07 Luglio 2020, 10.30
Valsabbia
Rotary

Marcellina Bertolinelli nuovo presidente del Rotary Valle Sabbia

di Redazione

Il sodalizio per il nuovo anno sociale sarà guidato da una donna, dottore agrario e docente presso l’Università di Milano. Il presidente internazionale è Holger Knaack con il motto “Il Rotary crea opportunità”


Il nuovo presidente internazionale del Rotary International ha assunto la carica il 1° luglio scorso e  non fa mistero del forte senso di responsabilità che lo accompagna nel ricoprire un incarico così importante. La responsabilità però apre anche opportunità, ricorda, invitando a cogliere la bellezza del vivere a pieno il Rotary e i suoi valori, tra responsabilità e opportunità, con la possibilità di poterlo declinare nel proprio quotidiano.

Holger Knaack, è tedesco socio del Rotary Club di Herzogtum Lauenburg-Mölln, ha presentato il tema della sua annata presidenziale con il motto “ROTARY OPENS OPPORTUNITIES”. Le porte aperte rappresentate nel logo sono emblematiche e lasciano spazio all’interpretazione delle molteplici opportunità che il Rotary offre.

Knaack però ci tiene a spiegare la bellezza che lui vede nell’opportunità e lo fa proprio partendo dalle connessioni, che grazie ad un Rotary che connette il mondo sono sempre più attive, perché “non dovrebbe sorprenderci che la parola Insieme è tra le parole della nostra visione: – Crediamo in un mondo dove tutti i popoli, insieme, promuovono cambiamenti positivi e duraturi, nelle comunità vicine, in quelle lontane, in ognuno di noi – ”.

E infatti è nella grande rete che solo il Rotary sa costruire, che si possono trovare opportunità uniche come quella di realizzare progetti di service che siano significativi e sostenibili o come quella di viaggiare nel mondo per mettere in atto le nostre idee di service. La nostra responsabilità di essere rotariani è di cogliere “la nostra opportunità per rafforzare la nostra rete, non per la nostra gloria personale, ma per il bene del Rotary.

Creare percorsi di leadership per gli altri è un vero ideale del Rotary – e vi renderà dei leader più efficaci. Siamo qui perché crediamo nelle opportunità del Rotary, nelle opportunità per gli altri e per noi stessi. Noi crediamo che le nostre azioni di service, grandi e piccoli, creano opportunità per le persone che hanno bisogno del nostro aiuto. Noi sappiamo anche che ogni azione di service ci ispirerà e ci cambierà.” Ogni cosa che facciamo crea un’altra opportunità per qualcun altro, da qualche altra parte: per questa ragione, il tema per l’anno rotariano 2020-2021 è Il Rotary crea opportunità.

Per il Rotary Club della Valle Sabbia invece torna – dopo 10 anni con la presidenza che fu di Clara Stabiumi - un presidente donna: Marcellina Bertolinelli, dottore agronomo.

Laureata in Scienze Agrarie all’Università Cattolica del S. Cuore di Piacenza nel 1982. A 21 anni si iscrive all’Ordine di Brescia. Si forma attraverso esperienze tecniche e amministrative nel settore della bonifica e dell’irrigazione. Affronta i temi di pianificazione territoriale a partire dalle esperienze tecnico-agronomiche di consulenza aziendale. Sviluppa esperienze nel campo della progettazione ambientale, naturalistica e paesaggistica. Collabora con consorzi di bonifica, amministrazioni comunali e parchi locali di interesse sovracomunale ove si occupa di gestione delle risorse, pianificazione per il governo del territorio e valutazione ambientale strategica.

Dal 1995 è consigliere dell’Ordine di Brescia,
con funzioni di vice presidente dal 1998 e di presidente dal 2001 all’agosto 2008; nel 2004 e nel 2007 è presidente della commissione esami di stato presso l'Università degli studi di Milano. Dal 2008 è membro del Consiglio dell’Ordine nazionale dei dottori agronomi e dei dottori forestali e coordinatore del dipartimento formazione permanente, ricerca e università; rappresenta il Conaf nel Consiglio di amministrazione della Fondazione Mario Ravà.

Già consigliere di amministrazione di Mantovabanca 1896 (2005-2010), di Bit-Servizi per l'investimento sul territorio (2009-2010), è stata (2009-2011) esperto effettivo della sezione specializzata per le controversie agrarie della Corte d'Appello di Brescia. È professore a contratto di Economia e politica agro-alimentare presso l'Università degli studi di Milano (dal 2009) e socio ordinario del Centro studi di estimo e di economia territoriale - Ce.S.E.T. - (dal 2012).

Bertolinelli, durante il proprio mandato, sarà affiancata dal Segretario Avv. Francesco Fontana, dal Tesoriere Notaio Dr.ssa Marianna Rega e dal Prefetto di Club Renzo Bernardi.



Vedi anche
12/07/2019 08:00

Giovanni Raccagni nuovo presidente del Rotary Valle Sabbia Con lo slogan “Connettere il Mondo”, ha preso il via il 1° luglio il nuovo anno sociale del Rotary Club Valle Sabbia sotto la guida dell’architetto Raccagni

29/07/2011 10:00

Davide Donati nuovo presidente del Rotary valsabbino Il nuovo presidente del Rotary club Val Sabbia Centenario il direttore della Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella che prende il posto di Pierdomenico Dall’Era.

22/07/2007 00:00

Cassetti nuovo presidente del sodalizio Nei giorni scorsi, a conclusione dell’anno sociale 2006/2007, si svolta l' assemblea del Rotary Valle Sabbia che ha tracciato un bilancio dell’attivit del sodalizio.

29/06/2017 07:00

Cambio della Guardia Come prevede lo statuto del sodalizio, dal 1 luglio anche per il Rotary Valle Sabbia Centenario entrerà in azione un nuovo presidente e Brugnoni lascia il posto a Pasini

06/07/2018 08:11

«Siate di ispirazione!» Nuovo presidente per il Rotary Valle Sabbia: Stefano Braga raccoglie il testimone da Giovanni Pasini



Altre da Valsabbia
05/08/2020

Non è andato tutto bene

Dal PD della Valle Sabbia, una presa di posizione, in merito ai "moti" nagazionisti registrati nei giorni scorsi al Senato, che si contrappongono ai dati sulla pandemia registrati in Regione Lombardia

05/08/2020

Appello per reperire plasma iperimmune

L'Avis di Gavardo cerca donatori idonei per la raccolta di plasma iperimmune attivata dall'Asst del Garda per la cura dei malati affetti da Covid-19

05/08/2020

Le mamme del Chiese e del Garda confidano in una soluzione di buon senso

Mamme del Chiese e mamme del Garda, unite per il buon esito della questione depurazione del Garda, in risposta ad alcune affermazioni lette a seguito del rinvio del Tavolo Tecnico, ritengono necessarie alcune puntualizzazioni. Pubblichiamo volentieri

05/08/2020

Fondi per le strade agro-silvo-pastorali

Dalla Regione oltre 500 mila euro per le strade agro-silvo-pastorali della Valsabbia e dalla Val Trompia

04/08/2020

Una ciclopedonale per l'Eridio

Un tracciato sicuro per ciclisti e pedoni per girare attorno al lago. Un progetto ormai storico e futuristico insieme, che con gran fatica comincia a prendere corpo

03/08/2020

Comuni di confine, «riparto dei fondi non equilibrato»

Quattro milioni a testa per quattro anni ai due Comuni di confine della Valtellina e solo 700mila euro ciascuno all'anno per gli undici Municipi bresciani, tra cui i valsabbini Bagolino e Idro. La polemica

03/08/2020

Valsir, controllo totale

Non solo in Valsir, ma anche per Oli, Marvon e Alba, è stata messa in pratica una massiccia operazione di controllo e prevenzione del rischio Covid

02/08/2020

Fiume Chiese e Lago d'Idro, per un uso sostenibile dell'acqua

E' stata approvata qualche giorno fa, a firma del consigliere trentino del Movimento 5 Stelle Alex Marini, la proposta per un progetto di ricerca applicata per assicurare un uso sostenibile delle risorse idriche dei territori trentini e bresciani

01/08/2020

«Le risposte è bene che arrivino dal Ministero»

Comitati e associazioni ambientaliste, in un comunicato unificato che riportiamo integralmente, invitano i sindaci dei Comuni dell'asta del Chiese, in merito al Tavolo tecnico sulla depurazione del Garda, a respingere qualsiasi soluzione tecnica non vagliata dalla politica

01/08/2020

A piedi e in bici per credere in sé stessi

Torna il progetto educativo di cooperativa Area che utilizza l’esperienza del viaggio di gruppo come strumento di riabilitazione e integrazione sociale alternativo al carcere minorile. Coinvolti 20 adolescenti posti in regime di “messa alla prova” da parte Tribunale dei Minorenni di Brescia