Skin ADV
Mercoledì 21 Febbraio 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    




19.02.2018 Valsabbia Giudicarie

20.02.2018 Vobarno Valsabbia

20.02.2018 Barghe

19.02.2018

19.02.2018 Storo

20.02.2018 Vestone Gavardo Valsabbia

20.02.2018 Preseglie

19.02.2018 Valsabbia Garda Provincia

19.02.2018 Sabbio Chiese Roè Volciano

20.02.2018 Vobarno






08 Luglio 2015, 10.19
Vobarno Capovalle Serle
Ambiente

In Europa su Natura 2000 la Lombardia fa scuola

di Redazione
La natura della Regione Lombardia sbarca a Bruxelles dove nei giorni scorsi si è svolto un convegno internazionale dedicato alla gestione della Rete Natura 2000, nella quale rientrano l'Altopiano di Cariadeghe, la riserva naturale Sorgente Funtanì e la Valvestino

La natura della Regione Lombardia sbarca a Bruxelles dove nei giorni scorsi si è svolto un convegno internazionale dedicato alla gestione della Rete Natura 2000 realizzato nell’ambito del progetto Life Natura GESTIRE di cui è beneficiaria la Direzione Generale “Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile”.

In Valle Sabbia sono tre i siti di interesse comunitario (Sic) che rientrano nella Rete Natura 2000: l'Altopiano di Cariadeghe a Serle, la riserva naturale Sorgente Funtanì a Vobarno e la Valvestino, che si estende fino al territorio di Capovalle. Confinante anche il Corno della Marogna, nel territorio di Tignale e Tremosine, nel Parco Alto Garda Bresciano.

Al convegno, che è stata l’occasione per presentare in Europa lo stato di avanzamento di questo importante progetto che si propone l’obiettivo di costruire una strategia regionale per la gestione dei siti Rete Natura 2000, hanno partecipato diversi relatori in rappresentanza di Enti ed Istituzioni che a vario titolo si occupano di Natura 2000.

Nel corso dell’iniziativa sono stati presentati in anteprima i risultati finora conseguiti e in  particolare quelli legati alla predisposizione del piano finanziario per la gestione della rete fino al 2020, all’elaborazione del piano di monitoraggio per specie ed habitat e al coinvolgimento e alla partecipazione attiva dei portatori d’interesse nella costruzione della strategia che rappresenta l’output più importante del progetto.

E’ stata inoltre presentata la campagna pubblicitaria partita in questi giorni su tv, radio, web e stampa locale e finalizzata a far conoscere ai cittadini di più e meglio l’enorme patrimonio di biodiversità custodito nei 242 siti della Rete Natura 2000 che in Lombardia ricopre il 15,6% dell’intera superficie regionale di cui 193 di importanza comunitaria e 69 Zone di protezione speciale, per un totale di 372.154 ettari di estensione.

Un patrimonio di grande valore al pari di quello rappresentato dai monumenti come il Duomo di Milano che, insieme alla Certosa di Pavia e a Palazzo Te, è stato utilizzato in tutti gli strumenti di comunicazione realizzati appositamente per la campagna. E’ partito anche un contest “Naturachevale” con l’obiettivo di promuovere e valorizzare il territorio lombardo e in particolare le Aree Natura 2000 della Lombardia. Per partecipare basta scaricare l’App gratuita di photosharing Instagram e creare un proprio profilo, quindi scattare una foto o sceglierne una dalla propria gallery fino ad un massimo di 5 foto per partecipante. La pubblicazione della foto deve essere accompagnata obbligatoriamente dall’hashtag #naturachevale e l’hashtag #nome del sito Natura 2000.

Le foto verranno caricate automaticamente sul sito del progetto www.naturachevale.it

(link diretto contest.naturachevale.it) dove sarà possibile votare, fino al 31 luglio, la preferita tramite il log-in a facebook. A vincere il contest saranno: le 3 foto scelte, con giudizio insindacabile, da una Giuria Tecnica composta dai partner di progetto e le 2 foto che raccoglieranno il maggior numero di voti online. In caso di parità, verrà selezionata la foto che è stata condivisa prima su Instagram.

L’incontro di Bruxelles è stato anche l’occasione per fare una panoramica di quanto si sta facendo in Europa su questo tema e per confrontarsi su temi d’interesse comune come ad esempio il finanziamento della Rete Natura 2000, il valore dei servizi eco sistemici che queste aree restituiscono alla società in termini di aria e acqua pulita piuttosto che di contenimento del dissesto idrogeologico,  e i green jobs ossia tutti quei lavori verdi che possono scaturire dalla gestione e dalla valorizzazione delle aree Natura 2000.

Parole di apprezzamento per quanto fatto finora dalla Regione Lombardia sono state espresse dalla Commissione Europea attraverso l’intervento del Capo Unità Life Natura Angelo Salsi che si è complimentato con i rappresentanti dell’Amministrazione e con gli altri partner per gli aspetti innovativi del progetto che sicuramente ha centrato in pieno le aspettative della Commissione ponendosi come iniziativa faro sia per gli altri paesi europei che per le altre regioni italiane.

Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
17/06/2015 17:45:00
Un patrimonio da proteggere e valorizzare Con Gestire, il progetto Life+ destinato ai siti Rete Natura 2000 della Regione Lombardia, nei quale rientrano l'Altopiano di Cariadeghe, la riserva naturale Sorgente Funtanì e la Valvestino, parte una campagna di comunicazione e un contest

07/01/2016 11:28:00
Fondi per Natura 2000 a portata di clic On line una guida completa ai finanziamenti regionali per la Rete Natura 2000, fra i quali rientrano l'Altopiano di Cariadeghe a Serle e la riserva naturale Sorgente Funtanì a Vobarno, per valorizzare un ricchissimo patrimonio di biodiversità

03/12/2014 15:15:00
Lombardia, patrimonio naturale di biodiversità Al via una campagna rivolta ai cittadini per far conoscere il significato e il valore della biodiversità e delle aree Natura 2000, fra le quali rientra anche la riserva naturale Sorgente Funtanì di Vobarno

10/06/2017 09:20:00
Nella natura alla Sorgente Funtanì Questa domenica l’apertura del centro didattico della riserva naturale di Degagna di Vobarno per ammirare le bellezze della natura incontaminata

18/09/2015 17:21:00
Il mondo delle api alla Riserva Funtanì Domenica prossima, l’apertura mensile del centro didattico della Riserva Funtanì sarà dedicata alle api e alla raccolta del miele



Altre da Capovalle
16/12/2017

Illeso dopo il capottamento

E' andata decisamente bene al giovane di Capovalle che nella notte ha perso il controlo dell'auto e si è ritrovato con le ruote per aria


10/12/2017

Il Monte Stino, fra natura e storia

La sommità del Monte Stino, che raggiunge i 1466 metri, è un vasto altopiano gibboso dal quale si domina quasi per intera la valle del Chiese. Uno scenario naturalistico assai interessante


10/12/2017

Trovata la scatola nera sullo Stino

Solo un'esercitazione, ma come se l'incidente aereo fosse successo per davvero. Una settantina i volontari in campo
(7)

08/12/2017

Alla ricerca della scatola nera

È precipitato un aereo sul monte Stino! Davvero? No per fortuna, si tratta di un esercitazione.

25/11/2017

Si ribalta lungo la Sp 58

Fa tutto da solo mentre percorre la Provinciale che da Capovalle scende verso Idro. Illeso

26/10/2017

«La Grande Guerra tra suoni e parole»

Andrà in scena questo sabato, 28 ottobre, lo spettacolo animato nella cornice della seconda parte di “Insoliti incontri”, il progetto di valorizzazione della realtà culturale locale tramite la contaminazione con l’arte contemporanea

22/10/2017

Chi ha visto Star?

Questo setter inglese è stato disperso questa domenica pomeriggio sui monti di Capovalle, in località Selva


19/10/2017

«Insoliti incontri» fa tappa a Capovalle

Si terrà sabato 21 ottobre, l’inaugurazione della seconda mostra temporanea all’interno del progetto del Sistema Museale della Valle Sabbia in collaborazione con la Collezione d’arte contemporanea "Paolo VI" di Concesio

06/09/2017

Incontri ravvicinati

Si direbbe proprio l'inquietante sagoma di un orso, quella che si è presentata davanti all'auto di un nostro lettore che lunedì sera stava percorrendo la Strada che porta al lago di Valvestino
(2)

29/08/2017

«Insoliti incontri» e due

Prima Idro, poi Capovalle e per ultimo Bagolino, ospiteranno quest'anno le opere d'arte contemporanea "prestate" alla Valle Sabbia dalla Collezione Paolo VI




Eventi

<<Febbraio 2018>>
LMMGVSD
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia