Skin ADV
Mercoledì 13 Dicembre 2017
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    







11.12.2017 Vobarno

11.12.2017 Villanuova s/C

11.12.2017 Idro Bagolino Anfo Lavenone Valsabbia

12.12.2017 Idro

12.12.2017 Vestone

11.12.2017 Vestone

12.12.2017 Vestone Vobarno Sabbio Chiese Odolo Valsabbia

11.12.2017 Lavenone

12.12.2017 Gavardo Roè Volciano

11.12.2017 Valsabbia






11 Ottobre 2017, 10.34
Vestone Valsabbia
Non solo nonni

Alzheimer: più autonomia e meno farmaci? Si può

di val.
Fondazione Passerini e Gruppo di ricerca geriatrica di Brescia insieme, da più di un anno, per tentare di dare delle risposte al dramma che vivono ospiti e famiglie quando vengono colpiti dalle malattie della memoria

Moderare i disturbi del comportamento e allo stesso tempo ridurre l’utilizzo dei farmaci, nei casi di malattie della memoria? Si può.
E’ quanto viene messo in evidenza a poco più di un anno dall’avvio di un progetto che a Nozza di Vestone sta coinvolgendo il Nucleo alzheimer, che si occupa di 24 utenti all’interno della Fondazione Angelo Passerini, ed il Gruppo di ricerca geriatrica di Brescia (Grg) diretto dal professor Marco Trabucchi.

I risultati, racchiusi anche in un libretto, sono stati resi noti in occasione di un convegno ospitato dalla Fondazione al quale ha partecipato lo stesso Trabucchi, che ha lodato gli sforzi compiuti da tutti gli operatori nell’offrire un servizio di qualità difficilmente riscontrabile altrove.

La direttrice sanitaria dottoressa Cinzia Roberti
ha definito quali sono stati gli obiettivi clinici, la coordinatrice del Servizio di animazione del Nucleo Sara Butturini ha parlato delle procedure, mentre i risultati sono stati socializzati dal dottor Stefano Boffelli, consulente geriatra a Nozza e ricercatore all’interno del Grg.

«L’idea alla base del progetto era che il Nucleo potesse diventare per ciascun ospite un “posto che sia casa” – ha affermato Boffelli -. Per fare questo abbiamo introdotto un cambio di atteggiamento: non più procedure standardizzate nel rapporto con gli ospiti, ma obiettivi individualizzati. Il lavoro è ancora in corso e penso darà ancora i suoi frutti nel futuro.
L’ambiente si è fatto più tollerante e le persone più accettate: questo ha permesso di ridurre in larga misura i comportamenti aggressivi, di recuperare alcuni di spazi di autosufficienza, migliorare la deambulazione e lo stato nutrizionale.
Il tutto riducendo nel contempo l’utilizzo di sedativi».

Alla base di questi risultati ci sta la volontà dei verti della struttura di prepararsi ad un futuro in cui l’Alzheimer e le malattie della memoria in generale coinvolgeranno sempre più famiglie le quali si troveranno sempre più in difficoltà.

«Ci abbiamo creduto ed intendiamo andare avanti su questa strada continuando ad investire, nella speranza che anche questo possa contribuire ad alleviare la sofferenza di ospiti e familiari – ha affermato il presidente della Fondazione Passerini, Giovanni Zambelli, che è anche sindaco a Vestone -. Prossimamente riusciremo a diminuire il numero delle presenze per stanza, aumentando allo stesso tempo il numero delle stanze».

Il professor Marco Trabucchi ha dipinto il futuro a tinte fosche, non senza però elementi di speranza:
«Non ci sarà da divertirsi ad essere vecchi nel 2030 e nel 2040. Questa di Nozza ci appare come una realtà felice, ma nel complesso le rsa stanno vivendo un periodo di crisi drammatica» ha affermato.

Per poi aggiungere: «Dobbiamo prepararci ad un tempo in cui i vecchi saranno sempre più vecchi e sempre più ammalati ed il cambiamento e l’incertezza saranno la normalità.
Per quello che vedo oggi non potrà essere la politica a trovare risposte adeguate e credo che anche le imprese private avranno grosse difficoltà ad affrontare il fenomeno.
La soluzione potrà arrivare solo se saremo capaci di ritrovare quello spirito solidaristico che è un po’ la storia anche della Passerini e di altre grandi opere, collocando le residenze degli anziani dentro la comunità e la sua generosità».

Con un intervento del professor Alfredo Bonomi, è arrivata anche la voce dei familiari.
Bonomi ha elencato alcune criticità, come la presenza ridotta di spazi in relazione al Progetto ed un’auspicata continuità del personale.
Ma ha anche lodato l’iniziativa, definendo il Nucleo Alzheimer della Passerini «un fiore all’occhiello della Valle Sabbia».

Invia a un amico Visualizza per la stampa







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
05/10/2017 16:26:00
La malattia della memoria Interessante convegno quello organizzato dalla Fondazione Passerini a Nozza per lunedì prossimo, dove autorevoli ricercatori faranno il punto sulle demenze e sull’alzheimer

13/02/2016 09:31:00
Progetto alzheimer Sono rivolti soprattutto ai famigliari degli ospiti, gli incontri di formazione, informazione e consulenza, organizzati presso la Fondazione Angelo Passerini di Nozza. Si comincia questo lunedì

11/12/2015 14:16:00
Auguri coi nonni alla Passerini Questo sabato le imminenti festività natalizie saranno festeggiate a tavola alla Fondazione A. Passerini di Nozza di Vestone


17/08/2016 11:46:00
Quando invecchiare è un privilegio «L’universo ha senso solo quando abbiamo qualcuno con cui condividere le nostre emozioni». Sulla questa frase mutuata da un romanzo di Paolo Coelho, la Fondazione Passerini di Nozza invita tutti a conoscere i suo Centro Diurno


18/11/2015 09:03:00
La «caéna» unica del buon umore Sono un gruppo eterogeneo, ma con un unico legame forte tra loro: regalare un sorriso agli anziani ospiti della Casa di riposo “Passerini” di Nozza



Altre da Vestone
13/12/2017

Ivars rinnova lo sponsor all'Androni

Anche per il 2018 l’azienda di Vestone sosterrà la squadra ciclistica dell’ Androni Sidermec, dove militano ben quattro professionisti valsabbini

12/12/2017

Piantanida sul podio

Il barista “piattellista” di Vestone è riuscito a fare suo il terzo posto alla Winter Challenge di Lonato (1)

12/12/2017

In centro a Vestone

La foto è stata scattata in via Glisenti a Vestonee ritrae, dietro ad un cassonetto, l'inciviltà di quanti hanno abbandonato a questo modo i rifiuti
(7)

12/12/2017

La comunità delle Case di Riposo valligiane

Una popolazione sempre più vecchia e sempre più ammalata. Così anche in Valle Sabbia. Alfredo Bonomi, con una lucida disanima prima storica e poi geopolitica, traccia un futuro possibile per la gestione delle Rsa
(1)

11/12/2017

Tanti auguri Daniela

Tanti auguri a Daniela, di Mocenigo di Vestone, che proprio oggi, lunedì 11 dicembre, compie gli anni (1)

10/12/2017

«Il contagio», i due registi a Vestone

Matteo Botrugno e Daniele Coluccini saranno presenti il prossimo mercoledì, 13 dicembre, al cinema di Vestone per incontrare gli spettatori in occasione della proiezione del film

09/12/2017

Nuova linfa per il distaccamento vestonese

Nel festeggiare Santa Barbara, i vigili del fuoco del distaccamento di Vestone, hanno buttato un occhio al passato, scommettendo sul futuro


07/12/2017

«La Valsabbia che dorme»

Sarà inaugurata questo venerdì mattina presso la galleria d'arte "Via Glisenti 43" a Vestone, la mostra fotografica organizzata dal Fotoclub 8 Marzo

07/12/2017

«Aspettando l'inverno»

Avrà inizio domani, venerdì 8 dicembre, a Vestone l’esposizione dal titolo “Aspettando l’inverno, qualcosa e qualcos’altro da mettere sotto l’albero”

07/12/2017

Sbanda e accartoccia l'auto contro una pianta

Avrebbe fatto tutto da solo il 18enne di Vestone che è andato a sbattere con una Megane, aiutato forse dall’asfalto ghiacciato
(2)



Eventi

<<Dicembre 2017>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia