Skin ADV
Giovedì 21 Settembre 2017
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


L'alba sul mar...

L'alba sul mar...

di Antonella Di Simine



19.09.2017 Vobarno

19.09.2017 Gavardo Vallio Terme Villanuova s/C

19.09.2017 Lavenone

20.09.2017 Vestone Barghe Valsabbia

20.09.2017 Valtenesi

19.09.2017 Vobarno

20.09.2017 Prevalle

19.09.2017 Odolo

20.09.2017 Idro

20.09.2017 Mura






18 Ottobre 2016, 06.54
Valsabbia
Economia in pillole

Quanto mi date?

di Roberto Trevisani
Una domanda di altri tempi nell’era dei tassi sotto zero. Come investiamo i nostri risparmi?
 
Il ‘quanto mi date?’ veniva spesso utilizzato nelle trattative correntista-banca e frequentemente era seguito da ‘altrimenti porto via tutto’ (pensatele pronunciate in dialetto bresciano).

Pronti via iniziava il gioco delle parti dove il cliente cercava di ottenere il massimo rendimento possibile mentre la banca cercava di offrire il minimo indispensabile per non perdere il cliente, come in qualsiasi trattativa commerciale che si rispetti.
La lotta dei tassi tra gli istituti bancari ne decretava i migliori o meglio, i piu’ ambiti.
 
Oggi, anno 2016, potrei immaginarmi scene come questa:
Cliente: che tasso mi date sul conto corrente?
Banca: purtroppo sul conto il tasso è zero
Cliente: allora li investo. Che obbligazioni avete?
Banca: la nuova obbligazione vincolata a tre anni rende il….0,40%
Cliente: ah! Allora faccio un bot come faceva mio papà. Ha sempre guadagnato tanti soldi.
Banca: il bot annuale rende -0,20%. Fra un anno lo stato rimborserebbe meno di quanto investito
Cliente sconcertato: visto che non mi servono potrei fare un Btp decennale!
Banca: quello rende l’1,30%.
Cliente: ah! Se volessi rischiare il meno possibile?
Banca: ci sono i titoli di stato tedeschi. Con scadenza dieci anni perde lo 0,10% annuo. 
 
Capisco che oggi venga voglia di tenere il denaro sotto il materasso (attenzione ai ladri), negli stipiti delle porte e nelle cantine (attenzione alla muffa e ai topi) ma credo sia meglio chiudere la pagina dei tassi oltre il 10% degli anni ‘80 e cominciare a pensare a gestire i propri risparmi in maniera differente. 
In un mondo in cui i migliori mutui per acquistare casa costano meno dell’1% e’ difficile pensare di poter ottenere dalla banca tassi interessanti. Addirittura oggi interessi creditori elevati potrebbero essere legati ad una situazione di difficoltà degli istituti che li offrono.
 
Soluzioni a bassissimo rischio non offrono rendimenti interessanti e devono essere viste principalmente come forme di protezione, ma non tutto è perduto.
Investimenti che possano offrire soddisfazione si possono trovare accettando maggiori oscillazioni del prezzo; bisogna valutarli bene, capire se corrispondono al proprio profilo di rischio e se sono utili a soddisfare i propri obiettivi. 

Diventa essenziale per tutti (ma proprio tutti) creare una propria ‘pianificazione finanziaria’.
Un percorso che porterà a capire perché stiamo investendo, a cosa vogliamo destinare i nostri risparmi e quando ne potremo aver bisogno.

Per quella fetta di denaro destinata ad obiettivi lontani accollarsi un po’ di rischio potrebbe essere una soluzione da valutare.
Il rischio deve essere chiaro, controllato, gestito con strumenti efficienti e non deve avvicinarsi minimamente all’idea di una scommessa.
 
Prossimamente entreremo un po' più nei dettagli.

Roberto Trevisani

Via Quarena 145 - Gavardo (BS)
telefono 328 6457362
mail: studio@robertotrevisani.com
pagina facebook: Studio Roberto Trevisani
-----------------------------------------------

Abbiamo chiesto a Roberto Trevisani di aiutarci ad affrontare i piccoli e grandi problemi che le famiglie o le aziende possono incontrare ogni giorno in campo finanziario ed economico.
Lo potete leggere, ma anche chiamare o gli potete scrivere, ha promesso che vi risponderà.
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID68866 - 18/10/2016 20:33:38 (PETER72)
Letto cio' in questa congiuntura sembrerebbe vada riformulata la domanda con "Quanto mi togliete?" auspicando che ci venga risposto "Il meno possibile"


ID68874 - 18/10/2016 23:55:53 (Valsabbino) La storia della catenella alla penna...
Già dal fatto che incatenino una povera penna al bancone per paura che gliela rubino ti fa capire con chi hai a che fare!


ID68881 - 19/10/2016 11:40:51 (RobertoTrevisani)
Come dicevo nell'articolo non tutto è perduto. Rispetto al passato una gestione oculata del denaro è un elemento essenziale per non perdere denaro. Troppo spesso si tende a voler mantenere la maggior parte dei risparmi a breve scadenza e senza rischi (apparentemente), ma ha realmente senso? Si pensa veramente di dover spendere tutti quegli importi entro due o tre anni? Nelle prossime puntate cercherò di essere piu' chiaro.


ID68919 - 20/10/2016 22:03:35 (Sottozero) investite gente...
investite gente...sennò i soldi non girano, il mercato si ferma e la casta della finanza che vi fa girare i.... vostri soldi diventa povera e disoccupata...:-)


ID68926 - 20/10/2016 23:08:49 (RobertoTrevisani)
Risp a sottozero: alla stessa stregua non dovremmo usare l'auto per non arricchire la casta dei petrolieri oppure non acquistare medicinali per non arricchire la casta delle case farmaceutiche? Forse la verità sta nel mezzo. Se usassimo la finanza con criterio per raggiungere prima di tutto i nostri obiettivi ed in conseguenza arricchissimo solo per il giusto la casta della finanza? Non investire 'per principio' fa male soprattutto al proprio portafoglio.



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
23/06/2017 10:20:00
Innovazione e sviluppo, Valsabbina c'è Banca Valsabbina ha siglato un accordo con il fondo europeo per gli investimenti: plafond da 50 milioni di euro per sostenere le imprese italiane innovative

03/08/2016 07:10:00
Quando a ritardare sono i pagamenti degli enti pubblici Da Banca Valsabbina, 500 milioni per le aziende che lavorano con la Pubblica Amministrazione

12/11/2016 06:59:00
Titolo a sei euro per la Valsabbina Certificato il rialzo per le azioni della Banca Valsabbina Banca Valsabbina, con un prezzo di 6 euro (+18,6%) 

08/09/2016 15:26:00
A quota settanta Banca Valsabbina acquisisce sette sportelli ed un portafoglio di mutui performing di circa 150 milioni da Hypo Alpe Adria Bank

27/10/2016 14:16:00
«Confronto sì, ma costruttivo» «Banca Valsabbina è aperta alla dialettica con i soci, purché sia costruttiva e rappresenti gli interessi della maggioranza dei soci». Con una nota i vertici dell'istituto di credito rispondono alle richieste del "Comitato". E spiegano il perchè di alcune scelte



Altre da Valsabbia
21/09/2017

L'ecologia entra nelle scuole della Valle

Con l’inizio dell’anno scolastico le Guardie Ecologiche Volontarie della Comunità Montana Valle Sabbia hanno in serbo per le scuole tante proposte di sensibilizzazione ambientale

20/09/2017

Il 10% del territorio valsabbino a rischio frane

Secondo i dati dell’Ispra sono 8 i Comuni Valsabbini con il territorio più fragile e soggetto a fenomeni franosi, con 1400 abitanti in zone a rischio elevato

20/09/2017

Cambio della guardia al C7

Conclusa l’era governata da Roberto Betta, durata 22 anni, la guida del Comprensorio passa a Roberto Monera

19/09/2017

Quando la formazione corre... sul web

Ellegi Service rinnova il suo sito web. On line si trova una vetrina moderna e completa dei servizi proposti dall’Azienda

17/09/2017

70 anni per Ivars

Più di trecento a Gargnà ieri, per festeggiare i 70 anni dell’Ivars, storica azienda valsabbina fondata da Pietro Giulio Ebenestelli nel 1947 (1)

17/09/2017

A Bione il terremoto fa meno paura

Il piccolo Pietro ha afferrato le forbici e “zac”, con l’aiuto del sindaco Franco Zanotti, ha tagliato il nastro tricolore

16/09/2017

La mia Terra ha buona voce... si sente e si vede

Giunge quest’anno alla settima edizione il concorso letterario proposto da Agape, che per l’occasione si arricchisce di sezione fotografica . Elaborati da consegnare entro la fine di settembre

16/09/2017

«Quello di cui non ho sentito parlare»

Il passaggio dalla cultura del contenuto alla cultura dell’apprendimento. Una disanima filosofico-pedagogica di Giuseppe Biati


15/09/2017

Un videoclip coi Cinelli per la differenziata valsabbina

Charlie e Piergiorgio, nei giorni scorsi, hanno girato fra gli abitanti della Valle Sabbia un videoclip sulla raccolta differenziata, una vera rivoluzione che attende tutti a partire dal prossimo gennaio. Con loro la Comunità montana e i cittadini della valle


14/09/2017

Ecografia 3D/4D in gravidanza

Da questo mese di settembre è possibile effettuare questo tipo di ecografia anche presso il Poliambulatorio Santa Maria di Vobarno

Eventi

<<Settembre 2017>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia