Skin ADV
Mercoledì 21 Febbraio 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    




19.02.2018 Valsabbia Giudicarie

20.02.2018 Vobarno Valsabbia

20.02.2018 Barghe

19.02.2018

19.02.2018 Storo

20.02.2018 Vestone Gavardo Valsabbia

20.02.2018 Preseglie

19.02.2018 Valsabbia Garda Provincia

19.02.2018 Sabbio Chiese Roè Volciano

20.02.2018 Vobarno






25 Agosto 2015, 11.11
Valsabbia Provincia
Caccia

Varato il calendario venatorio

di c.f.
Per i seguaci di Diana è tempo di allenare i cani e lubrificare le doppiette in vista della nuova stagione venatoria che prenderà il via da domenica 20 settembre. Preapertura in pianura il 3 settembre solo per poche specie

Si avvicina la fine dell’estate con essa l’avvio della stagione di caccia. La Provincia di Brescia ha varato il calendario venatorio 2015-2016, con tre regolamenti specifici per la caccia da appostamento fisso, per la caccia vagante in pianura e nella zona Alpi.

Il via ufficiale sarà dato domenica 20 settembre, ma il calendario prevede un anticipo per la caccia in appostamento fisso e temporaneo a cornacchia grigia, cornacchia nera e tortora a partire da giovedì 3 settembre nelle giornate di giovedì e domenica fino alle 13.

Le disposizioni più complesse riguardano la zona Alpi, nella quale rientra la Valle Sabbia con il comprensorio C7.
Il territorio ricadente nella Zona faunistica delle Alpi è suddiviso in due comparti venatori: “Zona di maggior tutela” o
Comparto A e “Zona di minor tutela” o Comparto B.

Dal 20 settembre al 31 dicembre, nella Zona B, per tre giorni settimanali a scelta, fermo restando che è possibile praticare la caccia da appostamento temporaneo nelle zone poste entro il limite superiore della vegetazione d'alto fusto, sarà possibile cacciare le seguenti specie: Allodola, Beccaccia, Beccaccino, Cesena, Colombaccio, Cornacchia grigia, Cornacchia nera, Gazza, Ghiandaia, Merlo, Quaglia, Tordo bottaccio, Tordo sassello, Tortora (Streptopelia turtur), Alzavola, Canapiglia, Codone, Fischione, Folaga, Gallinella d'acqua, Germano, Marzaiola, Mestolone, Moretta, Moriglione, Pavoncella e Porciglione.
Le stesse potranno essere cacciate anche nella Zona A dall’1 ottobre al 30 novembre il mercoledì e la domenica.

Fagiano, Pernice rossa, Starna, Coniglio selvatico, Lepre comune, Minilepre, Volpe potranno essere cacciati nella Zona B dal 20 settembre al 30 novembre il mercoledì e la domenica; mentre nella zona A dall’1 ottobre al 30 novembre sempre il mercoledì e la domenica.
Coturnice delle Alpi, Gallo forcello (solo maschio), Pernice bianca e Lepre bianca Camoscio, Capriolo, Cervo e Muflone, fatta eccezione per le cacce di selezione sia per la Zona A sia per la B dall’1 ottobre al 30 novembre il mercoledì e la domenica.

Addestramento cani
L’addestramento e l’allenamento dei cani sono consentiti nella zona di minor tutela (Comparto B) di tutti i Comprensori tranne il C8 (Alto Garda), dal 22 agosto al 16 settembre, il mercoledì, il sabato e la domenica.
Nella zona dl maggior tutela (Comparto A) dei singoli Comprensori il mercoledì e la domenica dal 2 al 16 settembre, mentre nel CA7 della Valle Sabbia per il cane segugio il 6,  9 e 13 settembre, per il cane da ferma e da riporto il 16, 20, 23, 27 settembre.

Giornate di caccia e carniere
Durante l'intera stagione venatoria il cacciatore non può usufruire di più di 55 giornate di caccia, nel rispetto dei limiti di
carniere sotto indicati.
Durante l'intera stagione venatoria, fatto salvo il rispetto dei piani di prelievo più restrittivi adottati dai Comprensori alpini, il
limite dei capi prelevabili è:
- 1 capo tra gli ungulati, escluso il cinghiale e i capi prelevati in caccia di selezione;
- 4 capi di tipica di monte (Gallo forcello o Pernice bianca o Coturnice), con il limite di 3 capi annuali della stessa
specie;
- 8 capi di Lepre di cui al massimo 2 di lepre bianca
- 15 capi di Pernice rossa o Starna
- 20 capi di Fagiano
Per ogni giornata di caccia il limite dei capi prelevabili per cacciatore è:
- 2 capi di selvaggina stanziale anche della stessa specie, ad eccezione della Lepre comune, Lepre bianca, Coturnice,
Pernice bianca e Gallo forcello, di cui è consentito il prelievo di un solo capo per cacciatore.
-    30 capi di selvaggina migratoria, con il limite di 2 Beccacce e di 10 capi tra palmipedi e trampolieri.

Diverse sono le disposizioni per la caccia in pianura e per gli appostamenti fissi, che si possono consultare sul sito della Provincia.
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID60470 - 25/08/2015 11:43:31 (Tc) ...scusate...
cornacchia grigia, cornacchia nera,gazza,ghiandaia e volpe...queste chi le mangia...le altre specie citate cacciabili si posson mangiare ok...ma queste? Che serve cacciarle?O son specie invasive da limitare? La Ghiandaia lo e'??? Chiedo eh...per capire...grazie.


ID60471 - 25/08/2015 15:05:18 (Filippo Grumi) vero
Esatto, infatti per la cornacchia, ad esempio, possibile anche la cattura fatta da personale esperto e formato allo scopo con procedure ben definite tramite gabbie in funzione tutto l'anno.


ID60472 - 25/08/2015 17:09:56 (bertifly) per chiarezza
Alcuni chiarimenti: la ghiandaia è un uccello prelibato se cucinato in salmì, oppure stufato, come si usa in Toscana.Cornacchia nera, grigia e volpe sono specie invasive in forte aumento demografico, dovuto anche al fatto che integrano la loro dieta con i rifiuti che in abbondanza noi produciamo. Le cornacchie poi, come tutti i corvidi, sono uccelli estremamente intelligenti, e imparano facilmente a riconoscere le gabbie utilizzate per la loro cattura e se ne tengono ben lontane. Per queste ragioni è necessario il loro contenimento anche attraverso la caccia


ID60473 - 25/08/2015 17:13:26 (Tc) bertifly...
Grazie ora so qualcosa in piu'...;-) Pero' la ghiandaia in salmi non la sapevo proprio...e son appena tornata dalla Toscana...ma ho mangiato solo cinghiale e fiorentina...:-D



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
13/09/2016 18:54:00
Addestramento abusivo, quali sanzioni? Ci scrive Filippo Grumi, appassionato cacciatore, svelando una tematica "calda" per il mondo venatorio: l'addestramento dei cani, quando questo viene eseguito in luoghi e tempi non idonei. Giusto aumentare le sanzioni? 

10/08/2013 08:00:00
Ecco il calendario venatorio 2013-2014 La Provincia di Brescia ha approvato il Calendario Venatorio provinciale valido per la stagione di caccia per la vagante di pianura, zona alpi e per gli appostamenti fissi. In calo il numero di cacciatori

22/06/2008 00:00:00
Cani in prova con le starne Federcaccia di Bagolino e capannisti dell’Anuu Gasparotto di Concesio daranno vita oggi ad una gara di caccia su starne nell’area di addestramento cani esistente al Maniva.

20/09/2015 08:11:00
È l'ora delle doppiette Scatta da questa mattina la nuova stagione venatoria che si protrarrà per tutta la stagione autunnale fino all’inizio del nuovo anno

02/11/2017 07:35:00
Ognissanti antibracconaggio Giornata particolarmente impegnativa quella vissuta dagli agenti della Provinciale del distaccamento di Vestone il primo novembre



Altre da Provincia
19/02/2018

Il credito e la cooperazione in Valle Sabbia

Dopo l’Unità, l’Italia dovette adeguarsi ai Paesi occidentali più avanzati nell’industrializzazione, come la Germania, l’Inghilterra, la Francia...


19/02/2018

«Intrigo e amore»

Tre ore di spettacolo col fiato sospeso quello andato in scena al Teatro Sociale di Brescia a cura del Teatro Stabile di Genova 

17/02/2018

La Giornata del Gatto

Anche quest’anno nella giornata di oggi, 17 febbraio, si rende omaggio ai nostri amici felini. Nel pomeriggio, in città, sarà presente un gazebo di ENPA Brescia presso cui sarà possibile informarsi sulle attività dei volontari e sostenerle

16/02/2018

Appuntamenti del weekend

Ecco una selezione di eventi, concerti, spettacoli in cartellone questo fine settimana in Valle Sabbia, sul Garda, a Brescia e provincia

14/02/2018

Il problema del radon

Un gas radioattivo tanto cancerogeno da essere considerato la seconda causa di tumore al polmone dopo il fumo. Vediamo qualche dato sulle situazioni di rischio e le misure preventive nei Comuni bresciani e in particolare in quelli valsabbini

13/02/2018

Buona la prima

Iniziata bene la prima giornata di ritorno del campionato per le giovanissime del Brescia calcio femminile dove milita la vestonese Alessandra Zanaglio (1)

13/02/2018

In galleria arrivano le lampade a led

Attraverso un project financing la Provincia sostituirà le vecchie lampade con oltre 10mila led in tutte le gallerie da lei gestite, comprese quelle valsabbine. Un risparmio importante sia in bolletta che nei costi di manutenzione (7)

12/02/2018

Ubriacarsi a Carnevale

Fatti eclatanti descritti da Pino Maiolo, con gli adolescenti protagonisti, sono avvenuti a Terlano, in Alto Adige. Ma non sono molto diversi da quelli di cui ci si lamenta da tempo anche a Bagolino o a Storo. Che sta succedendo? Aggiornamento ore 20:50
(5)

12/02/2018

Autostrada o Metrò

In merito alla percorribilità della Valtrompia, servita da un'unina strada da troppo tempo congestionata, in attesa di adeguate soluzioni, Carlo Sabatti, già presidente della Comunità montana che si occupa dell'impluvio del Mella, dice la sua
(3)

09/02/2018

Agriturismi in espansione

Sempre più imprenditori agricoli interessati ad aprire la loro azienda all'attività agrituristica. A Brescia un corso di Terranostra

Eventi

<<Febbraio 2018>>
LMMGVSD
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia