Skin ADV
Lunedì 15 Ottobre 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Idro a novembre

Idro a novembre

by Aldo


05 Dicembre 2017, 08.30
Serle
Progetti

«Sativa», insieme per valorizzare l'Altopiano

di Federica Ciampone
Una platea numerosa e molto interessata ha affollato la Sala consiliare del Comune di Serle lo scorso sabato, 2 dicembre, per la giornata di presentazione del progetto “Sativa”

Un pubblico numeroso e attento, come se ne vorrebbero vedere in tutte le occasioni di riflessione e di confronto su temi importanti per il territorio, ha assistito lo scorso sabato alla presentazione del progetto “Sativa”, cofinanziato da Fondazione Cariplo nell’ambito del bando Comunità Resilienti 2016 e realizzato da Fondazione Lombardia per l’Ambiente con il Comune di Serle e la Cooperativa Eliante.
 
Al sindaco di Serle, Paolo Bonvicini, il compito di introdurre il convegno e presentare gli attori della giornata: Gianbattista Tonni (Gal Garda Valsabbia), Fulvio Viesi (Associazione Nazionale Città del Castagno), Chiara Vona e Anna Crimelia (Cooperativa Eliante), Massimiliano Lopedoto (architetto del Comune di Serle) ed Eugenio Fasser (tecnico forestale).
 
Dopo le presentazioni Gianbattista Tonni, referente del progetto, ha illustrato ai presenti obiettivi, iniziative e opportunità di “Sativa”. “Lo scopo del progetto è quello di stimolare la risposta della comunità per far fronte ad alcune criticità che abbiamo riscontrato, avviando così un percorso che porti la comunità locale a riappropriarsi del territorio, valorizzandone la biodiversità e il grande potenziale”. 
 
Partendo dalla sperimentazione di nuove forme di gestione dei castagneti – una coltura di importanza fondamentale per la storia dell’Altopiano di Cariadeghe, ridotta attualmente in stato di degrado e abbandono - il progetto “Sativa” mira a creare nuove opportunità per l’economia locale e la promozione del territorio.
 
Ma quali sono, esattamente, le criticità individuate? “Il ristagno dell’economia locale, l’abbandono progressivo del territorio e il fatto che quest’ultimo non venga più visto come una risorsa per l’uomo: questi fattori hanno provocato l’abbandono delle coltivazioni, in particolare delle selve castanili, la perdita della capacità di utilizzare al meglio le risorse che abbiamo e una drastica riduzione dell’offerta turistica”, ha spiegato Tonni. 
 
Tanti i soggetti coinvolti nel progetto: operatori nel settore agricolo e in quello della ristorazione, studenti e laureati nel settore, le associazioni locali e l’intera comunità, il cui interesse e apporto è indispensabile alla buona riuscita del progetto. Sono già online, come ha ricordato l’architetto Lopedoto, i primi 3 bandi di selezione (www.serle.info/bandi) rivolti ad aziende agricole interessate a prendere in gestione alcune aree, ad imprenditori agricoli interessati alla formazione per diventare operatori specializzati nel settore castanicolo e ad un’azienda agricola interessata a realizzare un vivaio di castagni e marroni.
 
Il secondo intervento è stato quello di Fulvio Viesi (Associazione Nazionale Città del Castagno), che ha raccontato ai presenti – tra cui diversi rappresentanti delle associazioni del territorio - una delle più riuscite esperienze nazionali di recupero e promozione dei castagneti: il castagneto sperimentale “Mindi” di Cavedine. “Se un progetto di questo tipo viene realizzato con cura, avrà una funzione brillante per la didattica e una grande attrattiva per il Comune”, ha detto Viesi. “Abbiamo visto piante ben innestate nel 2006 dare i loro frutti nel 2009. L’obiettivo, oltre che la riqualificazione dell’area, dev’essere quello di creare consumatori attenti, non necessariamente castanicoltori: il consumatore deve imparare a distinguere ciò che vale da ciò che costa, prediligendo i prodotti naturali e a chilometro 0”.
 
La seconda parte del convegno è stata dedicata alla presentazione delle modalità di partecipazione rivolte ad aziende agricole e privati alla gestione agro - forestale delle aree interessate dal progetto. 
 
Chi desiderasse ulteriori informazioni sul progetto può scrivere ad altopianocariadeghe@gmail.com (Gianbattista Tonni, referente), s.vitulano@pteryx.it (Severino Vitulano) o valentina.bergero@flanet.org (Valentina Bergero) per visite guidate e attività per le scuole e vona@eliante.it (Chiara Vona) per info e adesioni. 
 
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
29/11/2017 13:15:00
Progetto «Sativa», sabato la presentazione È tutto pronto, a Serle, per il primo tavolo di lavoro dedicato a una riflessione sul futuro dei castagneti, ma non solo. L’appuntamento è per questo sabato, 2 dicembre, presso la Sala consiliare del Municipio

21/10/2017 08:00:00
Castagneti da conoscere e valorizzare Per far conoscere e valorizzare i boschi di castagne e marroni di Cariadeghe è stato avviato a Serle il progetto Sativa. A causa del previsto maltempo di domenica la castagnata è stata rimandata


12/04/2016 14:11:00
Progetto di recupero dei castagneti È in programma questo mercoledì sera a Serle un incontro rivolto alla popolazione per illustrare un progetto di recupero delle selve castanili di cui è ricco l’altopiano di Cariadeghe

25/04/2018 07:30:00
Corso di abilitazione per preposti Nell’ambito dell’azione 3 del progetto di valorizzazione ambientale Sativa 2.0. il Comune di Serle organizza per lunedì 30 aprile un corso per l’abilitazione di preposti nelle operazioni di tree climbing

15/05/2018 11:00:00
Quattro passi in Cariadeghe C’è tempo fino a questo giovedì per iscriversi all’evento naturalistico organizzato per sabato 19 maggio sull’Altopiano di Cariadeghe nell’ambito del progetto Sativa 2.0 



Altre da Serle
12/10/2018

Gimkana in moto

Per gli amanti delle due ruote, a Serle, un pomeriggio all’insegna del divertimento quello in programma questa domenica, 14 ottobre 

12/10/2018

Bike for the cure

Questa domenica, 14 ottobre, a Serle si pedala per sostenere l’associazione “Susan G. Komen”, impegnata nella lotta ai tumori del seno 

06/10/2018

«Lamarta» è di nuovo Chiocciola Slow Food

La locanda di Treviso Bresciano ha ottenuto il prestigioso riconoscimento per il secondo anno consecutivo. Tra le Bottiglie bresciane premiate dalla guida “Osterie d’Italia” 2019 c’è invece un locale di Serle  

04/10/2018

Ricerche terminate, la scomparsa è un mistero

Concluse ieri le operazioni di ricerca di Iuschra Gazi a Serle. Dopo una settimana anche nella parte a valle della frazione Castello nessuna traccia della ragazza. Tutta la documentazione passerà alla magistratura


03/10/2018

Ricerche alla fine

Si stanno per concludere a Serle le operazioni di ricerca della piccola Iuschra, che ha visto in campo migliaia di uomini e il meglio della tecnologia oggi disponibile, senza finora alcun esito

02/10/2018

Ultime ricerche nelle zone impervie

Proseguiranno ancora un paio di giorni le ricerche di Iuschra fra Serle e Botticino, dopo che ieri sono stati completati i controlli delle squadre di terra, con un grosso lavoro compiuto nel fine settimana

02/10/2018

Nel bosco reti e archetti

Il controllo palmo a palmo del territorio montano per le ricerche di Iuschra ha fatto rinvenire un cospicuo numero di trappole per la cattura illecita degli uccelli (1)

29/09/2018

Sbatte e come se nulla fosse se ne va

Una manovra sbagliata col camion e la Feemont parcheggiato lì vicino si ritrova senza lunotto. Il camionista è stato poi rintracciato dai vigili

29/09/2018

Squadre tecniche in azione

Nel secondo giorno di ricerche alcune zone particolarmente impervie del versante di Serle sono state scandagliate dagli esperti dei Vigili del Fuoco e del Soccorso alpino

29/09/2018

Inquinamento pozza Meder, indagato un serlese

Il gesto inconsulto di sversare alcune taniche di olio esausto nel laghetto dei rospi a Serle come vendetta nei confronti del Comune e dei funzionari dell’Altopiano.  (5)



Eventi

<<Ottobre 2018>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia