Skin ADV
Giovedì 20 Settembre 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    



19 Febbraio 2018, 08.40
Valsabbia Garda Provincia
La nostra storia

Il credito e la cooperazione in Valle Sabbia

di Giuseppe Biati
Dopo l’Unità, l’Italia dovette adeguarsi ai Paesi occidentali più avanzati nell’industrializzazione, come la Germania, l’Inghilterra, la Francia...

...L’economia sentì la necessità di organizzare la raccolta di capitali liquidi per finanziare le imprese nascenti, piccole e grosse, industriali e agricole.
Lo si fece mediante istituzioni di credito, dapprima sotto forma di banche popolari e poi con casse di tipo cooperativo.

Nel giro di un ventennio a partire dal 1865, su iniziativa dei liberali soprattutto zanardelliani, sorsero nel Bresciano otto banche popolari, ma nessuna in Valle Sabbia.

Le due grandi banche attuali bresciane sorsero come società cooperative: il Credito Agrario Bresciano nel 1883 per iniziativa degli zanardelliani e la Banca S. Paolo nel 1888 ad opera dei cattolici.
Quest’ultima aprì nel medesimo anno di fondazione un’agenzia a Bagolino e due anni dopo uno sportello a Nozza.

Sempre nel 1890 i
cattolici di Vobarno costituirono su base cooperativa la “Piccola banca agricola di S. Isidoro”, la quale aprì una succursale a Gavardo e due agenzie a Preseglie e a Polpenazze.

Gli zanardelliani costituirono
una “Cassa cooperativa” a Gavardo nel 1896, mentre l’anno successivo, ancora come cooperativa, cominciò a funzionare a Nozza la cattolica “Piccola banca valsabbina di S. Pietro”, che aprì agenzie ad Agnosine, a Vestone e ad Idro (nel 1928 questa banca venne incorporata dalla S. Paolo di Brescia).

Nel 1898 gli zanardelliani valsabbini costituirono la “Cassa cooperativa di credito valsabbina” con sede a Vestone, aprendo successivamente agenzie ad Agnosine, Casto ed Odolo.
Nel 1941 questa cassa assunse l’attuale denominazione di “Banca cooperativa valsabbina”.

Le banche cattoliche vennero istituite per sottrarre agli istituti di credito liberali (che erano i più diffusi) la clientela cattolica così da offrire anche una base economica al moltiplicarsi delle iniziative in campo sociale, economico e religioso del proprio movimento.
Nel 1911 sorse a Vobarno una “Banca popolare”, ma ebbe vita breve: si sciolse dodici anni dopo.

Per mettere i contadini e i piccoli artigiani in condizione di sfuggire all’usura, nacquero nel 1901, per iniziativa cattolica, tre Casse rurali ad Anfo, a Bagolino, a Prandaglio e una quarta l’anno seguente a Volciano.
Esse misero a disposizione i capitali necessari a condizioni convenienti anche perché le aziende non precipitassero le vendite dei raccolti a sottocosto, sfavorendo in tal modo la speculazione dei grossisti.

In questo periodo nacque una cantina sociale a Prandaglio, largamente sostenuta dalla locale Cassa rurale.
Sotto forma di cooperazione funzionava già nel 1899 la “Latteria sociale di Lavenone”, dove nel 1902 sorse una “Società di assicurazione contro la mortalità del bestiame bovino”, contemporanea a un’altra similare sorta a Gazzane di Preseglie.

Un altro aspetto della cooperazione fu quello che riguardò la difesa del consumatore e qui, più che i cattolici che pure istituirono nel 1900 la cooperativa di consumo “Consociazione agricola di S. Isidoro” a Vobarno, si distinsero forze laiche e socialiste che crearono l’”Associazione agricola della Quadra di Gavardo” (1900), la “Cooperativa addetti stabilimento Migliavacca-Gavardo” e la “Cooperativa di consumo operai e agricoltori” a Volciano (1902).

di Giuseppe Biati


Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
02/04/2015 15:04:00
Credito cooperativo, storia e attualità Il direttore generale della Cassa Rurale Davide Donati ed il presidente Andrea Armanini, insieme ad alcuni dirigenti dell’istituto di credito, sono intervenuti ad un incontro promosso dal Rotary Valle Sabbia a Gavardo per conoscere da vicino la realtà del credito cooperativo

04/02/2016 13:10:00
Azione 2020, nuovo sistema agroambientale per Garda e Valsabbia Il progetto congiunto delle Comunità montane di Valle Sabbia e del Parco Alto Garda Bresciano prevede interventi per oltre 13 milioni di  euro su 43 comuni. L'obiettivo è stimolare la cooperazione per potenziare filiere produttive, energie rinnovabili e turismo rurale

03/01/2018 09:04:00
Il rito del «Canto della Stella» Un tempo, ma anche oggi in una rivisitata tradizione, in Valle Sabbia, la gente nella notte che precedeva l’Epifania vegliava fino a notte fonda, in attesa della “Stella”

19/11/2015 16:55:00
Una riflessione A margine della presentazione della ristampa anastatica de “Il Ribelle” e “Brescia libera”, lo storico Giuseppe Biati ci ha regalato questo intervento. Dà indicazioni sul futuro di tutti noi. Lo pubblichiamo volentieri


15/09/2016 15:50:00
«Lui scende a Nozza o a Vestone?» E' trascorso un anno dalla scomparsa di Pino Greco, montanaro degli Abruzzi e più valsabbino dei valsabbini. Beppe Biati oggi ci dà modo di ricordarlo. Lo facciamo molto volentieri



Altre da Garda
20/09/2018

Doppietta per Silviu Culea

L’atleta della Società Canottieri Garda Salò si conferma Campione italiano assoluto in singolare e in doppio di tennis wheelchair. E si prepara alle Paralimpiadi di Tokyo 

18/09/2018

«Tremosine By Night», un'edizione di successo

Ecco tutti i risultati della spettacolare cronoscalata in notturna affrontata da più di 200 atleti lo scorso sabato, lungo la mitica ascesa della “Forra” 

17/09/2018

Ginnastica artistica con Dafne

A Sabbio Chiese, Puegnago del Garda, Salò e Gavardo, sono già attivi i corsi organizzati dall'A.S.D. Artistica Dafne, che offrono la possibilità di trovare la dimensione per la propria crescita tecnica, emotiva e consapevole. Ecco come partecipare

17/09/2018

Arresto per spaccio

Nei guai un 35enne di origine albanese fermato a Toscolano dai carabinieri locali in collaborazione coi colleghi di Vobarno
  (1)

16/09/2018

Fabbrica aperta per i 50 anni di Feralpi

Il presidente di Confindustria Boccia, tante autorità e tanta gente per i festeggiamenti del prestigioso traguardo raggiunto del gruppo siderurgico di Lonato con origini odolesi, con l'acciaieria per l'occasione aperta al pubblico


14/09/2018

Al via il primo Ferraboli Challenge

Sabato 15 e domenica 16 settembre presso il palazzetto di Lonato andrà in scena il Ferraboli Challenge 2018, quadrangolare cestistico di assoluto livello C Gold

14/09/2018

Tremosine By Night, un'emozione e cent'anni di storia

L’attesissima cronoscalata è in programma per domani, 15 settembre. Il via nel pomeriggio con la versione "Mini", dedicata ai più piccoli; poi emozioni e spettacolo con la corsa attraverso i 100 anni di storia della "Forra" 

14/09/2018

Niente più disagi nei trasporti scolastici

Dalla prossima settimana per gli studenti residenti in Valle del Chiese e frequentanti gli istituti scolastici di Riva del Garda e della Valle Sabbia fare ritorno a casa dopo la scuola sarà molto più semplice 

11/09/2018

Frontale sulla 45Bis

L’incidente, piuttosto grave, lungo la 45Bis in territorio di Gardone Riviera. Numerosi i feriti fra i quali dei bambini
(5)

09/09/2018

Al via la vendemmia del lugana

È iniziata infatti la raccolta delle uve di varietà Turbiana nella zona del Lugana, l'area a denominazione d’origine controllata (DOC) di circa 2000 ettari a cavallo tra le province di Brescia e Verona in cui si produce l'omonimo vino bianco. Le aspettative e l'opinione degli esperti




Eventi

<<Settembre 2018>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia