Skin ADV
Mercoledì 24 Aprile 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Cicoria selvatica medicinale

Cicoria selvatica medicinale

di Maria Rosa Marchesi



23.04.2019 Vestone

22.04.2019 Bione

22.04.2019 Vestone Sabbio Chiese Odolo

22.04.2019 Garda

22.04.2019 Villanuova s/C

22.04.2019 Roè Volciano Valsabbia

23.04.2019 Pertica Bassa

23.04.2019 Bione Provincia

22.04.2019 Gavardo

23.04.2019 Salò






11 Aprile 2019, 07.00
Salò
Lettere

Neofascismo e Salò, il sodalizio è tornato

di Antonio Bontempi
L'Anpi Medio Garda prende posizione sulla mancata rimozione della cittadinanza onoraria a Mussolini da parte del consiglio comunale di Salò e dà appuntamento a venerdì 12 aprile per un incontro sul neofascismo

Se anche le istituzioni locali, come il consiglio comunale e il sindaco che ha giurato fedeltà alla Costituzione, non trovano spontaneo ed immediato cancellare il tributo simbolico, la cittadinanza onoraria, che è emerso essere stata data a Benito Mussolini (che è per antonomasia  a fianco di Hitler simbolo dell'estrema devianza fascista) e peggio ancora si riduce la questione a  materia elettorale, allora possiamo dire che Salò si merita l'appellativo di Capitale, se non storica, morale della RSI. 
 
Il voto della mozione che chiedeva la rimozione di quel riconoscimento pubblico avrebbe necessitato 5 minuti di discussione.
L'approvazione doveva essere scontata, senza distinguo.
 
L'atto del rimandare sine die tale gesto di fatto affossa la proposta, e risulta, come è stata definita giustamente, una decisione ridicola ed offensiva nei confronti del consiglio comunale.
Il rimandare può voler  dire solo una cosa: non si era d'accordo con la proposta di rimarcare oggi una cesura netta con il fascismo e Mussolini.
 
Come ANPI avevamo spiegato la necessità di farlo, di farlo oggi e a maggior ragione di farlo a Salò.
Oggi possiamo solo esprimere la nostra disapprovazione e sottolineare il significato preciso di questa scelta.
 
Chi ha gioito e festeggiato sono i numerosi rappresentanti neofascisti accorsi sul posto o che hanno fatto pressioni in questi giorni.
Citiamo un loro messaggio: "Cancellare la cittadinanza a Mussolini significherebbe cancellare un pezzo di storia, nascondere e dimenticare un passato e un Ideale che proprio a Salò ha trovato la sua massima espressione; la cittadinanza non può essere tolta o concessa in base ai capricci di certe fazioni politiche perché è legata imprescindibilmente al sangue, al suolo e allo spirito di un popolo"

Ieri, 8 aprile 2019, la maggioranza che guida Salò ha tolto la maschera. 
Nei fatti ha dimostrato come il tema Mussolini sia un capitolo aperto anche per loro, che non sono disposti a prendere le distanze da quella storia e da quei valori dimenticando loro la storia a i valori costituzionali sui quali hanno giurato, da rappresentanti delle istituzioni, al loro insediamento.

Possiamo quindi dire: Neofascismo e Salò, il sodalizio è tornato. 
La scelta l'hanno fatta. Ora è tutto più chiaro.

In tale contesto, peggiorato rispetto al momento della sua ideazione, presentiamo un'iniziativa importante.
Alleghiamo il volantino.

Da notare che l'organizzazione coinvolge diverse sezioni dell'Anpi e la "Rete 25 aprile ... sempre Garda Valsabbia".
Ricordiamo che sarà trasmessa in streaming. 
Sul sito www.voltipartigiani.it  le indicazioni operative.

Nota finale. 
A seguito delle vicende salodiane verrà indetta un'assemblea per valutare le opportune risposte che l'associazione dovrà dare a questa situazione.
 
Antonio Bontempi
Anpi Medio Garda
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG





Commenti:

ID80352 - 11/04/2019 08:52:44 (Iva) E' incredibile
E'incredibile questa vicenda e non ho parole. La revoca doveva essere immediata.!!!!!!!!!!!!


ID80353 - 11/04/2019 08:57:26 (Greg)
Si vero, ma nessuna pari indignazione da parte dell'Anpi nelle ricorrenze dei molti inviti ignorati da parte del Quirinale per l'altrettanto importante rimozione dell'Ordine di Cavaliere di Gran Croce al maresciallo Tito? Il compagno Presidente Napolitano se n'è lavato le mani esattamente allo stesso modo. Quando ci si indigna per delle onorificenze conferite a dei criminali, lo si dovrebbe fare a prescindere... e non solo per quelli della parte politica avversa.


ID80354 - 11/04/2019 08:59:05 (DiegoA) Ribadisco
e lo faccio perche' ne sono convinto.La NON decisione in questo momento fa comodo a tutte le parti.Senza ombra di dubbio,soprattutto a Salo'.Inoltre non capisco il motivo per cui a Bologna esistano ancora via Ernesto Guevara,noto assassino,e via Lenin che non ha bisogno di presentazioni.La differenza che ho trovato io e' che la cittadinanza onoraria di Mussolini fino a 5 giorni fa non se la cagava nessuno,visto che era sepolta chissa' dove,invece le vie intitolate sono sotto gli occhi di tutti,tutti i gironi,nessuno dice niente e si vive bene ugualmente.Forse perche' parlare del duce e' apologia del fascismo quindi contro la legge mentre intitolare vie ad altri assassini e' consentito. Ma la differenza dove sta?


ID80355 - 11/04/2019 11:20:59 (guidoassoni)
Sig. Bontempi, sicuro che solo a Sal venne conferita la cittadinanza onoraria a Mussolini? Mi risulta che altri Comuni abbiano adottato simile provvedimento. Se entriamo poi nel problema delle intitolazioni delle vie, ricordo che "via Roma", presente in moltissimi paesi anche della nostra valle si rif al mito di Roma imperiale (e della razza) di stampo fascista. Tali denominazioni sono avvenute nel ventennio. Raramente ci troviamo di fronte ad una via Roma intesa come capitale d'Italia di stampo risorgimentale. Vogliamo eliminarle tutte? Suvvia!


ID80356 - 11/04/2019 12:02:32 (DiegoA) Direi di si
se si vuol essere un minimo coerenti.. Saluti


ID80359 - 11/04/2019 19:36:24 (Denis66) ....
Solite PAGLIACCIATE di sINISTRA


ID80363 - 11/04/2019 21:46:35 (gabrieleamigoni)
Mettete in commissariato il comune di Salò, apologia di fascismo!!!Consiglio a tutti la lettura del libro "Seppellite Mussolini".


ID80364 - 11/04/2019 21:55:19 (gabrieleamigoni) x greg
Si ma in Italia non esiste un'associazione contro il comunismo con tanto di tessera...


ID80365 - 11/04/2019 22:52:05 (Denis66) ....
Farla?Ti arrestano con chissà quale scusa...


ID80366 - 12/04/2019 00:49:12 (Tc) ...
uhhh...''madonna'' ,ma quante menate...ciò che è stato è stato...sono questi i problemi veri di Salo' ?!!


ID80367 - 12/04/2019 06:20:38 (bernardofreddi)
Sono convinto che la Sua, Amigoni, sia un'ottima idea: troverebbe adesioni a sette cifre, in un Paese in cui il terrore dei comunisti non è mai stato grande come da quando i comunisti non ci sono più (quei criminali genetici che in Italia volevano fare molto peggio che soffocare le libertà democratiche e a mettere in galera i loro oppositori - quello è il minimo - ma volevano costringere gli imprenditori a pagare le tasse e tutelare la salute dei dipendenti, pretendevano che i figli degli operai andassero nelle stesse scuole dei figli della gente perbene, addirittura che tutti rispettassero la legge e si guadagnassero da vivere lavorando).


ID80369 - 12/04/2019 07:51:34 (piedemerda)
solo per tradirli nei decenni successivi. Valutate bene che sia il fascismo che non esiste piu' che il comunismo che purtroppo esiste ancora, hanno fatto danni sia a destra che a sinistra del paese che si vuole chiamare ITALIA.



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
05/04/2019 08:13:00
Sulla cittadinanza salodiana al duce Alcuni ex sindaci di Salò prendono posizione in merito alla recente scoperta di una cittadinanza salodiana siglta nel 1924 a Benito Mussolini. Pubblichiamo volentieri


08/04/2019 23:04:00
Verdetto rimandato Mussolini resta (per ora) cittadino onorario di Salò. La maggioranza in Consiglio ha chiesto di sospendere la mozione: «Si deciderà dopo le elezioni comunali». Rete 25 aprile prende posizione


08/04/2019 07:32:00
Il giorno del verdetto Questa sera il Consiglio comunale di Salò delibererà in merito alla richiesta del consigliere Stefano Zane di revocare la cittadinanza onoraria al duce

30/11/2018 08:00:00
L'Anpi contro la propaganda neofascista La neonata sezione dell’Anpi Medio Garda prende posizione contro la continua presenza a Salò di un gruppo di chiara impronta neofascista

06/05/2018 07:00:00
Cittadinanza onoraria per i «magnifici cinque» Nel corso di un consiglio comunale straordinario a Sabbio Chiese è stata attribuita la cittadinanza onoraria a cinque uomini di scienza, arte e cultura



Altre da Salò
23/04/2019

A Salò torna Garda Flowers

L’edizione primaverile della rassegna dedicata a fiori, piante e verde torna nella cittadina gardesana dal 26 al 28 aprile 

23/04/2019

Scuole alberghiere a confronto a «That's Garda»

È stato il CFP Canossa di Brescia a vincere il primo premio, domenica 14 aprile, al Concorso Interregionale Premio Olio Garda DOP, nel corso della manifestazione organizzata all’Antica Cascina San Zago di Salò 

20/04/2019

«Numerosi il 25 Aprile a Salò»

L'appello dell'Anpi Medio Garda ai cittadini salodiani per una partecipazione convinta alle prossime celebrazioni della festa della Liberazione (11)

16/04/2019

A Salò la «Corsa contro la Fame»

Questo mercoledì 17 aprile l'ITS Battisti rappresenterà Salò alla "Corsa contro la Fame" evento solidale mondiale che si svolge in 30 paesi

16/04/2019

Al Trofeo Carpeneda Squizzato e Di Maria sul podio

I due atleti paralimpici della Canottieri Garda Salò hanno conquistato rispettivamente il primo e il secondo posto in classifica nella Regata nazionale organizzata dalla Lega Navale Italiana di La Maddalena 

15/04/2019

Esordio faticoso nel 15° Trofeo Brunelli

Buono il numero di iscritti, ma poco favorevoli le condizioni meteo nella prima prova del Campionato zonale Sailing Series della Classe Protagonist, disputato lo scorso weekend nel Golfo di Salò

14/04/2019

Alzabandiera con il Consiglio nazionale Ana

In occasione della riunione del Consiglio nazionale dell’Ana a Gardone Riviera, ieri alla cerimonia dell’alzabandiera erano presenti tutti i gagliardetti dei gruppi alpini della “Monte Suello”

12/04/2019

Concerto «Morte e Risurrezione in Bach»

La sera della Domenica delle Palme nel duomo di Salò il Coro Antiche Armonie di Bergamo in collaborazione con il Coro della sede di Darfo del Conservatorio di Brescia, insieme all’Ensemble barocco Luca Marenzio, presenterà due capolavori della musica barocca, scritti da Johann Sebastian Bach

12/04/2019

Salò nell'archivio iconografico di Del Mancino

In occasione dell’inaugurazione della mostra fotografica questo sabato, 13 aprile, anche la presentazione del nuovo volume di Pierangelo Del Mancino e della più antica fotografia conosciuta di Salò 

11/04/2019

Società di Mutuo Soccorso, 160 anni di attività

Sabato 30 e domenica 31 marzo la Società di Mutuo Soccorso Artigiana e Operaia di Salò ha festeggiato il suo 160° anniversario di fondazione incontrando i soci e la popolazione salodiana

Eventi

<<Aprile 2019>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia