Skin ADV
Mercoledì 26 Luglio 2017
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    





Temporale sul portone

Temporale sul portone

di Gianfranco Fenoli

[Estate]


24.07.2017 Serle

24.07.2017 Idro Anfo

24.07.2017 Valtenesi

24.07.2017 Lavenone

25.07.2017 Paitone

24.07.2017 Bione Bagolino

25.07.2017 Sabbio Chiese Valsabbia

24.07.2017 Bagolino

24.07.2017 Vobarno Valsabbia

25.07.2017 Bagolino






28 Luglio 2015, 09.51
Vobarno Pertica Alta Valsabbia
Ambiente

Censimento alberi monumentali

di Fabio Borghese
I Comuni in prima fila per individuare entro il 31 luglio gli alberi secolari e di pregio storico-naturalistico e ad approvare regolamenti che puniscano chi li danneggia

Entro il 31 luglio 2015 i Comuni italiani, sotto il coordinamento delle regioni, devono effettuare il censimento degli alberi monumentali ricadenti nel territorio di loro competenza. È quanto si legge nel decreto del Ministero delle politiche agricole e forestali 23 ottobre 2014 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, recante “Istituzione dell’elenco degli alberi monumentali d’Italia e principi e criteri direttivi per il loro censimento”.

Il censimento deve essere realizzato mediante una ricognizione territoriale con rilevazione diretta e schedatura del patrimonio vegetale sulla base delle segnalazioni che arrivano da cittadini, associazioni, istituti scolastici, enti territoriali, strutture periferiche del Corpo forestale dello Stato e Soprintendenze.

Il primo e finora unico censimento nazionale degli alberi monumentali fu svolto dal Corpo forestale dello Stato nel 1982 e nel bresciano furono individuati 13 “monumenti viventi” in 11 Comuni, per la maggior parte castagni, facci, abeti.

In Valsabbia risultano censiti un faggio a Malga Ecolo a Pertica Alta, e un castagno in località Carione Covolo a Vobarno. Sul Garda a Salò un cedro del libano in via Cure del Lino e a Gargnano un faggio in un roccolo di Campiglio di Cima.

Nel frattempo, immaginiamo che questo patrimonio naturale sia aumentato. I cittadini possono segnalare al proprio comune gli alberi che ritengono degni di nota, compilando un’apposita scheda reperibile sul sito internet del Corpo forestale (www.corpoforestale.it).

Una volta fatto il censimento, i Comuni devono trasmettere alla Regione i risultati, esposti sotto forma di elenco e corredati delle schede di identificazione e del materiale documentale e fotografico, entrambi in formato digitale. Le Regioni, ricevuti gli elenchi comunali contenenti le proposte di attribuzione del carattere di monumentalità di ogni singolo elemento censito, entro novanta giorni, provvedono alla relativa istruttoria e deliberano sulle iscrizioni, elaborando, quindi, il proprio elenco regionale in formato elettronico. La redazione degli elenchi deve essere fatta entro il 31 dicembre 2015.

Ogni Comune rende noti gli alberi inseriti nell’elenco nazionale ricadenti nel territorio amministrativo di propria competenza mediante affissione all’albo pretorio, in modo tale da permettere al titolare di diritto soggettivo o al portatore di interesse legittimo di ricorrere, nei modi e termini previsti dalla specifica normativa, avverso l’inserimento in elenco di uno specifico elemento arboreo.


Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG





Commenti:

ID59636 - 28/07/2015 13:04:30 (Giacomino) La burocrazia
che non lascia in pace nemmeno gli alberi divenuti anziani.


ID59638 - 28/07/2015 14:23:35 (bob63) roba de macc
Non possono farlo i forestali che sono pagati x questo?e se ho ben capito se hai un albero secolare non e' piu' tuo? e se ha 99 anni devi fare ricorso?


ID59643 - 28/07/2015 20:24:39 (Giacomino) Si danno davvero da fare in regione
infatti, uno dei problemi che assillavano i proprietari dei boschi lombardi era proprio il fatto che gli alberi di faggio invecchiavano senza che nessuno se ne accorgesse, ora chi non se ne accorgerà verrà severamente punito, così impareranno.


ID59645 - 28/07/2015 22:15:39 (Tc) ...
e chi fara' il censimento per i faggi secolari di cima Rest e per quelli della zona di Campei de Sima...tra i quali molti caduti per interperie...bha...


ID59744 - 01/08/2015 14:26:53 (Sottozero) sottozero
Purtroppo dalle nostre parti molto spesso si guarda agli alberi e ai boschi solo come potenziali mucchi di legna o impicci da tagliare, ho visto abbattere senza motivo ( se non quello del mucchio di legna ) piante bellissime secolari vere opere d'arte della natura,...La burocrazia una brutta bestia, ma anche l'insensibilit al bello lo ....



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
11/07/2016 10:22:00
Rasi al suolo quattro cedri secolari Non è mancata qualche polemica a Condino per l’abbattimento di quattro alberi secolari: per alcuni erano inutili, per altri invece era uno scorcio che caratterizzava l’ingresso a nord del paese

09/01/2017 16:25:00
Riuso «ittico» per gli alberi di Natale Una brillante iniziativa sostenuta dall’Unione Pescatori Sportivi del Garda per riutilizzare in modo intelligente gli alberi di abete addobbati nel periodo natalizio

14/07/2016 08:44:00
Suoni e parole camminando tra gli alberi di Cariadeghe Prende il via sabato prossimo, 16 luglio, la rassegna naturalistico-letteraria “Fiabe sull’Altopiano”, con il primo appuntamento dedicato alle “Storie fra gli alberi”

31/03/2008 00:00:00
Due giorni di festa dedicati agli alberi La prima settimana di aprile porterà una «Festa degli alberi» lunga due giorni a Sabbio Chiese. Si comincerà venerdì con i bambini della materna che nel cortile della nuova elementare parteciperanno alla messa a dimora di alcuni alberi.

07/02/2013 06:53:00
Alberi tagliati, è polemica Gli operai del comune tagliano decine di alberi da frutto perchè troppo vicini alla strada. Per il vicesindaco è tutto regolare, ma i cittadini insorgono



Altre da Vobarno
24/07/2017

«E parlarne prima?»

Ho letto con molto stupore le argomentazioni sulle scelte di gestione dei rifiuti aperta dal sig. Liviano Bussi e i chiarimenti in risposta del dott. Silvio Lauro

23/07/2017

Cifra tonda per Alice

Tanti auguri per Alice, di Vobarno, che proprio oggi, domenica 23 luglio, compie i suoi primi dieci anni

22/07/2017

Cura la cataratta

Torna a vedere i colori della vita! Ai tuoi occhi non sfuggira’ piu’ un dettaglio

20/07/2017

«Bat Night» alla Riserva Funtanì

Appuntamento serale e notturno questo sabato alla Riserva Naturale Sorgente Funtanì a Degagna di Vobarno alla scoperta dei pipistrelli

18/07/2017

Tanta fortuna

Alla fine si è fatto poco o niente, considerando la dinamica dell'incidente, il 20enne che lunedì si è schiantato contro l'ingresso della galleria a Vobarno. VIDEO (1)

17/07/2017

Grave dopo lo schianto contro la galleria

Avrebbe fatto tutto da solo il ventenne finito contro lo spigolo all'ingresso della galleria "Carpeneda", lungo la variante alla 237 del Caffaro in territorio vobarnese (2)


16/07/2017

Trofeo Alpini Degagna

La bella manifestazione valsabbina organizzata dal gruppo alpini di Degagna è stato per l'appunto il 7° appuntamento stagionale al quale si è presentata una ridotta, rispetto al solito, ma qualificata schiera

12/07/2017

Non fu legittima difesa

Dieci anni di carcere, il minimo per l’omicidio volontario. Così ha disposto ieri il tribunale per Laert Kumaraku, il trentenne che a giugno dello scorso anno accoltellò il cognato a Carpeneda di Vobarno (4)




09/07/2017

Quando passò il vicerè

Sulla visita in Valle Sabbia di Ranieri Giuseppe Giovanni Michele Francesco Geronimo d'Asburgo, arciduca d'Austria (Pisa, 30 settembre 1783 – Bolzano, 16 gennaio 1853), primo viceré del Lombardo-Veneto (2)

Eventi

<<Luglio 2017>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia