Skin ADV
Mercoledì 23 Gennaio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    








21.01.2019 Valsabbia

21.01.2019 Serle Prevalle

21.01.2019 Val del Chiese

21.01.2019 Salò Valsabbia Garda Valtenesi Provincia

21.01.2019 Valtenesi

22.01.2019 Barghe

22.01.2019 Storo

21.01.2019 Prevalle

22.01.2019 Gavardo Prevalle

21.01.2019






24 Ottobre 2018, 09.42
Valsabbia Provincia
Bracconieri

Nella Bassa e in Valsabbia

di red.
Una lunga serie di illeciti penali, quelli svelati dai Carabinieri forestali di Vobarno in queste ultime settimane

Nel corso delle ultime settimane i Carabinieri Forestali della stazione di Vobarno, durante appositi servizi antibracconaggio, hanno deferito alla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Brescia n. 12 soggetti per la commissione di illeciti penali in danno della fauna selvatica.

Di questi tre sono risultati privi di licenza di porto di fucile uso caccia, in particolare, un 55enne residente a Montichiari veniva sorpreso a cacciare nelle campagne di Remedello con fucile e munizioni prestategli da un amico capannista, che lo stava ospitando presso il proprio appostamento.
Inoltre un minorenne veniva sorpreso in attitudine di caccia nel Comune di Montichiari, accompagnato dal padre residente ad Adro, il quale gli aveva lasciato la propria doppietta.

I proprietari dei fucili, sottoposti a sequestro, sono stati quindi denunciati per il reato di omessa custodia di armi, mentre per i due soggetti sprovvisti di licenza i reati contestati sono quelli di porto abusivo di arma comune da sparo e tentato furto venatorio.

La terza persona priva di licenza è un residente nel Comune di Mazzano a carico del quale è stata eseguita una perquisizione domiciliare su disposizione dell’Autorità Giudiziaria in quanto indiziato per aver compiuto vari atti di bracconaggio, catturando avifauna protetta mediante trappole a scatto tipo “sep”.
Nel corso della perquisizione sono state rinvenute, oltre a tali trappole ed alla fauna catturata, anche varie reti da uccellagione e gabbie a trappola, nonché numerose munizioni per carabina non denunciate per cui al bracconiere veniva contestato, oltre al furto venatorio, anche il reato di detenzione abusiva di munizioni.

Altre violazioni alla legge sulla caccia
accettate nei comuni di Preseglie, Poncarale, Rezzato, Ghedi e Calvisano (avvalendosi di richiamo acustico elettromagnetico, mezzo non consentito dalla legge 157/1992). In ciascuno di questi casi sono state sequestrate armi ed avifauna abbattuta, che comprendeva oltre alle specie cacciabili anche esemplari tutelati quali pettirosso, fringuello, migliarino di palude.

Altri due cacciatori sono stati trovati in possesso di uccelli di specie selvatica (anche appartenenti a specie protette dalla Convenzione di Berna) privi di anello identificativo inamovibile, pertanto essendo illecitamente detenuti in funzione di richiamo sono stati sottoposti a sequestro.

Fra le infrazioni più comuni quella dell’omessa annotazione sul tesserino venatorio della fauna abbattuta subito dopo l’abbattimento.
E’ da fare, come espressamente previsto dalla legge.


Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID78035 - 24/10/2018 10:27:10 (tiger68) tranquilli
Tranquilli vedrete che dopo tutti si pentiranno e chiederanno l'iscrizione al wwf o quanto meno si adopereranno per l'aiuto ad associazioni animaliste! Scherzi a parte, auspico vengano applicate multe piu sostanziose, perchè solo quando si va a toccare il portafoglio che uno prima di agire in questo modo ci pensa due volte, inoltre divieto di licenza di caccia a vita per questi soggetti.


ID78036 - 24/10/2018 11:34:01 (bagolino) info
Ogni settimana vedo articoli di bracconieri che vengono presi con animali proibiti/protetti, mi piacerebbe almeno una volta vedere un articolo che omaggia i cacciatori onesti! Es avere un bilancio di quante persone vengono controllate e quante risultano non regolari. (perch di cacciatori onesti ce ne sono tanti)


ID78038 - 24/10/2018 15:55:26 (ubaldo) Piacerebbe anche a noi 'bagolino'
..avere una redazione con una decina almeno di giornalisti. Potremmo provare a scrivere articoli come piacciono ad un numero ancora maggiore di lettori. Sono le spietate leggi di mercato ad impedircelo. In questo caso però cacciatori o associazioni venatorie della Valle potrebbero darci una mano, aiutandoci nella pubblicazione di una rubrica dedicata alla caccia, ma anche solo facendoci avere quei dati che lei vorrebbe trovare nei nostri articoli. Non credo ad ogni modo che i cacciatori abbiano bisogno di essere "omaggiati", semmai raccontati anche per le cose buone (tante) che fanno.


ID78040 - 24/10/2018 17:54:11 (Tc) ma...
quanti ne saranno restati di veri ed onesti cacciatori? Il limite tra caccia e bracconaggio si assottiglia sempre piu'...non ho mai sentito un cacciatore onesto denunciare un bracconiere,eppure frequentano le stesse zone entrambi...


ID78041 - 24/10/2018 20:40:21 (Giacomino) Alquanto scottante
come argomento



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
14/10/2016 08:26:00
Preso con le mani... nella rete
Sospettavano ci fosse dell’avifauna protetta come lucherini e passere scopaiole, così i forestali del Nucleo Operativo Antibracconaggio (Noe) si sono avvicinati di nascosto a quell’abitazione isolata di Bione


18/10/2017 17:15:00
Altri bracconieri nella rete dei Forestali Prosegue l’azione di contrasto al bracconaggio, che ha visto impegnati i carabinieri forestali di Vobarno in quel di Brescia e i colleghi di Gavardo a Vallio e Serle

02/09/2017 11:29:00
Forestali valsabbini in azione a Remedello Ancora una volta i Carabinieri Forestali delle Stazioni  di Gavardo, Brescia e Vobarno hanno brillantemente portato a termine una specifica attività finalizzata al contrasto dell’odiosa pratica del bracconaggio che impoverisce la fauna mettendo a rischio la sopravvivenza di numerose specie protette

07/10/2017 18:08:00
Contrasto alle pratiche illecite In azione, anche nella Bassa bresciana, gli uomini della stazione gavardese dei carabinieri forestali


21/11/2017 07:58:00
Nei guai bracconiere di Levrange Posizionava trappole del tipo “Sep” ed è stato sorpreso dai carabinieri forestali di Vestone. In azione ad Agnosine e Roè anche i colleghi di Vobarno



Altre da Valsabbia
22/01/2019

Teseo accoglie i server di Bedizzole

Il Comune di Bedizzole ha scelto la sicurezza digitale e la razionalizzazione garantite dalla piattaforma virtuale Teseo, il “cloud montano” ideato da Secoval, società partecipata di Comunità Montana di Valle Sabbia 

21/01/2019

MetodoBianchini: l'innovativo metodo dimagrante a Salò

Cosa c’è di meglio di rimettersi in forma velocemente e senza fatica dopo le abbuffate natalizie?
MetodoBianchini, l’innovativo metodo che ha già fatto dimagrire migliaia di persone in tutta Italia ti aspetta a Salò.


21/01/2019

Le novità per il nuovo anno

Anno nuovo... nuove abitudini, anche nella raccolta porta a porta dei rifiuti. Cambiano, in modo diverso di paese in paese, tempi di esposizione, frequenza e giorni della raccolta. Obiettivo razionalizzare per migliorare il servizio
(17)

19/01/2019

Boschi distrutti, fondi per gli interventi di recupero

Dalla Regione uno stanziamento per il taglio degli alberi caduti, ripristinare versanti, strade e sentieri danneggiati dalla tromba d’aria di fine ottobre scorso (1)

18/01/2019

Grazie Mauro, padre affidatario

Una persona speciale prematuramente scomparsa alla quale il Servizio Affidi della Comunità montana di Valle Sabbia vuole esprimere un sentito ringraziamento

18/01/2019

Appuntamenti del weekend

Ecco una selezione di eventi, concerti, spettacoli in cartellone questo fine settimana in Valle Sabbia, sul Garda, a Brescia e provincia


17/01/2019

Preso il sequestratore, Mirko è libero

Svolta nelle indagini sul sequestro dell’operaio 45enne di Gavardo, ritrovato vivo. In manette è finito il suo rapitore, il marocchino 37enne che l’ha tenuto prigioniero per quasi due giorni.
Aggiornamento ore 7
(6)

17/01/2019

Lombardia - Sicilia uno a zero

Bella e brava, lo chef bagosso Sara Scalvini ha surclassato il collega Peppe Aloisi che nella trasmissione “Cuochi d’Italia” rappresentava la Sicilia (2)

17/01/2019

Un impiegato per il Gal

C’è tempo fino a lunedì 21 gennaio per partecipare al bando indetto dal Gal GardaValsabbia2020 per l’assunzione di un addetto alla segreteria amministrativa e istruttore tecnico


17/01/2019

Una nuova Materna per Casto

Profondamente rinnovata la struttura, che diventa comunale, come la gestione che rimane in carico alla Fondazione Ugo Lucchini. Nuova vita per la scuola dell’Infanzia di Casto



Eventi

<<Gennaio 2019>>
LMMGVSD
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia