Skin ADV
Domenica 19 Agosto 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    




17.08.2018 Vestone

17.08.2018 Bagolino

17.08.2018 Idro Bagolino Anfo

18.08.2018 Val del Chiese

17.08.2018 Vestone

18.08.2018 Villanuova s/C

17.08.2018

19.08.2018 Prevalle

19.08.2018

18.08.2018 Mura Valsabbia



06 Marzo 2018, 08.00
Salò Valsabbia Garda
Penne nere

«Zaino a terra» per Micoli

di Cesare Fumana
Alla conclusione del terzo mandato alla guida degli alpini della “Monte Suello”, il presidente Romano Micoli lascia la presidenza della sezione Ana di Salò. Lo abbiamo intervistato

L’assemblea degli alpini della “Monte Suello” di domenica prossima, 11 marzo, a Salò, sarà l’ultima nella quale Romano Micoli presenterà la relazione annuale in veste di presidente. Micoli, infatti, alla conclusione del terzo triennio di presidenza e alla soglia dei 76 anni, ha deciso di mettere lo “zaino a terra”, come dicono gli alpini, e lasciare ad altri la guida delle Penne nere gardesane e valsabbine.
Lo abbiamo incontrato per tracciare un bilancio di questa esperienza.

Presidente, com’è stato stare alla guida della sezione “Monte Suello” in questi nove anni?
«Sono stato onorato di rappresentare la sezione in tutte le manifestazioni ufficiali, ma oberato di tutta una serie di obblighi amministrativi per i quali ho dedicato l’80% del tempo».
«Negli ultimi anni – ci confessa Micoli – anche la nostra associazione è sempre più subissata da adempimenti burocratici, comunicazioni e compilazione di moduli richiesti dalle diverse amministrazioni pubbliche: anche fare volontariato diventa sempre più faticoso adesso».

Quali sono state le manifestazioni alpine che ricorda con più piacere?
«In ogni triennio c'è stata un'importante manifestazione di livello nazionale organizzata dalla nostra sezione: nel primo la staffetta di corsa in montagna a Bagolino, nel secondo il Premio nazionale Fedeltà alla montagna, sempre a Bagolino, e nel terzo anno il Raduno del secondo raggruppamento a Desenzano. Tutte manifestazioni ben riuscite».
«Inoltre – prosegue Micoli – in tutti questi anni, le nostre Adunate sezionali hanno presentato una serie di eventi che hanno coinvolto le comunità ospitanti e sono sempre state molto partecipate».

Quali sono state le attività solidali più significative portate avanti in questi anni?
«Sono molte. In termini numerici, quelle più importanti sono state le raccolte fondi per i terremotati: per l’Aquila abbiamo donato 150 mila euro, mentre per quelli del Centro Italia 90 mila. Questo è il frutto non solo delle donazioni dei gruppi alpini, ma anche di enti e associazioni che hanno voluto devolvere a noi le loro offerte perché erano sicuri che sarebbero state destinate a progetti concreti in favore delle popolazioni. E questo è sintomatico dell’apprezzamento riscosso dai nostri gruppi sul territorio».

E in termini di opere realizzate?
«In questi anni alcuni gruppi hanno inaugurato nuove sedi, come Tignale, Gardone Riviera e Sabbio Chiese, e gli alpini continuano a dedicare tempo alle loro sedie e ai loro rifugi, veri presidi per la montagna.
Sempre in termini di impegno i nostri volontari di Protezione Civile e dell’Antincendio boschivo dedicano all'incirca 6 mila ore all'anno alla protezione ambientale».

Qual è lo stato di salute della sezione?
«Negli ultimi anni c'è stato un ringiovanimento dei componenti del consiglio sezionale e anche dei capigruppo. Di contro, nell'arco di questi 9 anni, abbiamo perso circa 100 alpini all'anno, tra decessi e defezioni. Attualmente siamo 4.000 soci alpini e 1.100 soci aggregati (i cosiddetti “amici degli alpini”, ndr) e nella nostra sezione ci sono ancora 12 reduci della Seconda guerra mondiale».

«Nonostante l'invecchiamento dei soci – precisa il presidente – anche nell'ultimo anno gli alpini della “Monte Suello” hanno dedicato 60 mila ore di volontariato e 100 mila euro di donazioni e investimenti a favore della comunità. Siamo una delle prime sezioni in Italia per donazioni in rapporto al numero dei soci.
Va poi considerato che con la legge Fornero la maggior parte dei nostri soci ha prolungato la vita lavorativa di circa10 anni, quindi anche i “giovani” pensionati non ci sono più. Nonostante questo, i nostri gruppi tengono ancora».

E le attività sono ancora tante.
«Sì, e la sezione le deve coordinare: le attività con le scuole, il campo scuola, la Protezione civile, la gestione del rifugio di Campei de Sìma e altro. Questo richiede impegno da parte dei soci dei gruppi e dei volontari, a cui si aggiunge la parte burocratica di cui dicevo prima. Inoltre in questi anni come sezione abbiamo preso in carico alcune incombenze burocratiche dei gruppi, sia per avere la loro situazione sotto controllo, sia per alleviarli da queste incombenze».

E quindi che bilancio traccia di questa esperienza?
«È stata impegnativa, ma mi sono sempre trovato bene con gli alpini, perché ho avuto a che fare con gente perbene: gli alpini sono ancora un patrimonio di credibilità».

Una curiosità: c’è qualche differenza tra gli alpini della Valle Sabbia e quelli del Garda?
«Una differenza c’è: quelli della Valle Sabbia sono più campanilisti ma ne ammiro la laboriosità, mentre quelli del Garda sono più aperti, ma entrambi molto generosi».

Che sezione lascia al suo successore?
«Sicuramente una sezione in salute, ben organizzata, ma certamente chi mi succederà si troverà più in difficoltà rispetto a me, perché, purtroppo, si troverà con sempre meno soci e sempre più anziani».

E poi lei cosa farà?
«Gli alpini del mio gruppo di Desenzano mi han già chiesto di aiutarli a sistemare l’archivio, poi continuerò a dedicarmi alla scuola dell’infanzia di cui sono presidente, e infine potrò dedicare anche più tempo alla mia famiglia, che ho un po’ trascurato, andando a trovare più frequentemente i miei figli che vivono all’estero».

E siamo certi che per gli alpini della  “Monte Suello” ci sarà sempre.

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID75453 - 06/03/2018 13:50:01 (Giacomino) Grazie
Presidente sta per entrare nell'albo d'onore della "Montesuello" e dai nostri cuori non uscirà mai.


ID75458 - 06/03/2018 20:11:12 (genpep)
sei stato un grande presidente, il tuo successore avr un compito assai arduo per essere alla tua altezza. grazie di tutto



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
09/03/2015 07:00:00
La «Monte Suello» conferma Romano Micoli Cala il numero dei soci ma non diminuisce l’attività degli alpini della sezione di Salò che ieri in assemblea hanno rinnovato i vertici del sodalizio che raggruppa le Penne nere gardesane e valsabbine

09/03/2018 09:43:00
Assemblea elettiva per la «Monte Suello» Saranno chiamati a eleggere il nuovo consiglio e il nuovo presidente gli Alpini gardesani e valsabbini della sezione salodiana in occasione dell’assemblea di quest’anno in calendario domenica a Salò

18/09/2017 07:00:00
Dagli Alpini la richiesta di un Servizio civile per i giovani Un saluto a tratti commosso quello pronunciato all’Adunata a San Felice dal presidente Micoli, che si appresta all’inizio del prossimo anno a lasciare la guida della “Monte Suello”

09/03/2009 00:00:00
Pasini passa la stecca a Micoli Si chiama Romano Micoli il nuovo presidente della “Monte Suello”. Prende il posto di Fabio Pasini che ha guidato le Penne nere gardesane e valsabbine per quindici anni.

13/06/2016 07:00:00
Adunata della «Monte Suello», Favero: «Una gran bella sezione!» Grande folla e una fiumana di Penne nere hanno invaso domenica mattina Salò per l’adunata sezionale della “Monte Suello” che festeggiava i 90 anni di fondazione. Video




Altre da Garda
16/08/2018

Il sogno di don Luigi Festi

Se il tunnel progettato per unire Valvestino alla Valle del Chiese ha un "papà", questo è il parroco che tanto si è adoperato per rompere l'isolamento delle "terre di mezzo" fra l'Eridio e il Garda
(1)

16/08/2018

Moerna festeggia il genetliaco di Cecco Beppe

Nella frazione di Valvestino sabato 18 agosto la nona rievocazione storica, folkloristica e culturale “Valvestino dell’impero”,con i fasti della corte asburgica e la sfilata degli Schültzen trentini (1)

13/08/2018

Confermato il progetto interregionale Garda Unico

L’incontro a Desenzano con gli assessori al turismo di Lombardia, Veneto e Trentino rilancia i piani di promozione unitaria del sistema vacanza benacense (1)

13/08/2018

Musiche sacre per arpa e oboe

Il Festival d’Area “Suoni e Sapori del Garda” torna questa sera in quel di Tignale per il decimo concerto della rassegna presso il Santuario di Montecastello

11/08/2018

I nuovi turismi del Garda

Quali sono le forme emergenti di turismo? Quali le proposte e i progetti più innovativi? Il volume "I nuovi turismi del Garda. Buone prassi per il domani" offre diversi spunti di riflessione

10/08/2018

Appuntamenti del weekend

Ricco programma di eventi, spettacoli e concerti per questo fine settimana in Valle Sabbia, sul Garda, a Brescia e in provincia 

08/08/2018

Madonnari per Sant'Ercolano

Questo venerdì, 10 agosto, gli artisti celebreranno il Patrono di Maderno realizzando, come da tradizione, opere su carta fatta a mano riguardanti la storia del Santo 

05/08/2018

«Caminàa storica», ecco i vincitori

La seconda edizione dell'impegnativo trail nei dintorni di Navazzo ha visto trionfare Emanuela Galvani dell'Atletica Gavardo '90 e Claudio Chiarini della Bergamo Stars Atletica

04/08/2018

Gli «Animals and Friends» al Soiano Blues Festival

L’evento musicale si chiuderà questa sera, 4 agosto, con una band inglese che ha fatto per diversi decenni la storia della musica 
 



03/08/2018

A Cassone per la Festa dei Ciclamini

Anche una ventina di quadri di Lorenzo Bacchetti, artista di Ponte Caffaro, saranno esposti nella collettiva d’arte organizzata nel fine settimana nella frazione di Malcesine

Eventi

<<Agosto 2018>>
LMMGVSD
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia