Skin ADV
Mercoledì 23 Maggio 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


Narcisi

Narcisi

by Claudio



21.05.2018 Gavardo

22.05.2018

21.05.2018 Anfo

21.05.2018 Bione

21.05.2018 Vestone Lavenone

22.05.2018 Bagolino

22.05.2018 Idro Vobarno Valsabbia

23.05.2018 Vestone Lavenone

22.05.2018 Casto

21.05.2018 Vobarno






11 Luglio 2017, 15.16
Valsabbia Provincia
Ecotruffe

Traffico illecito di rifiuti

di red.
Dopo l'incendio avvenuto nel 2014 alla Trailer di Rezzato, amministrata dal sindaco vobarnese Beppe Lancini, è scattata un'operazione che ha portato ad indagare 26 persone e ad arrestarne due. Non sono stati coinvolti i vertici della Trailer

Dalle prime ore di questa mattina, a conclusione di una articolata e complessa attività d’indagine svolta dai Carabinieri del N.O.E. di Milano e coordinata dalla Procura della Repubblica di Brescia/D.D.A., i Carabinieri del Gruppo per la Tutela dell’Ambiente di Milano, in Lombardia, Piemonte, Liguria, Emilia Romagna, Lazio e Campania, in collaborazione con i Comandi Provinciali Carabinieri territorialmente competenti, hanno posto due persone agli arresti domiciliari e per una è stata disposta la misura interdittiva.

Sono seguite numerose perquisizioni e sequestro di beni, emesse dal G.I.P. di Brescia a carico di appartenenti a strutturata organizzazione criminale frutto di una joint venture tra aziende private e pubbliche, che di fatto hanno invertito il senso della rotta illegale dei rifiuti, portando a smaltimento in Lombardia e Piemonte circa 100.000 tonnellate di ecoballe provenienti dalla Campania.
 
Sono stati arrestati con l'accusa di traffico illecito di rifiuti P.B., 46 enne Amministratore Unico delle società “B&B s.r.l.” di Torre Pallavicina (BG) e della “B.P.S. s.r.l.” di Abbadia Lariana (LC), e G.E., 60enne capo impianto della società “ARAL s.p.a” di Castelceriolo (partecipata al 100% dalla Provincia di Alessandria), mentre D.S., 63enne broker della società “ECOSAVONA s.p.a” è stato colpito dalla misura interdittiva del divieto temporaneo e totale di esercitare uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese per 12 mesi. 
 
Complessivamente sono 26 le persone che risultano coinvolte nell’inchiesta ed indagate a vario titolo. 

L’indagine ha avuto avvio nell’ottobre del 2014 in seguito all’incendio sviluppatosi  all’interno del capannone della società “TRAILER spa” di Rezzato.

L'intervento dei carabinieri dei N.O.E. di Brescia e Milano e l’analisi delle prime risultanze investigative, infatti,  avevano fin da subito fatto emergere come, all’interno dell’impianto andato a fuoco, fossero state illecitamente messe in riserva oltre 1000 tonnellate di rifiuti solidi urbani provenienti da impianti campani in totale difformità con l’autorizzazione posseduta.
Trailer è risultata estranea al traffico, in quanto era in possesso di documentazione che attestata che si trattava di materiali regolarmente stoccabili nei suoi magazzini.
 
I successivi accertamenti delegati dalla Procura di Brescia e sviluppati dai militari del N.O.E. di Milano, anche con l’ausilio tecnico delle intercettazioni telefoniche e di videoriprese sugli impianti di trattamento, hanno evidenziato successivamente l’esistenza di una struttura organizzata e ormai ben rodata, costituita da più soggetti operanti nel settore dei rifiuti che, sfruttando le proprie potenzialità imprenditoriali, erano dediti allo smaltimento illecito di ingenti quantitativi di rifiuti speciali provenienti principalmente (ma non esclusivamente) dagli Stabilimenti di Tritovagliatura e Imballaggio Rifiuti urbani (in breve STIR) di Giugliano in Campania e Tufino, gestiti dalla società “S.A.P.NA spa” (Sistema Ambiente Provincia di Napoli). 

Il modus operandi utilizzato si era era ben consolidato nel corso del tempo ed era tanto semplice quanto efficace:

-in difformità alle prescrizioni di cui all’autorizzazione rilasciata ed ai contratti d’appalto sottoscritti, gli indagati ritiravano ingenti quantità di rifiuti speciali non pericolosi prodotti dal trattamento meccanico (definiti Frazione Secca ed Umida Tritovagliata ed Imballata) provenienti dagli stabilimenti “SAPNA spa” di Napoli,  “CO.LA.RI spa” di Roma, “ACAM spa” di La Spezia;

-attraverso fittizie operazioni di recupero e trattamento (consistenti nella mancata tritovagliatura della frazione secca e nella omessa stabilizzazione – per 21 giorni – della frazione umida) i rifiuti venivano successivamente portati a smaltimento, con la complicità di alcuni soggetti interni alle aziende stesse, presso i termoutilizzatori delle società “A2A AMBIENTE spa” di Brescia, “LOMELLINA ENERGIA srl” di Parona Lomellina (PV), “ARAL spa” di Castelceriolo (AL) ed  “ECOSAVONA srl” di Vado Ligure (SV);

-il trasferimento dei rifiuti avveniva su autotreni intestati a 3 società di trasporto conniventi (“RESSIA AUTOTRASPORTI & C.” di Alessandria, “AUTOTRASPORTI LUTEROTTI s.r.l.” di Brescia ed “EUROIMPRESA s.r.l.” di Novi Ligure), colpite dal provvedimento di sequestro preventivo emesso dall’A.G..

Di fatto, dunque, gli effetti delle azioni criminose poste in essere hanno avuto conseguenze sia in termini di inquinamento vero e proprio  - poiché negli impianti di smaltimento sono giunti rifiuti non trattati a norma di legge - che di inquinamento dei circuiti economici legali, visto che le economizzazioni derivanti dal mancato trattamento dei rifiuti hanno consentito, in sede di gara d’appalto, di avanzare offerte con ribassi d’asta difficilmente sostenibili per le aziende “sane”.

Condotte illecite che hanno consentito agli indagati di realizzare un ingiusto profitto quantificabile in circa 10.000.000 euro.

In ottemperanza ai provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria, in fase esecutiva si è proceduto inoltre al sequestro del capitale sociale delle società di trattamento rifiuti “B&B srl” di Torre Pallavicina (BG), “BPS srl di Abbadia Lariana” (LC) e “CRYSTAL AMBIENTE srl” di Brescia e di circa 80 automezzi utilizzati per il trasporto e movimentazione dei rifiuti, per un valore stimato superiore ai  6.000.000 di euro. 

Nel frattempo durante le perquisizioni, è stato acquisito altro materiale documentale, ora al vaglio per il prosieguo delle indagini.

. fonte: comunicato stampa
. foto di repertorio
Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG





Commenti:

ID72729 - 11/07/2017 23:13:58 (PETER72) Inquinatori
Pensando a chi specula con questi luridi "affari" e alle lungaggini giudiziarie che sfoceranno nelle solite impunibilita' e prescrizioni, mi viene in mente il Molleggiato e parafrasando una sua canzone dire "Vi odio tutti quanti, piangendo sola sola, la nostra salute se ne é andata, e voi ballate, e voi ballate, ballate ancora..."


ID72747 - 12/07/2017 17:23:25 (bob63) ada tae..
E' da un po' che si vuol portare i rifiuti riciclabili al 75%, e' sempre da un po' che mi chiedo... ma come faranno a far andare l'inceneritore ( che rende e parecchio ) se non ci sono i rifiuti ?? vuoi vedere che a noi ci rompono le palle dato che noi siamo ben disposti a farcele rompere, e poi i rifiuti vengono dalla Campania, ERA OVVIO


ID72748 - 12/07/2017 18:58:03 (Tc) bob63...pensa...
E' un dare e avere...noi bruciamo i loro e loro seppelliscono i i nostri...si mangia un po' tutti almeno...anche noi mangiamo,frutta e verdure campane ottime,fresche con quella punta di PCB,che normalmente e' una sostanza proveniente da aziende non presenti in Campania...;-)


ID72755 - 13/07/2017 14:39:51 (bob63) eco-balle, eco-mafie, eco-truffe
Caro TC non pensare che il mio pensiero sia a senso unico, mi fanno schifo entrambe le cose, ma ti garantisco che spesso le aziende danno i rifiuti speciali a caro prezzo ad aziende AUTORIZZATE SULLA CARTA che poi fanno le peggiori cose, un giorno ne scopriremo di capannoni pieni di materiali altamente pericolosi stoccati, il businnes e' enorme, quanto alle ecoballe Campane sono convinto che a giorni ne sentiremo delle belle.


ID72761 - 13/07/2017 21:09:16 (Tc) bob63
caro Bob...non metto minimamente in dubbio cio' che tu dici...anzi,son tutte cose che si sanno...e' inutile girarci intorno...a olte a pensa' mal l'e' pecat ,ma spess s'anduina...;-)



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
15/10/2014 11:54:00
A fuoco a Rezzato uno dei capannoni della Trailer L'incendio è scoppiato intorno alle 10 di questa mattina. La Trailer è l'azienda di trasporti di proprietà di Beppe Lancini, sindaco di Vobarno


16/10/2014 07:44:00
Plastica per il termovalorizzatore? I primi risultati delle analisi disposte dall'Arpa nei dintorni del capannone della Trailer, di proprietà di Beppe Lancini, sindaco di Vobarno, darebbero indicazioni rassicuranti in merito alla diffusione di diossine


18/05/2014 08:21:00
Elettorale Lancini «Da che parte dobbiamo partire? Bella domanda. A guardare i bisogni di Vobarno di cose da fare ce ne sono davvero tante» afferma Beppe Lancini

10/02/2015 07:39:00
Odolesi, non casalesi Non sono responsabili e per questo vanno assolti. Dieci anni dopo l'inchiesta che aveva portato anche al sequestro del loro stabilimento e al blocco per alcuni giorni della produzione

26/04/2014 15:17:00
A Vobarno si sfidano Barbiani e Lancini Sarà Paolo Barbiani a gestire il "dopo Panzera", alla guida di "Insieme per Vobarno". L'altro è Beppe Lancini, in cerca di rivincita con la coalizione "Uniti per Cambiare", il cui nome già da solo è tutto un programma




Altre da Valsabbia
23/05/2018

A Odolo un «sintetico» targato Raffmetal

Raffmetal ha annunciato un accordo con l'Ac Odolo che quest'estate porterà alla posa di un tappeto sintentico sull'unico campo "a undici" della Conca d'Oro


23/05/2018

Prevenire è meglio che curare

Il detto salutista ben si adatta anche ai comportamenti da tenere per strada. Cinquecento fra bimbi e ragazzini, sono stati coinvolti in “lezioni di vita” dagli agenti della Locale

22/05/2018

Finalisti nazionali

Greta Don, Denise Freddi e Andrea Alberti della V^ Amministrazione Finanza e Marketing del PERLASCA di Idro- Vobarno si sono classificati, con la loro impresa simulata "BURNAVOIDERS", fra le 15 migliori aziende d’Italia nel progetto "Young Business Talents"


18/05/2018

Funziona, grazie alla solidarietà di molti

A soli quattro giorni dall'inizio, grande successo per la raccolta di fondi a favore della ricostruzione della Casa delle Streghe di Casto
(3)

18/05/2018

Sorpresa: la Valle Sabbia non c'è più

Se questo è il risultato del nuovo corso lombardo, che ha affidato la promozione territoriale ad una “società istituzionale” c’è da spaventarsi (16)

18/05/2018

Alla scoperta dei sapori di Valle Trompia e Valle Sabbia

Un ricettario ricco di spunti tradizionali e rielaborazioni moderne proposte dallo chef Roberto Abbadati, dallo storico Marino Marini e dai ristoratori valligiani, frutto della prima edizione del laboratorio gastronomico delle Valli Resilienti (1)



16/05/2018

«Il passato è una terra straniera»

Il cineforum di sensibilizzazione contro il gioco d’azzardo promosso dalla Comunità montana di Valle Sabbia prosegue domani, giovedì 17 maggio, a Villanuova con una proiezione gratuita

15/05/2018

Arte e artigianato nei microcosmi montani

Giorgio Azzoni, direttore artistico del Distretto Culturale di Valle Camonica, nell’ambito del progetto Valli Resilieni, sarà ospite questo mercoledì a Casto per portare alcune esperienze significative di arte pubblica

15/05/2018

Dalla Valsabbia con 12 pullman per tifare Ducati

Valsir ha riservato una tribuna del “Circuito Enzo e Dino Ferrari” per collaboratori e famigliari in occasione della tappa di Imola del WorldSBK

14/05/2018

«La mia prima volta all'Adunata»

Un'emozione indescrivibile ed un immenso onore, poter partecipare all'Adunata Nazionale schierato nelle file della Fanfara Valchiese

Eventi

<<Maggio 2018>>
LMMGVSD
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia