportmid … e così “Voi” siete diventati “Noi”. Un “Noi” che si moltiplicava per le piste di Andalo e ci faceva sentire non più in pochi, ma in tanti. E mi ha fatto pensare che davvero non esistono atleti speciali ed atleti normali, ma solo atleti, in un grande “NOI” che include tanti modi di essere.

E’ stato bello anche perché quelli della Poli sono davvero degli amici. Perché gli amici sono quelli che ti rendono la vita più bella; sono quelli che ti stanno a cuore, che ti fanno sorridere, ma anche riflettere; sono quelli a cui non importa quanto dare, perché viene loro naturale; sono quelli che sanno che ognuno è importante e speciale e te lo dicono, anche se non a parole, con la loro premura, il loro incoraggiamento, la loro allegria. E mi vengono in mente Giancarlo, Simona, Silvia, Paolo, Roberto, Fabio, e con loro le altre famiglie del pullman.

Bello perché anche quest’anno ci portiamo a casa tanta allegria, tante soddisfazioni, e tante vittorie. E l’anno prossimo sarà ancora più bello!

Per Sportmid Onlus

Sandra Vincenzi

www.sportmid.it



Commenti:
ID75281 - 22/02/2018 09:34:42 - (michela) - Bravissimi!

Complimenti a tutti "NOI"!

ID75292 - 23/02/2018 09:03:01 - (Iva) - Complimenti VIVISSIMI

complimenti ed auguri per i prossimi eventi . Bravissimi è un esempio per tutti

Aggiungi commento:
Vedi anche
06/03/2014 08:33

Mirko, il numero uno Sport, solidarietà e integrazione con la Polisportiva Vobarno, con un interessante progetto dedicato a sciatori davvero speciali

23/03/2011 10:51

Tale padre tale figlia Si conclusa in Gaver con una gara sociale la stagione sciistica della Polisportiva di Vobarno.

17/03/2014 07:33

Tempo di bilanci per la «poli» sciistica di Vobarno E' martedì sera. Presso il Centro Sportivo c'è la riunione della Sezione Sci Discesa della Polisportiva Vobarno

02/01/2020 10:40

Una stagione 2019 straordinaria Come consuetudine alla conclusione dell’anno, per la Polisportiva Pertica Bassa è tempo di tracciare un breve bilancio della stagione conclusa

02/04/2019 15:40

La fortuna che abbiamo Sabato 31 marzo si è tenuta la cena della Polisportiva Vobarno, a conclusione della stagione sciistica 2018/2019, con le premiazioni del 50° campionato sociale trofeo “Tiziano Cunni”



Altre da Valsabbia
05/08/2020

Non è andato tutto bene

Dal PD della Valle Sabbia, una presa di posizione, in merito ai "moti" nagazionisti registrati nei giorni scorsi al Senato, che si contrappongono ai dati sulla pandemia registrati in Regione Lombardia

05/08/2020

Appello per reperire plasma iperimmune

L'Avis di Gavardo cerca donatori idonei per la raccolta di plasma iperimmune attivata dall'Asst del Garda per la cura dei malati affetti da Covid-19

05/08/2020

Le mamme del Chiese e del Garda confidano in una soluzione di buon senso

Mamme del Chiese e mamme del Garda, unite per il buon esito della questione depurazione del Garda, in risposta ad alcune affermazioni lette a seguito del rinvio del Tavolo Tecnico, ritengono necessarie alcune puntualizzazioni. Pubblichiamo volentieri

05/08/2020

Fondi per le strade agro-silvo-pastorali

Dalla Regione oltre 500 mila euro per le strade agro-silvo-pastorali della Valsabbia e dalla Val Trompia

04/08/2020

Una ciclopedonale per l'Eridio

Un tracciato sicuro per ciclisti e pedoni per girare attorno al lago. Un progetto ormai storico e futuristico insieme, che con gran fatica comincia a prendere corpo

03/08/2020

Comuni di confine, «riparto dei fondi non equilibrato»

Quattro milioni a testa per quattro anni ai due Comuni di confine della Valtellina e solo 700mila euro ciascuno all'anno per gli undici Municipi bresciani, tra cui i valsabbini Bagolino e Idro. La polemica

03/08/2020

Valsir, controllo totale

Non solo in Valsir, ma anche per Oli, Marvon e Alba, è stata messa in pratica una massiccia operazione di controllo e prevenzione del rischio Covid

02/08/2020

Fiume Chiese e Lago d'Idro, per un uso sostenibile dell'acqua

E' stata approvata qualche giorno fa, a firma del consigliere trentino del Movimento 5 Stelle Alex Marini, la proposta per un progetto di ricerca applicata per assicurare un uso sostenibile delle risorse idriche dei territori trentini e bresciani

01/08/2020

«Le risposte è bene che arrivino dal Ministero»

Comitati e associazioni ambientaliste, in un comunicato unificato che riportiamo integralmente, invitano i sindaci dei Comuni dell'asta del Chiese, in merito al Tavolo tecnico sulla depurazione del Garda, a respingere qualsiasi soluzione tecnica non vagliata dalla politica

01/08/2020

A piedi e in bici per credere in sé stessi

Torna il progetto educativo di cooperativa Area che utilizza l’esperienza del viaggio di gruppo come strumento di riabilitazione e integrazione sociale alternativo al carcere minorile. Coinvolti 20 adolescenti posti in regime di “messa alla prova” da parte Tribunale dei Minorenni di Brescia