Skin ADV
Domenica 31 Maggio 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    








Chi va piano...

Chi va piano...

by Giuly



30.05.2020 Pertica Bassa

30.05.2020 Bagolino

29.05.2020 Vestone Mura Valsabbia

29.05.2020 Muscoline

30.05.2020 Valsabbia Val del Chiese

30.05.2020 Salò

30.05.2020 Vestone

30.05.2020 Vestone

30.05.2020 Salò

29.05.2020 Valsabbia Garda Provincia



04 Settembre 2019, 16.00
Vestone
Alpinismo giovanile

Sul sentiero Roma

di Raffaele Vezzola
Un trekking di quattro giorni in Val Masino su una delle più belle alte vie delle nostre Alpi quello affrontato da 10 ragazzi del gruppo Avanzato dell’Alpinismo Giovanile del Cai Vestone

«Un modo diverso di vivere la montagna, non una gita mordi e fuggi, ma un'esperienza “piena”».

Ho voluto iniziare questo resoconto utilizzando le parole di uno dei ragazzi al termine del nostro trekking in Val Masino, quattro giorni su una delle più belle alte vie delle nostre Alpi.
Dieci ragazzi del gruppo Avanzato dell’Alpinismo Giovanile del CAI Vestone, quattro accompagnatori e Luca M diciottenne al termine del suo percorso come ragazzo ora a tutti gli effetti Aiuto Accompagnatore.

Partenza lunedì 26 accompagnati in stazione di Brescia dove prendiamo il treno che ci porta fino a Novate Mezzola (200 m. di quota) nel punto più settentrionale del lago di Como dove finisce l’Italia e inizia il nostro sentiero. La salita è una lunga scalinata di granito che porta fino all’abitato di Codera, un paese magico che si può raggiungere solo usando le proprie gambe. Dopo esserci rifocillati sul prato di fronte alla Locanda, risaliamo la valle fino al suo termine dove ci accoglie il rifugio Brasca. La bassa quota, lo zaino pesante e il caldo estivo motivano i ragazzi a fare un bagno nel torrente Codera le cui acque gelide diventano un idromassaggio defatigante.

Il giorno successivo sveglia alle 5,30, colazione e via sulle balze che ci portano con 1300 metri di dislivello fino al passo Barbacan a 2598 metri dal cui intaglio scorgiamo il rifugio Giannetti. Alcune catene facilitano la discesa nella val Porcellizzo, poi traversata per giungere infine alle 14 alla nostra meta di giornata. Dopo cena consultiamo con il rifugista il meteo, quello svizzero promette acqua fin dal mattino, quello italiano augura nuvole il mattino e pioggia il pomeriggio, decidiamo di anticipare di mezz’ora la colazione

Terzo giorno, alle 6 siamo di nuovo in cammino, ci aspettano 3 passi: il Camerozzo (2763) che prelude la val del Ferro, il Qualido (2647) che apre l’omonima valle ed infine l’Averta (2540) porta della Val di Zocca dove ci aspetta il rifugio Allievi (2385). Tre forcelle rocciose armate e protette da catene a difesa dagli strapiombi che scorgiamo sotto i nostri scarponi mentre bardati di imbrago, casco e set da ferrata procediamo lesti e sicuri verso la valle. Il rifugio è a portata di mano ma, quando la stanchezza moltiplica ormai la fatica, l’ultimo colpo di coda ci costringe per superare uno sperone roccioso a scendere in un vallone per 200 metri per poi risalire all’agognato rifugio. Sono le 13,30, abbiamo abbassato la media e non abbiamo preso una goccia d’acqua, grande l’italico meteo. Tagliatelle al ragù per tutti seduti a tavola mentre fuori diluvia.

Quarto giorno, non ci resta che scendere, la val di Mello è il fondo alla ripida valle ai nostri piedi. La pietraia lascia spazio ad una piana sospesa dove alcuni cavalli pascolano bradi serrati da un cancello in legno che ci apre la via alla ripida pineta. Il primo grido è da parte dei ragazzi che ci precedono seguito dal nostro allarme: - là un porcino!- e si scatena la caccia. Piccoli, grandi, belli… Presto il problema è come stivare tutti quei funghi, non abbiamo il permesso, e se c’è la forestale? Difficile limitare la raccolta, sono così belli e faticoso riprendere la discesa.

Pausa presso le acque cristalline in val di Mello nei pressi del Bidè della Contessa per ricordare il “Nuovo Mattino” che diede il via all’arrampicata libera nel nostro paese.
Entriamo in San Martino, ma non ci fermiamo, vogliamo andare a salutare il Sasso Remenno il più grande masso d'Europa, con un volume superiore al mezzo milione di metri cubi sul quale salgono decine di vie di arrampicata.

A Filorera prendiamo finalmente l’autobus per Morbegno, 6 minuti per prendere i biglietti e salire in treno che ci porta a Brescia e ce la facciamo, in stazione a Brescia 8 minuti per prendere la corriera della SIA e ce la facciamo, alle 19 siamo a Vestone, ma ci lasciamo così?
No, mangiamoci una pizza. Pare proprio che nessuno voglia rientrare a casa cercando di prolungare il tempo dello stare assieme…

Chiudo tornando alla frase iniziale: - ma un'esperienza “piena” - La conoscenza della montagna passa attraverso gradini che richiedono sempre più impegno e, se l’obiettivo è rendere i nostri ragazzi sempre più in grado di andare in montagna in autonomia e sicurezza, questa è la strada, avanti così.

Bravi tutti, cominciando dai 5 ragazzi alla loro prima esperienza “tosta”, agli altri che già erano stati in Adamello, per finire agli accompagnatori sempre più contagiati e contaminati dall’allegria e dall’entusiasmo dei nostri ragazzi.

Alla prossima e… Buona Montagna!


Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
30/08/2018 16:00:00
Acque selvagge Wildwater in Trentino per i ragazzi del gruppo Avanzato dell’Alpinismo Giovanile del Cai di Vestone

06/07/2015 08:58:00
Uscita in Valsorda Proseguono con successo le escursioni del progetto Alpinismo giovanile del Cai di Vestone. Dopo il forte di Valledrane e il monte Ario, sabato i giovani escursionisti si sono spostati nella zona delle Pertiche

25/04/2017 08:58:00
In 60 sulla cima del Pizzoccolo A Pasquetta è arrivata la prima uscita in montagna dei ragazzi dell’Alpinismo Giovanile del Cai di Vestone

30/10/2015 09:58:00
Sulla cresta sud del Monte Pizzocolo Salita alpinistica sul monte che domina il Garda domenica scorsa per sei ragazzi del progetto Alpinismo Giovanile dei Cai di Vestone

22/07/2019 08:50:00
Giovani alpinisti crescono Settimana di fuoco quella appena trascorsa per i ragazzi dei Gruppi Base e Avanzato dell’Alpinismo Giovanile del CAI Vestone 



Altre da Vestone
31/05/2020

«Dovremo ridisegnare il nostro sistema sociale»

Con l'emergenza sanitaria alle spalle, Roberto Facchi, sindaco a Vestone, è preoccupato per lo stallo in cui si trova l'economia, con la produzione ferma al palo e gli ordini che tardano


30/05/2020

Maurizio e la maggiore età

Tantissimi auguri di buon compleanno a Maurizio di Vestone che oggi, sabato 30 maggio, compie 18 anni


30/05/2020

Le 90 primavere del Colonnello

Tanti auguri di buon compleanno al Colonnello Giovanni Zeni, di Vestone, che proprio oggi, sabato 30 maggio, compie 90 anni!

29/05/2020

Maniglie antibatteriche Dnd: da toccare con mano, sempre

La ricerca applicata alle nanotecnologie, col coinvolgimento del mondo universitario, permette all’azienda valsabbina di rendere sicuro l’antico gesto quotidiano di impugnare una maniglia

20/05/2020

Attenti a cosa vi passate di mano

Un’ordinanza del sindaco di Vestone, da questo mercoledì, vieta il gioco delle carte e di mettere a disposizione giornali o riviste nei luoghi pubblici. La stessa norma in Toscana è stata decisa a livello regionale


20/05/2020

Avviso pubblico Comune di Vestone

Pubblichiamo a norma di legge un avviso pubblico del Comune di Vestone relativo al deposito atti per la III^ variante al Piano di Governo del Territorio (PGT)


 

18/05/2020

Fase due, anche per Cesare

Due mesi di battaglia dura e senza esclusione di colpi: all’ospedale di Gavardo come in tutti i presidi gestiti dall'Asst del Garda. Alla fine a perdere è stato il virus. I numeri

18/05/2020

Per Nicola arriva la maggior età

Tanti auguri a Nicola Silvestri, di Vestone, che proprio oggi, lunedì 18 maggio, compie i suoi primi 18 anni


16/05/2020

Buon compleanno Emilio Bruno

Tanti auguri ad Emilio Bruno, di Vestone, che compie gli anni proprio oggi, sabato 16 maggio, giorno in cui si festeggia anche sant'Ubaldo


14/05/2020

ComeSto, da Bolzano alla Sicilia

Ci sono tre “app” per il monitoraggio da casa dei sintomi dei pazienti “covid”. Una sola è completamente gratuita e senza scadenza ed è made in Rotary Club Valsabbia

Eventi

<<Maggio 2020>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia