Skin ADV
Lunedì 18 Febbraio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    








16.02.2019

16.02.2019 Casto Mura Valsabbia

17.02.2019 Pertica Bassa Pertica Alta

17.02.2019 Agnosine

16.02.2019 Garda

16.02.2019 Bione

16.02.2019 Vobarno Valsabbia

16.02.2019 Vallio Terme

16.02.2019 Bagolino Valsabbia

16.02.2019 Serle






09 Agosto 2018, 08.45
Serle
Dispersa a Serle

«Cariadeghe non è il triangolo delle Bermuda»

di c.f.
Smontato anche l’ultima tenda della Protezione civile ma nel fine settimana altri volontari proseguiranno le ricerche. Intanto il sindaco Paolo Bonvicini rassicura sulla sicurezza dell’altopiano

Dopo il presidio ufficiale di forze dell’ordine, Vigili del fuoco e Soccorso alpino, durato dal 19 luglio, giorno della scomparsa della piccola Iuschra, fino al 29, da lunedì anche la Protezione civile ha levato le tende.

Ma le ricerche non si fermano, nella consapevolezza che la ragazzina non può essere sparita nel nulla. Per questo anche in questi giorni, gruppi spontanei e di volontari percorrono i sentieri dell’Altopiano sperando di trovare un segno del passaggio di Iuschra.

I volontari della Protezione civile di Serle torneranno sull'altipiano con le loro tende nei fine settimana e il giorno di Ferragosto.

Dopo settimane che Serle è rimasto sulle prima pagine dei giornali e sulle televisioni nazionali e locali, il sindaco Paolo Bonvicini, sollecitato anche da diversi concittadini, ha voluto rassicurare in merito alla sicurezza dell’altopiano di Cariadeghe per gli escursionisti e visitatori, diffondendo la seguente nota.


«L’Altopiano di Cariadeghe e il carso bresciano in generale non possono essere considerati una sorta di “triangolo delle Bermuda” dove chi vi arrivi possa rischiare di “venir inghiottito o risucchiato” come in una sorta di “buco nero”.

Sono innumerevoli le famiglie con bambini, le scolaresche ed i gruppi che ogni anno raggiungono l’altopiano principalmente per finalità ricreative, escursionistiche o didattiche, attratti e affascinati dalla bellezza dei luoghi visitati, che valutano con apprezzamento e soddisfazione.

Alcuni riferimenti a singolari episodi del passato
, che avrebbero visto disperdersi nei boschi serlesi alcune persone, hanno una natura, una storia ed una caratteristica completamente differente rispetto alla vicenda della piccola Iuschra, con la quale non possono certamente venir paragonati.

Possiamo perciò dire che mai prima d’ora un solo bambino si sia disperso nell’altopiano di Cariadeghe.

Certamente il dibattito, in questi giorni, rimane forte sul se sia stato buona cosa portare un gruppo di ragazzi disabili e la piccola Iuschra, aventi determinate e particolari caratteristiche, nel nostro paese e se non sia il caso in futuro di dotarli di dispositivi gps così da poterli rintracciare agevolmente in caso di fuga.
Su questi aspetti non vogliamo esprimerci non avendo la competenza per farlo ed anche per rispetto delle persone coinvolte nella vicenda e per l’inchiesta in corso.

Ci permettiamo, tuttavia,
di dire, per quel che ci è dato comprendere, che probabilmente ogni luogo e contesto, con questi bambini, possa divenire un potenziale scenario di pericolo e di rischio. La zona dove il gruppo campeggiava è certamente tranquilla, con prato verde ed area pic-nic. Nei pressi vi sono parcheggi, bar e alcune case. Si trova nelle aree “di prima accoglienza” dell’altopiano poste ai margini o in conclusione della strada asfaltata principale che sale nel luogo. Anche il tragitto di un chilometro che la piccola ha, quasi certamente, percorso prima di disperdere ogni traccia è una strada sterrata agro-silvo-pastorale a tratti impervia ma non certo un pericoloso sentiero.

Indubbiamente a fianco di queste zone più sicure vi è il bosco con diversi sentieri ma anche con tutte le insidie tipiche di un qualsiasi territorio boscato e con l’aggiunta della presenza di molteplici cavità carsiche, queste si peculiarità dell’Altopiano di Cariadeghe. Anche tali buchi, tuttavia, non si trovano nell’immediata vicinanza della zona pic-nic e i più sono distanti anche dalle strade agro- silvo-pastorali.

Tutto ciò era doveroso sottolinearlo per ridisegnare un’immagine dell’ altopiano di Cariadeghe più equilibrata e realistica di quella che in taluni casi è stata diffusa nei giorni delle ricerche».

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID77128 - 09/08/2018 12:27:01 (Tc)
E se non fosse piu' li a Serle? Se fosse stata rapita? Se non la si trova ,bisognerebbbe seguir altre piste,almeno tentare...


ID77132 - 09/08/2018 15:10:27 (ibisco) Ma scusi
Non le sorge il dubbio che lo stiano gia' facendo?


ID77133 - 09/08/2018 17:36:08 (Tc) ibisco...
Probabile,ma non si sa niente in merito,si sa solo che si continua a cercare a Serle...



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
02/10/2018 07:00:00
Ultime ricerche nelle zone impervie Proseguiranno ancora un paio di giorni le ricerche di Iuschra fra Serle e Botticino, dopo che ieri sono stati completati i controlli delle squadre di terra, con un grosso lavoro compiuto nel fine settimana

20/07/2018 06:12:00
Ripartono le ricerche, ecco come vengono organizzate Nemmeno gli elicotteri e i droni dotati di sensori termici sono riusciti nella notte ad individuare la presenza di Iuschra, la ragazzina di 12 anni, autistica, dispersa a Cariadeghe. E l’angoscia cresce

03/10/2018 07:00:00
Ricerche alla fine Si stanno per concludere a Serle le operazioni di ricerca della piccola Iuschra, che ha visto in campo migliaia di uomini e il meglio della tecnologia oggi disponibile, senza finora alcun esito

24/07/2018 06:50:00
Oggi scade il termine per le ricerche La macchina dei soccorsi ieri ha perlustrato 190 ettari di bosco, cento cavità carsiche asciutte e cinque laghetti, senza trovar traccia di Iuschra. Che però non puo essere morta. Non a Cariadeghe

29/07/2018 08:02:00
Niente più blocchi stradali Dopo dieci giorni di ricerche, la macchina dei soccorsi viene "rimodulata" e diventa presidio: per oggi ancora coi Vigili del fuoco, da lunedì con la Protezione civile di Serle. L’appello del papà di Iushra



Altre da Serle
17/02/2019

Lavori di manutenzione in via Roma

In rifacimento, su disposizione di A2A, il tubo dell’acquedotto e la fognatura esistente a Serle. Ecco le variazioni al traffico  (3)

17/02/2019

Serle in uno scatto, al via il concorso

C’è tempo fino al 31 marzo per partecipare al concorso fotografico per scuole e famiglie indetto dal Comune di Serle e da Ecomuseo del Botticino per valorizzare l’heritage serlese


16/02/2019

Conclusi i lavori al parcheggio del cimitero

Oltre al completo recupero del parcheggio danneggiato dalle piogge l’Amministrazione comunale di Serle ha promosso l’allargamento della carreggiata stradale e la realizzazione di nuovi posti auto all’inizio di via Pineta 

05/02/2019

Il giorno dell'ufficialità

Operativo dallo scorso 20 ottobre, dopo una lunga gestazione, il distaccamento dei Vigili del Fuoco di Paitone è stato finalmente e ufficialmente inaugurato



21/01/2019

Malore fulminante

Stava passeggiando con un amico quando si è sentito male. A nulla sono valsi i soccorsi: il cuore dell’uomo, un 67 enne di Prevalle, non ha più ripreso a battere

18/01/2019

«Puliamo il nostro paese»

È l'iniziativa del gruppo di Protezione civile di Serle per questo sabato pomeriggio alla quale invitano tutti i cittadini (2)

09/01/2019

Furti in casa, presi due giovani

I carabinieri di Nuvolento, intervenuti su segnalazione degli abitanti, hanno arrestato a Serle due giovani, uno dei quali minorenne
(14)

31/12/2018

Capodanno sul Monte Ursino, con Papa Paolo VI

La tradizionale veglia di preghiera che nella notte di San Silvestro accoglie più di cento fedeli nell’ex monastero che sovrasta Serle, il Garda e la pianura bresciana,  quest’anno offre un motivo in più

28/12/2018

«Mandato oltremodo tribolato», Bonvicini non si ricandida

Con una nota il sindaco di Serle comunica la decisione di non ripresentarsi alle prossime elezioni amministrative e traccia un bilancio della sua travagliata esperienza di primo cittadino (1)

27/12/2018

Un presepe all'insegna del riciclo

Una rappresentazione davvero originale quella realizzata da due sorelline di Serle, senza alcun aiuto da parte degli adulti, utilizzando materiali di recupero 

Eventi

<<Febbraio 2019>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia