28 Novembre 2019, 15.30
Val del Chiese Storo
Mondo rurale

La filiera dell'alpeggio

di Aldo Pasquazzo

Ieri a Storo il primo incontro di un corso di formazione rivolto a persone che gravitano attorno al mondo delle malghe a partire dagli allevatori fino alle strutture ricettive e ristoranti


Ha preso il via ieri mattina (mercoledì 27 novembre) a Storo alla presenza di una settantina  partecipanti, tra gestori di malghe, custodi e guardie forestali, operatori del turismo, curiosi e interessati, il corso di formazione “La filiera d’alpeggio dall’erba al piatto: gestione del pascolo e valorizzazione del prodotto” promosso dalla Rete di riserve "Valle del Chiese" e organizzato in collaborazione con il Centro Istruzione e Formazione della Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige.

Nel corso della giornata introduttiva è pure intervenuto il sindaco di Storo Luca Turinelli, che ha portato il saluto dell'amministrazione  e l'augurio di buon lavoro.

Il percorso formativo ben si inserisce negli obiettivi della Rete di riserve, strumento indirizzato alla realizzazione di una gestione unitaria e coordinata delle aree protette presenti sul territorio dei Comuni di Storo, Bondone, Borgo Chiese, Castel Condino, Pieve di Bono-Prezzo e Valdaone, attraverso progetti di tutela ambientale, comunicazione, formazione e sviluppo sostenibile.

Il corso di formazione è indirizzato ai portatori di interesse che gravitano attorno al mondo dell’alpeggio a partire dagli allevatori fino alle strutture ricettive e ristorative. È organizzato in 3 moduli, ognuno della durata di 16 ore, che affrontano alcuni dei temi chiave delle malghe: la gestione del pascolo; la produzione di un formaggio di qualità; la valorizzazione del prodotto di malga tra comunicazione e ospitalità.
Tutto questo perché l’attività di alpeggio riveste un ruolo importante nella tutela del paesaggio alpino e della sua biodiversità e costituisce un elemento fondamentale per lo sviluppo di forme di turismo ed economia sostenibile sul territorio.

Ieri  si è svolto il primo appuntamento del modulo relativo all’utilizzo della risorsa pascolo che ha affrontato i temi relativi ai piani di pascolamento, i disciplinari d’uso della malga, la conoscenza e la gestione della biodiversità floristica del pascolo. Il modulo continuerà i prossimi mercoledì 4 e 11 dicembre sempre a Storo (rispettivamente presso la Biblioteca e la Sala riunioni del Comune) durante i quali si parlerà degli aspetti produttivi del pascolo e della gestione agronomica, del recupero dei pascoli compromessi, del paesaggio e degli habitat legati all’alpeggio e della prevenzione dei danni da grandi carnivori.

Il corso proseguirà poi in primavera con il secondo modulo dedicato alle tecniche di lavorazione del latte di malga per produrre formaggio di qualità che si svolgerà anche con attività pratiche in caseificio.

Si concluderà infine nell’autunno 2020 con il terzo modulo a cura di Accademia d’Impresa della C.C.I.A.A. di Trento dedicato alla comunicazione e all’ospitalità presso la malga al fine di valorizzarne i prodotti e il ruolo.




Vedi anche
16/07/2011 09:00

Malghe aperte nella Valle del Chiese Gli alpeggi della Valle del Chiese del vicino Trentino aprono le loro porte a turisti, visitatori ed escursionisti.

28/02/2018 08:00

Allevatori in assemblea L’assemblea gli allevatori del Chiese traccia bilanci e prospettive della zootecnia di zona. Un po' di maretta al momento del rinnovo del direttivo

16/07/2010 08:30

Malghe da salvaguardare Dalla Regione tre finanziamenti per altrettanti interventi di recupero e valorizzazione anche in chiave turistica di vecchie malghe in alta Valsabbia.

06/10/2019 08:00

Transumanza o sanmärtì? Nel dialetto di Bagolino il termine transumanza non esiste; lo spostamento delle mandrie dalle stalle di fondovalle agli alpeggi, e viceversa, è chiamato sanmärtì, come il classico trasloco da una casa all'altra...

05/08/2020 09:50

Al via il primo Festival del «Formai da mont» Fino a settembre a Sella Giudicarie la nuova iniziativa che si abbina a “Malghe aperte” per apprezzare valori e tradizioni della realtà di montagna



Altre da Val del Chiese
17/09/2020

Nuovo cd per Nicol Bertanzetti

È in uscita “Le canzoni del cuore e dell'anima” che contiene 21 brani, alcuni di canzoni note altre inedite e nuove, tra cui un nuovo inno dedicato alla Madonna di Bondone
• VIDEO

17/09/2020

I 99 della Placida del «Fratì»

Ha raggiunto le 99 primavere la decana del paese di Bondone residente nella località della frazione di Baitoni

17/09/2020

A Roncone «Mondo Contadino» e «Festival del Formai»

Nel rispetto delle norme anti covid entrambe le iniziative andranno in scena nel fine settimana, regalando ai partecipanti uno scorcio di vita rurale

15/09/2020

Riapre il Bici Grill

Da metà ottobre il bar in località Bersaglio, punto d'incontro dedicato soprattutto ai ciclisti, riaprirà i battenti sotto la gestione della giovane Greta Colbrelli

14/09/2020

Effettuata la seconda fase di prelievi sierologici

A Borgo Chiese e a Pieve di Bono – Prezzo prosegue lo studio sulla popolazione per individuare gli anticorpi anti Covid-19

12/09/2020

Niente Messa solenne per la Madonna dell'Aiuto

La consueta celebrazione del 12 settembre nell'omonimo Santuario di Lodrone quest'anno non si svolgerà, nel rispetto delle norme di sicurezza anti Covid. Presente, invece, la tradizionale fiera a Ponte Caffaro

10/09/2020

Solenne processione per la «Madona de Setember»

Anche ieri a Bondone si è rinnovata la Festa del Voto, con la tradizionale processione della statua della Vergine dalla chiesa parrocchiale al capitello di Plòs

10/09/2020

Ritrovato in un canalone dopo una notte all'addiaccio

La macchina dei soccorsi si è messa in moto martedì sera alle 22, l'uomo ferito, uscito a funghi, è stato ritrovato e recuperato nel pomeriggio di mercoledì sui monti di Pieve di Bono

08/09/2020

Al via il secondo prelievo sierologico

In questi giorni a Pieve di Bono e Prezzo e a Borgo Chiese verrà effettuato il secondo ciclo di prelievi del sangue per la ricerca degli anticorpi anti Covid-19

07/09/2020

Il Covid non ferma la Festa del Voto

Rispettando tutte le disposizioni sul distanziamento, si terrà anche quest’anno la storic aprocessione con la statua della Vergine tanto cara agli abitanti di Bondone e Baitoni