Skin ADV
Martedì 18 Dicembre 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    










E' passato un fulmine

E' passato un fulmine

di Gianfranco Fenoli





13 Giugno 2018, 08.00
Vestone
Presentazione libri

Il colera a Brescia nel 1836

di Giancarlo Marchesi
Sarà presentato questo giovedì sera nella biblioteca civica di Vestone il libro di Alessandro Bertoli e Alberto Vaglia con un carteggio sull'epidemia di colera che nell'Ottocento sconvolse l'intera Europa e anche Brescia

Sarà presentata giovedì presso la sala conferenze della Biblioteca civica Vestonese, l’ultima fatica di Alberto Vaglia, medico specializzato in malattie infettive, figlio del compianto storico e letterato sabbino Ugo e di Alessandro Bertoli, avvocato penalista, appassionato ricercatore di preziose carte d’archivio, pubblicata sotto gli auspici della Fondazione Civiltà Bresciana, dal titolo «Brescia, 1836. Anno del colera nelle lettere di Gaetano Scandella», Ebs prin, pp. 141, 2017.

Per l’occasione interverranno gli storici Paolo Corsini, già sindaco di Brescia, e Alfredo Bonomi, in rappresentanza della Fondazione civiltà bresciana.

Il colera è stata una delle più tenute malattie pandemiche, tanto che pochi anni fa piegò Haiti e continua a essere un morbo largamente diffuso in molti altri Paesi in via di sviluppo.

Se ai nostri giorni il colera sparge lutti e desolazione nelle realtà dove la scarsa disponibilità d’acqua pulita rappresenta una questione con la quale misurarsi quotidianamente, nel primo Ottocento il terribile morbo imperversava in Italia. Fra il 1836 e il 1837 mise radici in tutti gli stati regionali dell’epoca: una grande paura si diffuse lungo la penisola, dal Piemonte al Lombardo-Veneto, dal Granducato di Toscana allo Stato Pontificio al Regno delle Due Sicilie.

Nel 1836 l’intero Bresciano fu colpito dal colera: il contagio cominciò a diffondersi nel mese di aprile e infierì per sette lunghi mesi, fino all’autunno. La malattia provocò un elevato numero di vittime: stando a dati raccolti da Willelmo Menis, medico provinciale dell’epoca, furono colpiti dal morbo oltre 20mila individui, mentre i decessi sfiorarono le 10mila unità. Se, come evidenziano queste statistiche, il territorio provinciale pagò un ingente tributo, la città di Brescia venne totalmente sconvolta dal colera, tanto da risultare una delle città del Lombardo-Veneto maggiormente falcidiata dall’epidemia, con oltre 1.600 morti.

Non vi è dubbio che, in periodi diversi, molto è stato scritto intorno all’epidemia di colera che nel 1836 investì la città di Brescia, e ora la letteratura relativa a quel terribile morbo si arricchisce di un nuovo, significativo contributo a cura di Alessandro Bertoli e Alberto Vaglia, che getta nuova luce sui fatti dell’epidemia che videro protagonisti i cittadini bresciani.

Avvalendosi di un nutrito corpus
di preziose lettere che don Gaetano Scandella indirizzò a don Marco Antonio Udeschini, rinvenute dall’avvocato Bertoli sul mercato antiquario, gli autori focalizzano la loro attenzione sulla città di Brescia delineando, passo passo, l’evolversi dell’epidemia e dando un quadro della rete di assistenza predisposta dalla municipalità, relativamente pronta ad adottare precauzioni allo scopo di arginare il contagio. Ma non solo: grazie alla corrispondenza di Scandella sono messi efficacemente in luce edificanti episodi caratterizzati dalla profonda umanità dei protagonisti, come quelli che, ad esempio, videro in prima linea Paola Di Rosa, volontaria al lazzaretto e promotrice della compagnia delle Ospedaliere, poi Ancelle dalla Carità.

Il volume di Vaglia e Bertoli è arricchito da un’interessante prefazione di Paolo Corsini, già sindaco di Brescia ed ex senatore della Repubblica.



Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
29/10/2015 11:26:00
«Il morbo blu», epidemie di colera sul Garda Nell’ambito degli Itinerari storici gardesani promossi dall’Asar, questo venerdì pomeriggio Giovanni Pelizzari parlerà dell’epidemia di colera che nel 1836 investì il Bresciano

08/01/2011 12:00:00
Il colera a Bagolino e Ponte Caffaro Fra il 1836 e il 1837 il colera causò numerosissime vittime. In un libro di Alberto Vaglia le vicissitudini, tenute finora in ombra, di quel che accadde a Bagolino

17/12/2010 07:00:00
Il colera a Bagolino e Ponte Caffaro Sarà presentato a Bagolino il volume «L'epidemia di colera del 1836 a Bagolino e Ponte Caffaro», scritto da Alberto Vaglia.

09/11/2015 15:23:00
«Tracce d'arte bresciana» Nel nuovo libro del critico d’arte Simone Fappanni, maestri e autori contemporanei anche Valsabbini in una raccolta illustrata di testi critici. La presentazione del volume venerdì 13 novembre alla biblioteca di Vestone

14/04/2016 12:00:00
I detti bresciani originati dal Vangelo Per il secondo appuntamento di “Incontri con autori ed autrici”, sarà presentato questo venerdì sera a Vestone il libro “Vé só dèl fic” del giornalista Costanzo Gatta



Altre da Vestone
14/12/2018

Albertini e Fappani Caschi d'Oro 2018

Il pilota valsabbino e il suo navigatore gardesano fra i vincitori dell’Oscar di Autosprint quali vincitori per il secondo anno consecutivo del Campionato Rally WRC (3)

12/12/2018

Atlante Lessicale Bresciano

Questo giovedì 13 dicembre verrà presentato in Comunità Montana a Nozza di Vestone il progetto di Fondazione Civiltà Bresciana per promuovere la conoscenza del dialetto bresciano

07/12/2018

Insoliti incontri fa tappa a Vestone

Sarà inaugurata questa domenica 9 dicembre presso la biblioteca di Vestone, la terza e ultima tappa della rassegna “Insoliti Incontri”, che vede ospite l’autoritratto di Fausto Pirandello

07/12/2018

Santa Barbara in salsa Valsabbina

Situato in posizione strategica, il distaccamento vestonese dei Vigili del fuoco è una risorsa preziosa per la Valle. Domenica scorsa i festeggiamenti per la Patrona


06/12/2018

Bacchetti, il sentimento della pittura

C’è tempo fino a domenica 9 dicembre per ammirare le opere di Lorenzo Bacchetti nella mostra personale allestita nella Sala Moroni a Vestone

06/12/2018

Nuvole ha lasciato il segno

Si è conclusa il 29 novembre in comunità Montana con un partecipatissimo convegno la rassegna valsabbina dedicata alla salute mentale che ha dato vita all'associazione “Fabbrica di Nuvole”

05/12/2018

Alla scoperta della stampa 3D

Il Fab-lab Valle Sabbia fa tappa venerdì sera a Vestone per presentare le tecnologie della stampa tridimensionale e dell’automazione

04/12/2018

Cercasi amante del verde

La Fondazione A. Passerini di Nozza di Vestone è alla ricerca di un volontario per la cura di piante e fiori (1)

01/12/2018

Maternità? Si grazie

La filiale di Vestone di Eurointerim, questo mercoledì, ha consegnato a una mamma di Mura un assegno/premio come incentivo alla natalità per i dipendenti (1)


30/11/2018

In «quella» notte del tempo

Va di scena questo venerdì sera alle 21 nello spazio di via Glisenti 43 a Vestone, “Il racconto di un romanzo mai nato”. Protagonisti Leonardo Sciascia, Telesio Interandi e la famiglia Paroli (1)



Eventi

<<Dicembre 2018>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia