Skin ADV
Domenica 20 Gennaio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Libertà

Libertà

by Laura



20.01.2019 Vestone Casto

19.01.2019 Gavardo Villanuova s/C

20.01.2019 Odolo Villanuova s/C Roè Volciano

18.01.2019 Gavardo

18.01.2019 Valsabbia

19.01.2019 Vobarno Bagolino Pertica Alta Valsabbia

20.01.2019 Gavardo

19.01.2019 Prevalle

18.01.2019 Gavardo Muscoline Garda

18.01.2019 Idro Vobarno






29 Marzo 2016, 16.17
Vobarno Salò
Presentazione libri

«All'ombra del reticolato», i diari di Mario Maggi

di Redazione
Giovedì sera presso la biblioteca di Vobarno, la presentazione del volume che raccoglie i diari di prigionia del salodiano Mario Maggi, trascritti dai nipoti Paolo e Roberto

Questo giovedì, 31 marzo, alle ore 20.30, presso la biblioteca comunale di Vobarno, saranno presentati alla popolazione i diari di Mario Maggi, fedelmente trascritti e curati da Paolo e Roberto Maggi, insegnanti salodiani, nipoti dell’autore.

La vicenda di Mario Maggi, salodiano, classe 1908, è magistralmente narrata in questi diari, gelosamente custoditi prima dall’autore stesso, successivamente dalla moglie e poi dalla famiglia, si sintetizza così: è la storia di un uomo che non volle mai venir meno ai propri ideali e che - senza nuocere a nessuno - pagò in prima persona il prezzo della fedeltà.

I due diari di Mario Maggi (“All’ombra del reticolato” e “Sulla via del ritorno”) raccolti in un unico, elegante volume, edito dalla casa editrice bresciana Liberedizioni, raccontano il trascorso storico, personale, a volte profondamente intimo, di un figlio del suo tempo; un tempo percorso da grandi tragedie e da conflitti, affrontati con la fede in Dio e nella Patria. Al di là della vicenda spiccatamente umana di Mario Maggi, i diari percorrono anche la vicenda, ancor oggi poco indagata, dei P.O.W., i prigionieri di guerra italiani catturati dagli inglesi in terra africana. L’esperienza di Maggi è quella di un recluso “ospite” di campi in Sudan (dal 1941 al 1943) e in Sudafrica (dal 1943 al 1947): ovvero una lunga durata, protrattasi oltre la fine della guerra, dalle durissime privazioni.

La difficoltà di comunicazione con le lontanissime famiglie, lo sprezzante atteggiamento dei carcerieri – che anche dopo l’armistizio e la fine della guerra non liberarono i loro “nuovi” alleati – resero i Prisoners of War manodopera a basso costo, dimenticati dal governo italiano, considerati a volte con disprezzo e diffidenza dai civili.

La testimonianza di Maggi è limpida e sincera nella duratura fedeltà alle proprie convinzioni e, soprattutto, agli affetti familiari.
Maggi aveva combattuto in Abissinia durante la guerra 1935-36. Si era guadagnato una croce di guerra al valor militare, perché nel suo ruolo di caporal maggiore portaferiti, espletò (come si afferma nella menzione d’onore) il suo compito durante i furiosi combattimenti nel Tembien, riuscendo a portare in salvo molti compagni con coraggio e sprezzo del pericolo.

La seconda guerra mondiale, Maggi, la combatte ancora in Africa Orientale partecipando alla conquista della Somalia britannica e alla battaglia di Cheren, di cui fu uno dei pochi superstiti.

In seguito al crollo dell’Africa Orientale Italiana, iniziò per Maggi la lunga prigionia nei lager inglesi, prima in Sudan e poi in Sudafrica. Spregiativamente classificato come Prisoner of War Recidive (prigioniero di guerra non disposto a collaborare), ritenne sempre in cuor suo un onore non aver venduto il proprio ideale.

Tardivamente rilasciato, Maggi poté riabbracciare la sua famiglia nel gennaio del 1947.

Passò in resto della sua vita dedicandosi al commercio delle scarpe prima a Brescia e poi a Salò e dilettandosi sulla tavolozza.
Socio del Nastro Azzurro, ha donato al museo salodiano la sua croce di guerra e la sua bandiera, che per anni è stata esposta nelle sale del museo stesso.

Mario Maggi è morto nel luglio del 1979.

Oggi grazie all’interessamento dei nipoti, la sua vicenda diviene patrimonio di tutti i salodiani e di coloro che lo hanno conosciuto e stimato.
Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
19/10/2017 15:26:00
«All'ombra del reticolato» Questo sabato pomeriggio, presso la biblioteca di Muscoline, Roberto Maggi presenta i diari di Mario Maggi, combattente in Africa e prigioniero degli inglesi. Ingresso libero

26/11/2014 15:15:00
I diari segreti del generale Giacobinelli Sarà presentato questo venerdì sera a Gavardo, per iniziativa del locale gruppo delle Penne nere, il volume che raccoglie la trascrizione dei diari di prigionia dell’ufficiale degli Alpini gavardese

13/06/2017 12:00:00
«Il Caimano del Garda» Per la rassegna “Incontri con l’autore”, questo giovedì 15 giugno, nella biblioteca di Vobarno sarà presentato il libro che Roberto Maggi ha dedicato alla storia di suo padre Armando


23/04/2018 09:28:00
Incontro con i testimoni della Seconda guerra mondiale Un incontro speciale quello vissuto sabato scorso dagli alunni della scuola primaria di Vallio Terme presso la casa di riposo di Vobarno, con l’ospite centenaria che ha raccolto le sue memorie della guerra in un libro

27/12/2014 08:54:00
Le lettere dal fronte della Grande Guerra Sara presentato oggi pomeriggio a Bagolino il libro "Lettere dal fronte di caduti Valsabbini durante la Prima Guerra Mondiale", curato da Giancarlo Melzani e Alberto Vaglia, con la partecipazione del coro “Beorum” di Bagolino.



Altre da Vobarno
19/01/2019

Boschi distrutti, fondi per gli interventi di recupero

Dalla Regione uno stanziamento per il taglio degli alberi caduti, ripristinare versanti, strade e sentieri danneggiati dalla tromba d’aria di fine ottobre scorso (1)

18/01/2019

Open day al «Perlasca»

Le sedi di Idro e Vobarno dell'Istituto d'Istruzione Superiore della Valle Sabbia saranno aperte sabato pomeriggio per gli studenti della terza media in vista delle iscrizioni per il prossimo anno scolastico


18/01/2019

Un inizio anno col botto

Le ragazze della Nuova Bstz-Omsi Polisportiva Vobarno hanno vinto per 3 a 2 contro le atlete di Iseo al PalaVobs 

17/01/2019

Un piccolo ricordo di un grande uomo

Un omaggio a don Lionello Cadei, molto amato dalle comunità valsabbine e dell'Alto Garda, venuto a mancare ieri pomeriggio   (1)

17/01/2019

Don Lionello ci ha lasciati

Saranno celebrati questo venerdì a Gavardo i funerali del sacerdote che ha prestato servizio nelle parrocchie della Valsabbia e dell’Alto Garda (2)

16/01/2019

Il primo anno di Andrea

Tanti auguri al piccolo Andrea Vezzola di Vobarno che oggi, mercoledì 16 gennaio, compie un anno 

15/01/2019

Per Lory sono 45

Tanti auguri a Loredana Pirlo, di Collio di Vobarno, che oggi, 15 gennaio, compie 45 anni

13/01/2019

Ottantaduenni... stellari

Sono nati entrambi nel 1936 e fin da quando erano ragazzi partecipano al canto-questua della Stella in quel di Carpeneda. Il gruppo ha voluto premiarli

11/01/2019

Corsi serali al «Perlasca»

Sono numerosi anche quest'anno i corsi serali di lingue straniere, barman, informatica e altro presso le due sedi di Idro e Vobarno proposti dall'IIS della Valle Sabbia


10/01/2019

Racconti in cammino con le Stelle

Ultimi due appuntamenti nel fine settimana della rassegna La Dodicesima Notte, con il Canto della Stella protagonista ad Agnosine e a Vobarno



Eventi

<<Gennaio 2019>>
LMMGVSD
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia