Skin ADV
Giovedì 24 Maggio 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


Narcisi

Narcisi

by Claudio



23.05.2018 Vestone Lavenone

22.05.2018

24.05.2018 Vestone Valsabbia

23.05.2018 Odolo Valsabbia

22.05.2018 Idro Vobarno Valsabbia

22.05.2018 Bagolino

23.05.2018 Vobarno

23.05.2018 Idro

24.05.2018 Casto Valsabbia

22.05.2018 Casto






15 Gennaio 2009, 00.00
Sabbio Chiese
Tradizioni

Gli antichi stampatori di Sabbio

di Ubaldo Vallini
Sembra quasi una delle manifestazioni cicliche che la Storia ama regalarci: tornano gli stampatori a Sabbio Chiese. Ricompaiono con la valorizzazione di sedici antiche opere.
Sembra quasi una delle manifestazioni cicliche che la Storia ama regalarci: tornano gli stampatori a Sabbio Chiese. Ricompaiono con la valorizzazione di sedici antiche opere, in un momento di difficoltà economica che, almeno localmente, fa seguito ad una distruzione, quella del terremoto.
Sembra così di ripercorrere le vicissitudini dell’immediato Dopoguerra, fra il ’47 e il ’52, quando l’allora sindaco Guido Bollani mise in pratica una sua idea sostenuta anche dallo storico Ugo Vaglia: recuperare la memoria storica locale, dando alle stampe gli undici volumi della “Collana Valsabbina”.

“Proprio come allora, anche se con diverse modalità, mentre sono in atto profonde trasformazioni dal punto di vista economico e della società, è importante fare leva sulla qualità che il territorio è sempre stato in grado di esprimere – ci dice il professor Alfredo Bonomi, profondo conoscitore di vicende valsabbine -. Quella che il Comune di Sabbio Chiese sta effettuando, dunque, è un’operazione culturale di assoluto rilievo, un arricchimento che, ne sono convinto, non mancherà di portare i suoi benefici effetti anche sul vivere quotidiano dei sabbiensi”.

Se lo dice lui c’è da crederci. Tanto più che la vocazione sabbiense all’editoria ha radici ben più profonde di quelle riscoperte all’indomani della seconda guerra mondiale.
Chiedere a Bonomi di parlarne è meglio che invitarlo a nozze: “Nella storia della stampa Sabbio Chiese occupa un posto di grande rilievo e non solo a livello provinciale. Per tutto il 1500 e per tutto il 1600, infatti, il centro valsabbino ha dato molte famiglie di stampatori che, forti anche dei legami di parentela, hanno operato a Venezia, Verona, Ferrara, Brescia, Bergamo, Milano, Trento, Torino, Campobasso, Roma e Messina – sciorina lo storico -. Alcuni danno per certo che fosse originario di Sabbio Chiese dove sarebbe nato nel 1505 anche quel Juan Pablo de Brescia (Giovanni Paoli) che è stato considerato il Gutemberg d’America per essere stato il primo ad introdurre il processo di stampa in Messico, nel 1539”.

“I Nicolini, gli Antoni, i Baruzzi, i Bericchia, i Carampelli, i Comencini, i Gelmini, i Pelizzari, i Comincioli, i Tini, i Ventura, Nicolò Bascarini, sono solo i nomi più noti fra gli stampatori che partirono da Sabbio. Attorno a questi sono state attive altre famiglie che studi più approfonditi potranno mettere in luce” aggiunge Bonomi.
Ma qual è l’operazione odierna. In che cosa consiste il recupero della memoria.

“Su suggerimento del professor Bonomi, prendendo occasione dal rifacimento dell’edificio che ospita il muncipio gravemente lesionato dal terremoto del 2004, abbiamo deciso di richiamare a Sabbio la memoria di questi artigiani che con le loro capacità e l’intraprendenza hanno portato lontano il nome del nostro paese, inserendosi in ruoli di tutto rispetto a livello sia economico sia culturale” ci ha detto l’attuale sindaco, Rinaldo Bollani.
E la memoria, mai come in questo caso, è custodita nei libri che con maestria e professionalità gli stampatori sabbiensi hanno realizzato: sedici i volumi recuperati nel giro di pochi mesi e, particolare non di poco conto, acquistati grazie all’impegno economico di alcune aziende della zona che hanno deciso di sponsorizzare l’iniziativa. Saranno loro, alla fine, a coprire quasi per intero i costi dell’operazione, sostenuta in parte anche dalla Comunità montana e da un piccolo intervento del Comune di Sabbio.

Volumi particolarmente belli e difficili da reperire, che sono stati scovati nel “giro” dell’antiquariato librario e in alcune collezioni provate per essere valorizzati e custoditi come meritano: in una teca che troverà spazio nella sala della Giunta.
“Pezzi alcuni dei quali particolarmente rari e bellissimi – afferma Bonomi -, che offrono un eloquente spaccato delle capacità editoriali di questi stampatori che dall’ombra della rupe del santuario della Madonna della Rocca hanno affrontato orizzonti ben più ampi, per mettere a frutto il loro ingegno ed il loro spirito imprenditoriale”.

Gli argomenti trattati sui libri così recuperati, che abbracciano quasi un secolo di storia dal 1530 al 1614, sono i più svariati e spesso le antiche pagine sono state illustrate con preziose incisioni.
Per comprenderne la ricchezza delle argomentazioni bastano alcuni esempi che l’esperto individua senza problemi: “C’è la prima edizione di un commento ai salmi curato da un dotto monaco della Chiesa di Costantinopoli – ci dice -. Il libro, stampato anche con caratteri greci a Verona nel 1530 da Stefano Nicolino, testimonia il fervore religioso e culturale voluto in quel periodo dal vescovo Giberti, ardente riformatore dei costumi del clero veronese”.

Il lavoro di Nicolò Bascarini è presente invece con due bellissime opere: “La storia della città di Roma” di Dionisio di Alicarnasso, edita nel 1545, e “La fabbrica del Mondo” stampata a Venezia nel 1546, un preziosissimo dizionario poetico.
Giovanni Degli Antoni testimonia la sua alta qualità con un testo religioso del 1578, arricchito da una bella incisione. I Nicolini, noti con l’appellativo “Da Sabbio” e poi addirittura col cognome “Sabbio” sono presenti nella raccolta con opere di storia, di poetica e di religione, a testimonianza della loro vastissima produzione.

“Con questa iniziativa si deve dare merito all’amministrazione comunale di aver costituito una biblioteca antica che permette di legare il presente, con tutte le sue potenzialità, ad un passato nel quale il paese si è distinto per capacità imprenditoriali basate sull’uso versatrile dell’intelligenza - ha aggiunto Alfredo Bonomi -. Possiamo definirla a pieno titolo e senza tema di essere smentiti una sorta di carta d’identità di qualità per il paese”.
“Di quest’antica arte in paese è rimasto ben poco, tant’è vero che non c’è nemmeno una tipografia, anche se non mancano validi addetti in questa attività, che viene però sviluppata altrove – conclude il sindaco Bollani -. Un motivo in più per ricordare. Stiamo predisponendo per questi preziosi libri una sistemazione che permetta una buona conservazione e anche la visione da parte degli appassionati. Intanto già sogniamo di poter ampliare la raccolta”.
Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
26/07/2017 10:19:00
Un gruppo di lavoro per gli «Stampatori di Sabbio Chiese» Il consiglio comunale di Sabbio Chiese ha deliberato la creazione di un gruppo di lavoro per valorizzare il ricco patrimonio di libri antichi acquisito negli anni dal Comune e delineare un progetto per un “Museo del libro antico”

08/11/2017 10:24:00
La giornata di studi “Gli stampatori da Sabbio: un’avventura intellettuale, un progetto di valorizzazione”. Così il titolo del convegno che a partire dalle 9:30 nella sala del Consiglio occuperà la mattinata di sabato, con relatori di grande spessore.

20/09/2012 09:00:00
Conferenze a corredo della mostra sugli stampatori Questo venerdì sera a Sabbio Chiese la prima conferenza ideata nell'ambito della mostra sugli stampatori sabbiensi del Cinque e Seicento, con la presentazione del volume relativo alla collezione in esposizione.

17/09/2007 00:00:00
A scuola con Maeva Dal mese di ottobre avrà inizio un corso di pittura su porcellana rivolto a tutti i bambini di età superiore a 6 anni. Sede delle lezioni: Sabbio Chiese in via Stampatori da Sabbio n°25.

18/05/2018 09:30:00
Stampar musica, note inedite sui «Da Sabbio» Questo sabato, 19 maggio, a Sabbio Chiese un interessante convegno sull’editoria musicale bresciana nel Cinquecento con l’intermezzo musicale dei "Cantores Silentii" 



Altre da Sabbio Chiese
18/05/2018

Stampar musica, note inedite sui «Da Sabbio»

Questo sabato, 19 maggio, a Sabbio Chiese un interessante convegno sull’editoria musicale bresciana nel Cinquecento con l’intermezzo musicale dei "Cantores Silentii" 

18/05/2018

Nel «Cuore» della terra

Per la rassegna Occasioni di cultura, questa sera all’Istituto Perlasca di Idro sarà ospite il prof. Oliviero Cremonesi, fisico valsabbino, responsabile di un importante progetto di ricerca nel laboratorio del Gran Sasso

12/05/2018

Paolo VI, un Santo bresciano

Questa domenica, 13 maggio, alla Rocca di Sabbio Chiese don Manuel Donzelli ricorderà alcuni momenti importanti della vita del Papa bresciano, ponendo l'accento sul suo rapporto con i giovani, con i lontani, con la vita e la morte
 
 
 


09/05/2018

Di bene in meglio

L'assemblea dei soci, che ha avuto luogo negli spazi del Caseificio nei giorni scorsi, ha lasciato i soci piuttosto soddisfatti per come stanno andando le cose
(1)


09/05/2018

«Come pesci fuor d'acqua»

Domani, giovedì 10 maggio, a Sabbio Chiese uno spettacolo sull'attualissimo tema dell’immigrazione, a conclusione del laboratorio teatrale di Francesca Garioni

06/05/2018

Cittadinanza onoraria per i «magnifici cinque»

Nel corso di un consiglio comunale straordinario a Sabbio Chiese è stata attribuita la cittadinanza onoraria a cinque uomini di scienza, arte e cultura (2)



02/05/2018

«Ictus, testimonianza nelle mie memorie»

Il libro del prof. Giuseppe Gorruso verrà presentato questo sabato, 5 maggio, presso la Sala consiliare di Sabbio Chiese, in presenza dell’autore. Relatore il dott. Giorgio Galvani

26/04/2018

Conca d'Oro Bike, edizione numero venti

La classicissima fra e granfondo nostrane dedicate alle ruote grasse, il prossimo 6 di maggio invaderà i sentieri della Conca d'Oro. Folgorato dall'evento che passa accanto a casa sua, Angelo Lossi, ci manda le sue impressioni, Le pubblichiamo volentieri


23/04/2018

Clima bollente al PalaSabbio

Nel derby valsabbino di ritorno della ventiseiesima giornata di campionato i ragazzi del Volley Sabbio hanno battuto il Villanuova per 3 a 0

19/04/2018

Riapre la scuola di Sabbio

Ordinanza revocata e da questo venerdì mattina, dopo 4 giorni di stop, riprendono le lezioni alle Medie di Sabbio. Giusto in tempo per la programmata conferenza attesa per venerdì sera sul tema: «Gli altri siamo noi. Immaginari sullo straniero»

Eventi

<<Maggio 2018>>
LMMGVSD
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia