Skin ADV
Giovedì 23 Marzo 2017
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


Sale la nebbia

Sale la nebbia

di Michele Panzera



21.03.2017 Bagolino Valsabbia

22.03.2017 Vestone Valsabbia

22.03.2017 Agnosine

21.03.2017 Bione Agnosine Odolo Preseglie Valsabbia

23.03.2017 Valsabbia

21.03.2017 Bione

21.03.2017 Vobarno

22.03.2017 Valsabbia Provincia

21.03.2017 Casto

23.03.2017 Prevalle Valsabbia



08 Agosto 2014, 09.50
Valsabbia
Terzo settore

Progetto sperimentale Teatro e Disabilità

di Stella Di Milia
La Cooperativa CoGeSS ha dato il via ad un progetto sperimentare di laboratorio teatrale rivolto a persone con importante grado di disabilità

Il progetto ha coinvolto un piccolo gruppo di ospiti afferenti a tutti i servizi gestiti dalla Cooperativa: i Centri Diurni Disabili di Villanuova sul Clisi e Idro, la Comunità Socio Sanitaria e  il Servizio Ad Personam per minori.

I sei partecipanti, affiancati da tre operatori e una volontaria, sono stati guidati in questa esperienza da una psicologa conduttrice del laboratorio che ha proposto, lungo il percorso articolato in 22 incontri a cadenza settimanale, una serie di esercizi, giochi e piccoli sketch di improvvisazione volti a favorire l’espressività, la fiducia, la creazione del gruppo, la conoscenza di sé e dell’altro, il controllo del proprio movimento, attraverso l’esplorazione e l’acquisizione di maggior consapevolezza del proprio corpo e delle numerose possibilità di espressione che esso consente (mimica, movimento intenzionale e attento dei diversi segmenti corporei, l’espressione di percezione sensoriali e sentimenti…), l’imitazione di gesti, l’improvvisazione di azioni e scene e apprendimento e produzione di brevi sequenze motorie.

Obiettivo fondamentale, oltre all’offerta di uno spazio ludico, insolito e creativo in cui sperimentare divertimento e benessere, è stato quello di favorire la capacità di parlare in pubblico e mostrarsi, gestendo l’emotività e l’ansia che tale situazione sollecita, e sperimentando quindi un rafforzamento delle proprie abilità sociali, con incremento dell’autostima e della gratificazione per l’utilizzo delle proprie risorse.

Ogni volta gli ospiti sono stati sollecitati a esprimersi in modo insolito, libero e creativo, potendo gradualmente imparare ad aprirsi e mostrarsi agli altri, venendo valorizzati per le manifestazioni spontanee di azioni creative e adeguate e potendo poi rielaborare insieme i vissuti e le preferenze rispetto agli esercizi eseguiti.

La partecipazione è stata attiva, serena e divertita.
Alcuni ospiti hanno impiegato più tempo per riuscire a mettersi in gioco e a esprimersi davanti al gruppo, ma a conclusione del laboratorio sono riusciti tutti a sostenere, tra le altre proposte, un’improvvisazione svolta in piccoli gruppi da mostrare ai compagni, oltre che l’apprendimento rapido di brevi sequenze motorie per costruire e mostrare una mini-coreografia, sempre all’interno del gruppo di teatro.

Come previsto per questa prima fase di sperimentazione, il laboratorio non è terminato con una rappresentazione, ma la risposta dei partecipanti, in termini di entusiasmo e capacità, ha suggerito la possibilità di poter proseguire il progetto anche in quest’ottica. In futuro sarebbe bello, infatti,  poter proseguire nel progetto col fine, anche, di arrivare alla messa in scena di uno spettacolo.

Ci piacerebbe lavorare sul tema dell’identità, del sé e delle maschere che portiamo, con cui la disabilità ci impone di confrontarci.
Una rappresentazione pubblica in tal senso avrebbe come finalità il rendere visibile una realtà ancora poco familiare alla cittadinanza e aiuterebbe a sensibilizzare sulla reale condizione delle persone di cui la nostra Cooperativa si occupa quotidianamente, mostrando le loro abilità e se possibile, sollecitando una riflessione personale sul tema dell’identità anche negli spettatori.

Affinchè il progetto possa essere sostenuto nel tempo la cooperativa sta cercando di creare delle collaborazioni con le compagnie teatrali della Valle Sabbia poiché crediamo nelle sinergie e pensiamo che, facendo piccoli passi in molti si possa arrivare lontano!!
Alcune compagnie contattate hanno deciso di aderire a questo progetto decidendo di “donare il ricavato di uno spettacolo” in favore del Teatro di CoGeSS e, infatti, il 3 Maggio la Compagnia Teatrale “Chei del Pascal” di Sabbio Chiese ha presentato, presso il Polivalente di Idro, la commedia dialettale “El Troto Bernardo”.

Hanno dato la loro disponibilità anche la Compagnia Teatrale “Il Grappolo” di Preseglie e la compagnia “Les Provagliens” di Provaglio e speriamo che molte altre possano trovare interessante questo progetto di sinergia per le persone con disabilità in Valle Sabbia.

Per chi fosse interessato a saperne di più
o a voler aderire all’iniziativa potete contattare la dott.ssa Alessandra Bruscolini al 347.8737654 oppure all’indirizzo: alessandra.bruscolini@coopcogess.org                                                                                  

Stella Di Milia

Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
17/01/2007 00:00:00
Sogni di sabbia, rassegna dedicata ai giovani Ventiquattro spettacoli, tra gennaio ed aprile, che coinvolgeranno ben 3.800 alunni delle scuole valsabbine, impegnando sui palchi della Valle una dozzina di Compagnie teatrali affermate a livello nazionale

19/02/2017 12:00:00
Includere è un'arte Sedici appuntamenti con 27 artisti, per abbattere tutte le barriere. Un progetto di inclusione "targato" Cogess e "Via Glisenti 43". Si comincia il prossimo mercoledì

02/03/2007 00:00:00
Venerdì a teatro gratis con la biblioteca Inizia con questa sera i «Venerdì a teatro» organizzati dalla biblioteca di Sabbio. Obiettivo la valorizzazione di alcune fra le compagnie teatrali che per il loro impegno si stanno distinguendo nel panorama artistico locale.

31/03/2010 10:00:00
Rassegna del teatro amatoriale valsabbino Cinque compagnie teatrali valsabbine saranno protagoniste della rassegna di teatro amatoriale organizzata dall’assessorato alla Cultura di Vestone.

31/01/2017 15:07:00
Si fa chiamare Aldo e non è un operatore della Cogess Vende stampe raffiguranti fiori oppure animali e lo fa a nome della Cogess, la cooperativa che in Valle Sabbia si occupa di servisi alla persona. Ma non ne ha il permesso. E soprattutto Cogess non fa così



Altre da Valsabbia
23/03/2017

La «Zobia mata»

Oggi, giorno di metà quaresima, anche in tanti paesi della Valle Sabbia torna il rogo della Vecchia


23/03/2017

Trentamila veicoli controllati

Le moderne tecnologie permettono agli agenti della Locale dell’Aggregazione valsabbina un monitoraggio vasto e intenso del parco auto circolante lungo l’impluvio del Chiese. Ecco i risultati nei primi tre mesi dell’anno

23/03/2017

A Prevalle... si replica

Ho letto in questi giorni sui quotidiani locali che a Prevalle qualche cittadino (goliardia o meno) ha ridicolizzato il Sindaco Leghista per essersi trovato inaspettatamente alcuni profughi in paese (4)

22/03/2017

Valsabbini sempre più anziani

Le statistiche sull’età della popolazione dei Comuni della Valle Sabbia evidenziano una spaccatura in due fra i piccoli paesi di montagna e i grossi centri del fondovalle

22/03/2017

Scuola lavoro in ospedale

Si è da poco conclusa una interessante esperienza formativa che ha portatogli studenti delle classi 4° e 5° A, che frequentano il corso di studi sui Servizi Socio Sanitari nella sede di Idro del Perlasca, in Ospedale a Gavardo

22/03/2017

«Per mia fas mangià i gnoc söl cò»

L’espressione valsabbina riportata dal responsabile marketing Simone Niboli, ben si adatta allo spirito ed al processo di innovazione che fa di Valsir un’azienda leader anche nella formazione dei tecnici che si occupano di progettazione edilizia (1)

22/03/2017

Il Comitato Soci prepara l'alternativa

Questo giovedì a Gavardo il Comitato Soci di Valsabbina chiama a raccolta i propri sostenitori chiedendo ai vertici della banca di rinunciare ai privilegi, pronto a presentare una lista per il Cda

22/03/2017

Valsabbina lancia il conto on-line

A luglio i primi test della piattaforma, entro la fine dell'anno il lancio ufficiale. In questo modo la banca nata a Vestone andrà a fare concorrenza ai colossi come Ing Direct e Che Banca! (5)



21/03/2017

Ambulanza... di classe

Gentile Direttore, gradiremmo avere un piccolo spazio sul Suo giornale online "Vallesabbianews" per poter ringraziare pubblicamente i nati nel 1976 di Agnosine, Bione, Odolo e Preseglie (1)

21/03/2017

I primi sono valsabbini

Si chiama Ambra Marca, è una valsabbina di Bagolino ed è stata lei a sbaragliare l’agguerrita concorrenza partecipando con un gustoso primo piatto al concorso “Chef per una notte”, proposta del Giornale di Brescia (2)

Eventi

<<Marzo 2017>>
LMMGVSD
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia