Skin ADV
Mercoledì 19 Giugno 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Vita da cani

Vita da cani

di Maria Rosa Marchesi



17.06.2019 Garda

17.06.2019 Gavardo Vallio Terme

18.06.2019 Anfo

18.06.2019 Vobarno Valsabbia Provincia

17.06.2019 Idro Vobarno Valsabbia

18.06.2019 Vobarno Valsabbia Garda Valtenesi

18.06.2019 Garda Valtenesi

17.06.2019 Vobarno

18.06.2019 Vestone Casto

17.06.2019 Sabbio Chiese Valsabbia



23 Maggio 2014, 15.52
Vobarno
Arresti all'Itis

Ecco cosa è successo

di Salvo Mabini
«Devi darci 100 euro, altrimenti veniamo a trovarti a casa e picchiamo te e i tuoi». Assume contorni se possibile ancora più inquietanti la vicenda dei tre ragazzini arrestati all’Itis di Vobarno

Le indiscrezioni facevano supporre che sottraessero i telefoni cellulari dei coetanei per poi riconsegnarli dietro il pagamento di un riscatto.
Invece era anche peggio.

Peggio. I tre studenti di Prima dell’Itis di Vobarno, infatti, sono stati arrestati in flagranza per i reati di “estorsione, violenza o minaccia per indurre taluno a commettere un reato e per detenzione di strumenti atti ad offendere”.

Si tratta di tre minori, tutti tra i 16 ed i 17, come abbiamo detto studenti dell'istituto tecnico Statale “Perlasca” di Vobarno.
A mettere i carabinieri sulle loro tracce la denuncia da parte di un loro coetaneo che da un mese almeno lamentava di essere oggetto di una vera e propria attività estorsiva ad opere dei tre compagni.

Il ragazzo aveva riferito di essere stato avvicinato dai tre con la proposta di spacciare per conto loro marijuana ed anfetamine oppure, in alternativa, di rubare telefoni cellulari di valore. La “banda” avrebbe preteso l'intero ricavato e promesso alla vittima una piccola parte dei guadagni.

Dopo l'ennesimo rifiuto da parte del ragazzino preso di mira, i tre, avvalendosi anche della forza intimidatrice di ragazzi più grandi, già identificati e noti alle forze dell’ordine e conosciuti tra i giovani della zona con la fama di “picchiatori”, spacciatori e ladri, gli hanno intimato allora di consegnare presso la scuola la somma di 100 euro, con la minaccia di picchiarlo e di andare a casa sua con altri “amici” per far del male anche ai suoi famigliari.

La trappola tesa dai carabinieri è scattata sabato 17 maggio, all’insaputa di tutti quanti, anche dei responsabili della scuola. I militari in borghese hanno monitorato l'incontro tra la vittima e gli estorsori. Verso le 10, dopo la ricreazione, i militari sono intervenuti all'interno del cortile della scuola bloccando tre ragazzini, dopo che gli stessi avevano ricevuto dalla vittima la somma contante di 100 euro. Una banconota “segnata” a bell’apposta, con lo scopo di incastrarli senza ombra di dubbio.

Anche un quarto ragazzino in quel frangente era stato fermato e portato via insieme agli altri, ma è poi risultato essere completamente estraneo alla vicenda.
Per lui qualche ora di spavento e non meno per la sua famiglia, che fino a metà pomeriggio non sapeva che fine avesse fatto.
Da alcune indiscrezioni, infatti, sembrerebbe che per esigenze di indagine gli stessi responsabili scolastici siano stati invitati a non avvisare le famiglie dei ragazzini fermati.

Nel corso delle perquisizioni, in tasca di uno dei tre è stato rinvenuto anche un coltello a serramanico. Una volta arrestati, i tre, su disposizione della Procura per i Minori di Brescia, sono stati consegnati ai genitori con l’obbligo di restare in casa.
Mercoledì scorso il gip presso il Tribunale per i Minori di Brescia ha convalidato i tre arresti.
Ora i componenti della banda sono ciascuno a casa propria, senz ala possibilità di uscire, nemmeno per andare a scuola.


Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID44833 - 23/05/2014 16:23:29 (sonia.c) come hanno potuto pensare di non venire scoperti frequentando regolarmente ..
la scuola? è agghiacciante la siscurezza-sfrontatezza-senso di impunità che danno la sopraffazione e la violnza: fa sentire onnipotenti... DAVVERO pensavano frequentando regolarmente la scuola di non essere scoperti? ragazzi! non fatevi mai più intimorire da chi vi vuole fare violenza!o sarete voi a dargli questo potere! siate risoluti a non servire più..ed eccovi liberi(la Boètiè) denunciate subito.


ID44835 - 23/05/2014 18:17:56 (delirio) COMPLIMENTI
Faccio i miei complimenti al ragazzo che ha saputo denunciare questi delinquenti.Sei stato coraggioso


ID44841 - 23/05/2014 18:54:20 (dairob) Esempio
Serva da esempio a tutti quelli che subiscono queste violenze. Denunciate denunciate... cosi' facendo facciamo terra bruciata intorno a questi pochi deficienti!!


ID44842 - 23/05/2014 19:15:29 (mago) fallimento educativo
anche se sono minori io metterei nome e cognome ...cosi almeno e una punizione mediatica


ID44843 - 23/05/2014 19:29:56 (franco83)
Hanno fatto lo sbaglio devono pagare la penitenza anche se sono minori comunque complimenti al ragazzo che li ha denunciati bisogna farlo sempre


ID44846 - 23/05/2014 21:16:16 (Tc)
Fossi il padre di questi teppistelli,saprei io che 'penitenza' dargli...'alter che bale'...che nervus...


ID44850 - 24/05/2014 00:07:28 (utente) Come sono cambiate le cose
Sono uscito da quell'ITIS con un diploma in mano poco più di 10 anni fa; quante cose sono cambiate! 10 anni fa "nonnismo" era far cantare gli studenti più giovani sull'autobus, "spacciare" era passarsi CD masterizzati, e "trasgressione" era saltare scuola il sabato e andare a far colazione al bar Almici.... ora quei BAMBINI girano addirittura con un coltello!


ID44859 - 24/05/2014 11:17:32 (sonia.c) x mago
il tuo è il tipico commmento che mi pone sempre di fronte al "dilemma" :rispondere? passare sopra..e se poi la gente non scrive più? ma gli adulti hanno "diritto" all'ignoranza? e i minori no?ma solo quest'ultimi devono colmare le loro lacune ?e come ,se gli educatori "diseducano"?lo scambio delle idee attraverso il dialogo è fonte di tanti equivoci e astio (non solo)internettiano perchè, "dire" è sempre un problema con chi non considera la parola come uno scambio di arricchimento -miglioramento intellettivo e emozionale ma, solo come una "tenzone" fra due contendenti, anche a scapito della logica.come dialogare se la critica costruttiva viene considerata un offesa?come faccio a dirti mago che le tue parole mostrano una lacuna educativa ,senza che tu ti offenda? come dirti che, se sei giustamente "sdegnato" per l'incapacità educativa altrui,non sai "riconoscere "la tua?


ID44860 - 24/05/2014 11:54:50 (sonia.c) ps..e sia chiaro che..
non dico questo per sentirmi "superiore"! personalmente,riconosco negli errori altrui lo specchio dei miei. ne parlo perchè è questo il valore educativo della parola:scoprire l'errore insieme."educarci"e ri-educarci" a vicenda.un esercizio infinito.cumpri?


ID44898 - 26/05/2014 10:57:33 (Porsenna) Mah...
Io spero solo che la fedina penale gli resti sporca perchè non essendoci stata nessuna pena se non quella di rimanere a casa (chiamala pena), questi ragazzini per me alla prima occasione delinqueranno ancora. Bravo e coraggioso il ragazzo che veniva invece perseguitato!!!Mi chiedo solo dove erano i suoi compagni e i professori, perchè non l'abbiano aiutato ad affrontare questi qua, potevano forse essere fermati subito; questi "bulli" VANNO EMARGINATI, non abbiate paura ragazzi, siate sempre uniti quando c'è qualcosa che non va. Complimenti pure alle forze dell'ordine!


ID44969 - 28/05/2014 18:10:29 (ric)
Quattro schiaffoni ben assestati che si devono ricordare per anni da parte dei genitori!!!!!! e se non sono capaci i genitori......beh chi è causa del suo mal pianga sè stesso!!!!!



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
18/05/2014 15:59:00
Estorsione, arrestati tre ragazzini a Vobarno Tutti minori i protagonisti di questa brutta vicenda, fra i 13 e i 14 anni. Bocche cucite degli inquirenti. Si tratterebbe di più episodi di bullismo sfociati nell'estorsione


20/05/2014 08:24:00
«In attesa di saperne di più» Grande lo sconcerto al Perlasca per quello che sarebbe successo fra gli alunni dell'Itis che ha la sua sede a Vobarno, dove sabato mattina sono entrati i carabinieri


06/11/2008 00:00:00
Estorsione e corruzione a Vobarno, presi Estorsione prima, tentativo di corruzione poi. Un rumeno di 29 anni e la giovane moglie sono finiti in carcere martedì pomeriggio a Vobarno. L’uomo a Canton Mombello, la moglie non ancora 18enne è stata invece portata al Beccaria di Milano.

26/01/2019 06:50:00
Sordida estorsione E' successo in un paese della media Valle. Una donna di circa cinquant'anni, debole dal punto di vista psicologico, veniva raggirata da una coetanea che si professava sua "amica", fra proposte "hard" ed estorsione. Fino all'intervento dei Vigili


16/09/2015 07:54:00
Taglio del nastro all'Itis Sei nuove aule su tre piani. La nuova ala della sede vobarnese dell’Itis Perlasca ha cominciato ad accogliere alunni proprio in questi giorni.



Altre da Vobarno
19/06/2019

In gita gratis con l'Ersaf

Famiglie in gita con Ersaf e coi “narratori del gusto”, domenica 23 giugno. Come destinazione la riserva del Prato della Noce


18/06/2019

Cinghiali abbattuti, otto a giudizio

Devono rispondere a vario titolo di inquinamento ambientale, peculato, uccisione ingiustificata di animali e macellazione abusiva. Fra loro anche l’ex presidente della Provincia Mottinelli e l’ex comandante della Provinciale Caromani (2)

18/06/2019

A lezione in azienda

Una “full immersion” nella tecnologia applicata ai più alti livelli, quella che, per tre giornate, gli studenti della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Brescia, hanno potuto vivere alla Samac di Vobarno

17/06/2019

Intervista al preside

Noi della redazione del Perlasca di Idro, visto che quest’anno scolastico è per il professor Antonio Butturini l’ultimo e che fra pochi mesi potrà godersi la meritata pensione, l'abbiamo intervistato


17/06/2019

I tricolori master alla FD Rent Service - Pompegnino Mountain Running

Stefania Cotti Cottini e Fabio Ruga i vincitori della gara dell’Atletica Libertas Vallesabbia a Pompegnivo, valida anche come 2ª prova del Grand Prix di Corsa in Montagna della Vallesabbia


 

14/06/2019

Record d'iscrizioni per l'FD Rent Service - Pompegnino Mountain Running

La seconda prova del Grand Prix di Corsa in Montagna della Vallesabbia e Alto Garda di questa domenica a Vobarno assegnerà le maglie tricolori della corsa in montagna per le categorie Master

13/06/2019

Maltrattamenti in famiglia, 38enne nei guai

L’ennesima sfuriata nella notte fra domenica e lunedì. L’uomo, recidivo, è stato arrestato dai carabinieri e si trova in carcere (2)

12/06/2019

Incredibile India

Per la sua visita a Brescia il Console Generale dell'India Binoy George è partito dalla Valle Sabbia. Il Rotary Club Valle Sabbia Centenario l’ha incontrato alla Fondital di Carpeneda

11/06/2019

Un anno e mezzo in Fondazione

Il Consiglio d'amministrazione della Irene Rubini Falck, con le Amministrative, è giunto alla sua naturale scadenza. Con il presidente Formisano ed il vice Cobelli, abbiamo fatto il punto


10/06/2019

Il Volley Vobarno riparte da Taiola

Conferma per il coach Luca Taiola che oltre a essere la guida tecnica della serie D femminile farà anche da collante tra il progetto BAV e la prima squadra

Eventi

<<Giugno 2019>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia