Skin ADV
Martedì 25 Febbraio 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Adesso, è Carnevale!

Adesso, è Carnevale!

di Antenore Taraborelli



23.02.2020 Valsabbia Provincia

23.02.2020 Bagolino

24.02.2020 Bagolino

23.02.2020 Salò Valsabbia Garda

23.02.2020

23.02.2020 Barghe Valsabbia

23.02.2020 Vobarno

24.02.2020 Villanuova s/C

24.02.2020 Agnosine

23.02.2020



13 Maggio 2019, 08.25
Salò Valsabbia Garda
Adunata del Centenario

Calore alpino nella fredda Milano

di Cesare Fumana
Va in archivio anche la 92ª Adunata nazionale degli Alpini, meno partecipata rispetto agli anni scorsi: la tradizione alpina non ha coinvolto la grande metropoli

La sfilata conclusiva dell'adunata degli Alpini è sempre un momento di entusiasmo e di calore.

Anche Milano ha tributato lunghi applausi agli Alpini che marciavano a passo cadenzato al suono delle fanfare.

La gente era concentrata principalmente nella zona i piazza Duomo e lungo la via che porta al Castello Sforzesco.

Gli alpini valsabbini e gardesani hanno sfilato fra le 17:30 e le 18:30 sotto le insegne della sezione di Salò “Monte Suello”, che quest'anno apriva il passaggio delle tre sezioni bresciane. Una presenza in leggero calo rispetto agli anni passati.

A portare lo striscione "Alpini della terra Bresciana", in apertura di sfilata, erano le penne nere di Sabbio Chiese.

A dare entusiasmo e calore al passaggio degli alpini della “Monte Suello” anche il nuovo speaker da quest’anno dell’Adunata, il prof. Angelo d’Acunto, alpino gavardese, che da par suo ha presentato la storia e le attività degli alpini valsabbini e gardesani.

Va in archivio, così, anche la 92ª Adunata nazionale degli Alpini, quella del centenario dell'Ana, ma nella grande metropoli gli alpini sono "spariti".

A parte le zone deputate all’evento (Piazza Duomo per l'alzabandiera, Piazza della Scala per l'arrivo della bandiera di guerra, il Castello Sforzesco e il Parco Sempione per la Cittadella degli Alpini), le penne nere dei gruppi erano accampate per la maggior parte nei paesi della cintura milanese, a una distanza di circa mezz'ora dal centro città. Per questo è mancata la massiccia concentrazione che si riscontrava gli altri anni in città più piccole.

Dove erano presenti, gli alpini sono stati accolti comunque con affetto. Dove sono state realizzate delle cerimonie o dei momenti di incontro o concerti con fanfare e cori la presenza della popolazione, soprattutto la più anziana, si è vista.

I commenti raccolti ieri nei momenti prima della sfilata erano comunque quasi tutti negativi: su tutti la mancanza di Tricolori alle finestre, in particolare lungo il percorso della sfilata; questo ha fatto sì che anche i milanesi non sapessero della presenza degli Alpini in città. Il sentore era che per i meneghini questa sia stata una delle tante manifestazioni che si tengono in città nei fine settimana: stavolta toccava gli alpini...
E in effetti, a parte le vie e i viali dove passava la sfilata e le piazze dove si sono svolte le cerimonie, la città andava avanti col suo solito ritmo.

L'evento si è svolto praticamente solo fra Piazza del Duomo e il Castello Sforzesco dove nel Parco Sempione erano collocati anche gli stand gastronomici.

Certo, i mezzi di trasporto funzionavano, gli ampi spazi non hanno creato assembramenti che si verificano in città più piccole, ma la grande metropoli ha fagocitato le penne nere.

Se nell'adunata del 1992 gli alpini avevano trovato una città chiusa (“non si trovava un bar aperto”, era il commento più frequente), stavolta nella metropoli aperta 24 ore su 24 non era difficile trovare i locali aperti, però nello stile Milanese e con prezzi da città della moda...

Era giusto celebrare i cento anni di fondazione dell’Associazione nazionale alpini a Milano, dove è nata nel 1919, però è mancata la festa di popolo.

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID80538 - 13/05/2019 15:42:23 (Giacomino) Articolo da condividere
Gli alpini, usi a fiutare l'aria erano pienamente consapevoli del clima che tirava ,tuttavia non sono mancati bei momenti di festa condivisa con la gente. I "palazzi" sul percorso della sfilata non erano neanche abitati e sono ormai solo dei monumenti di proprietà di soggetti che della storia di Milano hanno poco da spartire, era da fare e lo si è fatto.


ID80546 - 14/05/2019 09:45:38 (genpep)
l'articolo esprime la realtà dei fatti. Ci sono due Milano, quella solidale, sempre in prima fila col volontariato a dare una mano a tutto e a tutti, e quella asettica che vive solo per il business e a cui avere in casa l'adunata alpina era nient'altro che una delle tante manifestazione che vengono a disturbare l'andazzo. diciamo che non ha prevalso la Milano asettica anche se il comune poteva sforzarsi a mettere qualche bandiera in più.per il resto molto bella la sfilata in una cornice splendida, e molto gradevole vedere un sacco di cinesi sventolare il tricolore


ID80551 - 14/05/2019 12:38:55 (Domenico69)
Purtroppo queste manifestazioni raggiungono il loro massimo in città medio piccole non certo le grandi metropoli (a Roma non è andata diversamente) specie del nord .... era giusto fare a Milano la sfilata del 100 andrà meglio a Rimini l'annno prossimo.



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
08/09/2014 07:00:00
Il lungolago di Idro invaso dalle Penne nere La grande sfilata della 62esima Adunata della sezione "Monte Suello" di Salò ha attraversato le tre frazioni di Idro a conclusione di una partecipata manifestazione


09/09/2019 07:00:00
Sfilata bagnata Nonostante una pioggia incessante, un migliaio di Penne nere ha sfilato ieri a Polpenazze per la conclusione dell’Adunata della sezione “Monte Suello” di Salò

13/06/2016 07:00:00
Adunata della «Monte Suello», Favero: «Una gran bella sezione!» Grande folla e una fiumana di Penne nere hanno invaso domenica mattina Salò per l’adunata sezionale della “Monte Suello” che festeggiava i 90 anni di fondazione. Video


11/05/2018 07:30:00
La «Monte Suello» a Trento Anche le penne nere Valsabbine e Gardesane raggiungeranno la città che quest’anno ospita l’Adunata nazionale dell'Ana e sfileranno domenica sotto l’insegna della sezione di Salò

02/09/2015 12:15:00
La prima Adunata a Roè Volciano Il paese che fa da ponte fra il Garda e la Valle Sabbia ospiterà per la prima volta l’Adunata della sezione “Monte Suello” di Salò con un ricco programma di eventi che terranno banco per l’intero fine settimana



Altre da Salò
23/02/2020

Funerale ad Armo, solo per parenti stretti

Fra gli assembramenti pubblici contrastati dall’ordinanza regionale per ragioni di pubblica incolumità, anche i funerali. Con spiacevoli conseguenze

22/02/2020

Con la droga negli slip

I sospetti dei carabinieri della compagnia di Salò che la donna fosse dedita allo spaccio di stupefacenti si sono dissipati dopo un’approfondita perquisizione ed è scattato l’arresto

21/02/2020

«La memoria del lago»

Bellissime immagini dei ritrovamenti di relitti sui fondali del lago di Garda quelle del documentario che verrà presentato questa domenica sera, 23 febbraio, a Salò


20/02/2020

Da Bach a Beethoven. Un filo rosso sul contrappunto

A 250 anni dalla nascita di Beethoven gli Amici della Musica di Salò propongono, a cura del M° Gerardo Chimini, una lezione – concerto dedicata alle affinità tra i due grandi geni della musica

18/02/2020

Sci-abilità ed inclusione

Dal Giornale di Brescia un bell'esempio di come dovrebbero funzionare i rapporti umani, interpretando la diversità come occasione di crescita comune


18/02/2020

Vela, Eurocup 29er: equipaggio primo tra gli italiani

Leonardo Toscano e Filippo Cestari della Canottieri Garda Salò a Barcellona si sono classificati quinti nella classifica generale


17/02/2020

Vela, Casper in testa all'Autunno Inverno Salodiano

Conclusa la terza giornata del Campionato organizzato dalla Canottieri Garda. Casper, timonato da Lorenza Mariani, sale in testa alla classifica

14/02/2020

Mussolini rimane cittadino onorario salodiano

La maggioranza di Centrodestra e i due consiglieri di area Lega, hanno votato per il mantenimento della cittadinanza onoraria salodiana a Benito Mussolini


14/02/2020

Diritto di replica

In merito alla scelta del Consiglio comunale salodiano di non revocare la cittadinanza onoraria conferita a Mussolini nel 1924, per l'Anpi Medio Garda ci scrive il presidente Antonio Bontempi


13/02/2020

Istanti di natura

Il reportage fotografico di Cristian Andreis e Cristian Ardenghi verrà presentato questa sera – giovedì 13 febbraio – a Salò nell’ambito della rassegna che il CAI dedica alla montagna

Eventi

<<Febbraio 2020>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
2425262728



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia