Skin ADV
Mercoledì 19 Giugno 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Vita da cani

Vita da cani

di Maria Rosa Marchesi



17.06.2019 Garda

18.06.2019 Anfo

17.06.2019 Gavardo Vallio Terme

18.06.2019 Vobarno Valsabbia Provincia

17.06.2019 Idro Vobarno Valsabbia

18.06.2019 Garda Valtenesi

18.06.2019 Vobarno Valsabbia Garda Valtenesi

18.06.2019 Vestone Casto

17.06.2019 Vobarno

17.06.2019 Sabbio Chiese Valsabbia



16 Marzo 2019, 19.09
Villanuova s/C
Maestro John

Cara maestra Lilli...

di John Comini
Cara maestra Lilli, quando sono venuto a farti visita, tuo marito Cisco (che spesso incontro sulla Via Romana, lui corre, io cammino…) mi ha fatto sfogliare alcuni album fotografici della vostra straordinaria famiglia...
 
...Tra le lacrime ho guardato l’album delle vostre nozze, ed a fatica ho letto le bellissime parole che vi siete dedicati l’un l’altra, in quel radioso giorno.

Come nella canzone di Baglioni…
“Io ti prendo come mia sposa davanti a Dio e ai verdi prati
ai mattini colmi di nebbia, ai marciapiedi addormentati
alle fresche sere d’estate, a un grande fuoco sempre acceso
alle foglie gialle d’autunno, al vento che non ha riposo
alla luna bianca signora, al mare quieto della sera…
Io ti prendo come mia sposa davanti ai campi di mimose
agli abeti bianchi di neve, ai tetti delle vecchie case
ad un cielo chiaro e sereno, al sole strano dei tramonti
all’odore buono del fieno, all’acqua pazza dei torrenti
Io ti prendo come mia sposa davanti a Dio…”


Cara maestra Lilli, hai visto quanta gente è venuta a salutarti? Quasi non ci stava nella chiesa, e a fatica è stato chiuso il portone.
C’erano tantissime persone, scout e “vecchi” capi, maestre, personale ATA, segretarie… E c’era la “nostra” Dirigente, che ti ha dedicato un poetico ricordo su Vallesabbianews.

Hai ascoltato lo struggente suono della chitarra, le melodiose voci del coro degli amici, che quando sei entrata ti hanno cantato “Quale gioia mi dissero andremo alla casa del Signore”?

Perché la Messa per il tuo addio, concelebrata da mons. Italo e da don Lorenzo Bacchetta, è stata una Messa di condivisione, di speranza.
E anche la lettura delle Beatitudini parlava di coraggio, di misericordia, di riscatto…

“Beati quelli che sono nel pianto, perché saranno consolati. Beati i miti, perché avranno in eredità la terra. Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio.”


Cara maestra Lilli, hai ascoltato le straordinarie parole dette dall’amico don Lorenzo?
Te le trascrivo, perché alla fine sono riuscito a farmi dare il foglio dal mitico don Lorenzo.

‘Tanto –mi ha detto- le so a memoria!’
“Signore, come possiamo trovare consolazione, come sostenere questo peso, come non perdere l’orientamento? Stiamo facendo l’esperienza delle lacrime, della pesantezza, della gravità del cuore, della ricerca del senso, della direzione…

Possiamo rifugiarci nel passato, nel ricordo di ciò che abbiamo vissuto, guardare indietro e vedere la strada fatta pensando a quella che avremmo potuto ancora fare insieme.
Possiamo sederci nel presente, lasciando che le lacrime bagnino il nostro volto, fino a scavarlo, guardare a ciò che non è più, fissare i nostri piedi doloranti pensando che, insieme, farebbero meno male.
Possiamo correre nel futuro, immaginando ciò che sarà nell’eternità, nella visione della strada del Paradiso, pensando a come sarà bello ritrovarci un giorno e guardare dalla distanza la strada fatta insieme.

Sono tre possibilità che hanno un senso e possono sciogliere il nostro cuore e donarci un po’ di calore ma, credo, non ci possono liberare dalle catene della morte che vuole paralizzarci.
È un po’ come se, rimanendo prigionieri, qualcuno venisse a trovarci e ci sollevasse per un momento, ma non avesse la forza di liberarci. Non si tratta allora di cercare una consolazione, ma di incontrare il Salvatore, il liberatore.

Gesù, morto e risorto sposta il nostro sguardo e il nostro cammino dall’orizzonte alla profondità, quella croce con le sue braccia aperte è infissa così in profondità da riaprire una via in verticale, tra cielo e terra, tra l’uomo e il suo creatore.
Quella via in realtà non si apre oggi, ma si è già aperta nella vita di ciascuno di noi con i Sacramenti, col battesimo anzitutto, con la cresima, l’eucarestia e con il matrimonio.

Ora Lilli percorre quella via e in quella via sei condotto anche tu, Cisco, perché il salire al cielo, l’essere ricondotta al Padre di Lilli non cancella, non spezza il legame della vostra vita, ma lo trasfigura, facendovi intraprendere un nuovo cammino insieme: due piedi sulle vie del mondo, due piedi sulle vie del cielo.

C’è ora una mano che ti attiva verso Dio, verso quell’incontro cha ha dato, dà e darà senso al vostro incontro, che avete consegnato nelle mani del Signore il giorno del vostro matrimonio. Quel vostro consenso, quel “per sempre” è stato un consenso affinché Dio aprisse quella strada in verticale, che incrociata con la strada del mondo disegna una croce, tratteggia il volto di Cristo che si manifesta nella storia attraverso la vostra storia.
Per percorrere questa strada c’è bisogno di un elevatore, del braccio potente del Signore che non lascia che il verticale divenga abisso, ma vetta infinita.

E voi Lisa e Matteo, questa splendida storia d’amore che è inscritta nella storia d’amore di Dio con l’umanità, per voi è l’occasione per alzare gli occhi verso l’alto, lasciando che la luce e il calore del sole facciano brillare il vostro volto e asciughino le vostre lacrime.
Continuate a viaggiare, Lilli e Cisco, non smettete di condividere il vostro desiderio di camminare insieme. Ora potete farlo con due piedi sulle strade della terra e due piedi sulle vie del cielo… e nella profondità del vostro amore gusterete l’abbraccio consolante del Signore.

Vi abbiamo sempre visti insieme, ora anche per noi è tempo di vedervi nella profondità di quell’abbraccio, che, per parte nostra, desideriamo condividere. Il Creatore è creativo, siamo certi che saprà suggerire alla vostra creatività nuove strade di bellezza.”


Cosa dici, cara maestra Lilli, non sono parole stupende?

Tutti abbiamo percepito il grande cerchio d’amore della vostra famiglia, il vostro senso dell’altruismo, della solidarietà, del servizio, dell’ironia e dell’abbraccio.
E come si faceva a non piangere quando è stato detto che, se Cisco era impegnato con gli scout, tu eri presente sempre, perché l’amore è condivisione, e non importa se uno è impegnato in una cosa e l’altro in un’altra, è tutta una questione di cuore.

Cara maestra Lilli, hai ascoltato le bellissime parole delle compagne della 3^ B?
Non ti sei commossa quando Cisco si è unito al coro ed ha cantato quella canzone?

“Il vento soffia dove vuole e la tua voce sentirai
riempiti lo zaino di tutto quello che tu sai
un occhio in terra e uno in Cielo, ama, spera e credici
e non basta solo dirlo, devi proprio esserci!...
Ogni nostro giorno il vento da lassù
vi chiama sussurrando: “Ma lo sai chi sei tu?”
Servire sempre gli altri ci fa vedere il Cielo
rispondere “ci sono!” è il senso del cammino…”


E il “tuo” Cisco, alla fine, ti ha detto poche parole, ma di un amore assoluto.
Fuori dalla chiesa, una mamma ha detto al suo bambino che teneva in braccio: “È andata in cielo”. E il bambino: “Come i robot!”
Cara maestra Lilli, tu hai avuto il privilegio di vivere in mezzo ai bambini, alla loro innocenza, alla loro voglia di felicità, al loro sguardo che vede la magia della vita e abbraccia l’infinito. Ed è forse per questo che sei rimasta bellissima, come una principessa delle fiabe.

maestro John

Grazie a don Lorenzo Bacchetta, a Marilena Forti e Luciano Selleri, alla maestra Teresa Rizzoli ed a mia nipote Donata Franceschetti.
1)Lilli e Cisco alle Tremiti (luglio 2018)
2)Lilli con Marilena e Roberta in Val di Fassa (dicembre 2018)
3)Con i compagni di viaggio…(Islanda luglio 2017)
4)Lilli con gli amici di viaggio in Val di Fassa







 

Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
15/03/2019 07:13:00
Ciao Maestra Lilli e grazie di tutto Mercoledì è morta la maestra Lilli Picchieri, insegnante alla scuola dell’infanzia di Villanuova sul Clisi

09/09/2018 09:36:00
A una maestra Molti anni fa, quando insegnavo a Mocasina, ho conosciuto una maestra eccezionale, una signora del paese, la maestra Neni Pasini, suo marito aveva le cantine...

20/01/2018 09:36:00
Addio alla maestra di tante generazioni Saranno celebrati questa domenica a Brione i funerali di Ines Corelli, per cinquant’anni insegnante elementare nelle scuole di Storo e dintorni

27/04/2016 06:00:00
Addio alla maestra Ladi, pioniera della Tv locale Si terranno questo mercoledì a Saone i funerali di Adelaide Malacarne, morta ieri a 94 anni. Negli anni 80 con don Gino Flaim era stata l’anima di TVG

23/09/2018 10:33:00
Grazie Maestra Laura Riceviamo e pubblichiamo volentieri la lettera di un gruppo di genitori di Villanuova per ringraziare la Maestra Laura Bontempini che a settembre ha raggiunto l'età per la pensione



Altre da Villanuova s/C
19/06/2019

Giada diventa maggiorenne

Buon compleanno a Giada, di Villanuova sul Clisi, che oggi, 19 giugno, compie i fatidici 18 anni


16/06/2019

Identificata

Il corpo ritrovato senza vita giovedì scorso nel cassone della Centrale idroelettrica dei Maressi a Prevalle è  di una 37enne di Villanuova sul Clisi

08/06/2019

«Mi auguro che questa persona possa leggere...»

Alla cortese attenzione del direttore. Desidero fare un appello a tutti coloro che si occupano di politica...non a caso proprio per il periodo elettorale appena trascorso...

07/06/2019

Problemi di vicinato, donna dorme fuori casa

Una situazione delicata quella che vede coinvolta una 60enne di Villanuova assegnataria di un alloggio Aler. L’avvocato accusa il Comune di immobilismo, ma il sindaco replica elencando le proposte finora non accettate (3)

05/06/2019

Quindic'anni di Acque & Terre Festival

La rassegna di concerti e spettacoli che accompagna l’estate lungo il Chiese copie quest’anno tre lustri e per la prima parte dei Viaggi di Acqua propone ben undici eventi

03/06/2019

Michele Zanardi resta alla guida di Villanuova

Il sindaco uscente è stato riconfermato con più del 70% dei voti e inizia così il suo secondo mandato amministrativo a Villanuova sul Clisi

03/06/2019

Ginnaste da podio

Tante medaglie per le atlete della ginnastica artistica dell’Artistica Azzurra di Villanuova sul Clisi al Campionato nazionale Libertas a Cesenatico

03/06/2019

I 50 di Fausto

Tantissimi auguri a Fausto Capoferri di Villanuova sul Clisi che proprio oggi, lunedì 3 giugno, compie i suoi primi 50 anni

02/06/2019

Serie di incidenti nella mattinata domenicale

Mattinata complicata per le emergenze, quella della prima domenica di giugno: in poco più di un’ora ci sono stati quattro interventi, anche piuttosto complicati (7)

01/06/2019

Spaccio: in manette 42enne di Polpenazze

Ad arrestarlo nei giorni scorsi a Villanuova i carabinieri di Gavardo che lo hanno trovato in possesso di 18 dosi di cocaina

Eventi

<<Giugno 2019>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia