28 Settembre 2018, 11.20
Vobarno
Amministrazioni

I valori di una buona convivenza

di Federica Ciampone

Se n’è parlato ieri sera in biblioteca a Vobarno, ove sono stati presentati i risultati del progetto sociale “GenerAzioni” e gli enti e le associazioni del paese hanno ricevuto copia della “Carta della Buona Convivenza” 


Il tempo era limitato e l’obiettivo estremamente ambizioso, ma l’impegno delle istituzioni e delle realtà associative vobarnesi, con il sostegno di Fondazione Comunità Bresciana e Comunità Montana di Valle Sabbia e la collaborazione di Cooperativa Area e Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia, non ha tardato a dare i suoi frutti. 
 
Poco meno di un anno era infatti il tempo disponibile per progettare insieme un nuovo modello di convivenza da sperimentare sul territorio di Vobarno. La realizzazione del progetto “GenerAzioni” si è rivelata particolarmente importante in una società come quella in cui viviamo, ove convivere in armonia con realtà differenti dalla propria è diventato molto difficile, con l’intolleranza per il diverso e la chiusura in sé stessi a dominare la vita e a frenare la socializzazione, soprattutto tra gli adolescenti e i giovani.
 
Obiettivi principali del progetto la promozione del benessere sociale, della convivenza civile e della cittadinanza attiva attraverso il dialogo, il confronto, la partecipazione, il rispetto e la conoscenza, valori fondamentali poi confluiti nella “Carta della Buona Convivenza” che ieri sera - in occasione della presentazione al pubblico dei risultati della ricerca - è stata consegnata in versione cartacea agli enti e alle associazioni e fatta stampare in metallo per apporla nei parchi pubblici del paese.
 
Ad introdurre la serata Ilenia Zani, assessore all’Istruzione del Comune di Vobarno, che ha espresso la soddisfazione dell’Amministrazione comunale per l’entusiasmo con cui sia le associazioni del territorio sia le scuole hanno accolto il progetto.
 
A farle eco Claudio Ferremi, assessore alla Cultura della Comunità Montana, che ha ricordato come la salvaguardia del territorio – uno dei capisaldi della “mission” di Comunità Montana in Valle Sabbia – si estenda anche al rispetto, non solo per l’ambiente ma anche per le persone che lo abitano.
 
A seguire Silvia Butturini, responsabile del progetto per la Cooperativa sociale “Area”, ha illustrato ai presenti le varie fasi di svolgimento della ricerca, in cui sono stati coinvolti sia i ragazzi in quanto “attori in crescita” sia gli adulti con il loro ruolo di “primi attori”.
 
Coinvolte nel progetto la Scuola secondaria di I grado di Vobarno, in cui sono stati condotti alcuni laboratori a tema in collaborazione con il Fab Lab di Villanuova, e l’Istituto Perlasca di Vobarno, in cui si è lavorato sul tema della rappresentanza e della politica, anche attraverso piccole interviste ad alcuni gruppi informali sul territorio.
 
Adulti e associazioni sono invece stati invitati a tre incontri sul tema dello “stare insieme”, che hanno dato origine a diverse iniziative da loro condotte autonomamente, tra cui per esempio la giornata ecologica “Vivi Vobarno Verde”.
 
La parola è passata infine a Valerio Corradi, ricercatore del centro di Iniziative e Ricerche sulle Migrazioni dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia, che ha presentato i risultati raggiunti.
 
“E’ stata di grande coraggio l’iniziativa messa in moto a Vobarno per tentare di colmare dei bisogni, e lo è stata ancora di più in un contesto socio-culturale che rema contro, permeato dal disinteresse per la cosa pubblica e dall’indebolimento delle reti di vicinato, che ha generato grande insicurezza – ha commentato. “Emergono con chiarezza, anche attraverso i questionari somministrati ai partecipanti, una risposta positiva alla partnership messa in atto e la necessità di lavorare a lungo termine sulla creazione di una nuova identità locale”.
 
Comune l’accordo di portare avanti il progetto in futuro, servendosi delle preziose informazioni ricavate dalla ricerca.
 
Nelle foto:
- Ilenia Zani e Claudio Ferremi
- Silvia Butturini presenta lo svolgimento del progetto 
- L’intervento conclusivo di Valerio Corradi 
- La Carta della Buona Convivenza


Aggiungi commento:
Vedi anche
26/09/2018 08:00

Dal progetto «GenerAzioni» la Carta della Buona Convivenza Saranno presentati al pubblico questo giovedì sera i risultati della ricerca condotta a Vobarno che ha coinvolto enti, associazioni e terzo settore per un nuovo progetto di convivenza comune

07/02/2019 11:00

«GenerAzioni Plus», coinvolgimento intergenerazionale Visto il buon esito del progetto di cittadinanza attiva “Generazioni”, l’Amministrazione comunale di Vobarno, con enti e associazioni, prosegue l’iniziativa per far incontrare giovani e adulti del territorio

06/11/2017 08:11

Per una nuova convivenza A Vobarno parte un progetto sperimentale che mira alla formulazione di un documento di convivenza fra le diverse generazioni e le culture che permeano il tessuto sociale. Coinvolta anche l'Università Cattolica di Brescia

24/06/2016 07:00

Carta Unica del territorio, il catasto congruente È stata completata anche per il Comune di Villanuova sul Clisi la Carta Unica del territorio, che restituisce a cittadini, professionisti e all’amministrazione pubblica la reale configurazione del catasto. Un progetto all’avanguardia di Secoval primo a livello nazionale

04/12/2019 10:36

Genitori e figli connessi (tra loro?) Nell’ambito del progetto “GenerAzioni Plus” la Cooperativa Area organizza a Vobarno due incontri sul tema della sicurezza nella navigazione in internet, ma anche su quello delle dinamiche tra genitori e figli



Altre da Vobarno
03/08/2020

Ciao Roberto

Amici e colleghi di Fondital vogliono ricordare con stima e amicizia il caro amico Roberto Bernardelli, scomparso domenica 2 agosto

30/07/2020

La riforma che non arriverà mai

In questi giorni si vedono processioni di pensionati con cartellette variopinte fare la coda ai patronati

24/07/2020

Gli 80 di nonno Angelo

Buon compleanno a nonno Angelo Bertelli, di Pompegnino di Vobarno, che oggi, 24 luglio, compie 80 anni

23/07/2020

Produzione, ambiente ed energia

952,6 milioni di euro. E’ il fatturato del Gruppo Silmar nel 2019. Bene anche la ripresa nel “dopocovid”. In tre anni investiti dal Gruppo più di 200 milioni di euro

13/07/2020

9 candeline per Patrick

Tanti auguri a Patrick, di Collio di Vobarno, che oggi, 13 luglio, spegne 9 candeline

10/07/2020

Famiglie con figli lasciate indietro

«Le scrivo perché a seguito della comunicazione ricevuta stamattina, si specifica che le famiglie non residenti a Roè Volciano non potranno più usufruire del servizio mensa», così ci scrive un lettore di Vobarno. Pubblichiamo volentieri

29/06/2020

Anna e Mario, insieme da 57 anni

Felicitazioni per Anna e Mario, di Vobarno, che in questi giorni hanno festeggiato il loro 57 anno di matrimonio

28/06/2020

Lettera indiscreta al legislatore

In questi giorni abbiamo toccato il punto più basso della nostra giustizia: un sistema clientelare per le nomine delle cariche più importanti dello Stato

26/06/2020

Scuola dell'infanzia San Giorgio di Vobarno: «per una pedagogia della vicinanza»

Anche la scuola materna vobarnese nel periodo di emergenza sanitaria ha adottato la didattica a distanza, cercando di creare una rete con i bambini e le loro famiglie

25/06/2020

Fondi per il Terzo settore

Anche numerose realtà socio-sanitarie ed educative valsabbine beneficeranno dei contributi del bando di Fondazione della Comunità Bresciana nell’ambito di AiutiAMObrescia