Skin ADV
Giovedì 20 Settembre 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    



14 Settembre 2018, 07.42
Valsabbia
Porta a porta

Obiettivi raggiunti, ma si può migliorare ancora

di val.
La Comunità montana di Valle Sabbia e la società pubblica Sae hanno reso note le proiezioni di bilancio a fine 2018. Con "numeri" più che soddisfacenti

Obiettivo raggiunto: grazie ad una gestione accorta della società pubblica Sae Valle Sabbia e all’impegno di cittadini che sono dimostrati responsabili, la Valle Sabbia ha vinto la sfida della gestione “in house” della raccolta differenziata Porta a Porta.

In tutti i Comuni la differenziazione ha superato la soglia del 65%, ma a stupire è il dato medio che si attesta all’81%.
Di più: ieri sera all’Aggregazione dei Comuni valsabbini la società ha presentato un bilancio che per il 2018, essendo costante l’andamento degli ultimi mesi, si sa già che pareggerà sui sei milioni di euro.

«Non solo abbiamo raggiunto nei numeri ciò che avevamo previsto nella più rosea delle aspettative, ma la valle nel suo insieme ha ottenuto un risparmio, rispetto al 2017 quando la gestione dei rifiuti era affidata ad Aprica, di circa 500 mila euro – ha affermato ieri il presidente comunitario Giovanmaria Flocchini -. Sappiamo che ci sono ancora ampi margini di miglioramento e ci stiamo lavorano giorno dopo giorno, intanto però, come promesso, non abbiamo chiesto un euro in più ai valsabbini, abbiamo trattenuto le risorse sul territorio creando posti di lavoro (circa 38 della cinquantina di addetti) e offerto un servizio che anche nella percezione dei cittadini è considerato di gran lunga migliore».

Fra le migliorie possibili, anche col contributo dei cittadini, ci stanno l’esposizione dei contenitori ai giusti orari e possibilmente quando sono pieni (a parte l’umido), l’accesso a strade disagiate, il miglior utilizzo dei Centri di raccolta, la gestione dei rifiuti ingombranti o degli oli... e via differenziando.



Nella tabella qui sopra i dati della differenziata paese per paese, che mettono in evidenza come abbia pagato in termini percentuali la scelta del porta a porta “integrale” rispetto a quello “misto”, ma anche le oggettive difficoltà registrate in alcuni Comuni penalizzati da una maggior distanza fra gli agglomerati urbani.
All’appello manca ancora Bagolino che si sta organizzando per entrare nel “giro” il prossimo anno.

Si sa che per la società che cura la gestione dei rifiuti, alcune tipologie rappresentano un costo, altre un ricavo.
Fra i costi di smaltimento i più cari sono stati indifferenziato (36%), organico (24%) ed ingombranti (23%).

Quelli che hanno generato i maggiori ricavi sono stati plastica e lattine (€ 348.700), carta e cartone (€ 200.968), metalli (€ 86.900) e imballaggi in vetro (€ 2.274), per un valore totale pari a circa € 639.000,c he viene considerato un ottimo risultato, ottenuto nonostante la crisi del settore “vetro” (che vale poco o niente) registrata in questi mesi.

----------------------------------------
Vedi anche la videoinchiesta di VallesabbianewsTV sul porta a porta valsabbino.
Questo è l'ultimo video:



Qui tutti i video del reportage

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID77449 - 14/09/2018 09:11:25 (VENTONORD11) Complimenti
Ottimi risultati. In passato le gestioni pubbliche erano spesso fallimentari e costose , in questo caso la scelta e' stata invece estremamente positiva.La differenza quindi tra una buona gestione e cattiva gestione non la fa'il nome ( pubblico o privato ) ma la fanno le persone.Significa che le persone che gestiscono oggi la Sae e la CMVS sono dei bravi amministratori responsabili ed attenti al bene


ID77452 - 14/09/2018 10:47:25 (grandemago) complimenti ?!?!?!?
Complimenti ??? per cosa ? ma solo io vedo il degrado che sta succedendo con il porta a porta ? se si percorre la valle in lungo e in largo si vedono borsine di sporco ovunque... senza contare quelle che non si vedono tra i canali e le campagne. Il porta a porta va bene per la gente a cui ci tiene.. quella che vuol far bene...ma non potrai mai imporre a tutti di farlo ! soprattutto a quelli che una tessera regionale non c'è l'hanno ! (riferimenti casuali). Cercate piuttosto di mettere in ogni paese un punto di raccolta dell'indifferenziata (che non è isola ecologica), con almeno un paio di cassonetti "aperti" in modo tale che chi non ha voglia di differenziare almeno non butti ovunque lammerda !


ID77455 - 14/09/2018 11:56:53 (tiger68) CONCORDO
Concordo con quanto detto da grandemago…..sporcizia ovunque ...un fallimento!


ID77457 - 14/09/2018 13:59:23 (Zanoni Claudio) Zanoni
Non ricordo un paese pulito prima dell’inizio del PaP. In particolare non riesco a dimenticare gli abbandoni che venivano fatti. La quantità dei rifiuti differenziati è aumentata, quelli indifferenziati diminuita del 33% e la raccolta in isola ecologica aumentata. Complessivamente stiamo raccogliendo più rifiuti rispetto a prima. Quindi a più rifiuti raccolti corrisponde un minore abbandono. Sono gli idioti di sempre che non vogliono imparare. Che senso ha con un centro di raccolta aperto tutti i giorni e una raccolta a domicilio. Non è il servizio che non funziona sono solo alcune persone.


ID77458 - 14/09/2018 15:26:53 (Baldo degli ubaldi) BALLE
Ha idro la TARI è aumentata del 10-15%


ID77459 - 14/09/2018 17:06:10 (Beltr1972)
A Bagolino si sta benissimo ed tutto pulito


ID77460 - 14/09/2018 17:56:02 (Valle) Rifiuti
Quando si ragiona su questo tema si deve partire dal fatto che la raccolta con cassonetto non e' sostenibile. Detto questo quali sono le alternative? Se qualcuno conosce dei metodi migliori del porta a porta e' giusto che si faccia avanti e spieghi a tutti come fare.


ID77461 - 14/09/2018 17:58:41 (Valle) Bagolino
Le persone di Bagolino sono fantastiche e civili oltre la media. Nonostante questo che percentuali di raccolta differenziata ha Bagolino?


ID77462 - 14/09/2018 18:02:41 (gino)
Non solo a Bagolino c'è pulito, girando parte della valle non mi sembra di essere in una di quelle città del sud che ogni tanto si vedono al tg per infangare qualche politico....tolte le 4 teste di rapanello che ritengo puramente ignoranti secondo me siamo a buon punto. Servizio impeccabile, davanti alla porta di casa. Complimenti!


ID77463 - 14/09/2018 21:05:35 (blurex) blurex
per cortesia provi a spiegare perché la raccolta con cassonetto non è sostenibile magari in modo comprensibile


ID77464 - 14/09/2018 21:49:02 (delirio) porta a porta
per me molto positivo..... poi ha margini di miglioramento....


ID77465 - 14/09/2018 22:12:45 (blb) Premesso
che sono d'accordo con il porta a porta per riuscire a riciclare creando valore all'origine senza dover incenerire, mi sarei volentieri associato ai complimenti agli amministratori se non fosse che il pareggio di bilancio avviene purtroppo sulla pelle (anzi sul portafogli) dei cittadini . Aumenti che hanno superato il 40 % in alcuni paesi. Questo fatto e' in concepibile. giudicate voi se e' bravo un amministratore che in regime di monopolio ottiene il pareggio di bilancio con aumenti spropositati di tariffa. Saremmo capaci tutti, senza il minimo sforzo. E si che si era detto che non ci sarebbero stati aumenti.... e io pago!!


ID77466 - 15/09/2018 01:47:15 (piedemerda)
per mè è fallimantare in certi aspetti e abbastanza regolata in altri, prendiamo a roè, al mercoledi ora cè il passaggio aggiuntivo umido, gli operatori del mercoledi forse non sanno che devono raccogliere l'umido ti lasciano il foglio di sacchetto non conforme nonostante si usino i sacchetti da loro consigliati quelli del super o quelli adatti per l'umido, e le operatrici certe sono maleducate e cafone, questo sarebbe da migliorare. Poi io non sono dacordo con il porta a porta ma purtroppo cè e bisognia adattarsi.


ID77467 - 15/09/2018 08:46:50 (Valle) cassonetto
la raccolta a cassonetto non e' sostenibile per la percentuale di residuo che viene generata oltre alla scarsa qualita' del differenziato. Sicuramente e' piu' comodo, ma come detto prima non sostenibile ambientalmente. Piu' rinviamo il miglioramento dei nostri comportamenti piu' il conto del cambiamento climatico arrivera' salato. Questo e' solo un tassello di quanto dovremmo fare.


ID77468 - 15/09/2018 09:05:01 (blb) nessuno
discute l'organizzazione... fighissima: loghi, convegni, dispiegamento di uomini , mezzi nouvi fiammanti, societa' " in house".. , che uno dice ma che bello perche' se fosse stato " in casa" non sarebbe stato cosi bello. Poi torni a casa tutto contento apri la cassetta della posta, prendi in mano la bolletta della tari di quest'anno e il sogno svanisce.. e a quel punto pensi... Se volevi fare "il figo" potevi almeno farlo con i tuoi soldi... non con i mie...


ID77469 - 15/09/2018 09:10:42 (blb) raggiunto l'obbiettivo
... il pareggio di bilancio... Complimenti agli amministratori?-- Complimenti piuttosto ai cittadini che hanno raggiunto il pareggio di bilancio con i propri soldi...


ID77470 - 15/09/2018 09:18:01 (blb) scusate..
il presidente dice che non e' stato chiesto un euro in piu' ai cittadini... A me risulta che gli aumenti siano stati pesanti. Gradirei avere riscontro di questo da qualcuno sul blog


ID77473 - 15/09/2018 13:45:21 (alfo70) sig
Sicuramente non è dall'oggi al domani che potevamo trovare i benefit in bolletta di questo investimento abbastanza "corposo"(mezzi nuovi,personale,MANAGER),aspettiamo almeno un anno,poi si possono ,anzi,si devono vedere i frutti dei nostri sacrifici,come cittadini attenti a differenziare i rifiuti.Alfonso


ID77476 - 15/09/2018 15:16:47 (ubaldo) Sig. Blb
Invece che continuare a postare commenti polemici a raffica, provi ad inviare a redazione@vallesabbianews.it le due bollette di cui parla. Secondo me il perchè la seconda è aumentata lo potrebbe sapere anche per conto suo, chiedendo in municipio, ma faremo volentieri questo sforzo per lei.


ID77478 - 15/09/2018 23:48:05 (blb) Non e' una polemica...
Ti ringrazio Ubaldo non disturbarti non mi sono dovuto sforzare piu' di tanto per capire che a Idro la quota TARI PER MQ e' passata DA 0,798645 del 2017 a 0,9632 del 2018, piu' sono stato tolti gli abbattimenti sulle pertinenze.In comune ci sono gia' stato e ti assicuro che non ero il solo, mi e' stato detto che per legge i costi dei rifiuti vanno ripartiti sui cittadini. Poi ogni comune li ripartisce in maniera discrezionale. Sul domiciliare nel mio caso gli aumenti sono stati di centinaia di euro. Concordo sul metodo porta a porta e sull'organizzazione.. ma diciamo le cose come stanno per favore


ID77479 - 15/09/2018 23:49:30 (blurex)
Come fa adire che il cassonetto è ambientalmente incompatibile se non ci avete nemmeno provato, siete arrivati e avete subito buttato nel cesso 5 anni di lavoro di chi vi ha preceduto. 38 posti di lavoro, una ventina di autocarri e infrastrutture varie con relativi costi per cosa? per 6 o 7 punti di differenziata in più? (che per recuperarli probabilmente bastava svuotare i cassonetti prima che straripassero). A parte i conti economici (che mi piacerebbe conoscere) dal punto di vista ambientale 20 autocarri che percorrono in lungo e in largo la valle facendo migliaia di km, che consumano tonnellate di gasolio, e di gomme non credo facciano molto bene. Aggiungiamo acqua e detersivo per lavare i bidoni dopo lo svuotamento, lo spettacolo delle strade specialmente la mattina della plastica e il fatto che ogni casa è di fatto una piccola isola ecologica. C'è proprio di che essere soddisfatti.



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
11/03/2016 07:54:00
A proposito di rifiuti Leggo su Valle Sabbia News dello storico risultato ottenuto dalla Comunità Montana di Valle Sabbia che, su mandato dei comuni, ha anticipato di sei mesi (sic!) la scadenza del contratto con Aprica per la gestione del sevizio rifiuti in Valle

01/03/2018 15:13:00
Otto nuovi Comuni ai blocchi di partenza Tra questo giovedì 1 e sabato 10 marzo, in Valle Sabbia, proseguirà il percorso del “porta a porta”

05/01/2017 07:07:00
Ecco come sarà il «porta a porta» Il consigliere di riferimento Claudio Zanoni spiega come avverrà il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti a Vobarno e la scelta di effettuarlo "spinto"

15/03/2016 10:02:00
Raccolta rifiuti, il coraggio di cambiare Nel dibattito, innescato sul nostro giornale, sul tema della raccolta differenziata dei rifiuti in Valle Sabbia, prende posizione e dice la sua anche il gruppo politico gavardese “Gavardo in movimento”

27/10/2017 14:25:00
«Una sfida per l'intera comunità» Giovedì sera nella sala delle assemblee della Comunità montana a Nozza di Vestone il via alla campagna di comunicazione per il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti porta a porta
• Video





Altre da Valsabbia
19/09/2018

Bonus Pubblicità: domande dal 22 settembre

Con Vallesabbianews è possibile recuperare fino al 90% della propria spesa pubblicitaria, sotto forma di credito d’imposta. Informati dal tuo commercialista

19/09/2018

I venerdì della Rocca

Inizierà questo venerdì, 21 settembre, il ciclo di eventi dedicato ad alcuni approfondimenti storici e culturali relativi ad Anfo e al territorio valsabbino 

19/09/2018

L'associazione «Borgo del Quadrel» premia i poeti dialettali

La scorsa settimana, in un auditorium gremito, sono state premiate le migliori poesie partecipanti al concorso in ricordo di Cesare Cavagnini. Presentato anche il volume “Rime e ricordi”, che raccoglie tutte le opere presentate 

19/09/2018

Raccolta porta a porta: i risultati di una buona gestione pubblica

I primi dati ufficiali sul servizio di raccolta porta a porta, ai quali la stampa ha dato ampio risalto, mi permettono di condividere con i lettori gavardesi, ma non solo, di Valle Sabbia News, alcune riflessioni personali...

19/09/2018

«Habla Español» con Ellegi

La lingua spagnola ti incuriosisce, ma non sai da dove cominciare? Abbiamo il corso che fa per te! Ellegi Service srl organizza, presso la propria sede di Roè Volciano di Via Marconi 2/G, il corso serale di SPAGNOLO.

18/09/2018

Al via il 18° Bando territoriale per la Valle Sabbia

È di 100mila euro la cifra messa a disposizione, quest’anno, per finanziare progetti di utilità sociale all’interno del Bando emanato da Fondazione Comunità Bresciana in collaborazione con numerosi partner. Domande di partecipazione entro il 15 ottobre  

18/09/2018

Malore per strada a 100 anni

Vittima un uomo che ha già compiuto il secolo di vita e che i familiari stavano già trasportando in auto al Pronto soccorso di Gavardo

17/09/2018

Ginnastica artistica con Dafne

A Sabbio Chiese, Puegnago del Garda, Salò e Gavardo, sono già attivi i corsi organizzati dall'A.S.D. Artistica Dafne, che offrono la possibilità di trovare la dimensione per la propria crescita tecnica, emotiva e consapevole. Ecco come partecipare


17/09/2018

Controllo selettivo sul cormorano

Il provvedimento è stato licenziato dalla Giunta lombarda su proposta dell’assessore Fabio Rolfi. Fra i corpi idrici interessati anche il fiume Chiese (1)

17/09/2018

Check-Up corpo e viso gratuiti

Il Centro Benessere Rigenera di Vestone venerdì 21 settembre, apre i suoi spazi. Per chi deciderà di intraprendere un percorso di trattamenti sarà riservato uno sconto di 200 euro



Eventi

<<Settembre 2018>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia