Skin ADV
Giovedì 23 Marzo 2017
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


Sale la nebbia

Sale la nebbia

di Michele Panzera



21.03.2017 Bagolino Valsabbia

22.03.2017 Vestone Valsabbia

21.03.2017 Bione Agnosine Odolo Preseglie Valsabbia

22.03.2017 Agnosine

21.03.2017 Bione

23.03.2017 Valsabbia

21.03.2017 Vobarno

22.03.2017 Valsabbia Provincia

21.03.2017 Casto

23.03.2017 Prevalle Valsabbia




19 Agosto 2016, 15.36
Vestone
Non solo nonni

L'impegno premia alla Passerini

di Redazione
Grande soddisfazione alla Passerini di Nozza per i risultati delle recenti visite ispettive condotte dall'Azienda di Turtela della Salute nella struttura

È da più di un anno che la Fondazione Angelo Passerini di Nozza ha affrontato, con la forte determinazione del consiglio di amministrazione, un progetto di rinnovamento gestionale e organizzativo con lo scopo preciso di aumentare il livello di qualità del servizio agli ospiti.
Era imprescindibile a questo scopo il rispetto e l’adeguamento della struttura agli standard della normativa vigente.

La complessità della gestione di una casa di riposo è di per sé nota, ma gestirne il cambiamento seguendo le impostazioni volute dalla Regione, con la riforma sanitaria recentemente entrata in vigore, è un compito oneroso.
Sulla via di questa trasformazione, che ha individuato nelle strutture come la Fondazione Angelo Passerini un veicolo per migliorare il servizio alla popolazione in relazione ai servizi socio-assistenziali, le regole da seguire, le impostazioni strutturali da costruire e gli indicatori da rilevare da parte della Nostra Struttura sono stati numerosi.
Le visite ispettive sono tese a direzionare gli operatori come la Fondazione Passerini verso la nuova configurazione desiderata dal legislatore.
 
In tutta questa congerie di obiettivi, norme e gestione della situazione contingente, la Fondazione Angelo Passerini ha recentemente acquisito un punteggio significativo (98,4), assegnato dall’ATS (Agenzia di Tutela della Salute, ex ASL) dopo una rigorosa sessione di ispezione.

Riteniamo fondamentale, per comprendere l’importanza del risultato raggiunto nell’ultima verifica Ispettiva dell’ATS fare due premesse che aiutano a definire il quadro di riferimento:

• mai come in quest’anno l’ATS ha potuto analizzare e verificare con cura ogni singolo ambito del nostro operato per quel che riguarda la gestione dell’assistenza e degli ospiti in quanto ha da poco introdotto un sistema di misurazione ad indicatori quantitativi oltremodo accurato, al quale non si può sfuggire o mentire;

• insieme al suddetto sistema di misurazione è stata introdotta e richiesta, con la delibera 2569/14, una specifica metodologia di cura, di assistenza e di documentazione di quanto attuato e progettato per gli ospiti, che risulta essere efficace ma complessa.

Dall’ispezione effettuata il giorno 20 luglio
u.s. in Rsa è emerso molto chiaramente che, rispetto ai precedenti controlli, si sono raggiunti considerevoli risultati; In particolare, al termine dell’ultima verifica gli esaminatori hanno sottolineato che è emerso lo “sforzo” fatto.
L’équipe impegnata nell’istruttoria, ha positivamente riconosciuto le modifiche apportate al PAI che, nella forma attuale, risulta essere pienamente rispondente ai requisiti richiesti. Inoltre non sono state rilevate irregolarità di alcun genere in merito alla compilazione delle scale di valutazione delle diverse figure professionali, tutte puntualmente gestite: è migliorato notevolmente anche il lavoro d’équipe e il livello di integrazione generale.

Questo risultato, dunque, è un ottimo segnale per tutti gli operatori che hanno lavorato accogliendo con impegno ed abnegazione il cambiamento che andava subendo la Fondazione Angelo Passerini anche perché indica che la via scelta dal Consiglio di Amministrazione in concerto con la Direzione Sanitaria, la Responsabile Gestionale e le diverse figure di coordinamento, è in linea da subito con i dettami innovativi della riforma sanitaria voluta dall’amministrazione regionale.

Questo segnale positivo è uno stimolo ad accelerare il processo di miglioramento iniziato già da ottobre 2014 e non ancora concluso. Esso passa da un generale aumento delle competenze del personale frutto di un attento e focalizzato piano di formazione e reclutamento, passa attraverso l’utilizzo di efficaci tecnologie informatiche che sono di ausilio fondamentale agli operatori e infine passa attraverso la migliorata attenzione al singolo ospite dal punto di vista umano e sanitario, a cui è dedicato un concreto piano personalizzato di cura e assistenza.

Tutte queste attività sono iscritte in obbiettivi articolati e ponderati sia dal punto di vista medico sanitario che dal punto di vista economico, in modo da avere sempre l’equilibrio interno per poter erogare al meglio i servizi che l’ospite necessita in un’ottica sostenibile.

Insomma, alla RSA Passerini l'impegno premia.

Invia a un amico Visualizza per la stampa









Vedi anche
29/07/2010 08:00:00
Cent'anni di servizi Fra i nuovi servizi della «Passerini» di Nozza anche l'Hospice per otto malati terminali: fiore all'occhiello della struttura, purtroppo sottoutilizzato.

17/08/2016 11:46:00
Quando invecchiare è un privilegio «L’universo ha senso solo quando abbiamo qualcuno con cui condividere le nostre emozioni». Sulla questa frase mutuata da un romanzo di Paolo Coelho, la Fondazione Passerini di Nozza invita tutti a conoscere i suo Centro Diurno


17/06/2013 07:43:00
La Passerini si rifà la faccia Un bilancio con utili consolidati e investimenti, alla Fondazione Passerini di Nozza, che prosegue a pieno ritmo con la volontà di rinnovare servizi e struttura

12/09/2006 00:00:00
hospice e asilo aziendale alla Passerini Una doppia inaugurazione quella che nei giorni scorsi ha interessato la Casa di riposo valsabbina Angelo Passerini di Nozza. In un clima festoso con tanto di rinfresco e di accompagnamento musicale a cura dei “Cantores ad Nives”...

23/02/2009 00:00:00
Arte all’asta per aiutare la Passerini A partire da ieri e fino alla fine di marzo, la Fondazione «Passerini» di Nozza di Vestone ospita una mostra mercato di opere d’arte. Iniziativa in collaborazione con lo «Studio arte Dama» di Brescia.



Altre da Vestone
22/03/2017

«Per mia fas mangià i gnoc söl cò»

L’espressione valsabbina riportata dal responsabile marketing Simone Niboli, ben si adatta allo spirito ed al processo di innovazione che fa di Valsir un’azienda leader anche nella formazione dei tecnici che si occupano di progettazione edilizia (1)

20/03/2017

Piccoli artisti crescono

Sarà inaugurata questo pomeriggio alle 16.30, presso la sala espositiva dell’associazione vestonese di promozione culturale «Via Glisenti 43», la mostra «Giochiamo con l’arte», coi lavori dei bimbi della Materna

16/03/2017

Stemmi nobili e stemmi borghesi

Il vobarnese Enrico Stefani ci presenta alcune curiosità raccolte nel suo libro “Araldica benacense e valsabbina”
• Video


15/03/2017

Ingegneri cercasi

Con il progetto Incipit de La Cassa Rurale, undici progetti in ambito ingegneristico ed informatico per laureandi e laureati. Adesioni entro il 30 marzo

13/03/2017

Alice e la maggiore età

 Tanti auguri ad Alice Giori, di Vestone, che proprio oggi, lunedì 13 marzo, compie i suoi primi 18 anni

09/03/2017

Araldica Benacense e Valsabbina

Sarà presentato questo venerdì sera nella sala delle assemblee della Comunità montana il volume del vobarnese Enrico Stefani dedicato ai blasoni gardesani e valsabbini

08/03/2017

Soggetto Donna 2017

L'assessorato alla Cultura di Vestone propone una serie di appuntamenti al femminile per marzo, mese della donna

06/03/2017

Il fantasma parcheggiatore

Giorno di mercato a Nozza, difficile trovare parcheggio. Più semplice se la si "pianta" in mezzo alla strada. E' successo con una Panda, anche se non si sa chi sia stato il parcheggiatore 



06/03/2017

Paola Rizzi, vera «rock star» del teatro valsabbino e bresciano

Un’intervista per conoscere l’artista gavardese, dagli esordi esordi al grande successo della Signora Maria con il Teatro Gavardo, che riporterà in scena mercoledì 8 marzo a Vestone

06/03/2017

Racconti di uno scrittore

La serata con Gianluca Morozzi organizzata dalla Biblioteca di Vestone, orfana di Emanuele Filippini a causa di un’indisposizione, ha permesso al pubblico di conoscere sull’evoluzione letteraria dello scrittore bolognese

Eventi

<<Marzo 2017>>
LMMGVSD
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia