Skin ADV
Venerdì 22 Febbraio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    








20.02.2019 Vobarno Provaglio VS Barghe

21.02.2019 Serle

21.02.2019 Vestone

20.02.2019 Bagolino

22.02.2019 Sabbio Chiese

20.02.2019 Serle

21.02.2019 Preseglie

21.02.2019 Gavardo Valsabbia Muscoline Provincia

20.02.2019 Bagolino

20.02.2019 Gavardo Valsabbia






13 Luglio 2016, 10.30
Salò Valsabbia
Scuola

Sui sentieri della Resistenza

di Redazione
Andrà in onda questo giovedì alle 19 su Rai Scuola il video realizzato dai ragazzi della classe 5ª classico del Liceo “E. Fermi” di Salò per il progetto-concorso “Dalle aule parlamentari alle aule di scuola - Lezioni di Costituzione”, presentato il 2 giugno alla Camera dei deputati

Anche un progetto della classe 5ª classico del Liceo “E. Fermi” di Salò
è stato selezionato fra quelli partecipanti al concorso “Dalle aule parlamentari alle aule di scuola - Lezioni di Costituzione”, indetto di concerto da Senato della Repubblica, Camera dei deputati e Ministero dell'Istruzione, per il 70° anniversario della Costituzione.

Si tratta di un video sulla Resistenza in Valle Sabbia
, che è stato presentato dagli studenti il 2 giugno scorso a Roma, in occasione della Festa della Repubblica, presso la Camera dei deputati, dove sono stati premiati i vincitori del concorso, alla presenza dei presidenti della Camera e del Senato, Laura Boldrini e Pietro Grasso.

Il video andrà in onda questo giovedì 14 luglio, alle 19, su Rai Scuola (Canale 146 del digitale terrestre).

Questa la presentazione del progetto predisposta dagli studenti e letta alla Camera dei deputati.

-----------------------------------------------

Innanzitutto vorremmo presentarci: ci chiamiamo Margherita e Fabio e veniamo in rappresentanza della nostra classe, la 5ª classico del Liceo “E. Fermi” di Salò, in provincia di Brescia.

In occasione del 70° anniversario della Repubblica, con il nostro video abbiamo voluto raccontare come i valori che stanno alla base della Costituzione italiana siano nati, per usare le parole di Calamandrei, “sulle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove furono impiccati, dovunque è morto un italiano per riscattare la libertà e la dignità”.

Per far questo, ci siamo recati proprio sui sentieri delle montagne della Valsabbia, la zona della nostra provincia maggiormente interessata dal fenomeno della Resistenza, e abbiamo intervistato alcune donne che dopo l'8 settembre prestarono servizio come staffette partigiane: Elsa Pellizzari, nome di battaglia “Gloria”, Maddalena Flocchini, nome di battaglia “Violetta”, e, a Brescia, Agape Nulli, oggi presidente delle “Fiamme Verdi”. È dalla loro viva voce che abbiamo ascoltato il racconto di quel biennio così terribile eppure fondamentale per i destini del nostro Paese: siamo rimasti molto colpiti dall'intensità delle loro parole e dalla solidità dei valori di cui ci hanno parlato: quelli per cui combatterono e misero a repentaglio le loro giovani vite.

Sono i valori, semplici ma irrinunciabili, su cui si fonda ogni società libera e democratica: il rispetto della libertà individuale, dell'inviolabilità del domicilio e della libertà di espressione e opinione di ciascuno, il diritto di voto e il pluralismo democratico. Se oggi queste libertà e questi diritti ci sono garantiti dalla Costituzione, lo dobbiamo persone come quelle che abbiamo intervistato: lo dobbiamo alla loro lungimiranza, al loro amor di Patria e alla tenacia con cui hanno combattuto per un futuro migliore.

È stato bello ascoltare il loro racconto: anche nel video abbiamo cercato di includere qualcuno dei molti momenti in cui hanno parlato di come la realtà del nostro territorio, a partire dai sacerdoti e solo con rare eccezioni, sia stata molto solidale con loro e abbia offerto spesso supporto al loro sforzo per la libertà.

Abbiamo voluto intervistare tre donne di proposito: ci è sembrato che fosse doveroso sottolineare il grande ruolo svolto dalle donne-staffetta durante la Resistenza. Erano loro a rischiare ogni giorno la vita per mantenere i contatti tra le varie formazioni partigiane e a permettere lo scambio, tra esse il CLN, di informazioni cruciali per la riuscita della lotta di Liberazione. Spesso erano quattordicenni o poco più, eppure erano già ben determinate a portare il loro contributo, e a non tradire per nessun motivo i loro compagni. Purtroppo, nel Dopoguerra, queste donne coraggiose furono vittime di numerosi episodi di ignoranza e condanna sociale, in quanto in molti consideravano disdicevole che loro, giovani donne in età da marito, avessero operato a stretto contatto con degli uomini. Fino a pochi decenni fa, come se ciò non bastasse, il loro ruolo nella Resistenza è stato fortemente sottovalutato.

A 70 anni esatti dall'estensione del diritto di voto alle donne, quindi, il nostro lavoro vuole essere un omaggio a queste donne straordinarie, che, in uno dei momenti più tragici della nostra storia, si sono impegnate senza riserve per costruire un futuro di uguaglianze e di libertà per l'Italia. È sicuramente anche grazie al loro impegno che, nell'immediato Dopoguerra, i politici italiani compresero finalmente il ruolo straordinario che la donna poteva giocare nella vita della Nazione, e decisero perciò dar loro parità rispetto agli uomini, almeno nei diritti politici.

Al termine di questa esperienza, vorremmo ringraziare il nostro professore di Storia, Angelo D'Acunto, che ci ha accompagnato durante tutto il lavoro, e la troupe della Rai che ci ha affiancato, durante le riprese, per realizzare un documentario su questo progetto.
L'ideazione, le riprese e il montaggio del nostro video sono state un viaggio bellissimo: abbiamo avuto l'opportunità di approfondire la storia della Resistenza sui nostri territori, ma soprattutto di incontrare delle persone straordinarie, le cui parole sono state di grande ispirazione per noi e ci hanno spronato a impegnarci come meglio possiamo, nel ruolo che abbiamo come cittadini, per difendere quei valori costituzionali per cui tanti prima di noi hanno sacrificato le loro giovani vite.

Grazie a tutti.
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID67213 - 13/07/2016 11:51:10 (lz) Interessante e lodevole lavoro
Complimenti a questi ragazzi ed al loro docente per aver sviluppato e portato a termine questo progetto che raccoglie un meritato riconoscimento. Mi chiedo perchè si commentano poco o nulla queste belle notizie mentre si sprecano commenti e considerazioni su fatti di cronaca o altro che spesso non meriterebbero tanta "attenzione".



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
17/11/2012 08:48:00
Il Classico a Salò? Teniamocelo! Non si placa la sete di formazione umanistica per la Valle Sabbia e per il Garda che gravitano attorno alla sede del salodiano Liceo Fermi.

21/11/2014 17:01:00
Il liceo Classico raccontato dai ragazzi Sabato sera a Salò una serata dedicata alla presentazione di questo percorso di studi dai ragazzi che lo frequentano e da chi ha già avviato un percorso universitario


26/02/2013 09:19:00
Appello per il Liceo Classico In una missiva alla dirigente dell'Ufficio Scolastico Provinciale gli amministratori del Garda, della Valle Sabbia e della Valtenesi chiedono l'avvio della IV Ginnasio per il prossimo anno scolastico al Liceo Fermi di Salò.

24/04/2012 14:54:00
Salviamo il liceo classico di Salò La battaglia dei genitori e più in generale dell’intera società civile e degli amministratori per salvare il Liceo Classico di Salò finisce in rete.

29/08/2013 07:31:00
Un Comitato per il Fermi Obiettivo primario quello di favorire la conoscenza dell'indirizzo di studi del Liceo Classico sul territorio della Valle Sabbia, l'Alto Garda e la Valtenesi



Altre da Valsabbia
21/02/2019

Sviluppo locale, pubblicati i primi bandi

Sono attivi da ieri, 20 febbraio, i primi bandi di finanziamento in attuazione del Piano di Sviluppo Locale 2014-2020 del GAL GardaValsabbia2020 

21/02/2019

Doppio depuratore, lo sconcerto dei comitati ambientalisti

Il comitato gavardese Gaia e Muscoline&Ambiente esprimono sgomento per quanto emerso nella riunione svoltasi sabato scorso presso la sede della Comunità del Garda, ribadendo la proposta di una separazione tra depurazione e scarico dei reflui depurati
(3)

20/02/2019

Emodinamica a Gavardo, fra annunci e promesse

All’annuncio del direttore generale dell’Asst del Garda sull’impossibilità di avere il servizio al nosocomio gavardese, risponde il consigliere regionale della Lega Massardi: “La partita non è chiusa” (2)

19/02/2019

«Il Chiese va risanato, no al doppio depuratore nel fiume»

Anche il consigliere regionale Ferdinando Alberti prende posizione sulla questione depuratore del Garda ribandendo il no al doppio impianto nel Chiese: “Ogni energia e risorsa devono essere utilizzate per il risanamento ed occorre evitare altri impatti sul fiume” (9)

18/02/2019

Massardi: «Alghisi convochi subito il tavolo tecnico»

Il consigliere regionale valsabbino della Lega chiede al presidente della Provincia di convocare con urgenza il tavolo tecnico, come previsto dall'incontro in Regione, per trovare una soluzione condivisa
(1)



18/02/2019

Per la Comunità del Garda il depuratore a Gavardo e Montichiari

Nell’assemblea di sabato dei Comuni gardesani ribadita la scelta “tecnica” di due depuratori nei comuni sull’asse del Chiese per i reflui dei paesi del lago (10)


18/02/2019

Come si amministra un Comune

C’è tempo fino a giovedì 21 febbraio per iscriversi al corso “ABC, Amministrare il Bene Comune” organizzato dalle Acli provinciali in collaborazione con le Acli della Valle Sabbia

16/02/2019

Un film western nel Savallese

Si intitola “Il sangue del cielo” e sarà girato a marzo tra Casto e Mura. Script e regista un giovane cineasta di Briale, studente dell’accademia Laba di Brescia 

16/02/2019

InEurope, con la Cassa Rurale

Daniele Tramontana, originario di Ponte Caffaro, è oggi in partenza per Marsiglia. Parteciperà ad un progetto di volontariato europeo

16/02/2019

Legalità e Impresa

E' iniziata in Valle Sabbia nella sede vobarnese di Fondital la serie di incontri programmati da Aib in collaborazione col Comandante provinciale della Guardia di Finanza colonnello Salvatore Russo

Eventi

<<Febbraio 2019>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia