Skin ADV
Venerdì 24 Maggio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Isola di San Paolo

Isola di San Paolo

di Paolo Salvadori


20 Febbraio 2019, 08.02
Serle
Cariadeghe

Bufera sulla ciclopedonale

di red.
Si preannuncia piuttosto agitata la riunione di questa sera a Serle. Le associazioni serlesi avrebbero raccolto in pochi giorni 900 firme e chiedono che il progetto possa essere vagliato dalla prossima amministrazione

«In merito al percorso ciclopedonale progettato per Cariadeghe, vorremmo sottoporre ai suoi lettori alcune considerazioni».
Così scrivono le Associazioni serlesi, che in questi giorni, in calce alla loro presa di posizione antitetica a quella assunta dal sindaco Paolo Bonvicini, avrebbero raccolto 900 firme.

Ecco ciò che affermano.

«Durante la scorsa estate (2018), le associazioni serlesi, preoccupate della modifica alla legge regionale sulla gestione del Monumento Naturale dell’Altopiano di Cariadeghe, con il prospettato passaggio della gestione al Parco Alto Garda, si attivarono e incontrando alcuni consiglieri regionali bresciani, cercarono di capire quale fosse la situazione.
A tal proposito, le associazioni chiesero all’amministrazione comunale la possibilità di creare una commissione ad hoc per trovare una soluzione condivisa al problema.

Il Sindaco di Serle, alla presenza dei suoi consiglieri, si impegnava in tal senso, chiedendo la presentazione di un elenco di nominativi disponibili a far parte della commissione.
Vennero consegnata una lista d formata da 11 nominativi che successivamente parteciparono ad una serie di incontri con la cittadinanza per raccogliere le osservazioni; in quel mentre si venne a conoscenza, tramite i responsabili del Jury Ragnoli Fan Club, del progetto Cariadeghe Bike Experience.

Da subito vennero evidenziate varie perplessità riguardanti il tracciato che si ritenne in contrasto con quanto previsto dal piano di gestione dell’Altopiano, all’articolo 1 comma 17, che vieta manifestazioni sportive all’interno del monumento naturale.
Nonostante le varie interpellanze presentate dai responsabili delle varie associazioni in più momenti, il Sindaco non ha mai risposto fino al giorno 10 settembre, quando emanava un comunicato che, venendo meno alle promesse, annunciava che la commissione Altopiano non avrebbe mai visto la luce.

La decisione del Sindaco di persistere sulla conferma del percorso ciclopedonale, nonostante anche le osservazioni negative di alcuni suoi consiglieri, sembrerebbe più una ripicca personale verso le associazioni, che una scelta ponderata.
L’auspicio delle associazioni era quello di creare un tavolo di lavoro sul quale far confluire le idee e la volontà dei cittadini serlesi, protagonisti attivi sul territorio comunale ma inascoltati da questa amministrazione, che diversamente ha puntato in maniera massiccia sulla divulgazione di notizie distorte della realtà, tramite mezzi di comunicazione locali, con la precisa intenzione di disgregare l’unità creatasi da sempre tra le associazioni e tra i cittadini.

I serlesi, quindi, amareggiati da questi atti ostili nei loro confronti, contrariati dal fatto che l’amministrazione di una piccola realtà come la nostra, invece di comportarsi come un buon padre di famiglia, premuroso e disponibile ad ascoltare le preoccupazioni dei propri figli, abbia a dimostrare arroganza e presunzione, dimenticando i principi fondamentali della democrazia, ossia dialogo e confronto anche con riflessioni diverse, vere opportunità di crescita e sviluppo.

I latini dicevano che la voce del popolo è la voce di Dio, in questo caso potremmo parlare di un grido d’aiuto; oltre 900 cittadini serlesi chiedono il totale abbandono del progetto, non in contrapposizione agli amici bikers, che sono ben accetti sui nostri monti, ma per salvaguardare le peculiarità attuali del nostro territorio, già per altro fruibile da qualsiasi tipologia di turista, sportivo e non.
La storia e i fatti dimostrano che i serlesi sono sempre stati ospitali con il pellegrino, purché rispetti il nostro amato territorio e il nostro genuino stile di vita.

Concludiamo con una richiesta chiara e precisa, alla quale chiunque si ritenga liberale, non potrà soprassedere:

TOTALE ABBANDONO DEL PROGETTO,

che se ritenuto utile, verrà analizzato da chi nel prossimo futuro reggerà le redini del Municipio.

Le associazioni serlesi con 900 cittadini».

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID79712 - 20/02/2019 12:26:05 (Tc) ...cioe'
fatemi capire,all'interno del parco dell'Altipiano son vietate le manifestazioni sportive e questo progetto,ma e'consentita la caccia?



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
02/03/2019 08:00:00
Sostegno dalla Guardia Nazionale Ambientale L'associazione di protezione ambientale esprime solidarietà e sostegno all'amministrazione comunale di Serle ed al campione nazionale Juri Ragnoli per l'ammirevole progetto del percorso ciclabile in Cariadeghe


06/08/2018 10:15:00
Il percorso Mtb mette in allarme i cacciatori Si sono presentati in 60 in municipio a Serle, per lo più cacciatori, preoccupati dalla locandina che indicava l’inaugurazione di un nuovo percorso ciclabile sull'altopiano di Cariadeghe. Le rassicurazioni del sindaco

28/07/2016 07:42:00
Una ciclabile per il lago Un Ordine del giorno proposto dai 5 Stelle impegna la Provincia autonoma di Trento a valutare, ai fini del finanziamento con fondi Odi, i progetti valsabbini per una ciclabile in riva occidentale dell'Eridio


13/01/2017 09:50:00
Pro Loco di Serle: conoscere, valorizzare, tutelare le risorse La Pro Loco si occupa di mantenere vive le tradizioni culturali, folkloristiche ed eno-gastronomiche del paese, attestandosi come punto di riferimento irrinunciabile sia per il serlese che per il turista

22/12/2015 16:52:00
Teatro di Serle: «Mantenerlo è doveroso per tutti» In risposta alla lettera aperta di Guglielmo Mosca al parroco di Serle, pubblicata domenica scorsa, giunge in redazione quella di Vanni Massari. La pubblichiamo volentieri




Altre da Serle
23/05/2019

A Serle due proposte per il futuro

Per questa tornata amministartiva a Serle scendono in campo due schieramenti: “SerleSì per il bene comune” candida Alvaro Nicolini, assessore uscente, mentre “SiAMO Serle” candida Giovita Sorsoli

07/05/2019

Legge Parchi, approvata modifica su Altopiano di Cariadeghe

Floriano Massardi (Lega): “Soddisfazione per lavoro svolto: gestione dell’Altopiano resta in capo al Comune di Serle, un ringraziamento ai cittadini che si sono attivati”

07/05/2019

Cariadeghe, Girelli: «Approvate le modifiche: merito di tutto il territorio»

Astensione per il consigliere regionale valsabbino del Pd sulla legge regionale sulla riorganizzazione di parchi e aree protette per il riconoscimento dell’Altopiano di Cariadeghe, ma resta critico sul complesso delle norme


28/04/2019

Serle, confronto a due

Due anche a Serle le compagini in lizza per le prossime elezioni amministrative comunali: SerleSì per il bene comune candida Alvaro Nicolini, mentre SiAMO Serle candida Giovita Sorsoli

27/04/2019

Crisi del marmo, Consorzio all'opera per il rilancio

Per risollevare le sorti del settore marmifero il Consorzio Cavatori della Valle di Nuvolera e Nuvolento – comprendente anche Paitone, Serle e Gavardo – punta sulla collaborazione tra tutti i bacini del territorio

23/04/2019

Cariadeghe, sì all'emendamento per la gestione al Comune

La Commissione Agricoltura del Pirellone ha approvato l’emendamento alla Legge Parchi sull’Altopiano di Cariadeghe perché la gestione resti in capo al Comune di Serle

18/04/2019

«El Pà del Venerdé Sant»

Anche quest'anno a Serle, nel giorno nel quale la Chiesa ricorda la passione e morte di Gesù, sarà riproposta l'antica tradizione del dono del pane e delle candele a tutte le famiglie del paese

18/04/2019

«SerleSì» candida Alvaro Nicolini

Per le prossime elezioni amministrative, a Serle si presenta una nuova lista civica con in testa l’attuale assessore alla Cultura e Istruzione

16/04/2019

Cariadeghe, «Gestione resti in capo al Comune»

In merito alla futura gestione del parco dell’Altopiano di Serle, il consigliere regionale valsabbino della Lega, Floriano Massardi, ha presentato un emendamento alla Legge sulla riorganizzazione dei Parchi

15/04/2019

L'India ama il marmo bresciano

Presso il Consolato dell’India a Milano un incontro dei rappresentanti delle aziende estrattive del marmo di Botticino e degli amministratori locali per agevolare l’esportazione verso il paese asiatico

Eventi

<<Maggio 2019>>
LMMGVSD
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia