Skin ADV
Venerdì 22 Marzo 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    










20.03.2019 Villanuova s/C

20.03.2019 Sabbio Chiese

21.03.2019 Gavardo

22.03.2019 Bione

20.03.2019 Storo

21.03.2019 Gavardo Valsabbia

20.03.2019 Provincia

21.03.2019

20.03.2019 Vobarno Valsabbia

22.03.2019 Gavardo







13 Giugno 2018, 08.00
Vestone
Presentazione libri

Il colera a Brescia nel 1836

di Giancarlo Marchesi
Sarà presentato questo giovedì sera nella biblioteca civica di Vestone il libro di Alessandro Bertoli e Alberto Vaglia con un carteggio sull'epidemia di colera che nell'Ottocento sconvolse l'intera Europa e anche Brescia

Sarà presentata giovedì presso la sala conferenze della Biblioteca civica Vestonese, l’ultima fatica di Alberto Vaglia, medico specializzato in malattie infettive, figlio del compianto storico e letterato sabbino Ugo e di Alessandro Bertoli, avvocato penalista, appassionato ricercatore di preziose carte d’archivio, pubblicata sotto gli auspici della Fondazione Civiltà Bresciana, dal titolo «Brescia, 1836. Anno del colera nelle lettere di Gaetano Scandella», Ebs prin, pp. 141, 2017.

Per l’occasione interverranno gli storici Paolo Corsini, già sindaco di Brescia, e Alfredo Bonomi, in rappresentanza della Fondazione civiltà bresciana.

Il colera è stata una delle più tenute malattie pandemiche, tanto che pochi anni fa piegò Haiti e continua a essere un morbo largamente diffuso in molti altri Paesi in via di sviluppo.

Se ai nostri giorni il colera sparge lutti e desolazione nelle realtà dove la scarsa disponibilità d’acqua pulita rappresenta una questione con la quale misurarsi quotidianamente, nel primo Ottocento il terribile morbo imperversava in Italia. Fra il 1836 e il 1837 mise radici in tutti gli stati regionali dell’epoca: una grande paura si diffuse lungo la penisola, dal Piemonte al Lombardo-Veneto, dal Granducato di Toscana allo Stato Pontificio al Regno delle Due Sicilie.

Nel 1836 l’intero Bresciano fu colpito dal colera: il contagio cominciò a diffondersi nel mese di aprile e infierì per sette lunghi mesi, fino all’autunno. La malattia provocò un elevato numero di vittime: stando a dati raccolti da Willelmo Menis, medico provinciale dell’epoca, furono colpiti dal morbo oltre 20mila individui, mentre i decessi sfiorarono le 10mila unità. Se, come evidenziano queste statistiche, il territorio provinciale pagò un ingente tributo, la città di Brescia venne totalmente sconvolta dal colera, tanto da risultare una delle città del Lombardo-Veneto maggiormente falcidiata dall’epidemia, con oltre 1.600 morti.

Non vi è dubbio che, in periodi diversi, molto è stato scritto intorno all’epidemia di colera che nel 1836 investì la città di Brescia, e ora la letteratura relativa a quel terribile morbo si arricchisce di un nuovo, significativo contributo a cura di Alessandro Bertoli e Alberto Vaglia, che getta nuova luce sui fatti dell’epidemia che videro protagonisti i cittadini bresciani.

Avvalendosi di un nutrito corpus
di preziose lettere che don Gaetano Scandella indirizzò a don Marco Antonio Udeschini, rinvenute dall’avvocato Bertoli sul mercato antiquario, gli autori focalizzano la loro attenzione sulla città di Brescia delineando, passo passo, l’evolversi dell’epidemia e dando un quadro della rete di assistenza predisposta dalla municipalità, relativamente pronta ad adottare precauzioni allo scopo di arginare il contagio. Ma non solo: grazie alla corrispondenza di Scandella sono messi efficacemente in luce edificanti episodi caratterizzati dalla profonda umanità dei protagonisti, come quelli che, ad esempio, videro in prima linea Paola Di Rosa, volontaria al lazzaretto e promotrice della compagnia delle Ospedaliere, poi Ancelle dalla Carità.

Il volume di Vaglia e Bertoli è arricchito da un’interessante prefazione di Paolo Corsini, già sindaco di Brescia ed ex senatore della Repubblica.



Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
29/10/2015 11:26:00
«Il morbo blu», epidemie di colera sul Garda Nell’ambito degli Itinerari storici gardesani promossi dall’Asar, questo venerdì pomeriggio Giovanni Pelizzari parlerà dell’epidemia di colera che nel 1836 investì il Bresciano

08/01/2011 12:00:00
Il colera a Bagolino e Ponte Caffaro Fra il 1836 e il 1837 il colera causò numerosissime vittime. In un libro di Alberto Vaglia le vicissitudini, tenute finora in ombra, di quel che accadde a Bagolino

17/12/2010 07:00:00
Il colera a Bagolino e Ponte Caffaro Sarà presentato a Bagolino il volume «L'epidemia di colera del 1836 a Bagolino e Ponte Caffaro», scritto da Alberto Vaglia.

09/11/2015 15:23:00
«Tracce d'arte bresciana» Nel nuovo libro del critico d’arte Simone Fappanni, maestri e autori contemporanei anche Valsabbini in una raccolta illustrata di testi critici. La presentazione del volume venerdì 13 novembre alla biblioteca di Vestone

27/02/2019 08:00:00
«Nemèria. La Seconda Rivolta degli Orchi» Questo giovedì, 28 febbraio, a Vestone la scrittrice valtrumplina Sara Cremini presenterà il suo libro fantasy, promosso dall’associazione “Vestone Amici della Storia” per gli importanti valori sociali che trasmette 



Altre da Vestone
21/03/2019

Un giorno da pompiere

Appuntamento con i Pompieri di Vestone dedicato ai piccoli dai 2 ai 6 anni quello organizzato dalla biblioteca di Sabbio Chiese per questo venerdì 22 marzo (2)

19/03/2019

60 mila auguri, Antonella!

La mitica “Teresa dé Vistù”, al secolo Antonella Pialorsi, ha acceso 60 candeline. Lo so, l’età di una donna non si dovrebbe mai dire, ma ho il suo permesso. (2)

19/03/2019

Per Gianpietro sono 36

Tantissimi auguri a Gianpietro di Nozza che proprio oggi, martedì 19 marzo, compie 36 anni 


 

18/03/2019

Open Day Sae

“Open Day Sae”. L’hanno chiamata così la due giorni che ha portato alla ribalta nazionale il virtuoso modello “ambientale” valsabbino. VIDEO (1)

15/03/2019

Il giardino dei cellulari

Il giardino dei cellulari è quello rinvenuto da un nostro lettore, Riccardo, a poche centinaia di metri dal Centro di raccolta di Vestone (1)

13/03/2019

«Quello che le donne non dicono»

Per la serie “Soggetto donna” in Auditorium a Vestone questo venerdì sera, uno show con Viviana Laffranchi ed Alessandro Arrighini


12/03/2019

Valsabbina, il 30 marzo l'assemblea dei soci

Tra i punti all’ordine del giorno, l’approvazione del bilancio di esercizio chiuso al 31 dicembre 2018 e il rinnovo di alcune cariche in scadenza

11/03/2019

Valsir, Oli e Marvon, borse di studio e riconoscimenti

Lo scorso sabato sono stati premiati, presso lo spazio Valsir Expo, i collaboratori con 20 e 30 anni di servizio. Ai figli dei dipendenti la consegna delle borse di studio “Niboli Silvestro” 

08/03/2019

Vita e i pensieri di un maestro nella Lombardia dell'Ottocento

Questo sabato nell’auditorium di Vestone, saranno presentati i due volumi che raccolgono i diari del maestro elementare Pietro Zani che insegnò in Valle Sabbia nel corso dell’Ottocento: una preziosa testimonianza della vita dell’epoca

05/03/2019

Motoclub Tre Laghi due, un buon inizio

Nella prima prova del campionato regionale minienduro FMI, i giovani piloti, alcuni al debutto, del motoclub valsabbino hanno portato a casa dei buoni risultati

Eventi

<<Marzo 2019>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia