24 Maggio 2020, 07.00
Val del Chiese Storo
Parrocchie

Ancora niente messe in Valle del Chiese

di Aldo Pasquazzo

Le tre Unità pastorali del fondovalle “Unità Pastorale Madonna dell'Aiuto” ali “Madonna delle Grazie” e “Sacra Famiglia” riprenderanno le funzioni alla presenza dei fedeli a giugno. Nel frattempo le messe sono trasmesse dal Cedis di Storo per via telematica


Nell'ambito delle tre Unità pastorali del fondovalle del Chiese nelle rispettive parrocchie messe e altre funzioni riprenderanno non da oggi (domenica 24 maggio), come per la maggiorparte delle chiese, bensì dal prossimo 6 – 7 giugno.

L’hanno annunciato i rispettivi sacerdoti, don Andrea Fava e don Vincenzo Lupoli, aggiungendo che rispetto a prima molte cose sono destinate a cambiare .

“Il suono delle campane a Storo – risponde don Andrea - proseguirà ugualmente, ma solo per annunciare che dentro la chiesa, assieme a sagrestano e un solo lettore, celebro la messa, che a sua volta il Cedis (Consorzio elettrico di Storo ) diffonde poi in tutte le case per via telematica. Le dirette hanno finora avuto un buon seguito e partecipazione”.

“Con don Andrea - avverte don Vincenzo – e vista la situazione, abbiamo convenuto di protrarre la chiusura di oltre due settimane rispetto ad altri decanati, e nel contempo poter predisporre tutti gli accorgimenti da adottare, come distanze, numero ridotti di fedeli sotto le navate, l'uso di guanti per la comunione e non praticare assembramenti davanti all'organo e alle cantorie. Sempre e comunque si continuerà con l’igienizzazione interna (paramenti compresi), togliendo l’acqua dalle acquasantiere.

Mentre su don Andrea gravano sei chiese, riconducibili all'Unità pastorale “Madonna dell'Aiuto”, su don Vincenzo (pur supportato da don Beppino Caldera e da don Michele Canestrini) i paesi in cui portare la parola del Signore risultano ben dodici.

A fare riferimento a don Andrea, oltre all’arcipretale di San Floriano a Storo, vi sono le curazie di Darzo, Lodrone, Baitoni, Bondone e Riccomassimo.

Ben più folto l'organigramma di don Vincenzo che oltre all'arcipretale di Santa Maria di Condino deve spalmarsi pure su Brione, Cimego, Castel Condino nonché sulle chiese di Santa Giustina, al cui interno gravano pure le chiese di Prezzo, Cologna, Strada, Agrone e Por, nonché sulle restanti di Bersone, Praso e Daone pur sempre comprese dentro l'Unità pastorale “Madonna delle Grazie”.

Aperti invece i cimiteri, dove continueranno ad essere in vigore le restrizioni introdotte negli ultimi due mesi a causa del Coronavirus.

In foto:
. don Vincenzo Lupoli con la mascherina
. don Andrea Fava in una cerimonia di tempo fa



Vedi anche
07/06/2020 09:00:00

Riprendono le messe nel fondovalle Con due settimane di ritardo rispetto al resto del Trentino e del resto d’Italia, anche i fedeli delle tre Unità pastorali del fondovalle del Chiese ritornano in chiesa, dopo tre mesi di chiusura

10/06/2020 09:49:00

Saltano anche due tornei giovanili Le tradizionali manifestazioni calcistiche di Condino e Storo, quest'anno cancellate a causa dell'emergenza sanitaria, rappresentano da sempre un momento di festa per giocatori e famiglie

05/08/2018 08:00:00

Passaggio di testimone Padre Artemio Uberti a breve lascerà le Parrocchie di Pieve di Bono e Valdaone. A farsi carico dell'Unità pastorale “Madonna delle Grazie” sarà don Vincenzo Lupoli 

07/03/2020 12:00:00

La Quaresima al tempo del Coronavirus Messe e Via Crucis in streaming, uso dei social e delle app di messaggistica istantanea per comunicare con i fedeli, ma anche le “vecchie” radio parrocchiali: così le parrocchie si attrezzano in queste settimane di isolamento. Un’altra domenica senza messe per il popolo

27/06/2016 09:26:00

Festeggiati 50 e 40 anni di vita sacerdotale L'Unità pastorale Sacra Famiglia ha celebrato ieri a Condino gli anniversari di ordinazione del frate cappuccino Giorgio Antonio Butterini e di don Giorgio Gabos



Altre da Val del Chiese
09/07/2020

Anziano annega nel lago di Roncone

L'imbarcazione su cui si trovava si è capovolta e l’uomo è finito sul fondale risucchiato dalla melma, nonostante i tempestivi soccorsi. Si tratta di un uomo di 78 anni di Rovereto

07/07/2020

Cassa Rurale, i passi verso la fusione

Presentato l'assetto della nuova banca di credito cooperativo che nascerà con la fusione della Cassa Rurale Adamello nella Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella: nuova governance, un periodo di transizione di tre anni, cinque territori con altrettanti Gruppi Operativi Locali per gestire la mutualità

06/07/2020

Attraversamenti pericolosi

Da qualche giorno tra Cimego e Storo l'attraversamento improvviso di caprioli e cinghiali mette in difficoltà le auto di passaggio. I sindaci valutano il da farsi

05/07/2020

Conduttori di autocarri e bus a scuola per il CQC

Presso il mini auditorium vicino al municipio di Storo, il sabato mattina si sta svolgendo un corso di abilitazione per conducenti organizzato dalle autoscuole della zona

02/07/2020

Armanini dice la sua

In merito alla lettera da noi pubblicata mercoledì che sollevava interrogativi sulla fusione fra le Rurali GVP e Adamello, ci scrive il presidente Armanini

01/07/2020

Fusione Rurali, fra dubbi e certezze

Ma siamo proprio sicuri che la fusione in programma fra le Rurali 'Giudicarie Valsabbia Paganella' e 'Adamello', nei tempi e nei modi, sia stata studiata bene? I dubbi di un lettore

30/06/2020

La nonnina milanese festeggia i 110 anni a Cimego

Ha scelto la Valle del Chiese Pierina Sala per festeggiare il prestigioso traguardo: il suo luogo preferito da cinquant'anni per le vacanze

29/06/2020

Lago, parapendio e due ruote

Dopo una lenta ripartenza post coronavirus, il primo fine settimana estivo ha fatto registrare una crescente presenza di turisti anche a Bondone e Baitoni

29/06/2020

Alberto Folgheraiter, giornalista e scrittore

Alberto Folgheraiter, classe 1952, è un giornalista, già capostruttura della sede Rai di Trento. Ha pubblicato ventisei libri. La sua ultima fatica, appena editata: “La valle di Fiemme: l'autogoverno di un popolo fiero”

26/06/2020

Cede la staccionata, rovinosa caduta per un pescatore bresciano

L’incidente ieri in alta Valdaone mentre era a pesca su un fiume con una amico che ha allertato i soccorsi