Skin ADV
Mercoledì 24 Aprile 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Riflesso

Riflesso

di Paolo Salvadori



22.04.2019 Bione

22.04.2019 Vestone Sabbio Chiese Odolo

23.04.2019 Vestone

22.04.2019 Garda

22.04.2019 Villanuova s/C

22.04.2019 Roè Volciano Valsabbia

22.04.2019 Gavardo

23.04.2019 Pertica Bassa

23.04.2019 Val del Chiese

23.04.2019 Bione Provincia






24 Ottobre 2018, 09.42
Valsabbia Provincia
Bracconieri

Nella Bassa e in Valsabbia

di red.
Una lunga serie di illeciti penali, quelli svelati dai Carabinieri forestali di Vobarno in queste ultime settimane

Nel corso delle ultime settimane i Carabinieri Forestali della stazione di Vobarno, durante appositi servizi antibracconaggio, hanno deferito alla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Brescia n. 12 soggetti per la commissione di illeciti penali in danno della fauna selvatica.

Di questi tre sono risultati privi di licenza di porto di fucile uso caccia, in particolare, un 55enne residente a Montichiari veniva sorpreso a cacciare nelle campagne di Remedello con fucile e munizioni prestategli da un amico capannista, che lo stava ospitando presso il proprio appostamento.
Inoltre un minorenne veniva sorpreso in attitudine di caccia nel Comune di Montichiari, accompagnato dal padre residente ad Adro, il quale gli aveva lasciato la propria doppietta.

I proprietari dei fucili, sottoposti a sequestro, sono stati quindi denunciati per il reato di omessa custodia di armi, mentre per i due soggetti sprovvisti di licenza i reati contestati sono quelli di porto abusivo di arma comune da sparo e tentato furto venatorio.

La terza persona priva di licenza è un residente nel Comune di Mazzano a carico del quale è stata eseguita una perquisizione domiciliare su disposizione dell’Autorità Giudiziaria in quanto indiziato per aver compiuto vari atti di bracconaggio, catturando avifauna protetta mediante trappole a scatto tipo “sep”.
Nel corso della perquisizione sono state rinvenute, oltre a tali trappole ed alla fauna catturata, anche varie reti da uccellagione e gabbie a trappola, nonché numerose munizioni per carabina non denunciate per cui al bracconiere veniva contestato, oltre al furto venatorio, anche il reato di detenzione abusiva di munizioni.

Altre violazioni alla legge sulla caccia
accettate nei comuni di Preseglie, Poncarale, Rezzato, Ghedi e Calvisano (avvalendosi di richiamo acustico elettromagnetico, mezzo non consentito dalla legge 157/1992). In ciascuno di questi casi sono state sequestrate armi ed avifauna abbattuta, che comprendeva oltre alle specie cacciabili anche esemplari tutelati quali pettirosso, fringuello, migliarino di palude.

Altri due cacciatori sono stati trovati in possesso di uccelli di specie selvatica (anche appartenenti a specie protette dalla Convenzione di Berna) privi di anello identificativo inamovibile, pertanto essendo illecitamente detenuti in funzione di richiamo sono stati sottoposti a sequestro.

Fra le infrazioni più comuni quella dell’omessa annotazione sul tesserino venatorio della fauna abbattuta subito dopo l’abbattimento.
E’ da fare, come espressamente previsto dalla legge.


Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID78035 - 24/10/2018 10:27:10 (tiger68) tranquilli
Tranquilli vedrete che dopo tutti si pentiranno e chiederanno l'iscrizione al wwf o quanto meno si adopereranno per l'aiuto ad associazioni animaliste! Scherzi a parte, auspico vengano applicate multe piu sostanziose, perchè solo quando si va a toccare il portafoglio che uno prima di agire in questo modo ci pensa due volte, inoltre divieto di licenza di caccia a vita per questi soggetti.


ID78036 - 24/10/2018 11:34:01 (bagolino) info
Ogni settimana vedo articoli di bracconieri che vengono presi con animali proibiti/protetti, mi piacerebbe almeno una volta vedere un articolo che omaggia i cacciatori onesti! Es avere un bilancio di quante persone vengono controllate e quante risultano non regolari. (perch di cacciatori onesti ce ne sono tanti)


ID78038 - 24/10/2018 15:55:26 (ubaldo) Piacerebbe anche a noi 'bagolino'
..avere una redazione con una decina almeno di giornalisti. Potremmo provare a scrivere articoli come piacciono ad un numero ancora maggiore di lettori. Sono le spietate leggi di mercato ad impedircelo. In questo caso però cacciatori o associazioni venatorie della Valle potrebbero darci una mano, aiutandoci nella pubblicazione di una rubrica dedicata alla caccia, ma anche solo facendoci avere quei dati che lei vorrebbe trovare nei nostri articoli. Non credo ad ogni modo che i cacciatori abbiano bisogno di essere "omaggiati", semmai raccontati anche per le cose buone (tante) che fanno.


ID78040 - 24/10/2018 17:54:11 (Tc) ma...
quanti ne saranno restati di veri ed onesti cacciatori? Il limite tra caccia e bracconaggio si assottiglia sempre piu'...non ho mai sentito un cacciatore onesto denunciare un bracconiere,eppure frequentano le stesse zone entrambi...


ID78041 - 24/10/2018 20:40:21 (Giacomino) Alquanto scottante
come argomento



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
14/10/2016 08:26:00
Preso con le mani... nella rete
Sospettavano ci fosse dell’avifauna protetta come lucherini e passere scopaiole, così i forestali del Nucleo Operativo Antibracconaggio (Noe) si sono avvicinati di nascosto a quell’abitazione isolata di Bione


18/10/2017 17:15:00
Altri bracconieri nella rete dei Forestali Prosegue l’azione di contrasto al bracconaggio, che ha visto impegnati i carabinieri forestali di Vobarno in quel di Brescia e i colleghi di Gavardo a Vallio e Serle

02/09/2017 11:29:00
Forestali valsabbini in azione a Remedello Ancora una volta i Carabinieri Forestali delle Stazioni  di Gavardo, Brescia e Vobarno hanno brillantemente portato a termine una specifica attività finalizzata al contrasto dell’odiosa pratica del bracconaggio che impoverisce la fauna mettendo a rischio la sopravvivenza di numerose specie protette

07/10/2017 18:08:00
Contrasto alle pratiche illecite In azione, anche nella Bassa bresciana, gli uomini della stazione gavardese dei carabinieri forestali


21/11/2017 07:58:00
Nei guai bracconiere di Levrange Posizionava trappole del tipo “Sep” ed è stato sorpreso dai carabinieri forestali di Vestone. In azione ad Agnosine e Roè anche i colleghi di Vobarno



Altre da Valsabbia
22/04/2019

Dalle invernali alle estive

Il cambio gomme in autunno è obbligatorio, fino al 15 aprile (se non si vuol viaggiare con le catene). Non viene imposto di fare altrettanto a primavera, se il codice velocità lo permette. Forse però conviene. Ne abbiamo parlato con Stefano di Scalo Gomme


21/04/2019

Quotidianità in tempo di guerra

Con l’avvicinarsi del 25 aprile prendono il via le celebrazioni per il 74° anniversario della liberazione. Le persone, dirette testimoni dei fatti avvenuti durante la 2°guerra mondiale, ci stanno lasciando

20/04/2019

A Pasqua si corre ...con lo sconto

Il comitato organizzatore della Ivars Tre Campanili ha deciso di fare un bellissimo regalo a tutti i Runners che vogliono iscriversi il giorno di Pasqua

18/04/2019

Potature

«In 50 anni non ho mai visto tagli di questo tipo. Si tratta di potature brutte, inefficaci e probabilmente anche inutilmente costose» (6)

18/04/2019

Buona Pasqua da Avis Vallesabbia

Auguriamo una Pasqua serena ovunque voi siate. Ai donatori, ai riceventi. A chi è al lavoro e a chi è in vacanza. Ai volontari delle altre associazioni, a tutti proprio a tutti (1)

18/04/2019

Il miglior bilancio degli ultimi 10 anni

La Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella, a pochi giorni dall’Assemblea, presenta conti lusinghieri, ottenuti senza derogare al ruolo di motore economico e sociale assunto sul territorio. VIDEO


17/04/2019

Stanziamenti per l'Antincendio boschivo

Raddoppiate rispetto all’anno scorso le risorse assegnate da Regione Lombardia ai parchi e alle Comunità montane per le squadre Aib


17/04/2019

Valli Resilienti, il punto a Lavenone

In occasione di un incontro che ha avuto luogo lunedì a Vestone, Valli Resilienti ha fatto il punto sulle azioni intraprese fino ad ora per lo sviluppo socio-economico delle "zone alte" di Valsabbia e Valtrompia


16/04/2019

21 milioni per le Valli Bresciane

Grazie ad un accordo quadro sullo sviluppo territoriale, a Valcamonica, Valtrompia e Valsabbia dalla Regione Lombardia arrivano 10 milioni di euro per la realizzazione di interventi per 21 milioni


15/04/2019

L'India ama il marmo bresciano

Presso il Consolato dell’India a Milano un incontro dei rappresentanti delle aziende estrattive del marmo di Botticino e degli amministratori locali per agevolare l’esportazione verso il paese asiatico

Eventi

<<Aprile 2019>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia