Skin ADV
Mercoledì 26 Settembre 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


Sulla via della seta

Sulla via della seta

by Maurizio



24.09.2018 Anfo

24.09.2018 Vobarno Roè Volciano

24.09.2018 Barghe

25.09.2018 Val del Chiese

25.09.2018 Bione Agnosine Odolo Preseglie

25.09.2018 Serle Provincia

24.09.2018 Storo

25.09.2018 Gavardo

25.09.2018 Idro Valsabbia

24.09.2018 Provincia






01 Marzo 2015, 07.00
Villanuova s/C
Amministrazioni

Villanuova, accorpamento in vista per le scuole dell'infanzia

di Cesare Fumana
L’amministrazione comunale intende razionalizzare il servizio delle scuole dell’infanzia con l’accorpamento della scuola comunale a quella statale. Avviato un confronto con i genitori in vista del prossimo anno scolastico su questa proposta che non trova tutti d’accordo

I Comuni, negli ultimi anni, stanno facendo sempre più fatica a far quadrare i loro bilanci e sono alla ricerca di ogni forma di razionalizzazione della spesa per risparmiare risorse per garantire i servizi ai cittadini.

Non fa eccezione Villanuova sul Clisi, dove l’amministrazione comunale sta pensando di accorpare il servizio della scuola dell’infanzia sotto un unico ente.
Attualmente a Villanuova ci sono due scuole materne: una statale e una comunale. La prima accoglie 118 bambini, suddivisi in 5 sezioni, la seconda 48 in due sezioni.

La scuola comunale “Anna Jucker” era sorta come ente morale per dare risposta alle tante mamme al lavoro presso il cotonificio Cbo. In seguito divenne comunale, per poi essere sdoppiata quando sorse la possibilità di far nascere una scuola materna statale, per rispondere alla richiesta delle famiglie di avere più posti disponibili.

«A fronte dei tagli dei trasferimenti statali, passati da 1.116.000 euro del 2009 ai 679 mila del 2014, con una previsione per il 2015 di 582 mila – spiega il sindaco Michele Zanardi – stiamo valutando di riorganizzare la scuola dell’infanzia, garantendo lo stesso servizio evitando però un surplus di spesa. Questo anche alla luce dell’andamento demografico della popolazione che ha visto per il nostro paese un calo sensibile dei nuovi nati, passati dai 71 del 2008, ai 49 del 2013, fino ai 37 del 2014».

Il tutto va inserito nel quadro della spesa per i Servizi sociali – come riferiscono gli assessori ai Servizi sociali e Istruzione Elisa Omodei e al Bilancio Caterina Dusi –, che parte con il mantenimento del nido comunale, prosegue con i servizi scolastici, quelli per gli anziani, i disabili, le altre emergenze aggravate dal perdurare della crisi economica. Inoltre è stato scelto di non aumentare la pressione delle tasse comunali, tanto è vero che Villanuova non ha applicato la Tasi. In aggiunta nell’ultimo anno c’è stato un incremento della spesa del 60% per l’assistenza ad personam nella scuola, e la spesa per il servizio di tutela minori.

Per i prossimo anno scolastico alla comunale sono stati iscritti 11 bambini, di cui 2 non residenti a Villanuova, mentre ne usciranno 21.
In questa maniera il costo del servizio, che attualmente viene coperto per circa il 60% dalle rette, andrà ulteriormente a gravare sul bilancio generale del Comune.
Una situazione che non può reggere per l’amministrazione comunale, che a partire dal prossimo anno vorrebbe che queste iscrizioni passassero direttamente alla statale, che ha posti disponibili a sufficienza, mentre per le altre due classi già avviate si proseguirà il servizio fino a esaurirsi completamente fra due anni.

È stata, pertanto, organizzata una riunione con i genitori dei bambini iscritti alla comunale per comunicare questa scelta.
«Il nostro obiettivo – ribadisce il sindaco – è quello di condividere con i genitori questa scelta, che non vuole assolutamente togliere il servizio, ma anzi migliorarlo con una ricollocazione delle risorse per questa fascia d’età».

Una decisione che, però, non trova di primo acchito tutti d’accordo. Anzi sta suscitando qualche malumore fra i genitori interessati.
Fra le questioni sollevate c’è quella del diverso orario del servizio, che per la comunale va dalle 7.30 alle 17.30, mentre per la statale è dalle 9 alle 16. Un altro è quello riferito al metodo Rapizza utilizzato dalle insegnanti della comunale, considerato migliore rispetto all’altro. Inoltre i genitori ritengono che in un ambiente più piccolo i bambini vengano seguiti meglio.
Altro punto: cosa ne sarà delle tre insegnanti della comunale, che sono appunto dipendenti comunali?
Il gruppo di genitori lamenta anche che l’iscrizione alla scuola materna comunale non sia stata pubblicizzata a sufficienza.
Infine, alcuni sarebbero disposti anche ad aumentare la retta o a intraprendere raccolte fondi se ciò consentisse di proseguire con la scuola.

Nel merito di alcune questioni, come quella dell’orario, l’amministrazione comunale ha ribadito che garantirà l’apertura anticipata e la chiusura posticipata; anche riguardo al metodo Rapizza può trovare una soluzione nell’ambito del Piano di diritto allo studio. Le insegnanti dipendenti comunali proseguiranno a lavorare nell’ambito educativo in altre forme, con altri servizi offerti dal comune o potrebbero trovare posto nel nido comunale.

Per chiarire tutte le questioni sul tavolo, l’amministrazione comunale si era data una settimana di tempo per poter fornire, dati alla mano, delle risposte, compresa quella dell’aumento della retta per proseguire il servizio.
L’appuntamento è stato fissato per lunedì 2 marzo. In quella sede sindaco e giunta chiariranno ulteriormente la loro posizione e si confronteranno con i dubbi sollevati dal gruppo di genitori.
 






 

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID55915 - 01/03/2015 11:09:56 (Para88) La scuola statale dell'infanzia
di Villanuova S/C è aperta dalle ore 7:45 alle 16:00, e non dalle 9:00 come scritto nell'articolo.


ID55916 - 01/03/2015 11:51:17 (ClaudiaR) Accorpamento????
Iniziamo con alcune precisazioni... ACCORPAMENTO è un modo elegante per dire che la scuola materna comunale di Villanuova sul Clisi chiuderà per sempre i battenti. Inoltre non chiamerei MALUMORE quello che la notizia ha suscitato nei genitori piuttosto INCREDULITA' e COLLERA. L'amministrazione comunale si trova ora davanti un gruppo agguerrito di genitori che cercherà di salvare la scuola per i propri bambini ma anche per quelli che verranno in futuro.Le cose non sono andate esattamente come descritte nell'articolo infatti l'amministrazione si è comportata in modo scorretto nei confronti dei genitori: solo dopo aver accettato le iscrizione ha informato gli stessi della decisione di chiudere la scuola nel 2017. Gli iscritti sono solo 11? be sappiate che sarebbero potuti essere molte di più se fosse stato organizzato un Open Day in un giorno e in un orario più consoni...ma forse lo scopo non era raccogliere più iscrizioni possibili ma


ID55917 - 01/03/2015 12:14:29 (sole) Ipocrisia
addolora e fa tristezza leggere quest articolo...soprattutto se si pensa che i figli di questi Amministratori non frequentano le scuole di Villanuova !ipocriti perché nonostante gli "sterili bilanci" qualcuno del loro stesso gruppo politico ha (giustamente) difeso a parole la scuola dell infanzia comunale simbolo un po di Villanuova ..ma di fatto ? Chiudere per accorpare ? È vero non ci sono bambini di serie A o di serie B ma dovrebbe essere garantita la possibilità di scegliere ...che qui ormai non esiste più......Bravi !!! Mi spiace perchè vi ho pure votato .


ID55918 - 01/03/2015 13:09:09 (papy) ipocrisia 2
Come gia detto sopra l'amministrazione comunale ha fatto tutto da sola senza informare la comunita ( e la minoranza) e sopratutto senza informare i genitori degli iscritti che sono corsi a iscrivere i loro figli alla comunale per le loro ragioni ( metodo orari ecc)e poi a distanza di qualche settimana ci e' stata comunicata verbalmente la necessita inderogabile di interrompere il percorso formativo.Questo dovuto ,a loro dire, ai problemi di bilancio e di natalita ma, cosa hanno fatto per incentivare le iscrizioni ? nulla anzi forse il contrario.Perche allora far ricardere le colpe sui nostri figli di un amministrazione che si e' vantata di aver salvato i lavatoi , a sperperato fior di quattrini per rifare i giardini come lo erano prima e tante altre spese che forse potevano aspettare . Nonosante le proposte dei genitori che si sono prodgati con mille idee e disponibilita per salvare la scuola ''loro'' sembra non vogliano sentire ragioni se non quelle di CHIUDERE e magari poi...


ID55919 - 01/03/2015 13:25:16 (sole)
signor Papy non si deve meravigliare : questo è tipico dell atteggiamento per nulla "democratico" che sta distinguendo questa maggioranza che ancora una volta mi fa rimpiangere Il Sindaco Comincioli (e uno dei Suoi Assessori) ....veri Signori, disponibili, intelligenti e preparati...dove sono adesso???


ID55920 - 01/03/2015 14:23:29 (D.72) Troppo frettolosi...prima si tenta e poi si chiude !!!
Chiudere un servizio che esiste da 30 anni ( le difficoltà ci sono sempre state) vanno valutati con la collettività perchè precludono la scelta di un percorso formativo anche alle famiglie di domani. La domanda che sorge spontanea è : quale risparmio.. se avete investito con i nuovi giochi nell'area esterna ? Che fine farà una struttura idonea solo ad un asilo e che E' IN OTTIME CONDIZIONI E NON NECESSITA DI OPERE STRAORDINARIE?. L'unico edificio che non ha problemi contingenti viene chiuso ? METODO RAPIZZA E SCUOLA STATALE SONO ENTRAMBE VALIDI MA VILLANUOVA PERMETTEVA DI SCEGLIERE e il comunale era ed è frequentato da famiglie con redditi normali!Ricollocare le maestre magari al posto di personale delle cooperative creando nuova disoccupazione è la soluzione ?? INVITO L'AMMINISTRAZIONE A PRENDERSI PIU TEMPO PER VALUTARE COSTI E BENEFICI ANCHE SOCIALI E RINVIARE LA CHIUSURA A QUANDO TUTTI I TENTATIVI POSSIBILI SARANNO STATI FATTI E LA


ID55921 - 01/03/2015 16:31:46 (Robi74) dove' il punto di vista della comunita'?
mi sembra che abbia deciso solo l'amministrazione comunale senza fare nemmeno un consiglio comunale...questa e' democrazia?chi ha deciso questo, solo poche persone?i genitori per ora interessati anno prodotto per quanto ne so una serie di suggerimenti volti a salvare questa importante realta' ,ma sembrerebbe che l'amministrazione comunale se ne freghi e basta!!un punto fondamentale per le poche iscrizioni e' stata quasi la totale assenza di pubblicit e il pasticcio che ha creato l'amministrazione comunale a fatto desistere possibili ulteriori iscrizioni.mi piacerebbe vedere anche un articolo col punto di vista dei genitori e di chi in questi anni e' passato da questo asilo e vorrebbe dare la possibilita' ai suoi figli di vivere la stessa esperienza.Speriamo che il metodo Rapizza continui ad esistere a Villanuova e a dare i suoi frutti !!!


ID55922 - 01/03/2015 18:02:05 (D.72) Impegno...
Ancora un commento per invitarvi a leggere l'articolo di oggi sul giornale di Brescia a pagina 26 circa la chiusura del Nido Comunale LA CHIOCCIA di DARFO dopo 30 anni. A Darfo In conferenza stampa erano presenti i Genitori ! A Villanuova sono stati invitati o stata fatta a SENSO UNICO ? A Darfo cito " E' un anno che stiamo cercando una soluzione " mentre a Villanuova se una soluzione stavano cercando hanno cercato di risolverla con il minor coinvolgimento possibileCito nuovamente...Assessore ai servizi Sociali: " Abbiamo la coscienza pulita perch prima di arrivare a questa decisione le abbiamo provate davvero tutte.."Amministratori di Villanuova le avete provate davvero tutte ? DATEVI ANCORA UNA POSSIBILITA'!Darfo ha 5 realt alternative nel raggio di un chilometro. Villanuova una e con gli iscritti spostati dalla comunale alla statale arriverebbe a pieno regime. E se ne arrivano di nuovi?INFINE IN % ISCRTTI COMUNALE 35% STATALE 65% NON MALE !! Volete chiudere?


ID55924 - 01/03/2015 19:08:14 (Tc) Amministrazione di Villanuova...
qualcuno di voi che sicuramente ha letto sia articolo che commenti,puo' dare una sensata risposta a questi arrabbiati e direi anche giustamente,vostri concittadini?...Vorrei che almeno vi degnate di rispondere...cosi forse potremmo cominciare a capire tutti alcune cose...grazie


ID55925 - 01/03/2015 19:46:33 (PinkyPonky) Mamma indignata e delusa.
Dare semplicemente colpa al calo demografico ed al fatto che ci siano altre spese da sostenere mi sembra solamente una presa in giro!Chissà che crescita ponderale ci sarà stata in frazioni come Sopraponte, Soprazzocco o Pompegnino per far sì che gli asili funzionino ed offrano rette anche inferiori...Ci sono anziani, e non solo, che appresa la notizia "della chiusura" sono rimasti basiti... ciò magari sarà dovuto al fatto che il tutto è stato preceduto da sotterfugi, segreti e mezze verità?! Anche perchè secondo il mio modesto parere un misero consiglio comunale era a dir poco necessario.La cosa che poi mi ha tanto delusa è che il tutto sia stato reso noto solo ad iscrizione già effettuata (e pagata) e che non venga assicurato l'intero ciclo dei tre anni!Ed al signor ZANARDI vorrei far presente che, vedendo e vivendo la realtà odierna, l'istruzione e l'educazione dei piccoli di oggi dovrebbe essere una


ID55926 - 01/03/2015 19:48:42 (Otto)
Metodo rapizza ... informatevi un po' ... pare sia fallimentare ... diciamocelo alla comunale non ci sono extracomunitari anche io la vorrei nel mio comune!


ID55927 - 01/03/2015 19:49:08 (snaf)
la questione è : ci sarà cmq una struttura a villanuova che ospiti tutti allo stesso prezzo di prima? se si c'è poco da lamentarsi se effettivamente l'amministrazione risparmia, alrimenti c'è diritto a lamentarsi. Avere l'asilo sotto casa, in un paese non così grande è una pretesa, e cmq le distanze non saranno inaffrontabili.


ID55928 - 01/03/2015 19:55:47 (PinkyPonky) Mamma indignata e delusa
Volevo anche chiedere alla giunta comunale, di tirare fuori un pò di coraggio e dare tali notizie alla luce del giorno ed all'intera comunità! (Magari sfruttando anche il Vostro "bellissimo" tabellone luminoso)Restereste sorpresi dell'aiuto che potreste ricevere... se solo aveste avuto la minima VOGLIA di proteggere un'istituto stimato da tanti!...Forse è solo perchè si sa già come verranno occupati i locali, che essendo in buone condizioni e già adibite a scuola per l'infanzia... potranno solo essere affittati ad un altro istituto (PRIVATO?!!)...


ID55929 - 01/03/2015 19:58:54 (PinkyPonky) CHE DELUSIONE!
Al signor ZANARDI vorrei solo far presente che, vedendo e vivendo la realtà odierna, l'istruzione e l'educazione dei piccoli di oggi dovrebbe essere una priorità ed un valore da proteggere, non una semplice voce da cancellare da un bilancio.


ID55930 - 01/03/2015 20:52:45 (sole)
Oppure potreste chiedere al signor Zanardi perché di questa idea non ne scritto e parlato nel suo programma elettorale (poco meno di un anno fa)....sarebbe stato un gesto sincero e forse qualcun (me compresa) ci avrebbe pensato una volta in più prima di dargli il suo voto ....ipocriti


ID55931 - 01/03/2015 20:56:34 (Otto)
Cara sole ... visto che lo hai votato portali le tue istanze ... o forse non lo hai votato?!


ID55933 - 01/03/2015 21:54:23 (sonia.c) fatemi capire..
non vi fanno pagare una tassa comunale,vi danno probabilmente anche il metodo Rapizza,non dovrete pagare una retta più alta,i bambini avranno un asilo solo e multietnico (che eviterà "ghettizzazioni"))e vi lamentate?


ID55935 - 01/03/2015 23:05:31 (PAU)
Brava Sonia C! Io sono un'insegnante e non capisco le sterili polemiche che stanno nascendo.. A parte che qualcuno che ha commentato fino ad ora mi pare l'abbia fatto non tanto per interesse dei bambini ma per criticare e basta.. Io provengo da un altro paese ma sarei grata se avessi un'amministrazione che mi offre di introdurre lo stesso metodo alla scuola statale, amplia gli orari, fa incontri con i genitori per discutere e ci mette la faccia!! Purtroppo nelle scuole sappiamo tutti i tagli che il governo sta facendo.. E nonostante questo le amministrazioni si impegnano per cercare di venire incontro in tutti i modi! Capisco chi si lamenta perché chiudono il liceo classico a Salò ed i ragazzi devono andare a Brescia per frequentare lo stesso indirizzo.. Ma qui di scuola materna ce n'è già una, i bambini non devono cambiare paese e oltre a questo l'amministrazione assicura lo stesso metodo, amplia gli orari!! Cosa volete di più?


ID55936 - 01/03/2015 23:42:17 (sonia.c) grazie cara pau..(temevo calci sui denti.ih)
ovviamente approvo SE il comune garantirà tutto questo. certo che i genitori dovrebbero poter usufruire di una maggior opportunità di scelta! ma i tempi son di crisi.l'importante è garantire un buon servizio.saluti.


ID55938 - 02/03/2015 09:08:48 (D.72) Se mantengono le promesse...
Care Sonia e Pau voi fate riferimento alla articolo del giornale di Brescia che discosta un po da questo. Comunque ritengo abbiate ragione. ...se quanto detto in conferenza stampa extra orario. retta uguale. stessi servizi e stesso metodo di insegnamento ma alla statale non ci sarebbero problemi ma questo non è quello che era stato detto ai genitori. nello scorso incontro il comune aveva scelleratamente proposto di fare 2 anni di metodo rapizza e il terzo alla statale con metodo tradizionale. PAU tu che sei insegnante concordata i che sarebbe deleterio x i bambini! I genitori chiedevano solo che si tenesse aperto un anno in più e che venisse dato quest'anno di tempo ai genitori per tentare di raccogliere iscrizioni o fondi. ben venga che una sezione della statale faccia metodo Rapizza ma chi sosterrà la formazione delle maestre STATO O COMUNE ? Chi adeguata i locali ? possono coesistere 2 metodi nella stessa realtà? dalle parole del sindaco ai giornalisti


ID55941 - 02/03/2015 10:58:23 (PAU)
Da insegnante Le ripeto che quanto la vostra amministrazione sta facendo non poco. Se non si fosse interessata del problema avrebbe tolto il servizio e chiuso senza troppi preamboli. Le assicuro che in altri paesi le scuole comunali sono state chiuse senza alcuna attenzione nei confronti di bambini, genitori e insegnanti. Se come dice lei ci sono due anni di tempo di certo verranno studiate insieme a voi genitori le migliori strategie per far si che i vostri bambini possano terminare il loro percorso nella giusta maniera. Da insegnante Le dico che un dialogo costruttivo con noi docenti e con le ammninistrazioni porta sempre buoni frutti e risolverete senza dubbio il problema. In molte scuole, dobbiamo essere noi docenti a procurare il materiale perch non ci sono pi fondi. La realt dura. Quindi, prima di attaccare, bisogna sempre cercare di apprezzare lo sforzo che viene fatto e collaborare.


ID55946 - 02/03/2015 13:37:56 (bob63) se potessi avere mille lire al mese....
Sicuramente tagliare del 50% le entrate di un Comune in 5/6 anni e' drammatico (senza nemmeno stabilizzare il debito pubblico) e ciò porta le amministrazioni a scelte magari poco popolari ma obbligate, l'ottimizzare i costi e' d'obbligo e tutti dobbiamo fare la nostra parte anche con qualche (ulteriore) sacrificio, anche con la migliore buona volonta' accontentare tutti e' impossibile, l'accorpamento di scuole, comuni (o alcuni servizi) enti vari e' un passo che dobbiamo accettare, non si possono piu' giustificare campanilismi oramai fuori tempo e luogo, penso sara' un sicuro impegno da parte dell'amministrazione ottimizzare al meglio ogni problema che sia orari, trasporti o altro.


ID55970 - 03/03/2015 11:50:22 (valista)
Sonia come vedo non hai capito, si arrabbiano? Ma anche di più e fanno bene. Premettendo che le scuole materne di Villanuova sono entrambe buone e con personale qualificato (anche se la statale ha maggior numero di bambini, essi sono cmq seguiti bene e non trascurati, come qualcuno può pensare). Non capisco perché ogni 3x2 viene fuori questa storia, è da anni che provano a chiudere la comunale anche se mi sfugge il motivo. Aumentare la retta? Allora fate il loro"gioco",tanti genitori portano i figli nei comuni limitrofi perché pagano di meno, se invece tengono una certa cifra(accessibile) e pubblicizzano in modo adeguato,state pur sicuri che torna a splendere, come succedeva in anni passati. La scuola comunale è un alto/altro simbolo importante dei villanovesi.


ID56140 - 06/03/2015 22:16:07 (papy) ipocrisia 3
scusate se mi ripetonegli articoli della stampa vengono solo enunciate le ragioni poco credibili di un amministrazione che vuole ( non si sa perche... ) chiudere un asilo senza aver voluto cercare altre soluzionise il problema fosse relamente economico ( qualche decina di migliaia di euro ) sarebbe possibile trovarli in svariati modi e se fosse la natalita non riguarderebbe solo villanuovacio che noi genitori contestiamo e' la loro mancanza di volonta nel cercare alternative alla chiusura ,sempre che non ci siano altri loschi interessipoi il peggio e' aver giocato SPORCO accettando iscrizioni per poi comunicare la indisponibilita a completare il ciclo di studio .se il problema c'era gia da tempo perche accettare le iscrizioni? perche disincentivare chi chiamava per delucidazioni( non lo iscriva tanto chiaudera')? Quali LOSCHI piani si nascondono dietro un comportamento simile?perche tutte le decisioni sono prese di nascosto da una TRIADE che anche se di SX sembra un DITTATURA


ID56179 - 08/03/2015 19:07:26 (Otto)
Caro Papy sai come funziona la democrazia? Hai studiato educazione civica?In caso approfondisci perché dovrai insegnarlo ai tuoi figli .... Mi sa che hai bisogno di ripetizioni!


ID56185 - 08/03/2015 21:30:40 (papy) democrzia
caro OTTO immagino che il tuo commento sia ironico...ai miei figli insegno il buonsenso ,il rispetto,e l'ambizione di fare benesu cosa sia la democrazia ora. non ne so niente anche perche'. alla mia tenera eta (poco piu di 40 anni ), posso dirti che sicuramente in questi casi centri pocosta di fatto che il malcostume generale che si vede nella ''grande'' politica italiana e' identico a quello delle dei piccoli comuni ( dx sx sono uguali)CONCLUDO: se comunque l'amministarzine mantiene il DEBITO D'ONORE che ha verso di noi e i ns figli sarebbe tutto piu semplice chiaro e corretto ma son molto scettico e so che fara' solo ed eslusivamente il suo sporco interesse fegandosene delle generazioni future



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
02/03/2016 16:56:00
Partner privato per la scuola dell’infanzia comunale Chiusura scongiurata per la dell’infanzia comunale “Anna Jucker” di Villanuova grazie a un accordo del Comune con un gestore privato

16/08/2016 08:47:00
La «Jucker» andrà avanti Trovata una soluzione per dare continuità alla scuola dell’infanzia comunale di Villanuova sul Clisi, grazie a una convenzione con la scuola parrocchiale di Gavardo

08/03/2015 07:22:00
Scuola dell'infanzia statale, alcune precisazioni Riceviamo e pubblichiamo volentieri una nota sottoscritta dalle insegnanti della scuola dell'infanzia statale di Villanuova S/C, con alcune considerazioni e precisazioni, in ordine al recente articolo relativo all'accorpamento delle scuole dell'infanzia di Villanuova che le ha chiamate indirettamente in causa

29/11/2016 09:48:00
Leggere e scrivere con il corpo Si terrà questo mercoledì sera presso la saletta al piano terra del municipio di Villanuova un incontro dedicato al Metodo Rapizza, organizzato dalle scuole paritarie dell'infanzia Anna Jucker di Villanuova e San Giovanni Bosco di Gavardo, con relatrice la dott.ssa Maria Giovanna Perina Neri

20/03/2015 08:38:00
Accorpamento Istituto comprensivo di Villanuova con Prevalle Dal primo settembre 2015, il nuovo piano della rete scolastica provinciale prevede l'accorpamento dell'Istituto comprensivo di Villanuova a quello di Prevalle e la cancellazione di un'esperienza didattico-amministrativa iniziata solo sei anni fa



Altre da Villanuova s/C
23/09/2018

Grazie Maestra Laura

Riceviamo e pubblichiamo volentieri la lettera di un gruppo di genitori di Villanuova per ringraziare la Maestra Laura Bontempini che a settembre ha raggiunto l'età per la pensione

23/09/2018

Nuova mensa per la primaria

È luminosa e colorata la nuova mensa scolastica che ha accolto all’inizio del nuovo anno scolastico gli alunni della primaria di Villanuova sul Clisi (1)

21/09/2018

Invito allo sport con «Sportiva Mente»

Due mattinate dedicate agli alunni delle scuole di Villanuova per far conoscere le realtà sportive del paese e incentivare la pratica sportiva nei ragazzi

19/09/2018

Villanuova festeggia San Matteo

I festeggiamenti in onore del Santo Patrono di Villanuova avranno inizio domani – giovedì 20 settembre – e si protrarranno per tutto il fine settimana con celebrazioni eucaristiche e momenti di incontro e convivialità 

18/09/2018

Soluzioni abitative in Valle Sabbia

Anche alcune proposte di Viva Immobili & Servizi fra gli annunci del Portale Casa di Vallesabbianews

17/09/2018

Ritrovato dall'amico

Il corpo senza vita di Domenico Goffi è stato ritrovato in località Costa Minigole da Enzo, vicino di casa in Fobbia, sotto il santuario dedicato alla Madonna della Neve


16/09/2018

Ritrovato senza vita, dopo una settimana di ricerche

Il corpo di Domenico Goffi è stato ritrovato in una zona impervia lungo il versante di montagna che guarda verso Clibbio

16/09/2018

«Menec», proseguono le ricerche

Non si sono mai interrotte, ma nel fine settimana proseguono con maggior vigore le ricerche dell'81enne scomparso domenica scorsa fra le frazioni montane di Villanuova sul Clisi
(1)

15/09/2018

Vandali al brolo

Sono entrati in azione armati di vernice verde all’interno dello spazio riservato alle associazioni e agli anziani del Comune di Villanuova (2)

14/09/2018

Domenico ancora non si trova

A quattro giorni dalla scomparsa, ancora non si sa nulla sulle sorti dell’ottantunenne che domenica scorsa non ha fatto rientro a casa sua, a Villanuova



Eventi

<<Settembre 2018>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia