Skin ADV
Mercoledì 21 Febbraio 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

MAGAZINE


LANDSCAPE




19.02.2018 Valsabbia Giudicarie

20.02.2018 Vobarno Valsabbia

20.02.2018 Preseglie

20.02.2018 Barghe

20.02.2018 Vestone Gavardo Valsabbia

19.02.2018

19.02.2018 Storo

21.02.2018 Idro Vobarno Sabbio Chiese Villanuova s/C Garda

21.02.2018 Gavardo

19.02.2018 Valsabbia Garda Provincia






11 Febbraio 2018, 08.00

L'opinione

A giorni alterni

di Luca Rota
Esistono nella vita di ognuno di noi dei valori fondanti, ai quali mai dovremmo sottrarci. Non si è fedeli un mese si e un mese no, non si è credenti a semestri e non si é onesti a giorni alterni, così come non si è solidali solo d’estate invece che d’inverno. O lo siamo sempre o non lo siamo mai

Antifascisti lo dovremmo essere per Costituzione, anche se da sempre i governi si servono di metodi richiamanti al ventennio, per “tenere buoni” quelli che non la pensano come loro. Perché il fascismo non è mai stata un’ideologia, ma un modo di essere, di (non) pensare e di vivere, un enorme frullato di intolleranza, arroganza, prepotenza, vigliaccheria e molta, ma molta ignoranza.

La recente scelta del ministro degli Interni di vietare la manifestazione antifascista a Macerata (poi revocata all’ultimo), accolta senza batter ciglio dalle varie sigle (Anpi, Libera, Cgil e Arci) ed unita all’incalzante sempre più vergognosa presa di posizione in merito, di fazioni quali Casapound o Forza Nuova, descrive tristemente il tempo in cui viviamo. I neo fascisti ritornano più beceri e ignoranti che mai, gli antifascisti operano, ma a giorni alterni.

Dopo la Bossi-Fini, le nostalgie per l’età littoria (impunite e troppo tollerate), i Cie, i Cara e gli “accordi” con la Libia, ci manca soltanto ripristinare il coprifuoco, l’olio di ricino e la naia, con l’ambizione magari nel tempo libero, di provare a spezzare le reni alla Grecia.

Tanto lo squadrismo non è mai morto, né mai è stato veramente condannato da chi di dovere; e di giornate della Memoria è inutile ripeterne annualmente, se poi si ha come unica volontà quella di vedere i barconi affondati e gli immigrati bruciati vivi.

Perché se viviamo un periodo di crisi profonda è colpa di questa gente, equivalente all’uno per cento della nostra popolazione, che ci invade, ci ruba il lavoro e ci porta in casa criminalità e malaffare. Vero? Ah (poveri) noi!

L’importante però è continuare ad essere dei buoni cattolici, osservanti delle leggi divine che ci suggeriscono di amare il prossimo, senza distinzioni di razza. Un po’ come succedeva “quando c’era lvi”: fascisti, ma cattolici. Solo che a meno di non aver frainteso il messaggio delle sacre scritture, se buoni cattolici, si sarà per forza di cose anche antirazzisti e solidali. A giorni alterni però.
Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG





Commenti:

ID75158 - 11/02/2018 08:56:57 (sonio.a)
Perfetto... Accoglienza diffusa nelle vostre case sempre!a già questo no... Manifestazioni antifascista guidate dai centri sociali? Che bello..



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
23/05/2016 11:17:00
Consegna a giorni alterni La scure di Poste Italiane si abbatterà nei prossimi mesi anche su 14 Comuni valsabbini dove la posta sarà recapitata a giorni alterni

24/06/2008 00:00:00
Afa e umidità ne aumentano la percezione Primi giorni d'estate e subito si fa sentire il calore, anche perché non ci siamo potuti abituare gradualmente. Ecco cosa hanno segnalato le nostre centraline e cosa dicono le previsioni per i prossimi giorni.

07/06/2008 00:00:00
Una primavera lunga o un’estate lenta Quest’anno siamo qui a rimuginare riguardo alle abbondanti precipitazioni metrologiche. Gli esperti ci dicono che dal 1975 non erano così copiose. È un dato di fatto che sono più i giorni piovosi che i giorni assolati.

23/07/2008 00:00:00
«Siamo a metà dell’opera» «Siamo a metà dell’opera e a giorni sarà messo il tetto. Poi inizieranno le finiture per terminare il tutto entro l’anno». Questo è il piano di lavoro previsto per l’ampliamento della sede della Comunità montana valsabbina a Nozza di Vestone.

14/11/2006 00:00:00
Il telefono non piange nemmeno: è muto “Con ieri sera siamo arrivati a 13 giorni senza telefono in casa e la misura è colma. Non sappiamo più a che santo votarci. Ci siamo rivolti anche alle associazioni dei consumatori: ci hanno detto che fare causa è inutile, la perderemmo...




Altre da Terza Pagina
20/02/2018

L'Età del Rame nel Basso Chiese

C’è anche un po’ di Valsabbia nella mostra che sarà inaugurata giovedì 22 febbraio a Calvisano, nella Bassa Bresciana

19/02/2018

Il credito e la cooperazione in Valle Sabbia

Dopo l’Unità, l’Italia dovette adeguarsi ai Paesi occidentali più avanzati nell’industrializzazione, come la Germania, l’Inghilterra, la Francia...


17/02/2018

«La psicanalisi non è una psicoterapia»

Poco partecipato ma estremamente interessante il terzo incontro del ciclo “Il ritorno di Freud” che si è svolto lo scorso giovedì, 15 febbraio, in biblioteca a Vobarno

16/02/2018

Ciao partigiano Spinetti

Saranno celebrati questo lunedì alle 15 a Paitone i funerali di Mario Spinetti, scomparso all’età di 99 anni. Mario è un eroe della Resistenza. Riportiamo uno scritto di Massimo Mattei, che l’aveva intervistato quindici anni fa

14/02/2018

A Vobarno la Giornata del Ricordo

In occasione della celebrazione della Giornata del Ricordo è in programma per questo venerdì, 16 febbraio, presso la Biblioteca di Vobarno una narrazione teatrale a cura di Laura Mantovi

13/02/2018

Migranti e migrazioni

L’ultimo appuntamento a Gavardo della rassegna “Fabula mundi” ha trattato il tema delle migrazioni, delle cause, delle soluzioni fin qui adottate e delle prospettive future

11/02/2018

Carnevale ricchezza della comunità

All’inaugurazione della mostra dedicata al Carnevale di Bagolino organizzata dall’associazione artistica culturale Eridio a Ponte Caffaro un excursus e una riflessione sull’importante festa della comunità bagossa

08/02/2018

Dalla memoria della Shoah al ricordo delle Foibe

In occasione del Giorno del Ricordo domani, venerdì 9 febbraio, a Vestone andrà in scena l’evento teatrale “Il grimaldello della memoria” con Pino Casamassima e Bruno Noris

07/02/2018

Il mondo del carnevale bagosso racchiuso in una mostra

Sarà inaugurata questo sabato 10 febbraio a Ponte Caffaro una mostra dedicata al carnevale di Bagolino e alle sue tradizioni organizzata dall'Associazione artistica culturale Eridio

07/02/2018

I primi trasporti in Valle Sabbia

Il servizio pubblico costituito dalla tranvia a vapore Tormini-Vobarno-Vestone-Idro, di quasi 28 km, fu aperto nel primo tratto il 30 novembre 1881...

Eventi

<<Febbraio 2018>>
LMMGVSD
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia