Skin ADV
Lunedì 19 Novembre 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Vicini a Venezia

Vicini a Venezia

by Vanna


03 Novembre 2018, 07.11
Valsabbia
Abusi

Il maestro che palpeggia le alunne

di red.
Inchiodato alle sue responsabilità dalle telecamere piazzate dai carabinieri, un maestro valsabbino arrestato nei giorni scorsi in una scuola della Valle Sabbia, rimane in carcere

Lo scandalo, scoperto nei giorni scorsi dal Giornale di Brescia, si allarga.
E quella che chi indaga ritiene esser la prova regina degli abusi subiti non da una, ma due bambine, è impressa sul nastro delle telecamere installate a scuola.

Nella classe dell'istituto comprensivo di un paese della Valsabbia, dove nei giorni scorsi un maestro è stato arrestato in flagranza di reato con l'accusa di violenza sessuale.

Su una alunna di otto anni, ma non solo.
Vittima è anche infatti la sorella della bambina.

È quanto emerge da un'inchiesta delicatissima che ha sconvolto un intero paese.
L'uomo, 47 anni, resta in carcere dove è rinchiuso da lunedì scorso in isolamento. Nega ogni accusa, ma la ricostruzione degli inquirenti è stata considerata solida dal giudice per le indagini preliminari.

Il giudice.
«È socialmente pericoloso e potrebbe rifarlo» è la tesi del gip Elena Stefana che ha convalidato l'arresto compiuto dai carabinieri di Salò intervenuti dopo aver visto, in diretta grazie all'occhio elettronico montato a scuola, le attenzioni morbose e i palpeggiamenti che il maestro avrebbe riservato alla piccola alunna.
Le stesse mosse, gli stessi movimenti che la sorellina della vittima aveva raccontato ai genitori di aver subito lei stessa qualche giorno prima.

Dalla richiesta di aiuto della bambina a mamma e papà i militari, interpellati dai genitori delle minori, sono arrivati a scoprire anche gli abusi sulla sorellina.

Due al momento gli episodi contestati all'insegnante dai sostituti procuratori Marzia Al iatis e Maria Cristina Bonomo; la prima aveva aperto l'inchiesta dopo la denuncia dei genitori delle bambine e la seconda ha ordinato l'arresto ad inizio settimana.

L'inchiesta non si ferma e gli inquirenti vogliono ora capire se i fatti sui quali si è fondata l'accusa di abusi sessuali (i palpeggiamenti rientrano infatti in questo reato) siano gli unici commessi dal maestro, residente in Valsabbia, incensurato e impegnato in altre due scuole della provincia. E ora ovviamente sospeso.

Al momento nessun altro genitore si è però presentato ai carabinieri per denunciare situazioni particolari con protagonista l'insegnante colpito da accuse pesantissime.

dal Giornale di Brescia
di Andrea Cittadini

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID78119 - 03/11/2018 10:34:24 (tommaso.bodei) Noooooo
Mamma mia che schifo questo mondo,se fosse tutto vero sarebbe davvero gravissimo.Se non si può avere fiducia neanche di persone che vivono i nostri ragazzi più di noi è davvero intollerabile.Abusare di piccole creature e rovinare loro la vita è una cosa che non sta né in cielo né in terra.


ID78120 - 03/11/2018 12:44:19 (Tc) ...
daltronde non si puo' aver fiducia nemmeno dei preti...


ID78121 - 03/11/2018 13:24:11 (cardinale) Che senso ha questa affermazione
Scusa TC che c'entrano i preti ora. L'attenzione va posta in ogni caso, la maggior parte delle violenze avvengono in casa a carico dei famigliari (padri, zii, nonni, cugini etc...) ovviamente queste persone esistono poi in ogni contesto sociale, scuole, parrocchie, centri di aggregazione, internet etc... Il sacerdote è un uomo è come tale va inquadrato come tutti gli altri. In questo caso si parla di un maestro, allora come nei preti non bisogna avere fiducia più nemmeno in quelli e così via. Bisogna stare all'erta sempre... perché il pedofilo è la persona più subdola che ci si possa aspettare e normalmente il meno riconoscibile. L'esempio sta nelle fetenzie gratuite rivolte nei bar ad alcuni miei colleghi e probabilmente anche a me quando non c'ero ed io sapevo invece che era tutt'altra persona... Occhi aperti...


ID78122 - 03/11/2018 13:59:14 (Denis66) .....
Nomeeeeeee


ID78123 - 03/11/2018 14:38:20 (ALCOLICASTO)
meglo tardi che mai....


ID78124 - 03/11/2018 17:07:50 (Iva) Sono cose incredibili
Cose incredibili ed impensabili sopratutto da un maestro che dovrebbe solo insegnare ed educare i bambini che vi ripongono sempre la massima fiducia ed essere un esempio e si rivela un orco. Sarebbe interessante sapere in che paesi insegna per stare almeno attenti.


ID78125 - 03/11/2018 17:32:06 (Tc) cardinale...
i preti centrano cosi come i maestri,nel momento in cui in fiducia gli si affida i figli per un istruzione,religiosa o scolastica che sia e a maggior ragione i preti che fanno della loro vita un sacrificio portato a fare cose ben diverse da quelli che troppi preti fanno o hanno fatto e che la chiesa ha sempre tenuto coperto e nascosto,uomini di dio si reputano e bisogna aver fede pure...trovo grave e insensato l'abuso su minori gia'da parte di persone senza nessun titolo,famigliari ecc,ma ancora di piu' da parte di quelle persone che dovrebbero essere istruttori di vita,naturalmente e fortunatamente ci sono persone e uomini di dio che sono ben altra cosa rispetto a i loro malati e perversi colleghi...amen


ID78126 - 03/11/2018 17:56:01 (genpep)
aspettiamo a dare giudizi. premesso che se fosse vero non sarebbe male l'amputazione dell'oggetto, Troppe volte insegnanti bidelli ecc. sono stati accusati di pedofilia e non era vero niente. Nessuno ricorda L'asilo di Bs dove l'intero corpo insegnante e i bidelli si sono fatti parecchi mesi di galera e dopo anni sono stati prosciolti per non aver commesso il fatto?



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
13/09/2015 09:07:00
Depilazioni intime Attirati in negozio con varie scuse, spesso dopo preventivi contatti su facebook, le vittime dei presunti abusi subiti nel negozio da parrucchiere di via Capoborgo erano per lo più ragazzini


15/04/2016 08:15:00
Prima c'era un muro di sassi, ora una trincea Pierfranco Bolandini, l'erborista di Ponte Caffaro, non molla. E nel suo ruolo di "guardiano del lago" ci porta lungo il sentiero che percorre con gli amici ogni primo sabato del mese, per segnalare ancora una volta cio che ritiene siano degli abusi


12/12/2017 08:00:00
«Quinonsitocca», lotta agli abusi infantili Le quattro scuole dell’infanzia gavardesi hanno aderito al progetto che aiuta le famiglie ad avviare i più piccoli a una corretta conoscenza del proprio corpo e delle sue caratteristiche nell’ottica della prevenzione degli abusi

09/05/2007 00:00:00
Una ricerca sugli abusi giovanili L’abuso di alcol in continua crescita tra giovani e giovanissimi, è diventato un argomento all’ordine del giorno per i rischi sanitari e sociali ad esso connessi. La Valle Sabbia non fa eccezione.

09/07/2016 14:22:00
«Una stanza tutta per sè» Nella caserma del Comando compagnia di Salò, è stato inaugurato questo sabato mattina uno spazio espressamente dedicato all'accoglienza e al dialogo con le donne in difficoltà a causa degli abusi. Rivolgersi ai carabinieri è ancora più semplice




Altre da Valsabbia
18/11/2018

Nuovo circolo per Fratelli d'Italia

Alla presenza del senatore Gianpietro Maffoni è stato inaugurato ieri a Vestone il circolo “Valle Sabbia” di Fratelli d’Italia, che sarà coordinato da Edoardo Teotti (3)

18/11/2018

Benemerenza per due poliziotti salodiani

Vittorio Paoletti e Giovanni Monaco, un anno fa, sono riusciti ad evitare in autostrada quella che avrebbe potuto essere una strage (1)

18/11/2018

Risorse per l'Antincendio boschivo

85 mila euro per le squadre Aib bresciane della Protezione civile e 40 mila euro in più all’Alto Garda per incendio di Tremosine

17/11/2018

Ruba ad anziana, sessantenne nei guai

Fingendo di essere l’addetto ai pasti a domicilio entra in casa di una 91 enne e le porta via 80 euro. Rintracciato dai vigili grazie all’impianto di videosorveglianza (3)

17/11/2018

Segno, forma e colore, l'arte di Faini

L’artista bresciano “naturalizzato” a Preseglie, espone fino al 25 novembre a Castegnato

17/11/2018

Sportelli Suap e Sue, Valsabbia in rete

La nuova convenzione siglata dalla Camera di commercio e dalla Comunità montana semplificherà la gestione degli sportelli unici dedicati alle attività produttive e all'edilizia

16/11/2018

Un Sì per l'acqua pubblica

Gentile direttore, approfitto di questa rubrica per parlare di acqua pubblica dato che questa domenica tutti noi saremo chiamati alle urne...
(8)

16/11/2018

Record di presenze in Rocca d'Anfo

Primi dati: sempre più "internazionale" la Valle Sabbia: con la Rocca d'Anfo a fare da traino, in aumento e diversificata la presenza di turisti sia stranieri sia italiani
(1)


15/11/2018

Al centro il bambino e l'adolescente

Lo scorso 26 ottobre si è svolta a Sabbio Chiese una cena di raccolta fondi organizzata da Cooperativa Sociale Area a sostegno del Centro Diurno Minori “In-chiostro” di Villanuova 

15/11/2018

Acqua pubblica, domenica si va alle urne

Dopo tanti incontri informativi e dibattiti sul tema, per i bresciani è giunto il momento di esprimersi sulla futura gestione – esclusivamente pubblica o con la partecipazione di soggetti privati - del servizio idrico integrato  



Eventi

<<Novembre 2018>>
LMMGVSD
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia