Skin ADV
Lunedì 22 Aprile 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    








20.04.2019

20.04.2019 Idro Vallio Terme

20.04.2019

21.04.2019 Bagolino

22.04.2019 Bione

20.04.2019 Garda

20.04.2019 Val del Chiese Storo

21.04.2019

20.04.2019 Anfo

21.04.2019 Vobarno






02 Marzo 2019, 08.00
Serle
Lettere

Sostegno dalla Guardia Nazionale Ambientale

di Redazione
L'associazione di protezione ambientale esprime solidarietà e sostegno all'amministrazione comunale di Serle ed al campione nazionale Juri Ragnoli per l'ammirevole progetto del percorso ciclabile in Cariadeghe
Gentile Direttore,

Vogliamo esprimere piena solidarietà e sostegno all'amministrazione comunale di Serle ed al campione nazionale Juri Ragnoli per l'ammirevole progetto di valorizzazione ambientale che prevede, su sentieri già esistenti, l'installazione della cartellonistica direzionale per escursionisti, per le passeggiate per famiglie e con l'indicazione di percorsi ciclabili per gli amanti della mountain bike

Il programma è pronto alla realizzazione e pur avendo raccolto il pieno appoggio da numerose realtà del paese, le approvazioni istituzionali e la possibilità di adeguate risorse economiche, da mesi sta sollevando atteggiamenti ostativi tanto isolati, pretestuosi e di parte, quanto prevaricanti.

La funzione sociale del patrimonio ambientale è oramai assodata e globalmente riconosciuta dal consorzio civilizzato: la natura è un bene del quale qualunque cittadino ha il diritto di beneficiare sempre e liberamente, viceversa l'avifauna selvatica è invece definita a norma di legge come "un bene indisponibile dello Stato" e pertanto l'attività venatoria non costituisce legalmente un diritto, ma semplicemente una temporanea e limitata concessione dello stato che non può mai prevaricare il diritto altrui.

Riteniamo pertanto che risulti quantomeno paradossale che qualcuno possa, nel terzo millennio, candidamente sostenere che vada rispettata in via prioritaria una fantomatica "vocazione venatoria" di un territorio, arrivando addirittura a stigmatizzare con epiteti coloro i quali sarebbero, a suo dire, così stolti o sfrontati da voler fare una passeggiata per sentieri durante il periodo di apertura di caccia, proponendo per loro nientemeno che dei periodi di divieto.

Non è dunque più ammissibile che le istituzioni locali, regionali e nazionali permettano che l'altopiano di Cariadeghe possa essere considerato ancora una volta come una proprietà privata in balia di uno sparuto drappello di personaggi che ritiene di avere l'autorità di opporsi a qualunque tentativo di valorizzazione ambientale e territoriale, agendo in netta contrapposizione con quanto già avviene in tutto il restante territorio lombardo.

Inoltre va ricordato che la gestione dell'altopiano di Cariadeghe in quanto SIC, Sito di Interesse Comunitario ed inserito in Rete Natura2000, per definizione non può essere in alcun modo soggetta a particolarismi locali e travalica la volontà dei pochi che ancora oggi tendono a considerarlo esclusiva pertinenza dei soli serlesi, autodefiniti come "veri fruitori" del territorio, ma al contrario deve prevedere uno sguardo più ampio e finalità ben diverse, così come stabiliscono le stesse regole cui è sottoposto un sito di questo tipo.

Il dissesto economico e demografico delle comunità rurali, soprattutto quando sono di collina e montagna, si combatte anche attraverso progetti che attraggano turismo e sostegno economico; quando un'amministrazione cerca (e, come in questo caso, trova) una opportunità di sviluppo a beneficio dell'intera comunità è inconcepibile che il miope interesse e capriccio di poche persone finisca col prevalere.

A maggior ragione quando l'unica motivazione addotta, bizzarra quanto estremamente preoccupante, è quella che "se i sentieri sono troppo frequentati da escursionisti o peggio da ciclisti, andando a caccia si avrebbe il timore di sparare a qualcuno" e conseguentemente, una volta sviscerati e chiariti tutti i punti normativi, anche in tutela dell'attività venatoria, la contestazione oramai priva di argomentazioni si riduca a mere questioni di principio, diatribe politiche e attacchi sul piano personale ai rappresentanti delle istituzioni locali.

Queste prese di posizione finiscono paradossalmente col danneggiare anche l'intera categoria venatoria coscienziosa e rispettosa delle leggi che già ha preso le distanze da questi estremismi e che invitiamo ad intervenire, assieme a tutte le associazioni ambientaliste ed istituzioni provinciali e regionali, per ricondurre tutti alla ragionevolezza.

Cordiali saluti

G.N.A. Guardia Nazionale Ambientale
Il Responsabile Distaccamento Brescia

Savina Giacomelli
Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
06/08/2018 10:15:00
Il percorso Mtb mette in allarme i cacciatori Si sono presentati in 60 in municipio a Serle, per lo più cacciatori, preoccupati dalla locandina che indicava l’inaugurazione di un nuovo percorso ciclabile sull'altopiano di Cariadeghe. Le rassicurazioni del sindaco

12/04/2011 09:00:00
In mountain bike sui sentieri di Casto Domenica prossima a Casto la prima “Valsabbia Bike Adventure” per scoprire il nuovo percorso ciclabile nella valle del comune valsabbino.

20/05/2014 15:34:00
Juri Cerqui ancora in Nazionale L’atleta del Team Manuel Bike vestirà per la seconda volta la maglia azzurra della Nazionale Italiana di Mountain bike

07/05/2011 07:30:00
Ramon Bianchi racconta la 13ª Conca d’Oro Bike Ecco i segreti del percorso che domani sarà teatro della grande sfida tra i titani della mountain bike nazionale. Già on-line l’elenco dei pettorali assegnati a tutti gli iscritti sino ad oggi.

08/05/2014 10:08:00
Juri Cerqui in nazionale Il giovane biker di Preseglie vestirà la maglia azzurra della nazionale italiana di mountain bike domenica prossima per gara di Coppa Europa Juniores a Graz, in Austria



Altre da Serle
18/04/2019

«El Pà del Venerdé Sant»

Anche quest'anno a Serle, nel giorno nel quale la Chiesa ricorda la passione e morte di Gesù, sarà riproposta l'antica tradizione del dono del pane e delle candele a tutte le famiglie del paese

18/04/2019

«SerleSì» candida Alvaro Nicolini

Per le prossime elezioni amministrative, a Serle si presenta una nuova lista civica con in testa l’attuale assessore alla Cultura e Istruzione

16/04/2019

Cariadeghe, «Gestione resti in capo al Comune»

In merito alla futura gestione del parco dell’Altopiano di Serle, il consigliere regionale valsabbino della Lega, Floriano Massardi, ha presentato un emendamento alla Legge sulla riorganizzazione dei Parchi

15/04/2019

L'India ama il marmo bresciano

Presso il Consolato dell’India a Milano un incontro dei rappresentanti delle aziende estrattive del marmo di Botticino e degli amministratori locali per agevolare l’esportazione verso il paese asiatico

12/04/2019

Fango e immondizia contro l'amministrazione comunale

Nei giorni scorsi a Serle sono stati distribuiti volantini anonimi diffamatori nei confronti sia degli amministratori sia dei dipendenti comunali, oltre che un gesto dal carattere intimidatorio (2)

10/04/2019

C'è chi sporca... e chi pulisce

Con la Giornata del Verde Pulito di domenica, a Serle è stata recuperata una gran quantità di rifiuti e di sporcizia gettata da gente incivile in spazi pubblici e a bordo strada


05/04/2019

Storia di Lamine, quando l'integrazione funziona

Il ventenne della Costa d’Avorio, rifugiato per motivi umanitari è entrato lo scorso aprile nel progetto Sprar a Serle, e grazie allo sport ha trovato la chiave per integrarsi nel paese (1)

02/04/2019

San Bartolomeo in blu

Questo martedì 2 aprile, in occasione della Giornata Mondiale dell'Autismo, la chiesa dell’ex monastero di Serle è stata illuminata con luce blu

02/04/2019

Nuova cartellonistica, anche per la mountain bike

In vista della bella stagione l’amministrazione comunale di Serle sistemerà la segnaletica dei sentieri Cai sull’Altopiano di Cariadeghe, con l’aggiunta del nuovo Sentiero del Carso Bresciano e due percorsi per mountain bike (10)

01/04/2019

Stagno Meder, trovato l'autore dello sversamento

È un 50enne di Serle che la primavera scorsa ha svuotato quattro taniche di olio esausto nello stagno di Cariaghege. Indivuduato dai Carabinieri Forestali di Gavardo, rischia fino a 6 anni di carcere (3)

Eventi

<<Aprile 2019>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia