Skin ADV
Mercoledì 03 Giugno 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    








02.06.2020 Lavenone

02.06.2020 Bagolino Odolo Preseglie

01.06.2020 Vobarno

02.06.2020 Capovalle

01.06.2020 Odolo

01.06.2020 Val del Chiese

01.06.2020 Storo

02.06.2020 Odolo

01.06.2020 Vobarno

01.06.2020 Gavardo



21 Aprile 2019, 07.53
Vobarno
Lettere

Considerazioni di fine mandato

di Renato Simoni
Da Vobarno: «Ci stiamo rapidamente avvicinando alla scadenza amministrativa, infatti Sindaco e Consiglio comunale saranno rinnovati col il voto del 26 maggio 2019...»

In questa giornata si svolgeranno anche le Elezioni Europee, motivo in più per prendere coscienza del nostro ruolo di cittadini ed esercitare il nostro dovere, andando ad esprimere con il voto, il nostro impegno e sostegno per politiche di vero cambiamento e di coesione sociale, di tutela del territorio e di sviluppo economico e culturale.

Ritengo utile, come consigliere comunale di minoranza uscente, dopo aver svolto per 5 anni una opposizione tenace, ma leale, alla maggioranza, riassumere alcune considerazioni di quanto avvenuto, assieme ad alcune questioni tutt'ora aperte che gioco forza diventeranno temi fondamentali della prossima campagna elettorale.

Desidero quindi richiamare le questioni più rilevanti con le quali ci siamo misurati, e spesso scontrati, con la maggioranza attuale la quale ha sempre avuto atteggiamenti di chiusura, mancato confronto e unilateralità su ogni decisione  e problema affrontato.
L’arroganza e il non ascolto è stato il tratto distintivo di questa amministrazione, soprattutto durante i consigli Comunali; la “Giunta del Fare” (senza chiedere), ha portato avanti scelte improvvisate fatte senza ascoltare i cittadini e senza verificarne le criticità che, come minoranza, spesso abbiamo segnalato e argomentato.

• Voglio ricordare le vicende inerenti la Casa di Riposo “I.R.FALCK”: tre consigli d’amministrazione cambiati in 4 anni, esclusione in una prima fase di un rappresentante per la minoranza e, solo per merito della nostra tenacia e insistenza in Consiglio Comunale, ripristinata con l'ultima elezione del CdA.
Grazie alla battaglia interna al CdA, fatta dalla consigliera Turrini Catia, si è potuto evitare l'utilizzo dei fondi della nostra struttura per la  riqualificazione, presa in carico e gestione del residence Le Farfalle a Manerba e porre rimedio, in collaborazione col nuovo presidente, alle criticità ed ai problemi creati grazie alla miopia dell'Amministrazione Comunale e del presidente Salvadori, imposto dall'attuale sindaco.

• Abbiamo evitato, col contributo del Comitato CASA, che si costruisse la centrale Biomasse di fronte alle scuole medie.
Sarebbe stato uno scempio ambientale e una criticità per la salute dei nostri giovani studenti, dei nostri figli e dei cittadini.

•  Abbiamo insistito, e continueremo a farlo, perché si realizzi rapidamente la rotonda in zona Itis e si risolva il problema dell’illuminazione del paese: oggi “Vobarno è al Buio” in continua attesa che CMVS dia inizio alle attività previste dal bando “progetto Lumen” (nda: da un incontro pubblico della scorsa settimana, sembra che finalmente qualcosa si stia muovendo. Speriamo!);

• C’è da affrontare, con dovuto approfondimento e coinvolgimento della popolazione, la situazione del centro storico. Riportare il Municipio nella sua sede naturale e storica. E’ importante avere una sede istituzionale e una sala consiliare dignitose.

• Occorre investire sulle scuole elementari e medie, senza accorpamenti improvvisati che provocherebbero un impoverimento dell’offerta formativa per ragazzi e ragazze. Bisognerà  studiare un piano di recupero degli edifici con adeguati strumenti di sostegno.
La nostra attività è stata fondamentale per evidenziare criticità e lacune del progetto presentato e porre le basi per un confronto attivo con cittadini, insegnanti e genitori.

• Bisogna mantenere, prevedendo i necessari interventi e ampliandone l'offerta culturale, la biblioteca nella sede attuale, memoria della storia industriale e del lavoro di Vobarno.
Un gioiello che tutti ci invidiano e che va potenziato ed adeguato ai tempi e alle esigenze attuali.

Macello comunale: abbiamo presentato varie interpellanze contro la sua chiusura. Inascoltati. Deve restare in funzione come servizio per allevatori e agricoltori vobarnesi e valsabbini.

• Siamo intervenuti sulla frazione di Carpeneda, dopo che con la vendita dell’area Trailer (di proprietà del Sindaco) si sono posti problemi di ulteriore industrializzazione che hanno preoccupato la popolazione.
Il lavoro non è concluso ma andrà ripreso, mantenendo elevato il livello di controllo per la tutela ambientale dei nostri luoghi e della salute dei cittadini.

Restano inoltre, problemi di più piccola portata ma altrettanto importanti per i cittadini, che la futura amministrazione dovrà curare e su cui abbiamo spesso insistito, con interpellanze e con richieste puntuali, portando il nostro contributo e l'ascolto del territorio: dall'utilizzo dei Vigili della Polizia Locale, agli interventi sulle frazioni, alla sistemazione degli accessi all'Isola Ecologica, al decoro e rispetto del Cimitero del capoluogo, alla gestione dell'accoglienza e dell'immigrazione.
Nel futuro si dovranno inoltre mettere in campo iniziative che rafforzino la coesione e la solidarietà, valorizzando volontariato, differenze culturali e associazionismo locale.
Senza dimenticarci dell'ambiente e dell'ecologia, che non deve essere rappresentata dalla sola raccolta Porta a Porta ma ha bisogno di iniziative sempre maggiori e di attività educative e di coinvolgimento di ogni settore, per salvaguardare il nostro territorio, i boschi, i fiumi e i cittadini stessi.

Sono convinto che Insieme per Vobarno debba essere fiera di quanto fatto in questi 5 anni di opposizione, e soprattutto di quanto realizzato e impostato negli oltre vent'anni precedenti alla guida dell'Amministrazione Comunale, ma, come per tutte le avventure, è giunta l'ora di voltare pagina, di dare spazio a idee nuove, a forze fresche che sappiano riunire e portare avanti gli ideali tipici di una lista civica di centrosinistra, che vuole essere in prima linea nell'ascolto e nel dialogo diretto di cittadini, associazioni, istituzioni e realtà locali, che vuole prendersi l'onere di tornare a guidare il Paese.

È importante, a questo punto, farvi un piccolo inciso: nelle ultime settimane è sorto a Vobarno un raggruppamento nuovo denominato “IMPEGNO CIVICO”, formato da persone espressione della società civile e dell’associazionismo, da cittadini, uomini e donne, che si sono resi disponibili a mettersi in gioco per il proprio territorio e per la collettività. Questo movimento si è riunito attorno alla candidatura a SINDACO di “CATIA TURRINI”.

A seguito della nascita del nuovo movimento civico
, noi Consiglieri di minoranza siamo liberi, a titolo personale, di dare la nostra disponibilità a lavorare, partecipare e costruire il nuovo percorso, naturalmente partendo da quanto svolto in questi 5 anni e dagli ideali che sempre hanno contraddistinto il nostro gruppo. 
Personalmente ho partecipato al gruppo di lavoro, discutendo di idee e di proposte future e ho pienamente condiviso il percorso che ha portato al concretizzarsi di questa candidatura.

Prima di chiudere è doveroso da parte mia, alla prima esperienza in Consiglio Comunale, fare un ringraziamento sincero al capogruppo di Insieme per Vobarno: Paolo Barbiani. Con la sua esperienza mi ha fornito utili consigli; è stato una guida preziosa, attento ad ascoltarci e a prendere il meglio da ciascuno di noi consiglieri, facendo sintesi delle nostre posizioni e delle nostre competenze; mi ha aiutato a crescere e svolgere con maggior passione il mio ruolo amministrativo essendo figura leale, preparata e incarnazione di ideali concreti di servizio al bene comune ed al prossimo, persona da prendere come riferimento ed esempio nel mio percorso futuro.

Concludendo, abbiamo cercato di svolgere nel modo migliore il nostro ruolo di opposizione, informandovi con volantini e resoconti delle nostre critiche e delle nostre proposte.
Abbiamo provato ad ascoltarvi e a raccogliere le vostre sensazioni e istanze. Sicuramente si poteva fare di più e fare meglio; sicuramente non è mai venuta meno la nostra disponibilità al confronto e al costruire insieme, al metterci a disposizione, seppur scarsamente ascoltati e coinvolti.

Sommessamente vorrei ricordare
, a chi si propone come novità, che “IMPEGNO CIVICO” è un nome di lista impegnativo, vale come forte richiamo per gli eletti ma anche per gli elettori: auguro a tutti i suoi attori e sostenitori di fare un buon lavoro e un'ottima campagna elettorale.
Anzi, auguro a tutte le liste in campo di fare una campagna elettorale sincera, leale e corretta, ponendosi dalla parte dei cittadini, ascoltando e creando occasioni di aggregazione e crescita.

Renato Simoni
                       
Vobarno, Aprile 2019
Invia a un amico Visualizza per la stampa








Vedi anche
25/03/2014 10:07:00
Insieme per Vobarno, la continuità Obiettivo: preparare l'appuntamento delle elezioni che si terranno il prossimo 25 maggio. Appuntamento con tutti i sostenitori, mercoledì 26 marzo, per la compagine uscente di Vobarno, nel Teatro Comunale alle 20.30

04/06/2019 08:00:00
A Vobarno il sindaco è Paolo Pavoni L’ex vicesindaco di Vobarno è stato eletto primo cittadino con la lista “Uniti per Cambiare”. La sfida era con Catia Turrini, anche lei già vicesindaco in una delle precedenti tornate amministrative

28/04/2019 07:00:00
Due vice in corsa per Vobarno Per la guida della prossima amministrazione comunale di Vobarno scendono in campo la lista Uniti per Cambiare, con l'attuale vicesindaco Paolo Pavoni, e la lista Impegno Civico, con Catia Turrini, già vicesindaco nella tornata precedente

23/05/2019 09:30:00
Per Vobarno in campo due vicesindaci Per la guida della prossima amministrazione comunale di Vobarno scendono in campo la lista "Uniti per Cambiare", con l'attuale vicesindaco Paolo Pavoni, e la lista "Impegno Civico", con Catia Turrini, già vicesindaco nella tornata precedente

27/05/2014 10:54:00
Vobarno svolta con Lancini Il centrodestra compatto si è riunito sotto la guida del consigliere della precedente minoranza consigliare e conquista il paese al centro della Valle Sabbia



Altre da Vobarno
02/06/2020

...Finalmente è bello vederci!

«L’emergenza Covid-19, è senza ombra di dubbio un’esperienza drammatica che ha messo in ginocchio la nostra regione e della quale si parlerà negli anni a venire...». Così dalla Irene Rubini Falck di Vobarno, che sta uscendo dall'isolamento


01/06/2020

I primi 40 di Sendy

Tanti auguri a Sendy, di Vobarno che oggi, 1 giugno, compie 40 anni

01/06/2020

Nozze d'oro Enrica e Angelo

Tanti auguri a Enrica e Angelo che il 30 maggio hanno festeggiato il 50 anni di matrimonio


28/05/2020

In cammino verso il sacerdozio

Sono numerosi i giovani valsabbini presenti nel seminario di Brescia che stanno studiando per diventare sacerdoti: tre sono diventati ministri accoliti e uno ministro lettore

27/05/2020

«Venga per il test», ma a Gavardo non ne sapevano nulla

La disavventura ad una famigliola di Vobarno, invitata dalla Croce Rossa a far fare il “sierologico” al bimbo di 4 anni

27/05/2020

Tre comuni coinvolti nell'indagine sierologica nazionale

Ci sono anche tre comuni valsabbini fra quelli selezionati per individuare il campione di cittadini da sottoporre al test per l’indagine sierologica nazionale firmata ministero della Salute e Istat, in collaborazione con la Croce Rossa Italiana. Ma ci sono già alcuni intoppi



 

27/05/2020

Test sierologici e tamponi

Da un paio di settimane, privatamente, i cittadini possono recarsi presso il Punto Prelievi del Poliambulatorio Santa Maria Synlab di Vobarno per eseguire i test degli anticorpi Sars-Cov-2. Poi si può fare anche il tampone

26/05/2020

«Una dote rara: saper ascoltare»

Per me un fulmine a ciel sereno: Davide Donati, direttore generale della Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella, ha rassegnato le sue dimissioni!

22/05/2020

Avviso pubblico Comune di Vobarno

Pubblichiamo a norma di legge un avviso pubblico del Comune di Vobarno che riguarda l'avvio di procedimento di Valutazione Ambientale Strategica (VAS) della variante generale al Piano di Governo del Territorio (Pgt)


18/05/2020

«Tutti hanno fatto la loro parte»

«L’imperativo è stato di non lasciare indietro nessuno e devo dire che il paese ha risposto bene: tutti quanti hanno fatto la loro parte e se dalla fase uno ne siamo usciti, l’abbiamo fatto insieme. Non dobbiamo però dimenticare che non è ancora finita».

Eventi

<<Giugno 2020>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia