Skin ADV
Mercoledì 17 Ottobre 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    




MAGAZINE


LANDSCAPE




15.10.2018 Salò Valsabbia Garda

16.10.2018 Gavardo

15.10.2018 Vobarno

16.10.2018 Serle

15.10.2018 Vestone

15.10.2018 Val del Chiese Storo

15.10.2018 Preseglie

15.10.2018 Vobarno

15.10.2018 Gavardo

17.10.2018 Gavardo



10 Giugno 2018, 15.44

Calcio

L'Italia e i «figli della Dea»

di Luca Rota
L’Atalanta e il suo inesauribile vivaio hanno sempre rifornito il calcio italiano di pedine importanti. Non è un caso se da sempre un gran numero di giocatori poi rivelatisi campioni, ha mosso i primi passi in quel settore giovanile

L’altra sera in Italia - Olanda
, erano tantissimi gli uomini in campo ed in panchina, cresciuti nelle giovanili orobiche, o che vestono attualmente il nerazzurro bergamasco.

Partendo dall’altra metà campo, trovavamo in divisa orange l’inesauribile Hateboer ed il mastino/metronomo De Roon; di fronte a loro nella mediana azzurra Cristante, gioiello dell’ultima annata nerazzurra, promesso sposo romanista e l’ex capitano Bonaventura, nel finale sostituito da Baselli, ora cuore granata, ma in precedenza altro figliol prodigo di Zingonia.

Stessa storia spostandosi sulla fascia destra, dove operava Zappacosta, ora al Chelsea ed in precedenza al Torino, ma sempre proveniente da Bergamo.

In difesa non ha giocato Caldara, titolare nelle precedenti uscite, da poco passato alla Juve, ma pilastro della difesa di Gasperini dell’ultimo biennio. Se fossero stati convocabili avremmo visto sulle corsie laterali Spinazzola (anch’esso volato a Torino), Conti (ora al Milan) ed in mezzo Gagliardini (all’Inter).

Nella scorsa gestione ha vestito azzurro Petagna, centravanti sempre al servizio dei compagni di reparto, e con molta probabilità vestiranno azzurro tanti altri profili provenienti dalla giovanili nerazzurre.

Quando si dice lavorare bene e far crescere i giovani. Perché non esiste altro modo di creare cicli vincenti; bisogna saper attendere, dare fiducia e soprattutto non pretendere tutto e subito.

Menzione a parte meritano gli altri uomini che grazie alla Dea giocheranno il Mondiale (Freuler, Kessie), nonché gli altri nazionali (Ilicic, Gomez, Berisha) che in Russia non andranno, ma che avrebbero certamente meritato di andarci.

Aspettando di vedere con quali altri giovani - oltre ai già lanciati Mancini e Barrow - saprà stupirci ai nastri di partenza della A, sempre senza nulla togliere agli altri eccellenti vivai dei nostri campionati, sembra che quello che l’Italia ha con i “figli della Dea”, sia un legame decisamente forte.

Speriamo si dimostri indissolubile.
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID76343 - 10/06/2018 16:32:15 (bernardofreddi)
Non sarebbe ora di seppellire l'assurda (e spesso purtroppo violenta) rivalità calcistica fra Brescia e Bergamo, due terre che per il resto hanno pressoché tutto in comune, abitate da due popoli che hanno lavorato, combattuto e sofferto insieme per secoli??



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
26/06/2018 15:48:00
Il vivaio del Calciochiese si affida a Simone Susio Il quotato tecnico gavardese rientra nel sodalizio storese dove sarà responsabile tecnico del vivaio biancazzurro

13/03/2018 10:56:00
Rispetto per tutti, paura di nessuno! Anche contro l’Atalanta, le giovani leonesse del Brescia calcio femminile (categ. Giovanissime regionali) hanno dimostrato una grinta straordinaria

20/06/2008 00:00:00
Calcio in favore dell’Anffas Sport e solidarietà. All’insegna di questo motto nella serata delle finali del torneo notturno di calcio «I tre de Paitù» l’Assessore allo Sport Guglielmo Del Rio ha inserito una partita tra le ex rondinelle e una rappresentanza di alpini del posto.

25/09/2015 16:02:00
La rivincita degli sport «minori» Sta nascendo un'Italia extra-calcio in queste ultime settimane. Intendiamoci, non che il calcio stia perdendo posizioni: rimane sempre ben saldo al primo posto nella speciale classifica degli sport più amati dagli italiani. Però...


29/08/2018 17:10:00
Si prepara la nuova stagione del Csi Sport di squadra, calcio in testa, con la novità dell'Over 40, ma anche bigliardino, tennis tavolo e sport individuali fra i campionati in partenza del Csi Brescia



Altre da Sport
17/10/2018

Greenway, la pista ciclabile delle Valli Resilienti

Al via i lavori sul tracciato Slow Bike della Greenway di Valle Trompia, la pista ciclabile delle Valli Resilienti che idealmente unirà ad anello Valle Trompia, Valle Sabbia e la città di Brescia

16/10/2018

Al Pieve di Bono il Trofeo «Esperia»

La quinta edizione del torneo per Pulcini è stata disputata la scorsa domenica a Rovere della Luna. Il Pieve di Bono ha vinto ai rigori contro il Levico 

16/10/2018

ASD Volley Prevalle, buona la prima!

Gara d'esordio positiva per le Pantere Nere di Prevalle. Il campionato di CSI parte bene con un buon gioco

15/10/2018

Bazzoli e Galvani al top

Exploit di due ragazze dell'Atletica Gavardo 90 alla 5 Castelli Wine Trail di Bedizzole, proposta quest’anno in una nuova versione (1)

15/10/2018

Primo derby bresciano a Prevalle

L’Imbalcarton Prevalle, al PalaLonato contro la Mi.Gal, vince e convince grazie ad un Azzola mattatore da 29 punti

15/10/2018

Debutto amaro

Prima trasferta con sconfitta per i giovani ragazzi del Villanuova; contro un Desio rinnovato, la compagine valsabbina, con alcuni giocatori in non perfette condizioni fisiche, gioca alla pari i primi due set, cedendo negli ultimi due parziali.

15/10/2018

Un ottimo inizio

Sabato 13 ottobre la serie C maschile lombarda ha alzato il sipario su un nuovo campionato nel quale l'A.D.Volley Sabbio si propone di rivestire un ruolo da protagonist

15/10/2018

Un solo punto all'esordio

Avvio “turbolento” per le valsabbine che scendono al Palavobs contratte e forse troppo emozionate di fronte ad un folto pubblico.

15/10/2018

Una gara per aiutare i bambini diabetici

È quella di Brazilian Jiu Jitsu disputata due settimane fa dagli allievi della scuola Long C’hi. Obiettivo la raccolta fondi da devolvere all’associazione SOStegno 70 

13/10/2018

Campo da gioco non omologato

La struttura del Palastor non è praticabile e allora la squadra della Settaurense Calcio a 5 deve forzatamente emigrare a Roncone

Eventi

<<Ottobre 2018>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia