Skin ADV
Martedì 19 Marzo 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






La prima margherita

La prima margherita

di Valentina Marchi



17.03.2019 Valsabbia

18.03.2019 Roè Volciano

18.03.2019 Sabbio Chiese Odolo

17.03.2019 Gavardo

18.03.2019 Sabbio Chiese

18.03.2019 Salò Valsabbia Garda

18.03.2019 Prevalle

18.03.2019 Vestone Valsabbia

17.03.2019 Villanuova s/C

18.03.2019






27 Ottobre 2017, 08.09
Sabbio Chiese Valsabbia
Cronache

Ferito nottetempo il monumento all'Arma

di val.
Carabinieri presi a mazzate. Non quelli in divisa, che magari si sanno difendere, peggio, da vigliacchi

La rude violenza si è scatenata nottetempo contro un simbolo dell’Arma: il monumento che da ottobre 2010 svetta a Sabbio Chiese, al centro della rotatoria che smista il traffico sulle Provinciali IV e 79.

Il primo ad accorgersene, ieri mattina poco prima delle 8, è stato Marco Peli, presidente dell’Associazione Nazionale Carabinieri a Gavardo.
E’ stato lui a vedere lo scempio e ad avvisare Giampietro De Franceschi, il vice di Icaro Pasini al comando dei carabinieri in congedo della sezione valsabbina “in Preseglie”. E quasi a quello gli viene un coccolone.

Sul posto sono poi arrivati un po’ tutti: gli amministratori, gente comune.
Gli agenti della Locale e i carabinieri in armi che ora cercheranno nelle immagini registrate o grazie a qualche improbabile testimone di dare un nome e un volto a questo mazzatore di monumenti.

Grande lo sdegno, per un gesto inqualificabile e per certi versi inquietante.
Perché qui ad essere presi di mira non sono stati questo carabiniere o quel maresciallo o dei semplici oggetti.
Qui l’attacco è stato sferrato all’istituzione.

E nemmeno vale il tentativo di derubricare il gesto ad un atto vandalico qualsiasi: qualcuno, di proposito, ha aspettato il buio e magari un momento in cui non passava nessun’auto per poi accanirsi con una violenza bestiale proprio sul monumento, distruggendo anche la lapide sulla quale si faceva memoria “dei carabinieri caduti in ogni tempo e luogo”.

L’opera,
sulla quale di notte si proietta il Tricolore, è stato realizzato dall’Architetto Daniela Seminara del Politecnico di Milano ed è costituito da due elementi che partono dalla stessa geometria quadrata per svilupparsi uno come scudo a rappresentare la “difesa”, l’altro più massiccio a significare il legame col territorio e il dialogo con la comunità.
Qualcuno ha deciso che questa idea era da cancellare, a colpi di mazza.

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID73905 - 27/10/2017 08:33:24 (Dioniso) Vergogna!
e solidarietà alla Benemerita.


ID73907 - 27/10/2017 10:36:12 (brescianinid) Mah!
Non ci sono parole per descrivere questo gesto da vigliacchi e codardi!! Poi magari, sono gli stessi o lo stesso, che chiamano i carabinieri se hanno bisogno. Solidarietà a tutte le forze dell'ordine che si sacrificano per la nostra incolumità e sicurezza nonostante a volte si ritrovano da soli a combattere una guerra non loro!!


ID73914 - 27/10/2017 16:19:03 (doc) stupidit umana
Sembra impossibile esistano individui cos stupidi. Impegnare la testa e le braccia in qualcosa di pi interessante e utile?


ID73918 - 27/10/2017 17:39:13 (Iva) E' UNA VERGOGNA
Questi sono vandali, oltre al vile gesto è un affronto a tutta la comunità che si vede protetta dai Carabinieri. Dove andremo a finire? Distruggere un simbolo è assurdo ed inoltre cosa ci guadagni?


ID73922 - 27/10/2017 21:37:10 (TAZIO) No comment
Francamente è difficile trovare (e spendere) parole per tentare (premesso esista) una definizione per questo gesto. Voglio sperare sia frutto solo di un "errato conteggio di bicchieri" senza un minimo collegamento cerebrale, in preda ai vapori etilici.


ID73923 - 27/10/2017 22:40:47 (Tc) ...
altro che vapori etilici...li e' proprio violenza pura e fatto di proposito,l'intento era di buttarlo giu' e non l'han fatto di certo prendendolo a pugni,ci sono andati con le mazze...vigliacchi e' poco questi son proprio dei veri f.d.p.


ID73925 - 28/10/2017 06:52:40 (genpep)
gesti simili non sono assolutamente qualificabili. il gruppo Alpini di Vestone esprime tutta la solidarietà possibile agli amici Carabinieri augurandosi che i colpevoli vengano presto scovati.



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
19/12/2017 08:38:00
Come nuovo e più protetto E' stato restaurato il monumento ai carabinieri di Sabbio Chiese, oggetto nei mesi scorsi delle "attenzioni" di un pazzo. Ora per proteggerlo ci sono anche le telecamere


02/10/2010 09:00:00
Un monumento per i 60 anni della sezione dei Carabinieri Sarà inaugurato domenica il monumento ai Carabinieri a Sabbio Chiese voluto dalla sezione Valsabbina dell’Anc per festeggiare i sessant’anni di fondazione.

22/12/2009 07:00:00
Un monumento ai Carabinieri In occasione del 60° anniversario di fondazione della sezione valsabbina dell’Anc sarà collocato nella rotonda di Sabbio Chiese un monumento all’Arma.

08/04/2007 00:00:00
Preso di mira il Parco Avis di Sabbio Chiese Atti di vandalismo a Sabbio Chiese: l’obiettivo della stupidità è il parco dell’Avis.

27/01/2009 00:00:00
Allarme vandali, la Polizia fa i turni A Sabbio Chiese preoccupano microcriminalità e vandalismo. Così la Polizia locale corre al riparo con turni di sorveglianza delle aree più a rischio. In colaborazione dei colleghi di Agnosine e Odolo e in accordo coi carabinieri.



Altre da Valsabbia
18/03/2019

Bione incontra... Paolo Gentiloni

L’appuntamento con l’ex presidente del Consiglio e ora presidente del Pd, è per il prossimo 5 aprile nel salone delle Elementari di Bione. Ingresso libero, ma da prenotare (5)

18/03/2019

Open Day Sae

“Open Day Sae”. L’hanno chiamata così la due giorni che ha portato alla ribalta nazionale il virtuoso modello “ambientale” valsabbino. VIDEO (1)

18/03/2019

Ora e sempre Resistenza

E’ stata ufficializzata sabato scorso all’Osteria Centro sociale “i Pini” di Salò la nascita della “Rete 25aprile… sempre” che mette insieme le forze antifasciste di Garda e di Valle Sabbia
(1)

17/03/2019

Incidenti a raffica

Una  serie impressionante di incidenti quella che interessato il sabato sulle strade della Valle Sabbia e in quelle limitrofe (23)

16/03/2019

Depuratore del Garda, si comincia da Gavardo

Il presidente Alghisi ha convocato in Broletto i sindaci del bacino del Chiese per illustrare loro il progetto definitivo del doppio depuratore. Il primo impianto sorgerà a Gavardo, con grande amarezza da parte dei sindaci e dei comitati ambientalisti, che però non si arrendono  (12)



15/03/2019

Appuntamenti del weekend

Ricco programma di eventi, spettacoli e concerti per questo fine settimana in Valle Sabbia, sul Garda, a Brescia e in provincia


14/03/2019

Il nocciolo nelle Valli Resilienti

Lunedì 18 marzo la presentazione al pubblico dello Studio di Fattibilità realizzato dal Gal GardaValsabbia in Comunità Montana di Valle Trompia

14/03/2019

Associazioni in difesa del fiume Chiese

Sabato pomeriggio a Gavardo il “Tavolo delle associazioni che amano il fiume Chiese e il suo lago d'Idro” ha organizzato un’assemblea pubblica sulla salvaguardia del fiume e contro il progetto del maxi depuratore del Garda a Gavardo (1)

13/03/2019

Fiamme Verdi, sguardo all'Italia e all'Europa

Anche una qualificata rappresentanza valsabbina nel Consiglio provinciale delle Fiamme Verdi, impegnate nella testimonianza della memoria storica della Resistenza bresciana e nella difesa dei valori che da essa sono scaturiti

13/03/2019

Surplus di controlli

Sicurezza, ambente e viabilità nel mirino degli agenti della Locale della Valle Sabbia nel loro impegno aggiuntivo del fine settimana

Eventi

<<Marzo 2019>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia