Skin ADV
Venerdì 24 Maggio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

MAGAZINE


LANDSCAPE


Isola di San Paolo

Isola di San Paolo

di Paolo Salvadori


07 Febbraio 2019, 07.13

Eco del Perlasca

Il sistema chirurgico «Da Vinci»

di Davide Lancellotti
Ultimo prodigio della scienza medica nel settore della chirurgia mini-invasiva, questa macchina permette ai chirurghi di lavorare stando seduti comodi, mentre magari il loro paziente si trova a chilometri di distanza

La sua storia
Ogni dato riguardante la ricerca e lo sviluppo è stato ovviamente brevettato e quindi, ad oggi, non si sa praticamente nulla di questa parte di progettazione.
Costruito dalla Intuitive Surgical Inc. già a partire nel 1999, in breve tempo è diventato un fidato collaboratore di molti chirurghi, soprattutto di quelli che, giunti ad una certa età, iniziavano ad avere dei tremori alle mani, ma di questa piccola funzione ne parlerò in seguito.

Dato il suo costo estremamente elevato (circa 2 milioni di dollari nel 2010) ce ne sono davvero pochi in giro per il mondo, per l’esattezza circa 4000 (di cui 80 in Italia).
Il suo nome, “da Vinci”, venne scelto dal primo team di sviluppo poiché il primo automa conosciuto è stato creato, appunto, da Leonardo da Vinci, e fu l’Automa Cavaliere.

Come è fatto
Si compone di 3 parti principali

- Console chirurgica: è il centro di controllo. La tecnologia poi minimizza il tremore alle mani e i movimenti involontari, si compone dello schermo full-immersion ad alta definizione, due pedali e due manopole che servono per guidare i 4 bracci.

- Carrello paziente: Sostiene le 4 braccia del robot, sui quali sono montati degli strumenti endowrist che permettono una rotazione di quasi 360°, inoltre poi, ovviamente, sono montati gli strumenti chirurgici quali bisturi, forbici, bovie o strumenti per l’elettrocauterizzazione, mentre su una è montata la telecamera ad alta risoluzione.

- Carrello visione: È la cpu del sistema, elabora le immagini endoscopiche e trasmette i movimenti ai 4 bracci, inoltre esegue più di un milione di controlli al secondo per minimizzare i movimenti involontari e i tremori.
Permette anche di ingrandire di circa 6-10 volte l’immagine e può anche scalare, o ridurre, il movimento per eseguire operazioni più precise.

Funzionamento
Questo sistema chirurgico è effettivamente il primo che può essere definito “robotico” perché il chirurgo non usa le proprie mani per operare, ma i suoi movimenti sono espressi attraverso i 4 bracci del robot.

Una volta che il paziente è pronto per essere operato, il team esegue 4 piccoli fori (in realtà permette anche l’uso di un solo foro attraverso l’ombelico ed è l’unico sistema a permettere ciò, ma come procedura non può essere sempre svolta) per far entrare le 4 braccia, poi tutto è nelle mani del chirurgo.
Egli comanda tutti i movimenti del robot ed esegue tutta l’operazione stando seduto nella sala operatoria senza dover far effettivamente nessun taglio con le sue mani.

È importante dire che questo sistema non è automatizzato ma solo migliora i movimenti del chirurgo, peraltro nessun sistema chirurgico ad oggi è completamente automatizzato.

Per il resto è molto semplice, il chirurgo comanda e il robot esegue migliorando, tra l’altro, la precisione dell’uomo, fino a che l’operazione non è conclusa, infine il team chiude i 4 fori (o il foro) con dei punti e l’operazione è così conclusa.

L’uso di questo sistema, sebbene possa essere applicato a ogni tipo di procedura, per ora resta praticamente confinato nella chirurgia ginecologica, urologica e vascolare (anche se qui si usa principalmente per sostituire le valvole cardiache).

Vantaggi
La maggior parte dei vantaggi sono gli stessi della chirurgia laparoscopica, che di seguito elenco, se non per gli ultimi due punti
- Minor degenza ospedaliera
- Minor dolore post-operatorio
- Minor rischio di infezione
- Minor perdite di sangue e quindi meno trasfusioni
- Cicatrici molto più piccole
- Riduzione molto considerevole del tremore delle mani
- Data la possibilità di ingrandire l’immagine e scalare il movimento, il chirurgo può eseguire tagli molto più precisi rispetto alla  normale laparoscopia

Svantaggi
Come ogni cosa, anche il “da Vinci” ha i suoi svantaggi
- Il costo elevato, che lo rende una strumentazione elitaria e disponibile solo per pochi centri specializzati d’alto livello.
- Data la sua complessità, i chirurghi impiegano molto tempo per imparare ad usare correttamente la strumentazione.
- Nel caso che l’intervento richieda di operare su una grande area (ad esempio la rimozione di un tumore che va dai reni al cuore) questo robot diventa inutile perché può operare solo su piccole zone.

Alcune controversie
Sebbene il suo funzionamento sia rivoluzionario, son nate non poche controversie riguardo alla sua creazione e utilizzo.
Per prima cosa, non c’è un effettivo e considerevole vantaggio rispetto alla più tradizionale chirurgia laparoscopica, che resta ancora la preferita a causa del suo costo di gran lunga inferiore.

Inoltre l’autorizzazione all’uso in America, fatta dalla FDA, sarebbe oggetto di critica perché il sistema è stato rilasciato senza una effettiva sperimentazione poiché i produttori hanno chiesto l’approvazione tramite Premarket Notification (significa che questo apparecchio è stato messo in commercio perché simile ad un altro già presente).

Tra l’altro, la stessa casa produttrice, la Intuitive Surgical, è stata accusata di aver fornito un addestramento inadeguato ai chirurghi e di aver incoraggiato la diminuzione di interventi necessari affinché un dottore possa eseguire le operazioni senza supervisione.
Infine la stessa FDA nel 2013 ha iniziato ad indagare sull’uso del “da Vinci” nelle sale operatorie, specialmente nei casi in cui il paziente ha subito gravi lesioni o è deceduto.

Pensando al futuro
Grazie alla sua compartimentazione degli strumenti, è possibile, anche se non è ancora avvenuto, che un dottore operi un paziente situato anche a chilometri di distanza, questo renderebbe molto facili gli interventi a persone che si trovano in luoghi difficilmente raggiungibili, come ad esempio le basi ai poli.

Ad oggi, questa è l’avanguardia della chirurgia, ma la medicina è una scienza in continua evoluzione e con essa si evolvono anche tutte le sue procedure e strumentazioni, sono quindi convinto che un giorno molto probabilmente i robot elimineranno la componente umana (con mio grande dispiacere) dalla maggior parte delle sale operatorie, ma per ora le mani dei chirurghi sono ancora il miglior strumento per salvarti la vita.

Davide Lancellotti

Ecco un esempio di come il "Da Vinci" può intervenire.
Qui si tratta di una prova di ricucitura della pelle di un acino d'uva.



Invia a un amico Visualizza per la stampa








Vedi anche
17/03/2019 05:55:00
Un tuffo nel passato ricordando Leonardo Da Vinci A 500 anni dalla morte del genio italiano, anche noi studenti lo ricordiamo

29/10/2012 07:04:00
100 mila euro al gratta e vinci Il tagliando vincitore è stato acquistato sabato da una coppia di operai al bar paninoteca "Maggiolino" di Ponte Caffaro

10/01/2019 08:27:00
Le controindicazioni dei farmaci Ogni farmaco, medicina o anche una semplice aspirina ha le proprie controindicazioni, esse sono quegli effetti non previsti che possono causare danni più o meno gravi al nostro organismo

26/06/2013 15:09:00
10 mila euro al Gratta e Vinci Giornata fortunata per un cliente dell'edicola InfoPoint di piazza Aldo Moro a Gavardo che questa mattina è stato baciato dalla fortuna con il Gratta e Vinci "Mega Miliardario"

20/10/2018 16:02:00
Gratta e non vinci Il titolare di un bar che apre in un Comune della Conca d’Oro aveva trovato il modo di tenere per sé i “grattini” vincenti e vendeva ai clienti solo quellidi nessun valore. Denunciato dai carabinieri è finito nei guai




Altre da Scienza e Tecnologia
08/05/2019

Stampa e modellazione 3D

Sabato prossimo, 11 maggio, al FabLab della Valle Sabbia di Villanuova sul Clisi, un corso rivolto ai ragazzi per scoprire i segreti della stampa in 3D

06/03/2019

Creatività e inventiva con i corsi del FabLab

Il laboratorio di fabbricazione digitale e manuale con sede a Villanuova propone per il mese di marzo alcuni interessanti corsi. Sono aperte le iscrizioni
• VIDEO


15/02/2019

La rivoluzione digitale passa dai Chromebook

L’Istituto comprensivo “G. Bertolotti” di Gavardo è il primo della provincia a puntare tutto sulle nuove tecnologie. Ieri la consegna dei 31 computer portatili di nuova generazione agli studenti 

06/02/2019

Fablab for kids

Il Fablab Valle Sabbia di Villanuova sul Clisi propone per questo sabato 9 febbraio il primo corso creativo rivolto ai bambini
• VIDEO


13/01/2019

Internet tricolore

Le connessioni non decollano: Italia al quartultimo posto in Europa

03/01/2019

Gennaio al FabLab

Il FabLab della Valle Sabbia, con sede a Villanuova sul Clisi, inizia il 2019 proponendo una serie di corsi fra cui uno di Arduino e uno di fotografia


21/12/2018

La notte più lunga

Alle 23.23 di questo venerdì 21 dicembre si avrà il solstizio d’inverno con l’ingresso anche dal punto astronomico nella stagione invernale.

07/12/2018

Corsi per tutti

Al via a partire dalla prossima settimana i corsi del FabLab Valle Sabbia di Villanuova sul Clisi: serigrafia, cucito creativo, Arduino e fotografia digitale

07/12/2018

«Naso elettronico» per controlli alimentari e inquinamento

C’è un’impronta valsabbina nel “naso elettronico” sviluppato dall’Università degli Studi di Brescia che sta attirando l’interesse di grandi aziende (1)

07/12/2018

Banda ultralarga, la Valle Sabbia fa scuola

Ieri in Cattolica a Brescia un convegno per fare il punto sulla diffusione della banda larga nel Bresciano e gli effetti sul tessuto economico e sulla vita quotidiana dei cittadini. L’esempio virtuoso valsabbino (3)

Eventi

<<Maggio 2019>>
LMMGVSD
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia