Skin ADV
Domenica 21 Gennaio 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


Valerio Corradi, sociologo territorialista, nell'ambito di progetti europei, nazionali e locali si occupa di modelli di sviluppo locale; innovazione organizzativa e formazione al lavoro; buone pratiche di qualità della vita e bilanci di sostenibilità sociale.  

Tra le sue pubblicazioni:
Per uno sviluppo locale sostenibile (Milano, 2009);
Le incerte vie della sostenibilità (Milano 2011);
Nuove società urbane (Milano, 2013);
Solo chi sogna può volare (Mantova, 2016)
Il blog si propone di riflettere su alcuni temi emergenti che rendono evidente l’intreccio tra spazio dei flussi e spazio dei luoghi ovvero tra globalismo e localismo.
In un quadro segnato da crescenti squilibri sociali, effetti ecologici negativi, crisi di sviluppo, ma anche da nuove opportunità di “crescita” e da forme sociali emergenti diventa fondamentale saper coniugare l’azione locale con un modo di pensare globale.

MAGAZINE


LANDSCAPE






11 Luglio 2017, 08.10

Blog - Glocal

Camminare con gli altri nella natura

di Valerio Corradi
Tra Garda e Valle Sabbia sono molti i gruppi che nei mesi estivi organizzano camminate collettive in zone rurali o montane per stare insieme nella natura. Vediamone alcuni
 
C’è qualcosa di speciale nello stare in mezzo alla natura e nell’immergersi in essa.
Oggi ce lo ricordano, indirettamente, quelle pubblicità che promuovono linee di prodotti e di beni di consumo che fanno leva, ad arte, su immaginari naturalistici o su rappresentazioni patinate di paesaggi bucolici.
La natura viene sempre più ricercata, esibita, celebrata dopo che si sono attraversate fasi storiche nelle quali essa è stata oggetto di timore e di fughe oppure, dopo che per effetto del disincanto operato dalla scienza, essa è stata considerata mera materia da manipolare e da sfruttare. 

La grande attenzione che oggi le si dedica è forse una reazione alla stringente razionalizzazione che, malgrado tutto, caratterizza il vivere moderno, oppure è un’esigenza di tornare a qualcosa di primigenio e incontaminato a fronte del caos e delle distrazioni nelle quali siamo quotidianamente immersi. 

Una delle modalità più semplici ma forse anche più profonde di riattivare una relazione con la natura è il camminare in mezzo ad essa.
Camminare non vuol solo dire muovere un passo dopo l’altro ma è un modo di guardare il mondo da una prospettiva diversa e forse anche un modo originale per iniziare a cambiarlo.
Questo perché, come diceva John Muir (1838-1914) “in ogni passeggiata nella natura l’uomo riceve molto di più di ciò che cerca” oppure perché, come diceva in anni più recenti Mario Rigoni Stern (1921-2008), il passeggiare nella natura consente di vedere cose di cui si può ancora godere “purché si abbia desiderio di vita, volontà di camminare e pazienza di osservare”.

Interpreti odierne e originali di questo “ritorno alla natura” possono essere considerate anche alcune associazioni del comprensorio gardesano e valsabbino. Tra le molte, a titolo di esempio, si possono citare: Ass. Roverella di Padenghe, Ass. Scordium di Polpenazze, Ass. Scuola del Cammino di Desenzano, Ass. I camminatori di Vallio. Queste ed altre realtà associative, da alcuni anni, organizzano camminate collettive in zone rurali, collinari o montane per far conoscere le bellezze paesaggistiche ma anche per sensibilizzare direttamente alla salvaguardia dell’ambiente.

In molte di queste iniziative, la ricetta proposta è molto semplice: convocazione online dei partecipanti, ritrovo in una luogo e avvio di una passeggiata comunitaria secondo un itinerario prestabilito.
Conclude l’itinerario un breve momento conviviale.

La crescente partecipazione a iniziative di questo tipo conferma quanto sia forte oggi la ricerca di ambienti e di spazi verdi o poco antropizzati.
Sembra esserci una maggiore consapevolezza delle ricadute negative sull’uomo del degrado ambientale, ma anche che l’uomo ha bisogno di immergersi nella natura forse per riscoprire parti di sé fondamentali che sente di aver dimenticato e di relazioni che faticano a rigenerarsi.

Per questo il valore aggiunto di tali iniziative è quello di fare sintesi tra lo stare nella natura e lo stare con gli altri con la speranza di continuare a camminare “finché un giorno il sole splenderà più luminoso di quanto non abbia mai fatto, e illuminerà le nostre menti e i nostri cuori, e rischiarerà l’intera nostra vita con una grande luce che ci ridesterà, calda, serena e dorata come un raggio autunnale sulla riva di un fiume” (H.D. Thoreau)
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
15/05/2016 13:50:00
Elogio del camminare (insieme) nella natura C’è qualcosa di speciale nello stare in mezzo alla natura e nell’immergersi in essa. Meglio se in compagnia. Un'esperienza che fra Valsabbia e Valtenesi è gratuita ed è possibile in piena sicurezza anche grazie a numerose associazioni

13/05/2015 08:18:00
Accumulo di cariche al Gal Buongiorno Direttore, occupandomi per passione di ambienti rurali anche fra il Garda e la Valle Sabbia, sono sempre attento a quello che succede al Grupo di Azione Locale che si occupa di quelle zone...


14/10/2017 10:01:00
Gradite sorprese Pescare non vuol dire solo catturare pesci, ma anche sviluppare un forte senso di rispetto verso madre natura e consapevolezza di farne parte

04/02/2016 13:10:00
Azione 2020, nuovo sistema agroambientale per Garda e Valsabbia Il progetto congiunto delle Comunità montane di Valle Sabbia e del Parco Alto Garda Bresciano prevede interventi per oltre 13 milioni di  euro su 43 comuni. L'obiettivo è stimolare la cooperazione per potenziare filiere produttive, energie rinnovabili e turismo rurale

16/03/2012 09:00:00
Santuario di Rio Secco Luoghi sacri nella valle ce ne sono tantissimi, sono occasione per ascoltare la natura che li ha ispirati.



Altre da Glocal
10/01/2018

Cronache di ordinarie paure... e di speranze

Periodo di Natale, sto visitando un bellissimo borgo in Trentino. Nella affollata via principale un giovane italiano incrocia un coetaneo di colore, ben vestito, forse uno studente, e si lascia sfuggire: "vattene al tuo paese negro"... (5)

22/12/2017

Mangiare insetti

Uno dei segnali più evidenti della globalizzazione che segna il nostro tempo è la diffusione di abitudini alimentari proprie di culture “altre” che vengono riscoperte in aree diverse del pianeta (11)

02/12/2017

La Val Sabbia e la nuova agricoltura di montagna

“Montanaro”, “campagnolo”, “provinciale” sono solo alcune delle espressioni che in un tempo non molto lontano venivano utilizzate dall’uomo urbano per apostrofare e stigmatizzare coloro che provenivano da aree periferiche e rurali o che erano impegnati nel settore primario. Ora invece...

01/11/2017

Buona e cattiva accoglienza

L’articolato progetto Sprar illustrato il 19 ottobre a Serle, promosso dal Comune e da attori della cooperazione sociale, fornisce l’occasione per riflettere su come fare “buona accoglienza” (3)

09/10/2017

Cucire la speranza nel mondo

Si terrà a Brescia il 1° Festival della Missione. Riportiamo le riflessioni su Africa, missioni e migrazioni di sr Rosemary Nyirumbe, nota religiosa ugandese

21/08/2017

Missionari Fidei Donum nel mondo

Dedicare la propria vita all’ideale della missione in una terra lontana. E’ una scelta ancora attuale che riguarda sacerdoti della diocesi di Brescia; alcuni di loro sono anche valsabbini

08/08/2017

Giovani e religiosità: il monoteismo del sé

Qual è il rapporto tra giovani e tradizione religiosa? Perché si allontanano o avvicinano ai riti comunitari? Una ricerca sui giovani gardesani ha fornito alcune risposte

22/06/2017

I colori e i suoni delle emozioni

Quanto è importante riconoscere le proprie emozioni ed imparare ad esprimerle? Ha provato a rispondere un percorso di arte terapia per adolescenti della coop. Area

11/06/2017

Onnivoro, vegetariano o vegano?

“Nulla darà la possibilità di sopravvivenza sulla Terra quanto l’evoluzione verso una dieta vegetariana”, così Albert Einstein. Oggi, a che punto siamo? Qual è il significato degli stili alimentari emergenti? (2)

05/06/2017

Il valore dei voti scolastici e delle competenze

Si avvicina il momento delle pagelle, ma qual è il valore effettivo dei voti scolastici oggi? In che direzione deve andare la scuola per preparare i giovani alla vita e al lavoro?

Eventi

<<Gennaio 2018>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia