Skin ADV
Martedì 19 Settembre 2017
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


Terapia del dott. Fish

Terapia del dott. Fish

di Maria Rosa Marchesi



18.09.2017 Anfo

17.09.2017 Vestone Valsabbia

17.09.2017 Valtenesi

18.09.2017 Casto Mura

17.09.2017 Bagolino

18.09.2017 Salò Valtenesi

17.09.2017 Bione Valsabbia

17.09.2017

19.09.2017 Gavardo Vallio Terme Villanuova s/C

18.09.2017 Preseglie






01 Aprile 2017, 07.57
Valsabbia
Lettere

Quando ci si sente soli

di Livio Gilberti
Vi scrivo per manifestare il dispiacere e la rabbia di molti famigliari che, come me, si ritrovano a dover accudire quotidianamente un familiare malato

 
In particolare mi riferisco ad un genitore anziano con problemi di demenza causati da una brutta malattia chiamata "alzheimer".
Per chi non lo sa, l'alzheimer è una malattia degenerativa che ad oggi non può essere curata.
Colpisce la sfera cognitiva della persona e, conseguentemente, rende impossibile il corretto svolgimento delle attività più semplici, da nutrirsi, a lavarsi, a vestirsi, ad andare in bagno.

Questa malattia cancella i ricordi di una vita e porta via la dignità della persona colpita.
Ed è per questo che non è solo il malato a soffrire, ma anche i familiari che se ne occupano direttamente.
 
Il dispiacere e la rabbia che voglio portare all'attenzione deriva dall'assenza di aiuti da parte di quello che spesso identifichiamo come "stato".
L'ho scritto con le lettere minuscole, perchè per me tale è, piccolo e insignificante.
Se escludiamo i pannoloni e la pensione d'invalidità, che comunque aiuta almeno in parte a pagare la badante, dallo stato non si riceve nessun aiuto.

Mi fanno sorridere quegli aiuti condizionati alla presentazione dell'Isee (Indicatore della situazione economica equivalente).
Basta infatti che l'interessato sia proprietario della casa in cui vive, frutto dei sacrifici di una vita, e di alcuni risparmi messi faticosamente da parte per non averne diritto.

La Valle Sabbia non fa eccezione.
L'ha fatta fino a marzo, quando attraverso il Distretto 12 che ha sede presso la Comunità Montana, ha erogato alcuni servizi domiciliari.
Nel mio caso usufruivo dell'intervento di un'operatrice per attività di stimolazione cognitiva.

Non era molto, ma era un segno tangibile per non sentirsi abbandonati e lasciati da soli ad affrontare questa malattia.
Da aprile posso dirlo, lo stato (sempre scritto con le lettere minuscole) ci ha voltato le spalle, è come se ci avesse detto di arrangiarci ad andare avanti.

Ho interpellato alcuni politici locali e bresciani, ma oltre ad un reciproco "scaricabarile", ad oggi non ho avuto risposte certe se il servizio possa ripartire.
Mi piacerebbe un giorno riscrivervi per comunicare che la politica è riuscita a dare una risposta positiva.
Ma nell'Italia degli sprechi non si riescono a trovare i fondi per sostenere i più deboli.

E' vero che si tende spesso a rimarcare i propri diritti e a dimenticare i doveri, ma vi sembra giusto che dopo una vita passata a pagare tasse, a rispettare leggi e regole, a non aver mai chiesto nulla, a non aver mai alzato la voce, chiedi di non essere abbandonato e scopri di essere solo?

Questa è civiltà?
 
Grazie
 
Livio Gilberti

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID71629 - 01/04/2017 17:16:07 (PETER72) Forse non ci azzecca niente ma...
come scritto nella lettera con il calcolo dell'Isee fatto nel modo attuale se hai un'immobile di proprietà che generalmente coincide con quello in cui abiti e magari per previdenza tua hai anche due risparmi vieni proiettato automaticamente nella cerchia dei "fortunati" che non possono beneficiare di alcunchė salvo l'obbligo di continuare a pagare solo tasse i cui fondi vengono sempre piú utilizzati invece che a favore di chi ha contribuito magari da decenni, solo per la mole di "nuovi arrivati" che vista la loro situazione risultano per il nostro stato tutti "nullatenenti"


ID71631 - 01/04/2017 20:01:36 (potatore) Si scarica sulla famiglia...
No, non e' civilta', sig. Livio. La voce di cittadini che si trovano nella sua situazione deve essere ascoltata, e' una questione di giustizia. Si scarica tutto sulla famiglia che si deve arrangiare. Purtroppo in questo Paese si trovano cavilli e interpretazioni larghe per tutte le norme, tranne che per chi e' in stato di bisogno. Lasciamo poi stare partiti e movimenti che raccolgono firme e fanno barricate per cose inutili e non si interessano di queste


ID71633 - 01/04/2017 20:14:53 (Tc) ...
Questa e' l'Italia...volenti o nolenti,l'abbiamo votata noi...mio padre invalido 100%,gli han tolto un polmone e ha l'epatite...gli han tolto la pensione di invalidita' e campa con una misera pensioncina e alla soglia dei 70 deve ancora,nelle sue condizioni,fare qualche lavoretto per poter campare dignitosamente...e' civilta' pure questa? No e' l'Italia che ci governa...DEVE cambiare tutto,prima o poi succedera',appena si tocchera' chi per ora se la passa ancora bene...tempo al tempo...


ID71635 - 02/04/2017 01:32:48 (scorpio) .....
non sono messa meglio di suo padre , ma ce ne sono molti come noi , importante è di pagare tutte le tasse , contributi a quant'altro ma a nessuno di quelli in alto interessa se abbiamo i soldi per poterci comprare i farmaci e altre cose che ci servono per curarci ; se saltiamo i pasti per pagare un altra cosa più urgente al momento non importa a nessuno . Sarebbe ora che Italia faccia una bella cernita da tutti quelli che entrano con prepotenza nel nostro paese perchè i soldi dati a loro aiuterebberò molti anziani , poveri e malati


ID71793 - 23/04/2017 16:46:15 (sonia.c) e ti pareva ..
che non arrivasse l'assurda e falsa "accusa" contro gli ultimi arrivati!. i soldi per i nostri anziani e disabili,non ci sono MAI stati! la politica ci ha sempre derubato e gestito male... TUTTO.da SEMPRE. i cavalcavia cadono per colpa di italiani! i politici rubano ..e sono TUTTI italiani! cominciamo a risparmiare sui politici cialtroni,assenteisti,fannulloni e veramente incapaci nel loro mestiere! ma visto QUANTO sia difficile trovare gente in gamba e con la schiena dritta ....(oltre alla lingua)



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
16/11/2012 08:00:00
Caffè Alzheimer Valsabbia, incontri in alta valle Mercoledì prossimo apre il terzo polo di Caffè Alzheimer Valsabbia a Bagolino, con un ciclo di incontri conoscitivi sulla demenza d'Alzheimer e sull'invecchiamento patologico

21/11/2012 09:00:00
Conoscere l’Alzheimer Questa sera presso la casa di riposo di Bagolino il primo incontro di Caffè Alzheimer Valsabbia per la zona dell'alta valle.

04/01/2014 09:00:00
Caffè Alzheimer, un aiuto alle famiglie Ha avuto una buona accoglienza il progetto Caffè Alzheimer Valsabbia a Gavardo, dove per due anni saranno offerti anche due posti nel nuovo centro diurno Alzheimer presso l'Rsa "Gli Ulivi" di Salò

21/02/2012 08:00:00
Una rete per i malati di Alzheimer Prende il via a Gavardo una serie di incontri sulla malattia degenerativa che colpisce gli anziani del progetto “Caffè Alzheimer Valsabbia”.

16/09/2013 12:00:00
Si rinnova la battaglia del Millennium contro l'Alzheimer La società sportiva di Brescia Due continua il suo impegno in favore della lotta all'Alzheimer, per la quale ha raccolto dal 2003 già 170 mila euro. Da mercoledì 18 al 25 settembre ancora una serie di eventi sportivi per sostenere la ricerca



Altre da Valsabbia
19/09/2017

Quando la formazione corre... sul web

Ellegi Service rinnova il suo sito web. On line si trova una vetrina moderna e completa dei servizi proposti dall’Azienda

17/09/2017

70 anni per Ivars

Più di trecento a Gargnà ieri, per festeggiare i 70 anni dell’Ivars, storica azienda valsabbina fondata da Pietro Giulio Ebenestelli nel 1947 (1)

17/09/2017

A Bione il terremoto fa meno paura

Il piccolo Pietro ha afferrato le forbici e “zac”, con l’aiuto del sindaco Franco Zanotti, ha tagliato il nastro tricolore

16/09/2017

La mia Terra ha buona voce... si sente e si vede

Giunge quest’anno alla settima edizione il concorso letterario proposto da Agape, che per l’occasione si arricchisce di sezione fotografica . Elaborati da consegnare entro la fine di settembre

16/09/2017

«Quello di cui non ho sentito parlare»

Il passaggio dalla cultura del contenuto alla cultura dell’apprendimento. Una disanima filosofico-pedagogica di Giuseppe Biati


15/09/2017

Un videoclip coi Cinelli per la differenziata valsabbina

Charlie e Piergiorgio, nei giorni scorsi, hanno girato fra gli abitanti della Valle Sabbia un videoclip sulla raccolta differenziata, una vera rivoluzione che attende tutti a partire dal prossimo gennaio. Con loro la Comunità montana e i cittadini della valle


14/09/2017

Ecografia 3D/4D in gravidanza

Da questo mese di settembre è possibile effettuare questo tipo di ecografia anche presso il Poliambulatorio Santa Maria di Vobarno

12/09/2017

Serle riparte con lo Sprar

L'Amministrazione comunale di Serle ha deciso di attivare un progetto "Sprar" in luogo del "Cas" ancora presente in via Panoramica. Ne abbiamo parlato col sindaco Bonvicini


12/09/2017

Sostituite quel ponte

Novità sulla "rotonda quadrata" di Ponte Caffaro: il vecchio ponte di confine verrà smantellato e ricostruito da un'altra parte. Al suo posto verrà edificata una nuova struttura, più ampia e robusta
(16)

09/09/2017

Arrivederci Ugo

Tanti gli amici ad accompagnare Ugo Mariani per il suo ultimo viaggio. Amedeo da Forno, i tanti amici che hanno condiviso con lui la passione per la montagna, e Vallesabbianews, gli dedicano questo video
(4)

Eventi

<<Settembre 2017>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia