Skin ADV
Sabato 23 Febbraio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    








22.02.2019 Sabbio Chiese

21.02.2019 Serle

22.02.2019 Bione

21.02.2019 Vestone

22.02.2019 Sabbio Chiese

23.02.2019 Villanuova s/C Roè Volciano

23.02.2019 Casto

21.02.2019 Preseglie

21.02.2019 Gavardo Valsabbia Muscoline Provincia

22.02.2019 Prevalle






03 Luglio 2012, 08.00
Valsabbia Valtrompia
Strade

Il pericoloso buio delle gallerie al Passo del Cavallo

di Fonte: Egidio Bonomi, «Giornale di Brescia», 1 luglio 2012
Nei tunnel che consentono di scavallare il passo tra Valtrompia e Valsabbia l'illuminazione troppo spesso manca, anche dopo le riparazioni effettuate dalla Provincia. Una situazione troppo pericolosa per automobilisti, centauri e ciclisti
 
Le gallerie sulla strada per la Valsabbia sono deliziosamente cieche, o quasi. I fari che dovrebbero rischiararle a giorno richiamano una bocca con qualche dente qua e là, per il resto, buio. Fari spenti ormai da mesi, ben oltre il settanta per cento del totale delle centinaia di punti luminosi ai lati delle tre gallerie più lunghe.
 
Quella corta (un duecento metri) non è dotata d’impianto dato che, oggettivamente, può farne a meno. Fosse un inconveniente episodico si potrebbe invocare l’esercizio della pazienza temporanea, in attesa del rimedio, ma i "lampioni" accecati sono divenuti routine e a ben poco valgono i mugugni degli automobilisti, dei motociclisti attirati in abbondanza dal percorso sinuoso, dei ciclisti che vogliono mettere alla prova fiato e “bottarelli” sulle lunghe salite e le precipitose discese, regalate con generosità da quell’arteria tra le montagne.
 
La manutenzione dell’intero tratto per la Valsabbia è in conto all’amministrazione provinciale, ma quando interviene - con la per nulla dovuta calma - a ripristinare le lampade, nel breve spazio di qualche giorno si riassapora il pastoso buio di sempre.
 
Non è dato sapere perché l’impianto salti quasi totalmente, il fatto è che salta e il ritorno del disagio e del pericolo vero è costante. Nel passaggio repentino dalla luce abbacinante (anche d’inverno nelle molte giornate d’azzurre stirato) al buio, i tunnel diventano un agguato maligno, anche perché, a un certo punto ,tra la terza e la quarta galleria vi sono una ventina di metri scoperti con effetto buio-luce- buio, per di più in presenza della curva cieca che immette nell’ultimo tunnel.
 
Dalla primavera all’autunno imperversano i ciclisti: a frotte percorrono il tragitto tra Lume e Valsabbia, panoramicamente gradevole,sportivamente impegnativo, terribilmente azzardato proprio perché i pedalatori, pensando che le gallerie sono rischiarate, non portano segnali luminosi di sorta.
 
Così è già avvenuto che qualcuno sia stato sbalzato di sella, fortunatamente senza conseguenze letali. Con ogni probabilità sarebbe da rivedere l’intero impianto elettrico, non si spiegherebbe altrimenti come mai la maggior parte dei fari salta poco dopo le riparazioni.
 
Insomma, il costo d’interventi plurimi, a scadenze inevitabili, è sicuramente molto più elevato della soluzione radicale. Il problema non è di scarsa rilevanza, tanto che anche in un recente Consiglio comunale è stato posto all’attenzione dell’amministrazione Vivenzi attraverso un’interpellanza dei partiti d’opposizione.
 
Il traffico sulla strada per la Valsabbia è semplicemente intenso. Nei giorni feriali s’infoltisce anche dei lunghi autocarri che da Sarezzo trasportano billette d’acciaio per le trafilerie di Odolo.
 
Nei fine settimana, ulteriore apporto di motori verso il vicino lago di Garda. La pericolosità è palpabile. Scongiuri e amuleti affinché non accada nulla di grave non … rischiarano le gallerie.
 
E poi, scettici come siamo, la scaramanzia non scongiura un bel nulla. Sarebbe davvero necessario e urgente intervenire con una sistemazione strutturale e non con riparazioni che durano il tempo di una ... notte, e poi è ancora buio pesto.
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID21560 - 03/07/2012 12:03:58 (roberto74) ma dai?
Che strano, non avrei mai detto che potesse funzionare qualcosa al primo colpo....ma è mai possibile che in un solo intervento si possa aggiustare qualcosa? Ci vogliono sempre molti interventi per far funzionare qualcosa sulle nostre strade...e come sempre mi insospettisco pensando male....chissà se a qualcuno conviene che ogni tanto ci sia qualche bel guasto da riparare per poter lavorare e guadagnare alle spalle dei poveri contribuenti....se solo qualche ente esterno e superpartes potesse controllare, salterebbero fuori gli altarini....ma anche in Valsabbia non si sta male....le colonnine SOS nelle gallerie realizzate oltre due anni fa sono ancora tristemente "in allestimento"....



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
09/12/2018 07:30:00
Nuova luce in galleria Dopo una serie di ritardi il 19 dicembre inizieranno i lavori per rifare l’illuminazione dei tunnel del passo del Cavallo fra Valsabbia e Valgobbia

15/10/2012 09:30:00
Paura del buio: come combatterla? La paura del buio fa parte di quelle fobie che si sviluppano già dal sesto mese di vita: i bambini si rendono conto dell'esistenza del mondo che gli circonda e riescono a sono in grado di distinguere fra situazioni sicure e di pericolo.

20/08/2013 08:00:00
Le 35 candeline della strada al Passo del Cavallo Il 12 agosto 1978 venne aperta quella strada provinciale 79 che mette tuttora in comunicazione Lumezzane e la Valtrompia con la Valsabbia, divenendo anche porta d'accesso privilegiata per i bacini lacustri di Iseo e Garda

28/07/2014 11:46:00
Buio pesto nelle gallerie al Cavallo Davvero poche le lampade in funzione all'interno delle gallerie che lungo la Provinciale numero 79 collegano la Val Trompia alla Valle Sabbia. Un disservizio di natura cronica


24/02/2013 08:40:00
«Death of a Shadow» per cogliere l'attimo del trapasso In corsa insieme ad altri quattro cortometraggi c'è questo film girato da Tom Van Avermaet che inquadra la storia di un collezionista di ombre colte nel momento di un omicidio o un trapasso fortuito. Arrivato a 10.000 restituirà la vita ai suoi aiutanti defunti



Altre da Valsabbia
22/02/2019

Appuntamenti del weekend

Ricco programma di eventi, spettacoli e concerti per questo fine settimana in Valle Sabbia, sul Garda, a Brescia e in provincia

21/02/2019

Sviluppo locale, pubblicati i primi bandi

Sono attivi da ieri, 20 febbraio, i primi bandi di finanziamento in attuazione del Piano di Sviluppo Locale 2014-2020 del GAL GardaValsabbia2020 

21/02/2019

Doppio depuratore, lo sconcerto dei comitati ambientalisti

Il comitato gavardese Gaia e Muscoline&Ambiente esprimono sgomento per quanto emerso nella riunione svoltasi sabato scorso presso la sede della Comunità del Garda, ribadendo la proposta di una separazione tra depurazione e scarico dei reflui depurati
(4)

20/02/2019

Emodinamica a Gavardo, fra annunci e promesse

All’annuncio del direttore generale dell’Asst del Garda sull’impossibilità di avere il servizio al nosocomio gavardese, risponde il consigliere regionale della Lega Massardi: “La partita non è chiusa” (2)

19/02/2019

«Il Chiese va risanato, no al doppio depuratore nel fiume»

Anche il consigliere regionale Ferdinando Alberti prende posizione sulla questione depuratore del Garda ribandendo il no al doppio impianto nel Chiese: “Ogni energia e risorsa devono essere utilizzate per il risanamento ed occorre evitare altri impatti sul fiume” (9)



18/02/2019

Massardi: «Alghisi convochi subito il tavolo tecnico»

Il consigliere regionale valsabbino della Lega chiede al presidente della Provincia di convocare con urgenza il tavolo tecnico, come previsto dall'incontro in Regione, per trovare una soluzione condivisa
(1)


18/02/2019

Per la Comunità del Garda il depuratore a Gavardo e Montichiari

Nell’assemblea di sabato dei Comuni gardesani ribadita la scelta “tecnica” di due depuratori nei comuni sull’asse del Chiese per i reflui dei paesi del lago (10)

18/02/2019

Come si amministra un Comune

C’è tempo fino a giovedì 21 febbraio per iscriversi al corso “ABC, Amministrare il Bene Comune” organizzato dalle Acli provinciali in collaborazione con le Acli della Valle Sabbia

16/02/2019

Un film western nel Savallese

Si intitola “Il sangue del cielo” e sarà girato a marzo tra Casto e Mura. Script e regista un giovane cineasta di Briale, studente dell’accademia Laba di Brescia 

16/02/2019

InEurope, con la Cassa Rurale

Daniele Tramontana, originario di Ponte Caffaro, è oggi in partenza per Marsiglia. Parteciperà ad un progetto di volontariato europeo

Eventi

<<Febbraio 2019>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia