Skin ADV
Giovedì 23 Marzo 2017
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    




21.03.2017 Bagolino Valsabbia

22.03.2017 Vestone Valsabbia

21.03.2017 Bione Agnosine Odolo Preseglie Valsabbia

21.03.2017 Bione

22.03.2017 Agnosine

21.03.2017 Vobarno

22.03.2017 Valsabbia Provincia

21.03.2017 Casto

23.03.2017 Valsabbia

21.03.2017 Giudicarie Storo



10 Gennaio 2017, 15.00
Valsabbia
Terremoto in centro Italia

Un aiuto concreto

di Davide Vedovelli
Sovversivi del Gusto, Asilo Notturno di Brescia, passione e volontariato: una rete pro-terremoto che parte dalla Valle Sabbia per dare un aiuto concreto alle popolazioni colpite dal sisma in centro Italia

Oggi vi racconta una bella storia, che complice la passione per il buon cibo, l'attaccamento al territorio e alle tradizioni culinarie locali, parte dalla Valle Sabbia, e più precisamente da Adriano Liloni, gestore del ristorante Pegaso e promotore di tantissime iniziative benefiche, e arriva a Cascia, una delle frazioni colpite duramente dal sisma di dell''autunno scorso in centro Italia.

L'ingrediente che accomuna questo gruppo di persone che ho avuto la fortuna di conoscere sabato pomeriggio è la passione e la concretezza. Passione per il buon cibo e per una produzione sostenibile e attenta all'ambiente, passione e attenzione ai piccoli produttori locali e attenzione a chi ha bisogno di una mano.

Questo gruppo di persone, formatosi grazie all'energia incontenibile di Adriano, energia alla quale è impossibile restare indifferenti, si è attivato subito dopo il sisma che ha colpito il centro Italia ed è partito per dare un aiuto concreto ed immediato alla popolazione. Senza perdere troppo tempo si sono dati da fare cogliendo l'esigenza e l'urgenza espressa dalla popolazione colpita dal sisma.

Scambio qualche parola con Andrea, volontario di Capriano del Colle e venuto in contatto con i Sovversivi del Gusto nel 2001. Grazie alla collaborazione con L'Asilo Notturno di Brescia e alla rete creatasi hanno iniziato subito a raccogliere fondi per terremotati, poi hanno raccolto vestiti, provviste alimentari grazie al contributo di tutti i produttori locali e alcune stufe e Roulotte.

Utilizzando gratuitamente il loro tempo e le proprie ferie sono partiti per un primo viaggio ad iniziano novembre e la loro attività si è concentrata su una piccola frazione, Cascia, che rispetto ad altri luoghi è stata meno sotto i riflettori e più abbandonata rispetto ad altri luoghi.
Una volta entrati in contatto con la popolazione, la protezione civile e dopo essersi resi conto di persona delle esigenze e della drammaticità della situazione hanno organizzato in men che non si dica un secondo viaggio, verso metà novembre con un camion di vestiti. Un terzo viaggio è stato poi effettuato invece a fine novembre.

La desolazione, la tristezza e lo sconforto della gente sono state le prime immagini che hanno colpito ed impressionato questo gruppo di volontari e che li ha portati a dare vita ad un impegno continuativo e costante nel tempo.
Il rischio – racconta  Andrea – è che dopo i primi giorni di entusiasmo e attenzione, i riflettori si spengano e la popolazione venga abbandonata a se stessa.

Quest'attività è possibile grazie anche al coinvolgimento dell'Asilo Notturno di Brescia e dell'iniziativa “Cascia nel cuore” ad opera del Fate Bene Fratelli. Uno tra gli obiettivi che si sono dati e che porteranno a compimento entro fine febbraio è la ricostruzione di una stalla di 200 mq di un allevatore. La pioggia e il freddo ha messo a rischio tutti gli animali presenti in questa stalla, unica fonte di sopravvivenza per questa famiglia e le mucche non possono però attendere i tempi della burocrazia...c'era bisogno di un aiuto subito e concreto.
A tal proposito è diventata fondamentale l'esperienza di Massimo Postini, direttore dell'Asilo Notturno di Brescia, che da alloggio a 350 senzatetto o persone in seria difficoltà.

Scambiando qualche parola con lui mi colpisce la sua capacità di arrivare velocemente al nocciolo del problema e di identificare la strada più breve per risolverlo nel minor tempo possibile.

Tutte queste persone che ho avuto la fortuna di incontrare sono “gente del fare”, persone che non delegano, che non dicono “ci penserà qualcun altro” ma che in prima persona, mettendo a disposizione il proprio tempo e le proprie energie danno un aiuto concreto. Ad inizio febbraio torneranno a Cascia portando due roulotte e altri beni di prima necessità e cominceranno i lavori per la ricostruzione della stalla.

Racconteremo dalle pagine di Vallesabbianews tutto l'evolversi della situazione, orgogliosi di avere sul territorio persone come loro. Tutti possiamo dare una mano concreta e chiunque volesse può contattare Adriano Liloni (gestore del Ristorante Pegaso a Soprazocco) per capire di cosa c'è bisogno. È stato anche realizzato un documentario che spero di potervi su queste pagine.
Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
19/11/2016 09:32:00
«Gnoccolata» solidale L’iniziativa benefica è in programma questa sera alle 20 all’oratorio di Collio di Vobarno. Il ricavato andrà a favore delle popolazioni del centro Italia colpite dal terremoto.

25/08/2016 11:40:00
Terremoto e vecchi tragici ricordi Terremoto nel centro Italia, e i ricordi volano inevitabilmente al sisma che colpì la Valle Sabbia e il Garda nel 2004

20/09/2016 10:01:00
Raccolta materiale didattico Il Comitato Genitori dell'I.C. di Gavardo organizza per sabato 24 settembre, una raccolta di materiale didattico per aiutare le popolazioni colpite dal terremoto

28/08/2016 14:07:00
Terremoto ed eccessi della comunicazione Dalla vicenda del terremoto nel centro Italia degli ultimi giorni, sta emergendo in tutta la sua evidenza il peso (positivo o negativo) della comunicazione mediatica quando si verifica un’emergenza, un evento critico inatteso o una calamità.

08/11/2016 16:00:00
Uniti per Amatrice Generosità anche dalla Valle Sabbia attraverso il gruppo spontaneo “Terremoto Amatrice Aiutiamoli zona Brescia” che con il terzo viaggio ha consegnato il materiale raccolto alla Protezione Civile di Amatrice



Altre da Valsabbia
23/03/2017

La «Zobia mata»

Oggi, giorno di metà quaresima, anche in tanti paesi della Valle Sabbia torna il rogo della Vecchia


23/03/2017

Trentamila veicoli controllati

Le moderne tecnologie permettono agli agenti della Locale dell’Aggregazione valsabbina un monitoraggio vasto e intenso del parco auto circolante lungo l’impluvio del Chiese. Ecco i risultati nei primi tre mesi dell’anno

23/03/2017

A Prevalle... si replica

Ho letto in questi giorni sui quotidiani locali che a Prevalle qualche cittadino (goliardia o meno) ha ridicolizzato il Sindaco Leghista per essersi trovato inaspettatamente alcuni profughi in paese (3)

22/03/2017

Valsabbini sempre più anziani

Le statistiche sull’età della popolazione dei Comuni della Valle Sabbia evidenziano una spaccatura in due fra i piccoli paesi di montagna e i grossi centri del fondovalle

22/03/2017

Scuola lavoro in ospedale

Si è da poco conclusa una interessante esperienza formativa che ha portatogli studenti delle classi 4° e 5° A, che frequentano il corso di studi sui Servizi Socio Sanitari nella sede di Idro del Perlasca, in Ospedale a Gavardo

22/03/2017

«Per mia fas mangià i gnoc söl cò»

L’espressione valsabbina riportata dal responsabile marketing Simone Niboli, ben si adatta allo spirito ed al processo di innovazione che fa di Valsir un’azienda leader anche nella formazione dei tecnici che si occupano di progettazione edilizia (1)

22/03/2017

Il Comitato Soci prepara l'alternativa

Questo giovedì a Gavardo il Comitato Soci di Valsabbina chiama a raccolta i propri sostenitori chiedendo ai vertici della banca di rinunciare ai privilegi, pronto a presentare una lista per il Cda



22/03/2017

Valsabbina lancia il conto on-line

A luglio i primi test della piattaforma, entro la fine dell'anno il lancio ufficiale. In questo modo la banca nata a Vestone andrà a fare concorrenza ai colossi come Ing Direct e Che Banca! (3)

21/03/2017

Ambulanza... di classe

Gentile Direttore, gradiremmo avere un piccolo spazio sul Suo giornale online "Vallesabbianews" per poter ringraziare pubblicamente i nati nel 1976 di Agnosine, Bione, Odolo e Preseglie (1)

21/03/2017

I primi sono valsabbini

Si chiama Ambra Marca, è una valsabbina di Bagolino ed è stata lei a sbaragliare l’agguerrita concorrenza partecipando con un gustoso primo piatto al concorso “Chef per una notte”, proposta del Giornale di Brescia (2)

Eventi

<<Marzo 2017>>
LMMGVSD
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia