Skin ADV
Mercoledì 21 Novembre 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    








19.11.2018 Vestone Capovalle Valsabbia

20.11.2018 Casto Valsabbia

19.11.2018 Valsabbia Provincia

19.11.2018 Idro

19.11.2018 Vobarno

20.11.2018 Mura Valsabbia

19.11.2018 Casto Serle

19.11.2018 Villanuova s/C Provincia

19.11.2018 Provaglio VS

19.11.2018 Gavardo



02 Luglio 2014, 06.58
Vobarno
Lettere

Irene Rubini Falck Onlus, un plauso agli amministratori

di Ernesto Cadenelli
Caro Direttore, qualche giorno fa la Fondazione I.R.Falck- Rsa di Vobarno ha inaugurato il nuovo centro prelievi che subentra migliorandone la qualità e l'ambiente al vecchio centro comunale...

...La difesa del centro prelievi è stata una battaglia lungimirante dell'Amministrazione Comunale nel periodo di disarmo della sanità pubblica. Ha favorito le persone anziane e con maggiore difficoltà di mobilità.

Prendo spunto da questo avvenimento per sottolineare la lungimiranza e l'impegno del CdA della Fondazione che in pochi anni è riuscito a realizzare una struttura nuova raddoppiando i posti letto, creando in via sperimentale con l'Asl e l'azienda ospedaliera alcuni posti letto riservati ai post-acuti dimessi dall'ospedale e bisognosi di assistenza. Quest'ultimo progetto si aggiunge allo sforzo fatto nel tempo per aprire il più possibile al territorio, e quindi principalmente ai cittadini vobarnesi, i servizi quali la riabilitazione e assistenza infermieristica a domicilio.

L'investimento finanziario è stato notevole, oltre 4 milioni di euro, contributi da fondi europei e pubblici, nessun mutuo, nessun debito.
Oggi si può da parte del CdA pensare al completamento del progetto, con un forte investimento in direzione della residenzialità.
La lungimiranza sta nel considerare per tempo l'aumento della popolazione anziana da un lato, e dall'altro i nuovi tagli che si preannunciano nella Sanità Lombarda.

Parte rilevante nel futuro
dell'assistenza lo avranno le Fondazioni che avranno saputo sviluppare aperture verso il territorio, senza gravare sui bilanci comunali e interagendo con altri attori pubblici e del terzo settore.

Voglio sperare che la nuova Amministrazione Comunale confermi questa direzione di marcia e non si lasci tentare dalla semplice occupazione di poltrone. Accanto al criterio della rappresentanza politica, che è sacrosanto, occorre individuare personalità che abbiano competenza e conoscenza dei problemi. Cosa non semplice, visto che sul mercato non ce ne sono molte.

Quando si dice che la politica non deve occuparsi in prima persona della gestione degli Enti, ciò vale per il Pirellone e in piccolo anche per Vobarno.
Molti dei disastri di questi anni sono proprio dovuti alla spropositata ingerenza della politica, che per 20 anni ha saccheggiato le risorse pubbliche della Regione.

Ernesto Cadenelli
Consigliere Comunale “Insieme per Vobarno”.

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID46198 - 02/07/2014 09:56:03 (rosanna)
Ma ste cadenelli prima dice grazie alla ex amministrazione hanno fatto questo e quello e poi dice che la politica deve starne fuori. Un proverbio bresciano dice "Chi non ha vantadur................Non l'ha proprio accettata la sconfitta visto cosa scrive a proposito delle poltrone.


ID46210 - 02/07/2014 11:47:14 (And75)
Potremmo anche ricordare al compagno Cadenelli che la maggior parte delle opere di ampliamento ed adeguamento della casa di riposo Falck sono stati resi possibili grazie proprio ai contributi della Regione Lombardia, così male amministrata da quel mostro del Centrodestra, a partire dai quasi 5 miliardi di lire di Frisl trovati grazie all'impegno dell'opposizione di centrodestra di allora (1995/1999), fino al Finanziamento regionale ex. art. 20 L.67/88 per la realizzazione del centro diurno integrato o al Frisl per la realizzazione dei mini alloggi, per citarne alcuni...


ID46212 - 02/07/2014 11:57:00 (And75) Poltrone...
Visto che chi predica bene, molto spesso razzola male, vorrei rinfrescare la memoria del compagno Cadenelli su quanto il suo schieramento non sia proprio un esempio edificante di "non attaccamento alla poltrona". Forse il compagno Cadenelli era impegnato a dare consigli su come combattere l'evasione fiscale mentre il sindaco Panzera, con una mossa strategica, a suo tempo fece dimettere in blocco i consiglieri di maggioranza del CdA onde poter far decadere il CdA stesso e rinnovarlo piazzando persone a lui gradite... Questo perché "la politica non deve occuparsi in prima persona della gestione degli enti". Se si conoscessero i fatti prima di predicare, si eviterebbero brutte figure, o i fischi al Consiglio Comunale... Detto questo, ringrazio il CdA uscente per l'impegno profuso ed i risultati ottenuti, estendendo i ringraziamenti a chiunque abbia contribuito all'ottenimento dei risultati, che siano Enti, Amministratori, dipendenti o Volontari...


ID46223 - 02/07/2014 13:50:30 (rosanna)
ma come era impegnato a combattere l'evasione fiscale?....... ma se lui per primo ha la residenza in trentino per pagare meno tasse!!!!E' meglio che stia zitto altrimenti come si suol dire si tira la zappa sui piedi


ID46298 - 03/07/2014 12:22:56 (Ernesto Cadenelli) Per rosanna
Gentile Rossana, la calunnia è un venticello leggero ma dannoso. Sono residente in un altro comune, così come 4 rappresentanti della maggioranza. La mia famiglia possiede 2 piccoli appartamenti. La prima casa segue le normative di imposta di quel Comune. Per quella di Vobarno, diventata seconda casa, paghiamo l'aliquota maggiorata per Imu, Tasi e tassa rifiuti. Pertanto al Comune di Vobarno versiamo più di prima. L'Inps di Brescia trattiene alla fonte l'Irpef sulla mia pensione. Non posseggo altre proprietà, né terreni, né fabbricati. Cosa evaderei? So che lei faticherà a credere; le suggerisco quindi di rivolgersi alla Segreteria del Comune e chiedere di vedere il mio mod. 730 e all'ufficio tributi le mie cartelle esattoriali. Per la polemica usi gli argomenti, non la calunnia gratuita.


ID46320 - 03/07/2014 15:34:29 (And75) La calunnia è un venticello...
Come abitudine, cercando di giustificare le proprie "ombre" si cerca di tirare in ballo i rappresentanti della parte avversa... La piccola ma sostanziale differenza è che i componenti della maggioranza residenti in altro comune sono veramente residenti dove dichiarato e mai hanno fatto nulla per nasconderlo o per giustficarsi, mi risulta invece che il compagno Cadenelli non si faccia tutte le sere 85 km per tornare nel suo piccolo appartamento in Trentino, visto che lo si incontra quotidianamente a Vobarno. Non so dove sia l'evasione, ma credo che le rendite catastali di Carisolo con le quali si calcola l'imu sulla seconda casa siano ben più alte di quelle di Vobarno, così come l'assenza dell'addizionale comunale a fronte della percentuale massima applicata dall'amministrazione uscente di Vobarno sia un bel vantaggio... Se proprio vogliamo citare il barbiere di Siviglia direi che "quel signor conte (Rosanna) certe ragioni ha in tasca, certi argomenti a cui non si


ID46321 - 03/07/2014 15:38:30 (And75)
risponde"... A voi trovare gli argomenti...



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
12/08/2014 07:21:00
Rubini Falck: nuovo Cda con polemica Accuse di incompetenza, di mancato rispetto delle regole democratiche e di inaffidabilità. Il rinnovo del Cda della Fondazione Irene Rubini Falck di Vobarno, voluto dalla nuova amministrazione comunale, sta creando non pochi malumori

31/12/2014 10:30:00
Un Natale di Festa alla I.R.Falck di Vobarno Dallo spiedo con gli Alpini alla pizza guadagnata con “L’angolo delle nonne”. Con lo spirito natalizio in Fondazione sono arrivati in dono soprattutto gioia e amore

18/09/2017 10:37:00
Polenta e salamina per töcc I bei giorni della scorsa estate, alla Fondazione Irene Rubini Falck, sono serviti anche per utilizzare al meglio gli spazi all'aperto


15/07/2015 08:12:00
Porte aperte alla casa di riposo Di fronte all´imminente ritorno del caldo africano, la casa di riposo Irene Rubini Falck di Vobarno tende la mano agli anziani e a chi soffre l´afa

04/02/2015 14:54:00
Il nuovo anno alla Fondazione Da San Silvestro alla Stella, tante occasioni di incontro, quelle che hanno coinvolto gli ospiti della Fondazione Irene Rubini Falck di Vobarno



Altre da Vobarno
20/11/2018

Al di sotto delle aspettative

Peggior Vobarno della stagione in questa 6^ giornata di campionato che perde malamente a Lallio contro una diretta concorrente a pari punti in classifica.

19/11/2018

La lunga storia della Chiesa di Alvar Aalto a Riola

Questo mercoledì sera al cinema di Vestone la proiezione del docufilm del regista valsabbino Roberto Ronchi e di Mara Corradi sulla costruzione dell'unica opera italiana di uno dei più grandi maestri del Movimento Moderno (1)

19/11/2018

L'annata storica del 1984

Un’occasione per rivedersi e festeggiare al gran completo alla festa di classe dei nati nel 1984 di Vobarno andata in scena sabato sera (1)

18/11/2018

Il destino della Biblioteca Civica Vobarnese

Stimolato dal contributo del prof. Fabrizio Galvagni, anche l’ex sindaco Carlo Panzera dice la sua sul destino della biblioteca di Vobarno (4)

18/11/2018

Volley Vobarno, vantaggio sprecato

Partita dalla doppia faccia per il Vobarno che disputa i primi due set da manuale, ma si fa rimontare malamente dalle bergamasche sprecando una vittoria alla propria portata

14/11/2018

Verso una biblioteca del futuro

Una bella collaborazione quella nata tra il Sistema bibliotecario e il Fablab valsabbino, che ha dato vita ad una serie di laboratori gratuiti nelle biblioteche del territorio. Tutte le informazioni e come partecipare 

14/11/2018

La vaca grisa e la biblioteca de Boaren

“I dis mia che ‘na vaca l’è grisa se la gh’a mia almeno en pel!”: non si dice che una mucca è grigia se non ha almeno un pelo (grigio). Così recita un vecchio proverbio bresciano... (3)

13/11/2018

La guerra alpina nel bresciano

Questo mercoledì sera a Vobarno una conferenza dedicata alla Prima guerra mondiale nel bresciano e sull’impiego degli Alpini sul fronte dell’Adamello

10/11/2018

Scontro in Variante

Lo scontro fra due auto è avvenuto poco fuori dalla galleria Prada, dalla parte di Sabbio Chiese. Strada chiusa per più di due ore. Grave un 27 enne di Sabbio Chiese (8)

08/11/2018

«A tutela della pubblica incolumità»

Troppi incidenti, anche gravi, sotto la galleria Prada, lungo la Variante alla 237 del Caffaro, fra i territori di Sabbio Chiese e Vobarno. Il sindaco Luscia prende carta e penna e si rivolge a Provincia e Prefettura
(16)



Eventi

<<Novembre 2018>>
LMMGVSD
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia