Skin ADV
Venerdì 19 Ottobre 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Grazzano Visconti

Grazzano Visconti

di Carla Cicoli



17.10.2018 Preseglie

19.10.2018 Vobarno Valsabbia

17.10.2018 Sabbio Chiese

18.10.2018 Vobarno Val del Chiese Storo

17.10.2018 Gavardo

18.10.2018 Val del Chiese

17.10.2018 Bione

17.10.2018 Villanuova s/C Valsabbia

17.10.2018 Lavenone

18.10.2018 Valsabbia Provincia



12 Giugno 2018, 09.51
Val del Chiese
Eventi

Al forte Larino la «Giornata del disertore»

di Redazione
Torna sabato prossimo al forte Larino a Lardaro l’evento organizzato dall’associazione Doc (Direzione ostinata e contraria) per commemorare in forma alternativa e senza retorica il primo conflitto mondiale

L'associazione Doc (Direzione ostinata e contraria) ti invita alla quarta edizione della Giornata del disertore sabato 16 giugno 2018 al forte Larino a Lardaro.

L'evento nato e pensato nel 2015
, centesimo anniversario dell'entrata in guerra dell'Italia nel primo conflitto mondiale, ha da sempre voluto essere un'alternativa alle commemorazioni ufficiali e alla retorica del sacrificio, tipo quella del fante contadino, portando riflessioni sull'assurdità della guerra e della cieca obbedienza.

Questo percorso in questi anni
si è evoluto e ampliato, grazie alla partecipazione di tanti attivisti che da tutta Italia hanno portato gratuitamente il loro contributo di esperienze, di sapere e di lotta. Le relazioni hanno sempre avuto uno sguardo al passato e al ricordo di chi si è opposto alla guerra ma anche al presente, alle esperienze di chi oggi, con dei continui conflitti non conclamati e senza la leva obbligatoria, si oppone all'industria della guerra e quindi della morte, di chi ancora pone la libertà e il rispetto del prossimo come valori fondamentali dell'uomo.

Sarà una giornata piena di eventi e di attività che parte alle 10.00 mattina con la camminata guidata, in compagnia dell'Ape Brescia, dal forte Larino al forte Corno, camminata arricchita da qualche sorpresa rispetto allo scorso anno.

Per il pranzo ci si potrà rivolgere al servizio bar e nel pomeriggio ci sarà la possibilità di visitare il forte Larino, all'esterno del forte sarà possibile vedere una piccola esposizione artistica e dalle 14.00 torneo di bocce.

Alle 15.00 si alterneranno le 3 relazioni previste. Anche quest'anno cade un anniversario ed è proprio quello della fine del primo conflitto. Il primo intervento avrà come tema "il disfattismo al tempo delle trincee", ossia del valore e dell'esempio di chi ha sabotato, si è opposto agli ordini e si è rifiutato di impugnare le armi e di uccidere pagando a caro prezzo le proprie decisioni.

Seguirà la seconda relazione a cura del collettivo Rompere le righe dal titolo "l'antimilitarismo al tempo dei soldati di professione".

Il terzo intervento sarà curato del geologo Francesco Aucone attivista del comitato che si oppone all'ennesima inutile grande opera, il gasdotto adriatico snam tap, che ci parlerà della loro esperienza e che ci porterà esempi concreta di resistenza civile e quindi in un certo senso di diserzione a delle imposizioni.

Con questi interventi vogliamo parlare delle differenze esistenti tra chi parla di interessi supremi, di patria nazionale, o si barrica dietro a un concetto di patria definita con delle linee immaginarie tracciate su una mappa e ha bisogno di cercare un nemico esterno da additare per rinvigorire la perenne minaccia del diverso, e di chi cerca nella comunità in continuo cambiamento di affrontare le difficoltà della realtà da sempre in continua evoluzione.

La chiusura e la staticità dei primi crediamo sia un'idea vuota e portatrice di sopraffazione e morte, l'altra romanticamente la vogliamo pensare come una pianta di noce che cresce piano e con perseveranza mettendo radici fino a diventare madre di nuova vita.

C'è un filo, una connessione che lega gli episodi di disobbedienza nelle trincee alla disobbedienza civile dei comitati di difesa del nostro territorio e con un po' di retorica e di provocazione oggi dobbiamo chiederci chi davvero sta difendendo il "patrio" suolo.

Al termine delle relazioni si alterneranno sul palco 3 gruppi: i SenzaResa, gli Otomono fc e i Giovani al doppio gin, gruppi indipendenti a km0.

Per tutto il giorno sarà attivo uno spazio con materiale informativo e il servizio bar con panini con la salamina o vege e per concludere la giornata cena con pastasciuttata ad offerta libera.

Non mancare!
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID76395 - 12/06/2018 16:54:27 (bernardofreddi)
Buona festa. Speriamo solo che la realtà prima o poi non vi suoni la sveglia troppo bruscamente, come successo a tanti altri idealisti prima di voi.



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
01/06/2017 15:47:00
Al forte Larino la «Giornata del disertore» Ad organizzarla nella giornata del 2 giugno l'associazione Doc «Per non dimenticare il coraggio e l'esempio di chi seppe dire "io mi rifiuto" e per chi continua a dire "io mi rifiuto"»

30/05/2015 09:13:00
La giornata del Disertore «Per non dimenticare il coraggio e l'esempio di chi seppe dire "io mi rifiuto"». Così al Forte di Lardaro, per martedì 2 giugno, fra appunti di storia locale ed internazionale, musica e buffet


07/02/2018 14:52:00
La musealizzazione del Forte Larino Arriva dalla minoranza di Civica Futura una proposta di valorizzazione in chiave turistica del maniero di Lardaro

20/04/2016 16:30:00
Trofei di caccia Il prossimo fine settimana il Forte Larino di Lardaro ospiterà la mostra Trofei di caccia organizzata dall’Associazione Cacciatori delle Giudicarie, Rendena e Ledro

27/11/2012 07:00:00
In direzione ostinata e contraria Mercoledì a Odolo la prima di due serate organizzate dall'associazione D-Skarika e dalla biblioteca con ospite don Andrea Gallo, che presenterà il suo ultimo libro "La Buona Novella".



Altre da Val del Chiese
18/10/2018

Si ribalta col Quad e finisce all'ospedale

L’incidente a Condino, causa perdita di aderenza e conseguente scarrocciamento del motoveicolo a quattro ruote. A farne le spese un 39 enne della zona


18/10/2018

Alla Novafiltri cresce l'occupazione

A meno di un anno dal suo insediamento a Darzo, i dipendenti dell'azienda sono già saliti a quota 20. Un numero destinato ad aumentare  (1)

17/10/2018

Un manager americano dal cuore castellano

Si tratta di Mario Tarolli, originario di Castel Condino ed emigrato alla fine degli anni Cinquanta negli Stati Uniti, dove ha fatto carriera con onestà e determinazione 

16/10/2018

Al Pieve di Bono il Trofeo «Esperia»

La quinta edizione del torneo per Pulcini è stata disputata la scorsa domenica a Rovere della Luna. Il Pieve di Bono ha vinto ai rigori contro il Levico 

15/10/2018

Raccolte di stagione ad Agri 90

Buona la raccolta di castagne che viaggia attorno ai 30 quintali. Soddisfacente anche l'andamento riguardante il mais e gallette a differenza di quello delle patate che invece riscontra un calo del 20%

15/10/2018

«Lanzi Lodron», una tradizione di successo

Si è conclusa anche per quest'anno la rievocazione storica a cura dell'associazione culturale “Lebrac”, impegnata a divulgare la storia e le tradizioni delle Giudicarie 

13/10/2018

Campo da gioco non omologato

La struttura del Palastor non è praticabile e allora la squadra della Settaurense Calcio a 5 deve forzatamente emigrare a Roncone

13/10/2018

Il castello di Bondone

Un maniero che domina il lago d'Idro, la Rocca d'Anfo e la Valle del Chiese meridionale e affonda le sue radici in un passato illustre

11/10/2018

80.000 euro per progetti e investimenti

La Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella attiva due bandi per il sostegno ad enti ed associazioni del proprio territorio in ambito formativo, culturale, sociale e per investimenti materiali


11/10/2018

Bondone apre le porte ai visitatori

Anche il Comune trentino si prepara ad accogliere residenti e turisti in occasione della giornata dedicata alla scoperta dei borghi più belli d'Italia 



Eventi

<<Ottobre 2018>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia