Skin ADV
Martedì 22 Gennaio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    








20.01.2019 Vestone Casto

20.01.2019 Gavardo

21.01.2019 Valsabbia

20.01.2019 Odolo Villanuova s/C Roè Volciano

21.01.2019 Val del Chiese

21.01.2019 Salò Valsabbia Garda Valtenesi Provincia

21.01.2019 Serle Prevalle

20.01.2019 Val del Chiese Storo

20.01.2019 Storo

20.01.2019 Vestone






24 Gennaio 2018, 07.27
Valsabbia
Terza pagina

La storia di Bill, cane partigiano

di Giuseppe Biati
Questa semplice e, per me, commovente storia del cagnolino Bill mi è stata raccontata dalla viva voce del partigiano Aldo Giacomini, venuto a mancare da poco

La storia è realmente accaduta e si assomma, non contrasta, con la lunghissima trafila di tristi vicende e di inenarrabili lotte che la guerra, quella contro il fascismo e il nazismo, ha fatto tristemente vivere ad intere popolazioni. 

Faceva molto freddo, in quell’inverno di guerra. 
I partigiani del Gruppo Mobile della Brigata Dieci Giornate erano stremati dai continui spostamenti cui erano costretti dalla caccia che i tedeschi e i loro scherani fascisti davano loro.
Le poche ore di riposo, nel cuore della notte, spesso venivano consumate  alla ricerca di un po’ di tepore che la porta scardinata di un rifugio di carbonai non riusciva ad assicurare.

Ai brividi da gelo, che gli indumenti umidi non placavano, spesso si sommavano quelli procurati dalla fame, dal pensiero dei propri cari, dall’ansia di una possibile imboscata.

Ma c’era fra loro una presenza amica, a suo modo rassicurante
: era quella di Bill, il volpino dal liscio pelo fulvo che avvertiva con la sua istintività animalesca l’avvicinarsi del pericolo.
Fosse esso rappresentato da fascisti e tedeschi o da cani e muli – animali questi che non aveva affatto in simpatia – il suo piccolo corpo scheletrico dava con anticipo segni evidenti di inquietudine, amplificati da un guaire sommesso che rilevava il pericolo.

Gli uomini, resi duri dagli eventi,
esacerbati nell’animo dalle prove cui erano sottoposti, sentivano per quel fragile ma intelligente animale una grandissima “affezione”.
Spesso se lo tiravano in grembo: con la scusa di una fuggevole carezza gli carpivano un poco di calore per le mani rattrappite dal freddo. Gli gettavano volentieri qualche boccone di pane nero e le croste di formaggio.
Bill guaiva contento. Così il volpino tutto pelle e ossa campava e prestava il suo servizio ai partigiani.

Una mattina, proveniente dalla Corna Longa
sopra Casarole di Caino, il gruppo era giunto al Roccolo Lucchi. Albeggiava.
Gli uomini aspettavano l’arrivo di una staffetta che, unitamente alle tute da lavoro, avrebbe recato istruzioni circa l’azione di sabotaggio prevista per il giorno seguente in uno stabilimento della città. Nell’attesa alcuni si misero di vedetta, altri si recarono in val Fontanelle a rifornirsi di acqua, altri a far provvista di legna da ardere.

Con questi ultimi, spintisi fino al Casì del Termen, stava Bill.
Intenti com’erano nel lavoro e impediti alla vista dalla conformazione del terreno, s’avvidero -troppo tardi, però, per fuggire – dell’apparire di una colonna di muli e di fascisti diretti sul monte Maddalena.
Anche Bill, stavolta, si fece cogliere di sorpresa.

Gli uomini si buttarono a terra. Il volpino fu trattenuto sotto il corpo di uno di loro che, per impedirgli ogni reazione istintiva che avrebbe tradito la presenza dei ribelli, gli serrava il muso con la mano.
Per gli uomini del gruppo, immobili a terra, ma coperti alla vista dei fascisti, passarono alcuni interminabili minuti.

La colonna, lenta, sfilò loro davanti
mentre nei petti si scatenava il tumulto.
Quando l’ultimo mulo e l’ultimo fascista scomparvero nel bosco, gli uomini, stremati, si rialzarono con un prolungato sospiro di sollievo: nella mano di uno di loro stava, inanimato, il cagnolino.
Stavolta Bill aveva reso ai compagni l’ultimo servigio.

Il partigiano che lo teneva tra le mani guardandolo sbigottito se lo infilò in fretta nella giubba e corse con i compagni ad allertare quelli rimasti di vedetta al roccolo; vi lasciarono nascosto un uomo, perché avvertisse del pericolo la staffetta che non doveva essere ormai lontana, e scesero a cercar rifugio in val Fontanelle.

Qui, in una piccola buca, seppellirono Bill, cane partigiano, non il suo ricordo.

Giuseppe Biati

.in foto un volpino fulvo (repertorio)


Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
28/11/2015 14:30:00
I 90 anni di Aldo Giacomini Sarà festeggiato questa domenica, con l’inaugurazione di un nuovo cartello del sentiero intitolato alla Brigata delle Fiamme Verdi "X Giornate", il compleanno del partigiano che ha ideato e realizzato i sentieri della Resistenza bresciana

01/01/2018 06:27:00
Aldo Giacomini, oltre i monti ventosi I funerali del partigiano valsabbino saranno celebrati a Brescia nella Chiesa Parrocchiale di S. Barnaba questo mercoledì 3 gennaio alle ore 13.45. La salma riposa all'obitorio del Civile di Brescia


12/09/2017 16:24:00
I sentieri della Resistenza Questa domenica a Forno d’Ono un interessante incontro sui sentieri della Resistenza in Valle Sabbia, la presentazione dei lavori di riqualificazione, con la partecipazione del partigiano Aldo Giacomini

19/09/2014 08:24:00
L'ultimo saluto al reduce e partigiano Saranno celebrati questo sabato nella chiesa di San Lorenzo a Promo di Vestone i funerali del reduce alpino Pietro Giacomini, partigiano delle Fiamme Verde

27/02/2012 07:19:00
Ci salverà solo l’agricoltura. Un intervento da capo di stato quello di Bill Gates alla 35° sessione dell'Ifad di Roma.



Altre da Valsabbia
21/01/2019

MetodoBianchini: l'innovativo metodo dimagrante a Salò

Cosa c’è di meglio di rimettersi in forma velocemente e senza fatica dopo le abbuffate natalizie?
MetodoBianchini, l’innovativo metodo che ha già fatto dimagrire migliaia di persone in tutta Italia ti aspetta a Salò.


21/01/2019

Le novità per il nuovo anno

Anno nuovo... nuove abitudini, anche nella raccolta porta a porta dei rifiuti. Cambiano, in modo diverso di paese in paese, tempi di esposizione, frequenza e giorni della raccolta. Obiettivo razionalizzare per migliorare il servizio
(8)

19/01/2019

Boschi distrutti, fondi per gli interventi di recupero

Dalla Regione uno stanziamento per il taglio degli alberi caduti, ripristinare versanti, strade e sentieri danneggiati dalla tromba d’aria di fine ottobre scorso (1)

18/01/2019

Grazie Mauro, padre affidatario

Una persona speciale prematuramente scomparsa alla quale il Servizio Affidi della Comunità montana di Valle Sabbia vuole esprimere un sentito ringraziamento

18/01/2019

Appuntamenti del weekend

Ecco una selezione di eventi, concerti, spettacoli in cartellone questo fine settimana in Valle Sabbia, sul Garda, a Brescia e provincia


17/01/2019

Preso il sequestratore, Mirko è libero

Svolta nelle indagini sul sequestro dell’operaio 45enne di Gavardo, ritrovato vivo. In manette è finito il suo rapitore, il marocchino 37enne che l’ha tenuto prigioniero per quasi due giorni.
Aggiornamento ore 7
(6)

17/01/2019

Lombardia - Sicilia uno a zero

Bella e brava, lo chef bagosso Sara Scalvini ha surclassato il collega Peppe Aloisi che nella trasmissione “Cuochi d’Italia” rappresentava la Sicilia (2)

17/01/2019

Un impiegato per il Gal

C’è tempo fino a lunedì 21 gennaio per partecipare al bando indetto dal Gal GardaValsabbia2020 per l’assunzione di un addetto alla segreteria amministrativa e istruttore tecnico

17/01/2019

Una nuova Materna per Casto

Profondamente rinnovata la struttura, che diventa comunale, come la gestione che rimane in carico alla Fondazione Ugo Lucchini. Nuova vita per la scuola dell’Infanzia di Casto


15/01/2019

Multe per i furbetti del sacchettino

Sono una decina e interesseranno episodi di abbandono rifiuti registrati nelle scorse settimane a Bione, Idro, Mura e Roè Volciano (7)



Eventi

<<Gennaio 2019>>
LMMGVSD
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia